Aaancoraa tu, ma non dovevamo vederci più?

Premetto che non sono un seguace di Beppe Grillo, lo apprezzo poco anche come comico, non ho mai votato M5S, probabilmente non lo voterò mai, non ho mai condiviso un post del blog, ritengo che la gestione del caso Raggi sia stata tragicomica. Però il post di oggi io lo condivido in pieno, e penso di essere in buona compagnia di decine di milioni di connazionali che non ne possono davvero più di un pinocchio prestato alla politica che ci ha fatto perdere tre anni in promesse e annunci, più qualche leggiaccia assurda come il Jobs act e l'Italicum, e una riformaccia che non ne parliamo proprio; e che per giunta ha cambiato i connotati al più grande partito della sinistra rendendolo, a me e a molti di quelli che lo votavano, irriconoscibile. E che, con una incredibile faccia di bronzo, non si decide a togliere il disturbo, come aveva innumerevoli volte promesso facendone una questione di DIGNITA' (sic!).

Aaancoraa tu, non mi sorprende lo sai, ma non dovevamo vederci più? Aaancoraa tu, e ci scappa da ridere...

Condivido anche l'ultimo passaggio del post, dedicato alla legge elettorale. Potrà sembrare assurdo, e così sembrava anche a me, andare a votare con un proporzionale puro, come quello che probabilmente uscirà dalla Consulta a gennaio. Ma ormai, nello stallo istituzionale in cui viviamo da quattro anni e in cui lo sciagurato pinocchio ci ha sprofondati, questa è l'unica soluzione rispettosa della democrazia. Probabilmente sarà eletto un parlamento incapace di esprimere un governo, ma almeno sarà un parlamento che rappresenterà il popolo sovrano e avrà pieno titolo per scrivere una legge elettorale maggioritaria. Poco male, faremo come la Spagna, che ha votato due volte in due anni ma che cresce sopra il 3%.

 

 

di Beppe Grillo

Renzi, ancora tu, non mi sorprende lo sai. Ancora tu, ma non dovevamo vederci più?
Avevi detto il 12 gennaio "Con un gesto di coraggio e dignità ho detto che se si perde il referendum smetto di fare politica" e poi il 15 "Ho già preso il solenne impegno, se perderemo il referendum lascio la politica". E poi invece ancora tu. E ci scappa da ridere. Ancora tu oggi da segretario del Pd a dire cosa deve fare il Parlamento per la legge elettorale. Tu che hai lasciato un disastro nel Paese, morale, economico e istituzionale. Hai fiaccato moralmente e spaccato in due il Paese sul tema della Costituzione proponendo una riforma che nessun italiano aveva dato mandato di fare a te, non eletto. Hai lasciato un disastro economico con il record assoluto di poveri, un'ecatombe di imprese e un aumento di tasse che neppure Monti ci aveva spremuto così tanto. Hai sfasciato l'assetto istituzionale lasciandoci senza una legge elettorale pronta all'uso perché hai pensato solo ai fatti tuoi. Ci hai lasciato il governo più odiato degli ultimi 70 anni con un ministro degli esteri che stenta a parlare inglese, un ministro dell'istruzione che non ha neppure il diploma e dice di avere una laurea. Un sottosegretario, di fatto vicepremier, che come te aveva promesso di andarsene e invece è lì incollata alla poltrona: Maria Elena Bostik.
Ancora tu. Avevi promesso di lasciare la politica e invece hai messo lì come tuo avatar Gentiloni e sei sempre segretario dal Pd a insultare il MoVimento 5 Stelle e gli italiani. Ti permetti di dire che diciamo bugie, tu che hai sventolato davanti agli italiani una scheda elettorale del Senato falsa per convincerli che avrebbero votato i senatori con la tua riforma, quando sapevi che non era vero. E a quanto pare lo sapevano anche loro. Ti permetti di dire che la più grande forza politica del Paese, nata senza soldi e che rifiuta milioni di rimborsi elettorali, è un'azienda, tu che hai un partito che è una banca (chiedere per *** ai piccoli azionisti MPS).
Hai perso perchè sei bugiardo e gli italiani lo sanno. Non hai avuto neppure l'accortezza di fare un bagno di umiltà. Ti sei ripresentato al popolo con l'arroganza di sempre. Mantieni la promessa, fatti da parte, accetta uno di quei lavori che dici che ti abbiano offerto. Noi vogliamo andare al voto subito, con una legge elettorale che abbia il vaglio della consulta che si esprimerà il 24 gennaio. Tu vuoi aprire il mercato delle vacche e allungare il brodo per discussioni infinite sulla legge elettorale? Risparmiarcelo. #RenziFattiDaParte. L'hai detto tu: ma non dovevamo vederci più?

https://www.youtube.com/watch?v=E6RKbW-J9IA

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Premetto che non sono un seguace di Beppe Grillo, lo apprezzo poco anche come comico, non ho mai votato M5S, probabilmente non lo voterò mai, non ho mai condiviso un post del blog, ritengo che la gestione del caso Raggi sia stata tragicomica. Però il post di oggi io lo condivido in pieno, e penso di essere in buona compagnia di decine di milioni di connazionali che non ne possono davvero più di un pinocchio prestato alla politica che ci ha fatto perdere tre anni in promesse e annunci, più qualche leggiaccia assurda come il Jobs act e l'Italicum, e una riformaccia che non ne parliamo proprio; e che per giunta ha cambiato i connotati al più grande partito della sinistra rendendolo, a me e a molti di quelli che lo votavano, irriconoscibile. E che, con una incredibile faccia di bronzo, non si decide a togliere il disturbo, come aveva innumerevoli volte promesso facendone una questione di DIGNITA' (sic!).

Aaancoraa tu, non mi sorprende lo sai, ma non dovevamo vederci più? Aaancoraa tu, e ci scappa da ridere...

Condivido anche l'ultimo passaggio del post, dedicato alla legge elettorale. Potrà sembrare assurdo, e così sembrava anche a me, andare a votare con un proporzionale puro, come quello che probabilmente uscirà dalla Consulta a gennaio. Ma ormai, nello stallo istituzionale in cui viviamo da quattro anni e in cui lo sciagurato pinocchio ci ha sprofondati, questa è l'unica soluzione rispettosa della democrazia. Probabilmente sarà eletto un parlamento incapace di esprimere un governo, ma almeno sarà un parlamento che rappresenterà il popolo sovrano e avrà pieno titolo per scrivere una legge elettorale maggioritaria. Poco male, faremo come la Spagna, che ha votato due volte in due anni ma che cresce sopra il 3%.

 

 

di Beppe Grillo

Renzi, ancora tu, non mi sorprende lo sai. Ancora tu, ma non dovevamo vederci più?
Avevi detto il 12 gennaio "Con un gesto di coraggio e dignità ho detto che se si perde il referendum smetto di fare politica" e poi il 15 "Ho già preso il solenne impegno, se perderemo il referendum lascio la politica". E poi invece ancora tu. E ci scappa da ridere. Ancora tu oggi da segretario del Pd a dire cosa deve fare il Parlamento per la legge elettorale. Tu che hai lasciato un disastro nel Paese, morale, economico e istituzionale. Hai fiaccato moralmente e spaccato in due il Paese sul tema della Costituzione proponendo una riforma che nessun italiano aveva dato mandato di fare a te, non eletto. Hai lasciato un disastro economico con il record assoluto di poveri, un'ecatombe di imprese e un aumento di tasse che neppure Monti ci aveva spremuto così tanto. Hai sfasciato l'assetto istituzionale lasciandoci senza una legge elettorale pronta all'uso perché hai pensato solo ai fatti tuoi. Ci hai lasciato il governo più odiato degli ultimi 70 anni con un ministro degli esteri che stenta a parlare inglese, un ministro dell'istruzione che non ha neppure il diploma e dice di avere una laurea. Un sottosegretario, di fatto vicepremier, che come te aveva promesso di andarsene e invece è lì incollata alla poltrona: Maria Elena Bostik.
Ancora tu. Avevi promesso di lasciare la politica e invece hai messo lì come tuo avatar Gentiloni e sei sempre segretario dal Pd a insultare il MoVimento 5 Stelle e gli italiani. Ti permetti di dire che diciamo bugie, tu che hai sventolato davanti agli italiani una scheda elettorale del Senato falsa per convincerli che avrebbero votato i senatori con la tua riforma, quando sapevi che non era vero. E a quanto pare lo sapevano anche loro. Ti permetti di dire che la più grande forza politica del Paese, nata senza soldi e che rifiuta milioni di rimborsi elettorali, è un'azienda, tu che hai un partito che è una banca (chiedere per *** ai piccoli azionisti MPS).
Hai perso perchè sei bugiardo e gli italiani lo sanno. Non hai avuto neppure l'accortezza di fare un bagno di umiltà. Ti sei ripresentato al popolo con l'arroganza di sempre. Mantieni la promessa, fatti da parte, accetta uno di quei lavori che dici che ti abbiano offerto. Noi vogliamo andare al voto subito, con una legge elettorale che abbia il vaglio della consulta che si esprimerà il 24 gennaio. Tu vuoi aprire il mercato delle vacche e allungare il brodo per discussioni infinite sulla legge elettorale? Risparmiarcelo. #RenziFattiDaParte. L'hai detto tu: ma non dovevamo vederci più?

https://www.youtube.com/watch?v=E6RKbW-J9IA

 

Eh eh eh Fosforo , vedo che insisti ed allora mi è d'obbligo un repetita juvant.  Intanto chiariamoci : se il risultato del referendum va giudicato anche e soprattutto come dato politico bisogna che ti prenda atto che il 59% dei tutti assieme conta nello stesso modo del 41% preso da Renzi da solo . Detto questo bisognerà che tu te ne faccia una ragione e salvaguardato il tuo diritto di giudicare Renzi e le sue politiche nel peggior modo possibile , niente ti da diritto di insistere nel voler scegliere il segretario del PD. Renzi, unico caso che io ricordi , si è dimesso dopo un'ora dall'esito del referendum. Vorrei ricordarti che nel PD ci sono regole , regolamenti , organismi , luoghi e tempi dove il segretario se lo scelgono i militanti del partito stesso. Nel Pd siamo talmente democratici che se tu volessi potresti partecipare alle primarie ed esprimere una tua preferenza . Vedi Fosforo , nel PD non vi sono padroni come invece lo è quel guitto di cui ti pregi di condividere il post . Non c'è nessun plurilregkudicato ed evasore fiscale che prende un treno e che insieme all'altro padrone dello stesso movimento , nominato per via ereditaria , calano dal Nord e nottetempo decidono cosa fa o cosa non fa il Sindaco della capitale d'Italia. Soprattutto perché il primo che dovrebbe ricordarsi del motivetto del grande Battisti dovrebbe essere proprio lui " Se perdiamo le Europee sparisco dalla politica e sciolgo il movimento ". E non pensare di " salvarti " con il ridicolo " Grillo non ha nessun titolo politico " come se , ammesso che fosse vero , la dignità , come la chiami te , si dovesse misurare solo con lo status o con un titolo politico . E te sei troppo intelligente a non sapere o far finta di sapere che Grillo non può essere considerato uno dei tanti , uno che vale uno . Grillo e' il leader politico del movimento che oltretutto esercita come in Corea , come in Venezuela . E quindi risponde politicamente delle affermazioni che fa . Negarlo e' cervellotico e sa di arrampicata sugli specchi . Concludo : volente o nolente , pur nel tuo sacrosanto diritto di " combattere" Renzi come meglio credi , io ho lo stesso tuo diritto di pensare che il " cazzaro " fiorentino sia una risorsa per il Paese è uno dei pochi leader in Italia , forse l'unico , di spessore superiore . Poi te continua pure a propagandare un po' di marxismo da asilo e non considerare il PD non solo non più di sinistra ma addirittura traditore della sinistra . Ti ho chiesto molte volte quale è il tuo ideale di sx , quali sono le strategie per realizzarla , con chi e come . Ad oggi è lettera morta ed ancora ti dibatti nella Sindrome di Stoccolma . Quella dei sempre perdenti petche poi , alla fine , piace più perdere che vincere o tentare di vincere . E le vittorie sono solo quelle dove perde l'avversario e/o il "nemico ". Bel progetto !! Saluti 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non capisco come mai, non ricordo che Fosforo abbia mai detto cose soprattutto ultimamente contro una pericolosa opposizione ! 

Poi ci sta tutto...sempre si può far meglio, ma ripeto se uno è di sx dovrebbe cercare il marcio altrove!!! 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, mark525 ha scritto:

il " cazzaro " fiorentino sia una risorsa per il Paese è uno dei pochi leader in Italia , forse l'unico , di spessore superiore .

non cè dubbio signor mark

che sia di uno spessore superiore........a raccontar balle, come le raccontava il signor Berlusconi.

Andiamo a votare e poi vediamo se il 41% è ancora a sua disposizione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Condivido anche l'ultimo passaggio del post, dedicato alla legge elettorale. Potrà sembrare assurdo, e così sembrava anche a me, andare a votare con un proporzionale puro, come quello che probabilmente uscirà dalla Consulta a gennaio.

 

 

Proporzionale??????????????

Ma in un recente passato con un referendun popolare non si era optato per il maggioritario?

 

Che si fa? Allora i referendum contano solo quando fanno comodo?

Modificato da refusi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

non cè dubbio signor mark

che sia di uno spessore superiore........a raccontar balle, come le raccontava il signor Berlusconi.

Andiamo a votare e poi vediamo se il 41% è ancora a sua disposizione.

Il somaro pisano sfida la sorte a colon sfondato.

Bisogna sottolineare come il quadrupede in questione, sia un preveggente di spiccato senso asinino.

Non resta che aspettare le prossime elezioni, anche perchè un nuovo referendum, proposto dalle organizzazioni sindacali sui temi principali del Job Act, sarebbe da evitare, come tiene a precisare il povero Poletti.

In quel caso il fallimento TOTALE dell'ex Cazzaro sarebbe devastante per il PartitoDemnerda, che sprofonderebbe a percentuali da prefisso distrettuale romano.

Ma lasciamo ragliare il nostro eroe a suo piacimento. Democrazia significa anche credere che i somari abbiano autorevolezza su paglia e fieno.

Senza dimenticare i panini imbottiti e strabordanti.

 

BpnfP

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

non cè dubbio signor mark

che sia di uno spessore superiore........a raccontar balle, come le raccontava il signor Berlusconi.

Andiamo a votare e poi vediamo se il 41% è ancora a sua disposizione.

Sig. Ahaha.ah , Che racconti balle e' una sua liberissima interpretazione che non "oso" metter in dubbio . Non credo che  esista politico che non ne abbia raccontata manco una . Sarei propenso a pensare che anche i leader più acclamati e leggendari , tipo Mao o Castro,  non ne abbiano mai raccontate al loro popolo . Scusandomi per l'accostamento sicuramente irriverente , concludo che di sicuro Renzi da solo non vale , ora , perché invece un tempo ci arrivo' ,il 41%. Ma di una cosa sono altrettanto sicuro : che in Italia, senza Renzi ed il PD, non si governa .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, shinycage ha scritto:

Il somaro pisano sfida la sorte a colon sfondato.

Bisogna sottolineare come il quadrupede in questione, sia un preveggente di spiccato senso asinino.

Non resta che aspettare le prossime elezioni, anche perchè un nuovo referendum, proposto dalle organizzazioni sindacali sui temi principali del Job Act, sarebbe da evitare, come tiene a precisare il povero Poletti.

In quel caso il fallimento TOTALE dell'ex Cazzaro sarebbe devastante per il PartitoDemnerda, che sprofonderebbe a percentuali da prefisso distrettuale romano.

Ma lasciamo ragliare il nostro eroe a suo piacimento. Democrazia significa anche credere che i somari abbiano autorevolezza su paglia e fieno.

Senza dimenticare i panini imbottiti e strabordanti.

 

BpnfP

 

Formidabile testadiminkia cecata , sei proprio l'ultimo ad avventurarti in pronostici . Ricordo bene i tuoi " M5S vince ", " Vonceremo noi" , per poi accorgerti che eravate la metà del PD. La cosa ti " scombussolo' " talmente tanto che fosti costretto a scomparire dal forum accampando inesistenti lavori di manutenzione alla stamberga dove vivi il fine settimana visto che gli altri giorni vivi nelle fogne dove , storicamente, vivono i fascisti come te. Vedremo più avanti , ma fossi in te , mi preoccuperei di più di quel che succede a Roma . Se Roma doveva essere il laboratorio , la linea di come si governa un Paese , credo che la *** che vi sta ricoprendo sua più da estrazioni del *** che da prefisso telefonico . Torna a " brancolare nel buio ", formidabile ebete . !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, mark525 ha scritto:

Sig. Ahaha.ah , Che racconti balle e' una sua liberissima interpretazione che non "oso" metter in dubbio . Non credo che  esista politico che non ne abbia raccontata manco una . Sarei propenso a pensare che anche i leader più acclamati e leggendari , tipo Mao o Castro,  non ne abbiano mai raccontate al loro popolo . Scusandomi per l'accostamento sicuramente irriverente , concludo che di sicuro Renzi da solo non vale , ora , perché invece un tempo ci arrivo' ,il 41%. Ma di una cosa sono altrettanto sicuro : che in Italia, senza Renzi ed il PD, non si governa .

signor mark

che il signor Renzi racconti balle, non è una mia liberissima interpretazione è la verità documentata. Nessuno, come lui, ha detto tante volte se perdo il referendum abbandono la politica.

Dalle mie parti si fanno ancora affari sulla parola e chi sgarra è finito. Sarà per questo che non tollero chi racconta fandonie.

Comunque sono d'accordo con lei, parecchi politici raccontano balle, e se devo fare un accostamento del signor Renzi lo farei con il signor Fini, scusandomi se il riferimento non sarà di suo gradimento.

P.S.  

mi sembra che in qualche maniera, nel bene e nel male, l'Italia è sempre stata governata anche quando Il signor  Renzi non c'era. E quando c'era, diceva di essere del PD, e, a quanto sembra, anzi è accertato, ha commesso un sacco di errori che se fosse stato un pochino più modesto e meno gradasso avrebbe potuto evitare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963