treni:non si fermano le violenze

Non si fermano gli episodi di violenza sui treni regionali, in particolare quelli che collegano Bolzano a Verona. Ieri in provincia di Trento, ad Ala, un cittadino extracomunitario ha aggredito una delle pattuglie anti-violenza istituite da Trenitalia proprio per calmierare la crescita del fenomeno.

La pattuglia, composta da tre persone, è stata insultata e malmenata dal passeggero straniero senza biglietto. Gli addetti non possono ricorrere alla violenza e per questo sono in una certa misura costretti a “subire” le angherie di chi non rispetta le regole e reagisce con le maniere forti.risorse..risorse...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

4 minuti fa, director12 ha scritto:

 Gli addetti non possono ricorrere alla violenza e per questo sono in una certa misura costretti a “subire” le angherie

Basterebbe dotare le pattuglie che fanno i controlli di cani addestrati... dubito che in presenza di cani appositamente addestrati si metterebbero a malmenare i controllori......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora