Incongruenza

Si dice, tra i credenti cristiani, che dio ha creato l'universo dal nulla: errore madornale per il semplice motivo che c'era lui, quindi non esisteva il nulla. Ergo, anche se si crede alle favole almeno fatele coerenti, o cristiani! 
P. S. Vi siete accorti solo adesso che dio vi induceva in tentazione ed avete cambiato frase. Ma l'espressione era coerente con la (o il) genesi, in quanto la proibizione di usare la mela  - metafora immagino del desiderio di sapere - non era una vera e propria tentazione?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Evidentemente lei non è a conoscenza delle scoperte fatte dalla fisica quantistica relativamente al tempo, cose che  confermano quello che da sempre dice la religione, il tempo o meglio lo spazio tempo è legato alla materia, quello che non è fatto di materia non è soggetto al tempo; per Dio che non è fatto di materia  il tempo come lo conosciamo noi non  esiste ,  in assenza del tempo non c'è un prima un adesso un dopo,  concetti come il tempo che trascorre a velocità variabile in base alla velocità ( come  scoperto dalla fisica   ) erano concetti sconosciuti e incomprensibili per gli atei dei secoli scorsi e incomprensibile anche per gli atei di oggi che ancora si richiamano a concetti e ragionamenti  del secolo scorso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/9/2020 in 19:53 , ignotaoppureo ha scritto:

Si dice, tra i credenti cristiani, che dio ha creato l'universo dal nulla: errore madornale per il semplice motivo che c'era lui, quindi non esisteva il nulla. Ergo, anche se si crede alle favole almeno fatele coerenti, o cristiani! 
P. S. Vi siete accorti solo adesso che dio vi induceva in tentazione ed avete cambiato frase. Ma l'espressione era coerente con la (o il) genesi, in quanto la proibizione di usare la mela  - metafora immagino del desiderio di sapere - non era una vera e propria tentazione?

Chissà chi ti ha rivelato che esiste Dio. Egli non ha un inizio né una fine. Non esisteva nulla e non esiste nulla senza di Dio. Sta scritto:

Apocalisse 22:13

Io sono l'alfa e l'omega, il primo e l'ultimo, il principio e la fine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mai parole furono più vere! Sta cosa dell'indurre in tentazione non sapete quanto mia ha fatto ridere e accrescere quella visione tenera e candida di coloro che credono a ciò che è stato scritto e interpretato (non solo dal CEI) per secoli...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, severo-magiusto ha scritto:

Mai parole furono più vere! Sta cosa dell'indurre in tentazione non sapete quanto mia ha fatto ridere e accrescere quella visione tenera e candida di coloro che credono a ciò che è stato scritto e interpretato (non solo dal CEI) per secoli...

 

Non sapete quanto fanno ridere (forse sarebbe più opportuno piangere) quegli atei che credono che le cose si siano fatte da sole......  per dimostrare che le cose si sono fatte da sole possono tirare dadi con sopra scritte le lettere dell'alfabeto sperando che da sola si scriva, per caso una intera biblioteca di libri che narrano senza errori grammaticali storie emozionanti..... (mai sentito parlare del DNA presente nelle cellule degli esseri viventi dove è scritto tutto dal colore degli occhi alle interazione delle varie ghiandole fra di loro... si è scritto per caso da solo? )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, severo-magiusto ha scritto:

Mai parole furono più vere! Sta cosa dell'indurre in tentazione non sapete quanto mia ha fatto ridere e accrescere quella visione tenera e candida di coloro che credono a ciò che è stato scritto e interpretato (non solo dal CEI) per secoli...

 

Dio che induce in tentazione?! Bella favola per quelli che non sanno leggere, Dio non ha bisogno di tentare l'uomo che é solo polvere. L'uomo si fa tentare dal nemico e lo segue ad occhi chiusi. Non fare finta di conoscere quello che non conosci. Il giorno del giudizio non avrai scuse per giustificare quello che oggi ti fa ridere. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lagraziaviva ha scritto:

Non fare finta di conoscere quello che non conosci.

Mi perdoni rispettando il suo credo mi sento solo di chiederle, ma perché lei conosce? Studiare un testo, non vuol dire conoscere la realtà.

1 ora fa, lagraziaviva ha scritto:

Il giorno del giudizio non avrai scuse per giustificare quello che oggi ti fa ridere

Personalmente credo che il giorno del giudizio arriverà per mano dell'uomo e della sua stupidità.

Ma tutto ciò è una mia opinione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Non sapete quanto fanno ridere (forse sarebbe più opportuno piangere) quegli atei che credono che le cose si siano fatte da sole......

Pensi che a me fanno ridere (condivido con lei che sarebbe opportuno piangere) quei credenti che si comportano con rispetto del prossimo solo perché saranno giudicati e non per un vero senso di altruismo e benessere collettivo.

19 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

per dimostrare che le cose si sono fatte da sole possono tirare dadi

Potrei anche rispondere che questo non vuol dire che ciò che ha creato noi, sia ancora in vita e sia da qualche parte in attesa di giustiziarci/giudicarci. Anche perché allo stesso modo, anche lui potrebbe essere frutto di creazione da qualcosa prima di lui. E' un quesito giusto ma non ritengo personalmente che debba portarci a credere a quanto detto sopra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, severo-magiusto ha scritto:

Anche perché allo stesso modo, anche lui potrebbe essere frutto di creazione da qualcosa prima di lu

Sig severo-magiusto le consiglio di leggere qualche libro di fisica  di quelli che spiegano in parole semplici a noi profani i concetti della relatività e  del tempo anzi dello spazio tempo;  sono libri di fisica, non di religione;  il tempo o meglio lo spazio tempo è legato alla materia, dove non c'è materia non c'è ne il tempo ne lo spazio ; per Dio non esiste un prima perché non è materia e non è soggetto al tempo come lo intendiamo noi quindi non può esistere una creazione prima di lui perché per Dio il prima non esiste   e a questo punto dopo avere letto qualche libro di fisica le consiglio di leggere le confessioni di Sant'Agostino dove con ragionamenti filosofici  Sant'Agostino raggiunge le stesse conclusioni sul tempo  alle quali sono arrivati gli scienziati con esperimenti e ragionamenti matematici molti  secoli dopo di lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, severo-magiusto ha scritto:

Pensi che a me fanno ridere (condivido con lei che sarebbe opportuno piangere) quei credenti che si comportano con rispetto del prossimo solo perché saranno giudicati e non per un vero senso di altruismo e benessere collettivo.

Pensi che sorpresa e che gioia avranno quei non credenti quando si sentiranno dire:  avevo fame e mi hai dato da mangiare, avevo sete e mi hai dato da bere, ero nudo e mi hai vestito e quegli ex non credenti diranno: quando mai ti abbiamo visto affamato, assetato nudo? e LUI risponderà ogni volta che avete fatto queste cose al più piccolo dei miei fratelli l'avete fatto a me

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/10/2020 in 15:21 , severo-magiusto ha scritto:

Mi perdoni rispettando il suo credo mi sento solo di chiederle, ma perché lei conosce? Studiare un testo, non vuol dire conoscere la realtà.

Personalmente credo che il giorno del giudizio arriverà per mano dell'uomo e della sua stupidità.

Ma tutto ciò è una mia opinione.

Dio ci ha dato intelligenza, essa serve per ragionare e conoscere le cose, c'è una differenza tra gli animali e noi. Forse non sai che nella bibbia sta scritto che la terra è un globo, eppure nessuno ci credeva finché con l'intelligenza qualcuno lo ha dimostrato. 

Si, il giorno del giudizio arriverà per mano dell'uomo. La storia, per chi vi crede, insegna, anche questo sistema crollerà con immenso dolore per tutti. L'uomo fa credere di risolvere ogni problema mentre ne crea ogni giorno di più.

Io mi riferisco al giudizio di Dio dove tutti dovranno rendere conto del proprio operato. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/10/2020 in 19:56 , etrusco1900 ha scritto:

Sig severo-magiusto le consiglio di leggere qualche libro di fisica  di quelli che spiegano in parole semplici a noi profani i concetti della relatività e  del tempo anzi dello spazio tempo;  sono libri di fisica, non di religione;  il tempo o meglio lo spazio tempo è legato alla materia, dove non c'è materia non c'è ne il tempo ne lo spazio ; per Dio non esiste un prima perché non è materia e non è soggetto al tempo come lo intendiamo noi quindi non può esistere una creazione prima di lui perché per Dio il prima non esiste   e a questo punto dopo avere letto qualche libro di fisica le consiglio di leggere le confessioni di Sant'Agostino dove con ragionamenti filosofici  Sant'Agostino raggiunge le stesse conclusioni sul tempo  alle quali sono arrivati gli scienziati con esperimenti e ragionamenti matematici molti  secoli dopo di lui.

La ringrazio e davanti alle sue conclusioni sulla mia cultura le rispondo semplicemente con questa mia riflessione: Quello di cui parla parte da un'accettazione della comunità scientifica che sarà valida fino al giorno in cui un prossimo "Albert Einstein" non presenterà qualche altra teoria che riporterà equilibrio e giustificherà meglio nuovi comportamenti teorizzati/scoperti.

Detto questo, mi congedo e vi lascio nel vostro... quel che sia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963