ma il sindaco che protestava in tv, dovè?

Prima la protesta di un consistente numero di tunisini contro l’eventualità di essere rimandati in Tunisia. Poi gli scontri per le sigarette.

Sono ore decisamente convulse, per i poliziotti della Squadra Mobile che 365 giorni all’anno si occupano anche dell’hotspot di Lampedusa. Che ospiti i detenuti scarcerati dal governo tunisino.

I due fatti, verificatisi nel giro di neanche 12 ore, sembrerebbero però – e
con un certo margine di certezza – non collegabili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora