Finalmente uno statista! E con idee di sinistra!!

Amintore Fanfani è stato uno dei pochissimi statisti veri espressi dall'Italia dopo la caduta dell'Impero Romano. Economista cattolico, non amava il capitalismo e meno ancora il liberismo. Aveva un profondo senso dello Stato, della comunità e del bene comune. Da giovane, come molti intellettuali della sua generazione, sbandò per il fascismo, ma io scommetterei che oggi a un leader così i giornaletti della destraccia darebbero del "cattocomunista" o del comunista tout court. A lui si devono grandi nazionalizzazioni (ENEL), grandi opere pubbliche (A1), storiche riforme sociali (edilizia popolare). È stato l'unico italiano a presiedere l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. A lui e al suo pensiero si ispirarono statisti del calibro di Franklin Delano Roosevelt (per il New Deal) e John Fitzgerald Kennedy. Parlava fluentemente l'inglese e fu la guest star alla Convention democratica di Chicago del 1956. Il futuro presidente degli Stati Uniti, il senatore Kennedy, volle ringraziarlo personalmente: era stata la lettura di un libro di Fanfani a indurlo a intraprendere la carriera politica e a ispirare la sua politica. Erano passati appena 11 anni, in città come Napoli c'erano ancora i ruderi dei bombardamenti, ma i vinti in guerra erano già un modello per i vincitori. Una storia già vista (Graecia capta...) ma quella fu un'impresa epocale di cui dobbiamo essere grati a uomini come De Gasperi, Moro, Fanfani. Da decenni l'Italia aspettava un erede, un leader vero e capace, uno statista alla loro altezza. Ebbene ieri, nel suo intervento da remoto al Festival dell'economia civile di Firenze, Giuseppe Conte mi ha fatto pensare per l'appunto a Fanfani. Il presidente del Consiglio ha parlato delle storture e dell'inadeguatezza  del capitalismo neoliberista di fronte alle crisi economiche e all'attuale pandemia. Secondo lui dobbiamo entrare in una nuova fase di mercato comunitario in cui l’economia deve andare di pari passo con la giustizia sociale. Ha citato un famoso intellettuale e politico cattolico, Giorgio La Pira (grande amico di Fanfani): "Il lavoro non può essere ridotto e mera occasione di produzione e mera fonte di reddito, perché è lo strumento con il quale il cittadino contribuisce al progresso morale e materiale della società". Ha parlato di un nuovo umanesimo e di un nuovo rinascimento centrati sulla difesa dei diritti delle persone e dell'ambiente". Secondo Conte, i principi della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile vanno espressamente inseriti nella nostra Costituzione. A mio avviso i due principi sono conflittuali, almeno per i paesi ricchi, se non separiamo nettamente i concetti di sviluppo economico e di crescita economica, ma Conte, come tutti i veri statisti, non ha idee preconcette e capirà presto la differenza, se non l'ha già capita. In ogni caso, è del tutto evidente che parliamo di idee di sinistra e di idee ambientaliste a tutto tondo. Avendo già doverosamente ringraziato il presidente del Consiglio per i 209 miliardi del Recovery Fund,  giudicheremo queste idee in base alla loro traduzione sul piano pratico, ma non a caso il catto-berlusconiano (o catto-leghista?) Antonio Socci (che del cristianesimo e della sua dimensione sociale, a differenza dei democristiani Fanfani e La Pira, non ha capito una mazza) stamane titolava su Libero (anzi Occupato):

Delirio di Conte - Il premier imita il Papa - "Cambiamo il capitalismo" 

Naturalmente è il patetico Socci che delira se gli sta bene il capitalismo così com'è. Ma se lui fosse un vero cristiano e un vero italiano, anziché un livoroso talebano odiatore di Francesco e di Giuseppe, dovrebbe pregare il Patreterno affinché ci conservi in salute e per molti anni al loro posto ambedue.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

45 messaggi in questa discussione

Giuseppi Amintore Conte Fanfani.

Un grande statista "de sinistra" con idee "de sinistra" da realizzare per mezzo dell'ESM, che nemmeno ci prova ad essere "de sinistra" , e con i brevetti di Siemens e Thyssenkrupp, vale a dire la quintessenza del capitalismo neoliberista (nessuno ha capito in cosa differisca il capitalismo neoliberista dal capitalismo veteroliberista, NdA).

Vale appena il caso di sottolineare che Amintore Fanfani, presente in Parlamento per 13 legislature e membro dell'Assemblea Costituente, oggi sarebbe definito dal M5S come l'esponente della casta per antonomasia.

Quasi dimenticavo: "a lui e al suo pensiero si ispirarono statisti del calibro di Franklin Delano Roosevelt (per il New Deal)" è l'ennesima colossale panzana firmata dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31.

Buona futura opposizione di inquisit di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, fosforo311 ha scritto:. Il presidente del Consiglio ha parlato delle storture e dell'inadeguatezza  del capitalismo neoliberista di fronte alle crisi economiche e all'attuale pandemia. Secondo lui dobbiamo entrare in una nuova fase di mercato comunitario in cui l’economia deve andare di pari passo con la giustizia sociale. Ha citato un famoso intellettuale e politico cattolico, Giorgio La Pira (grande amico di Fanfani): "Il lavoro non può essere ridotto e mera occasione di produzione e mera fonte di reddito, perché è lo strumento con il quale il cittadino contribuisce al progresso morale e materiale della società". Ha parlato di un nuovo umanesimo e di un nuovo rinascimento centrati sulla difesa dei diritti delle persone e dell'ambiente". Secondo Conte, i principi della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile vanno espressamente inseriti nella nostra Costituzione. A mio avviso i due principi sono conflittuali, almeno per i paesi ricchi, se non separiamo nettamente i concetti di sviluppo economico e di crescita economica, ma Conte, come tutti i veri statisti, non ha idee preconcette e capirà presto la differenza, se non l'ha già capita. In ogni caso, è del tutto evidente che parliamo di idee di sinistra e di idee ambientaliste 

Eccheccavolo !! Come si fa a non considerare Giuseppi Conte uno statista ??  Eccavcavolo !! Uno statista e’ colui che in 2 anni fa il Presidente del Consiglio con due coalizioni totalmente diverse . Oh , ma proprio diverse ed opposte, eh ?? Ai miei tempi uno così lo chiamavano bieco opportunista , ma i tempi cambiano ed ora uno che 15 mesi fa firmava ed avallava tutte le leggi vergogna di un governo razzo fascista , ora ci viene a dire che vuole cambiarle perché erano ...razzo fasciste .  Forse e’ per quello che il Cazzaro lo definisce statista . Ed infatti il Cazzaro e’ l’unico a definirlo così . O meglio : così lo definisce Travaglio Calandrino Marco ed il Cazzaro napoletano , da servo acclarato , fa altrettanto .  Mi ha colpito molto , poi , l’accostamento che il Cazzaro fa di Giuseppi nei confronti di La Pira . Insomma , senza tanti giri di parole , il Pulcinella napoletano “osa” paragonare Giuseppi ad uno statista vero come La Pira senza rendersi conto che Giuseppi e’ un farlocco , una imitazione talmente fatta male che anche i napoletani se ne accorgerebbero . Ed allora leggi le motivazioni di tale accostamento e , dopo esserci fatti 3/4 risate sul Giuseppi statista con idee di sinistra (ahahahahahahaha ) , scopriamo la ragione vera per cui il Cazzaro così si e’ espresso . Il Cazzaro definisce Giuseppi statista di sx perché quest’ultimo così ha detto :” Il Paese deve combattere miseria e disoccupazione “.  Urka , il Cazzaro e’ un fenomeno !! Giuro , stragiuro che non le avevo mai sentite pronunciare da nessuno !! Roba da matti !! Se queste sono parole che definiscono un tizio uno statista possiamo ben dire che in Italia abbiamo migliaia e migliaia di statisti . Detta da Giuseppi , però , la frase lascia pure una enorme dose di amaro in bocca . Perchéeee’ ??  La Miseria e’ stata abolita il 28/9/2018 come da affermazione di Di Maio da un terrazzo notturno e da Conte avallata . La disoccupazione quasi pure con il Reddito di Cittadinanza . Una misura che ha talmente ridotto ai minimi termini la disoccupazione che ora , vogliono riadeguarlo ( abolirlo e cambiare nome ). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che il governo abbia detto o stia per dire sì al MES è una panzana (o un desiderio inconscio?) presente nella fantasia alcolica dell'ingenuo Saurino pane e vino. Il quale forse confonde l'Italia con Cipro (ma secondo Travaglio perfino Cipro avrebbe cambiato idea) e lo statista Conte con i politucoli Tajani e Renzi. Per quanto riguarda il New Deal di Roosevelt (in particolare il secondo New Deal), non lo dico io che fu in parte ispirato da un libro di Amintore Fanfani (il quale a sua volta fu molto colpito dal primo New Deal). Lo riferì allo stesso Fanfani la famosa ambasciatrice degli Stati Uniti a Roma Clare Boothe Luce, austera conservatrice che non era certo una bugiarda nè un'adulatrice, mentre lo statista aretino era bonariamente vanitoso ma non vanaglorioso a differenza di molti attuali politucoli. Peraltro il riformismo sociale e pragmatico di Fanfani veniva spesso accostato al New Deal americano. Quando il cattolico liberale e conservatore De Gasperi vedeva il cattolico dossettiano e keynesiano Fanfani, all'epoca suo ministro del Lavoro (sottosegretario era l'amico di una vita di Amintore, Giorgio La Pira), correre troppo con le riforme economiche e sociali, sbottava gridando: "Ma questo è New Deal!". Quelle riforme avrebbero cambiato l'Italia e innescato il boom economico. 

 https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1984/08/29/fanfani-ruota-libera-kennedy-roosevelt-li-ho.html

https://formiche.net/2015/11/il-riformismo-di-fanfani/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Che il governo abbia detto o stia per dire sì al MES è una panzana (o un desiderio inconscio?) presente nella fantasia alcolica dell'ingenuo Saurino pane e vino. Il quale forse confonde l'Italia con Cipro (ma secondo Travaglio perfino Cipro avrebbe cambiato idea) e lo statista Conte con i politucoli Tajani e Renzi.

Sommessamente faccio presente al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 che il governo retto da Giuseppi l'Egoarca ha già detto sì al MES

https://www.startmag.it/economia/come-sara-il-mes-approvato-dalleurogruppo-fatti-numeri-scenari-e-polemiche/

Detto questo, lasciamo che Fanfani vada a ruota libera e chiediamo lumi al barbiere.

Il barbiere in questione è William J. Barber

https://ideas.repec.org/e/pba127.html

Il barbiere afferma chiaramente in "Designs within disorders"

https://ideas.repec.org/b/cup/cbooks/9780521560788.html

che le proposte di intervento pubblico nell'economia fatte proprie dall'agenda politica di Roosevelt sono farina del sacco di Adolf Berle e Rexford Tugwell, professori della Columbia University, che insieme a Raymond Moley formarono l'iniziale Brain Trust a supporto di Roosevelt.

Successivamente entrò nel programma economico di Roosevelt la proposta di Milburn Lincoln Wilson e Mordecai Ezekiel, membri del Bureau of Agricultural Economics, dei pagamenti diretti a favore degli agricoltori che avebbero accettato le raccomandazioni in tema di restrizione della produzione.

Il barbiere, che era costumato a lasciare da parte la fantasia, non cita nemmeno di striscio Amintore Fanfani.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, fosforo311 ha scritto:

 

Delirio di Conte - Il premier imita il Papa - "Cambiamo il capitalismo" 

Naturalmente è il patetico Socci che delira se gli sta bene il capitalismo così com'è. Ma se lui fosse un vero cristiano e un vero italiano, anziché un livoroso talebano odiatore di Francesco e di Giuseppe, dovrebbe pregare il Patreterno affinché ci conservi in salute e per molti anni al loro posto ambedue.

Eh si !! Ne sono convinto anch’io che il mondo intero prega quotidianamente il Padreterno affinché l’Italia conservi in salute Giuseppi. Se poi , al mondo intero , avanza un po’ di tempo per riservare qualche preghiera pure per Papa Francesco , l’accetteremo con piacere e sarà tutto di guadagnato . Ma senza disturbare nessuno , eh ?? L’importante e’ Giuseppi !! Papa Francesco sarebbe una insperata e gradita sorpresa , ahahahaha . Povero Cazzaro non sai più nemmeno te quale sia il tuo livello di ridicolo. !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Povero Cazzaro non sai più nemmeno te quale sia il tuo livello di ridicolo. !!

Xxxxxxxxx

Inferiore a quello della ridicola marketta pisana sicuramente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La Trottolina ha tanti difetti. Però ha un grande pregio : parla poco ma quando parla lo fa a ragion veduta inquadrando e centrando il problema . Comunque che sia una grande “inquadratrice” e “centratrice” lo dimostra fin dal 2016 quando si sparò sull’imene con l’Archibugio fallace . Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La ridicola marketta pisana invece soffre di astinenza sessuale nonostante provi una certa soddisfazione nel praticare "boccanali" sul lung'Arno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Saurino pane e vino alterna il fiasco con i motori di ricerca e ha scovato un testo dove non viene citato Fanfani tra gli ispiratori di Roosevelt. Benissimo e con ciò? Non ha dimostrato una mazza! Se un'autorevole ambasciatrice americana confidava che Roosevelt fu in parte ispirato da un libro di Fanfani, io credo all'ambasciatrice. Come credo a Kennedy che ringraziò personalmente Fanfani per averlo ispirato e anzi indotto ad abbracciare la carriera politica. Certo sarebbe stato ben strano un riconoscimento altrettanto esplicito da parte Roosevelt, visto che all'epoca Fanfani era un giovane economista di un paese fascista. Ma il rapporto tra il democristiano progressista Fanfani e due presidenti democratici e progressisti americani è marginale in questa discussione. Qui ci interessa quello tra Fanfani e il cattolico Conte che punta il dito contro le storture del capitalismo e del liberismo già bollate nel libro dello statista aretino, suscitando la reazione sdegnata dei devoti del dio Profitto, come il penoso Antonio Socci. Leggere poi che un mediatore straordinario, un servitore dello Stato come Conte, sarebbe un "egoarca" fa pensare che lo scrivente abbia ripreso il fiasco. Forse lo confonde con l'ex caudillo di Rignano o col suo ispiratore di Arcore. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sommessamente, faccio anche notare al disinformato Saurino che a dire sì per l'Italia al Meccanismo Europeo di Stabilità furono il governo Berlusconi nel 2011 e il governo Monti nel 2012. All'epoca Giuseppe Conte faceva l'avvocato e il professore universitario. Se per caso poi Saurino gli imputasse anche la disfatta di Varo, lo informo che all'epoca Giuseppe Conte non era ancora nato. La cosiddetta versione "sanitaria" del MES, a condizioni "leggere", è passata all'Eurogruppo, che per prassi vota all'unanimità. Ma l'accesso alla linea di credito è a discrezione dei singoli Stati e per ora non c'è alcuna richiesta dal governo italiano. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Urka , come l’hai saputo , Trottola ??? Ahahahaga

Ne parlano tutti in toscana, ridicola marketta pisana. E quando ne parlano in Toscana le voci si propagano velocemente.

I clienti comunque si dicono molto soddisfatti.

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 - Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha bisogno di un breve ripasso su ESM e Giuseppi l'Egoarca.

Il breve ripasso è questo

https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/03/20/coronavirus-conte-attivare-mes-contro-shock-globale-senza-precedenti_jEL5m3NI2jVucXl9yB0WTM.html

https://www.iltempo.it/politica/2020/03/20/news/conte-mes-coronavirus-grillini-furiosi-1298681/

Il link al Financial Times è questo

https://www.ft.com/content/2038c7cc-69fe-11ea-a3c9-1fe6fedcca75

2 - Saurino pane e vino alterna il fiasco con i motori di ricerca e ha scovato un testo dove non viene citato Fanfani tra gli ispiratori di Roosevelt. Benissimo e con ciò? Non ha dimostrato una mazza! Se un'autorevole ambasciatrice americana confidava che Roosevelt fu in parte ispirato da un libro di Fanfani, io credo all'ambasciatrice.

A credere all'ambasciatrice è la tua boria, la bussola che ti guida nelle sconclusionate argomentazioni che fanno di te il panzanaro per antonomasia.

Il testo che ho citato, nel quale viene ricostruita la genesi del New Deal, è scritto da uno dei maggiori storici dell'economia del XX secolo ed è stato pubblicato da Cambridge University Press.

Capisco che un testo di storia dell'economia sia parecchio lontano dai tuoi riferimenti  culturali, costituiti essenzialmente:

a) dagli editoriali di Scanzi e Travaglio;

b) dalla lettura di "Lando" e "Il Tr om ba";

c) dagli autorevoli post pubblicati su formiche.net (!).

Ti sfido a trovare un solo testo di storia dell'economia nel quale si possa leggere che il New Deal sia stato ispirato da Amintore Fanfani.

Ti annuncio fin da ora che non lo troverai per un banale motivo:

il New Deal non

ci azzecca

un azzoc con Amintore Fanfani

Scendi a patti con la realtà oppure rivolgiti ad un bravo psichiatra.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il frettoloso e superficiale Saurino pane e vino non ha fatto caso alle date degli articoli che ha allegato. Il 19 marzo registrammo 427 morti da Covid, con i quali superammo la Cina al primo posto della tragica classifica mondiale, 627 morti il giorno dopo, senza contare i deceduti non testati (dell'ordine delle centinaia) per la drammatica carenza di tamponi. Bene, rinfreschiamogli la memoria. Il 20 marzo 2020 Repubblica titolava a tutta pagina:

RESISTI MILANO 

Mentre si saturavano le terapie intensive lombarde e il Fatto titolava: 

9 MORTI SU 10 SENZA TERAPIA INTENSIVA

L'Italia era in lockdown, l'economia paralizzata, diversi giornali invocavano l'helicopter money, il silenzio surreale delle strade era spezzato solo dagli altoparlanti all'esterno delle chiese chiuse che irradiavano suppliche, requiem e rosari. Mentre il presidente del Consiglio della nazione più colpita, di gran lunga, al mondo, pragmaticamente chiedeva il rafforzamento e l'adeguamento dell'unico strumento finanziario emergenziale all'epoca disponibile in Europa, il MES, per fare fronte alla terribile emergenza economica e sanitaria. Ma Saurino pane e vino, spero a sua giustificazione in preda ai vapori alcolici, nel suo primo post ironizzava su quella richiesta motivata da una extrema ratio. VERGOGNA!!! Nel giro di un mese circa la curva epidemiologica nazionale raggiunse il picco e cominciò a calare. Il lockdown di Giuseppe Conte aveva funzionato, aveva salvato l'Italia e tuttora ci lascia nel quadro pandemico in una posizione invidiabile e invidiata da molti paesi (oggi è il turno della Merkel per altri elogi all'Italia).  Ma nessuno poteva prevederlo il 19 marzo! Superata l'emergenza più drammatica, Giuseppe Conte dimenticò il MES, non si fece tirare per la giacchetta e ne promosse il superamento con strumenti innovativi e ben più adeguati: il debito condiviso, gli eurobond e infine il Recovery Fund. Che è stato un successo storico dell'Italia. Accompagnato dagli sfottò dei giornalacci della destraccia e dallo scetticismo delle cassandre dei giornaloni, Giuseppe Conte andò in Europa quasi isolato, quasi allo sbaraglio, ma - tuttora nessuno sa come - riuscì a portare a casa la bellezza di 209 miliardi. Magie della volontà e dell'intelligenza di uno statista coi fiocchi! Come era Amintore Fanfani che ispirò Roosevelt e Kennedy, e che innescò con le sue riforme e le sue nazionalizzazioni il boom economico dell'Italia. Ma il cervellino piccolo e fazioso di Saurino non conosce la gratitudine per la condizione di relativo benessere di cui (speriamo) gode, e che in una certa misura si deve senza dubbio proprio a Fanfani e a Conte, e produce post banali, superficiali, faziosi, livorosi, vergognosi, che non meriterebbero neppure risposta.  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ormai è al delirio totale.

In una discussione su Amintore Fanfani tra fuori Covid19!

Ovviamente Covid19 ci azzecca con Amintore Fanfani esattamente quanto l'intelligenza ci azzecca con il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 .

Invito il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 a riconciliarsi con la realtà: 

... come era Amintore Fanfani che ispirò Roosevelt... 

è una balla galattica che fa coppia con il milione di morti per Covid19 in India.

Su questo pianeta non è esistito, non esiste e non esisterà un solo storico dell'economia che sottoscriva la balla galattica propagandata dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 .

Il New Deal non

ci azzecca

un azzoc con Amintore Fanfani

e Amintore Fanfani

non ci azzecca un

azzoc con il New Deal.

Ancora una volta consiglio il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 a rivolgersi senza ulteriori ritardi ad un bravo psichiatra.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti sbagli Saurino, il peracottaro seriale, come ben sanno tutti i forumisti seri (escludi quindi il tuo amichetto pisano), SEI TU. Per esempio, in questa discussione stai pateticamente provando a fare passare il presidente del Consiglio per un sostenitore dell'opzione MES per l'Italia. Nulla di più FALSO! Conte non ha MAI chiesto il MES per l'ITALIA. Benché dalla maggioranza e dall'opposizione, e soprattutto da Confindustria e dagli altri poteri forti, lo tirino tutti i giorni per la giacchetta, dalla mattina alla sera. A marzo, nel momento più critico, quando l'Italia era il paese di gran lunga più colpito al mondo dalla pandemia, e quando il MES era l'unico strumento finanziario emergenziale disponibile, Conte propose di modificarlo e di potenziarlo in modo aprire una linea di credito comune  per l'insieme di TUTTI gli Stati membri, e non per singoli Stati, per aiutarli a fronteggiare la crisi Covid. Per inciso, quindi, SEI TU, non io, che hai tirato in ballo indirettamente il Covid. Ma poi l'Italia e l'Europa hanno battuto altre e più adeguate vie, e il nostro premier è stato tra gli apripista più attivi e determinati. Fin da aprile la posizione di Giuseppe Conte sul MES è chiara, univoca e ben nota (non a te): lo considera strumento inadeguato e insufficiente in quanto "ha un regolamento pensato per shock asimmetrici e per reagire a tensioni finanziarie riguardanti singoli Paesi". CHIARO? Tutto il resto è aria fritta da un moscerino fazioso e livoroso, evidentemente nostalgico dei nani e delle ballerine che hanno governato l'Italia prima di questo valoroso statista mandato dalla provvidenza (con la fattiva collaborazione del Movimento 5 Stelle). A mio modesto avviso, caro Saurino, hai sbagliato a sceglierti il nick nell'ordine dei Rettili e nel sottordine dei Sauri: dovevi sceglierlo nell'ordine dei Ditteri e nel sottordine dei Brachiceri. Di sicuro ti devi sciacquare la bocca minimo tre quarti d'ora, con un colluttorio alla clorexidina, prima di pronunciare il nome di Giuseppe Conte. Nel suo ultimo messaggio alle Nazioni Unite un certo Bill Gates, semisconosciuto filantropo, ha parlato della pandemia e dei vaccini. Ha elogiato un unico paese al mondo e ha menzionato ed elogiato un unico leader politico mondiale. Quel paese è il Regno Unito (elogiato per un motivo particolare: avere finanziato organizzazioni che aiutano i paesi poveri a procurarsi farmaci e vaccini). Il leader politico additato ad esempio da Gates scoprilo tu.

https://infosannio.com/2020/09/30/bill-gates-vaccino-per-tutti-e-si-evitera-il-disastro/

Un altro gigante (a dispetto del suo metro e 63) era Amintore Fanfani. Fattene una ragione! E convinciti che, per ovvie ragioni, potresti non trovare scritto in nessun libro di economia che il secondo New Deal fu in parte ispirato a Roosevelt dalla lettura di un libro di un giovane e semisconosciuto (all'epoca) economista dell'Italia fascista. L'ispirazione non di rado è una cosa privata, a volte occasionale o casuale, circoscritta tra l'ispiratore e l'ispirato. Il che non vuol dire che non sia importante e profonda, talora determinante. Anche se spesso l'ispirazione si correla in modo sottile e sfuggente con l'opera ispirata. Solo uno che usa la testa per separare le orecchie può pensare che per ispirare il New Deal fosse necessario fare parte del "Brain Trust a supporto di Roosevelt" . Roba da matti!  Qui se c'è uno che deve correre dallo psichiatra SEI TU! Perdonate cari forumisti seri, ma anch'io spesso mi chiedo che senso abbia perdere tempo con un simile decerebrato. Roosevelt confidò quella sua ispirazione privata a un'ambasciatrice americana, donna austera e di grande rigore morale, non certo una bugiarda adulatrice, la quale molti anni dopo ne parlò a Fanfani. Fattene una ragione!  Il quale Fanfani certamente ispirò John Kennedy (fu Kennedy stesso a ringraziarlo pubblicamente), uno che, se fosse vissuto abbastanza, avrebbe potuto cambiare l'America più e meglio di Roosevelt. Ma forse qualcuno volle impedirglielo. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/28/2020 in 19:45 , fosforo311 ha scritto:

Amintore Fanfani è stato uno dei pochissimi statisti veri espressi dall'Italia dopo la caduta dell'Impero Romano. Economista cattolico, non amava il capitalismo e meno ancora il liberismo. Aveva un profondo senso dello Stato, della comunità e del bene comune. Da giovane, come molti intellettuali della sua generazione, sbandò per il fascismo, ma io scommetterei che oggi a un leader così i giornaletti della destraccia darebbero del "cattocomunista" o del comunista tout court. A lui si devono grandi nazionalizzazioni (ENEL), grandi opere pubbliche (A1), storiche riforme sociali (edilizia popolare). È stato l'unico italiano a presiedere l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. A lui e al suo pensiero si ispirarono statisti del calibro di Franklin Delano Roosevelt (per il New Deal) e John Fitzgerald Kennedy. Parlava fluentemente l'inglese e fu la guest star alla Convention democratica di Chicago del 1956. Il futuro presidente degli Stati Uniti, il senatore Kennedy, volle ringraziarlo personalmente: era stata la lettura di un libro di Fanfani a indurlo a intraprendere la carriera politica e a ispirare la sua politica. Erano passati appena 11 anni, in città come Napoli c'erano ancora i ruderi dei bombardamenti, ma i vinti in guerra erano già un modello per i vincitori. Una storia già vista (Graecia capta...) ma quella fu un'impresa epocale di cui dobbiamo essere grati a uomini come De Gasperi, Moro, Fanfani. Da decenni l'Italia aspettava un erede, un leader vero e capace, uno statista alla loro altezza. Ebbene ieri, nel suo intervento da remoto al Festival dell'economia civile di Firenze, Giuseppe Conte mi ha fatto pensare per l'appunto a Fanfani. Il presidente del Consiglio ha parlato delle storture e dell'inadeguatezza  del capitalismo neoliberista di fronte alle crisi economiche e all'attuale pandemia. Secondo lui dobbiamo entrare in una nuova fase di mercato comunitario in cui l’economia deve andare di pari passo con la giustizia sociale. Ha citato un famoso intellettuale e politico cattolico, Giorgio La Pira (grande amico di Fanfani): "Il lavoro non può essere ridotto e mera occasione di produzione e mera fonte di reddito, perché è lo strumento con il quale il cittadino contribuisce al progresso morale e materiale della società". Ha parlato di un nuovo umanesimo e di un nuovo rinascimento centrati sulla difesa dei diritti delle persone e dell'ambiente". Secondo Conte, i principi della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile vanno espressamente inseriti nella nostra Costituzione. A mio avviso i due principi sono conflittuali, almeno per i paesi ricchi, se non separiamo nettamente i concetti di sviluppo economico e di crescita economica, ma Conte, come tutti i veri statisti, non ha idee preconcette e capirà presto la differenza, se non l'ha già capita. In ogni caso, è del tutto evidente che parliamo di idee di sinistra e di idee ambientaliste a tutto tondo. Avendo già doverosamente ringraziato il presidente del Consiglio per i 209 miliardi del Recovery Fund,  giudicheremo queste idee in base alla loro traduzione sul piano pratico, ma non a caso il catto-berlusconiano (o catto-leghista?) Antonio Socci (che del cristianesimo e della sua dimensione sociale, a differenza dei democristiani Fanfani e La Pira, non ha capito una mazza) stamane titolava su Libero (anzi Occupato):

Delirio di Conte - Il premier imita il Papa - "Cambiamo il capitalismo" 

Naturalmente è il patetico Socci che delira se gli sta bene il capitalismo così com'è. Ma se lui fosse un vero cristiano e un vero italiano, anziché un livoroso talebano odiatore di Francesco e di Giuseppe, dovrebbe pregare il Patreterno affinché ci conservi in salute e per molti anni al loro posto ambedue.

S... A noi ci vien da ridere ..chi sarebbe lo statista?? Quello che governa con LEGA e poi col PD,??? e poi basta guardarlo,il suo mandato è uno status,vorra' mica essere uno status symbol con le sue dirette Facebook???

Insomma ne abbiamo le scatole piene di lui ,del suo stato di emergenza,dei suoi DPCM, della sua retorica da soldi contraffatti, e solo,un politicante che vivacchia,come la sua maggioranza, vivono di ricatti di cartapesta come il referendum che vincola questa legislatura, come i patti di Bruxelles che ci relega ai margini dell'Europa se non si fanno le riforme a comodo dei paesi frugali, il premier e schieramento giàllorosso sono dei polli, rimarranno nella storia come coloro che hanno mandato in malora lo stato italiano, tutto xché guidati da avventurieri senza cognizione di causa come i 5s ,dato che invece vi sono avventurieri come Giacomo Casanova che sapevano il fatto loro,insomma x avere un po'  di prestigio bisogna guardare al passato, da Garibaldi a oggi pochi si salvano,e non ci facciamo illusioni, questo esecutivo sta facendo fiasco su tutta la linea,dalle incredibili e imprevedibile decessi Covid al mancato vaccino antinfluenzale già accennato in altro post, alla farsa di far proseguire il campionato italiano di calcio e invece aver chiuso le sale da ballo,alla balla colossale dell'impiego di assistenti civici, che volete che si dica ancora??? Conte e soci dovrebbero andare a zappare la terra,solo noi qui in Italia abbiamo questi che ci rappresentano, e i risultati si vedono

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

S... A noi ci vien da ridere ..chi sarebbe lo statista?? Quello che governa con LEGA e poi col PD,??? e poi basta guardarlo,il suo mandato è uno status,vorra' mica essere uno status symbol con le sue dirette Facebook???

Insomma ne abbiamo le scatole piene di lui ,del suo stato di emergenza,dei suoi DPCM, della sua retorica da soldi contraffatti, e solo,un politicante che vivacchia,come la sua maggioranza, vivono di ricatti di cartapesta come il referendum che vincola questa legislatura, come i patti di Bruxelles che ci relega ai margini dell'Europa se non si fanno le riforme a comodo dei paesi frugali, il premier e schieramento giàllorosso sono dei polli, rimarranno nella storia come coloro che hanno mandato in malora lo stato italiano, tutto xché guidati da avventurieri senza cognizione di causa come i 5s ,dato che invece vi sono avventurieri come Giacomo Casanova che sapevano il fatto loro,insomma x avere un po'  di prestigio bisogna guardare al passato, da Garibaldi a oggi pochi si salvano,e non ci facciamo illusioni, questo esecutivo sta facendo fiasco su tutta la linea,dalle incredibili e imprevedibile decessi Covid al mancato vaccino antinfluenzale già accennato in altro post, alla farsa di far proseguire il campionato italiano di calcio e invece aver chiuso le sale da ballo,alla balla colossale dell'impiego di assistenti civici, che volete che si dica ancora??? Conte e soci dovrebbero andare a zappare la terra,solo noi qui in Italia abbiamo questi che ci rappresentano, e i risultati si vedono

Beh, se con questi chiari di luna preferiresti affidarti ad avventurieri come Giacomo Casanova anziché a uno statista come Giuseppe Conte, non so proprio cosa dirti. In ogni caso, anche tu fattene una ragione. Anche grazie alle persone irresponsabili e imprudenti come te l'epidemia purtroppo continua a peggiorare, lo stato di emergenza sarà sicuramente prorogato e non si può più escludere nemmeno un nuovo lockdown nazionale. Oggi 2548 nuovi casi, mai così tanti dal 24 aprile. E' vero che c'è stato anche il record dei tamponi e che i contagiati è molto meglio scoprirli e metterli in quarantena che lasciarli in giro, ma oggi ci sono stati anche 24 morti, +11 ricoverati in terapia intensiva e + 50 nei reparti ordinari. Certo stiamo sempre molto meglio di Spagna, Francia e UK, ma questo non lo dobbiamo a Casanova né a Giuseppe Garibaldi, bensì a Giuseppe Conte. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Beh, se con questi chiari di luna preferiresti affidarti ad avventurieri come Giacomo Casanova anziché a uno statista come Giuseppe Conte, non so proprio cosa dirti. In ogni caso, anche tu fattene una ragione. Anche grazie alle persone irresponsabili e imprudenti come te l'epidemia purtroppo continua a peggiorare, lo stato di emergenza sarà sicuramente prorogato e non si può più escludere nemmeno un nuovo lockdown nazionale. Oggi 2548 nuovi casi, mai così tanti dal 24 aprile. E' vero che c'è stato anche il record dei tamponi e che i contagiati è molto meglio scoprirli e metterli in quarantena che lasciarli in giro, ma oggi ci sono stati anche 24 morti, +11 ricoverati in terapia intensiva e + 50 nei reparti ordinari. Certo stiamo sempre molto meglio di Spagna, Francia e UK, ma questo non lo dobbiamo a Casanova né a Giuseppe Garibaldi, bensì a Giuseppe Conte. 

Giuseppe Conte..detto Conticino.. si perché il conto è lungo,e le sue azioni governative sono fumo negli occhi, noi come gli italiani non li dobbiamo nulla,prima di tutto è un leguleio nemmeno tanto bravo,e poi di virologia non sa un c@*z*zo,come i suoi prediletti esperti,del resto questo basso impatto del Covid lo dobbiamo ancora ad un agente esterno come il clima mite,e non alla bravura di qualche medicuccio, alle prime campane invernali si vedrà, ma intanto abbiamo quella precedente ed è stato un disastro, stai tranquillo fosforo se al posto di "Conticino" ci fosse Casanova o Garibaldi avremo fatto miglior figura,sicuramente non mischiando malati covid con degenti di altri reparti, facendo migliaia di morti..questo lo dobbiamo al premier e altri improvvisati statisti della mutua che tanto reclami,poi oltre alle pecche già diffuse nel post precedente,ci sarebbe anche la caccia all'introvabile mascherina e guanti,cosa possiamo aspettarci da un governo di novellini, che prima esercitavano come venditori di bibite?? Ricordati che il curriculum di "Conticino" era sconosciuta ai più prima di divenire premier,insomma lo hanno trovato nell" uovo di Pasqua e noi volentieri lo rimettiamo dentro e rispediamo al mittente,di santoni e maghi come già ribadito esercitano a sufficienza, difatti questo esecutivo non azzecca una legge,neppure a colpi di fiducia e la previsione sul paese è molto fosca, vogliamo proprio vedere cosa andranno a raccontare a Rutte e alla Merkel entro fine anno,altrimenti altro che 82 a fondo perduto..saranno meno, x non parlare dei 127di prestito ,e poi non x dire ,ma in un emergenza come questa, già che non è il contrario si potrebbe scrivere un enciclopedia..

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, marzianobravo ha scritto:

Giuseppe Conte..detto Conticino.. si perché il conto è lungo,e le sue azioni governative sono fumo negli occhi, noi come gli italiani non li dobbiamo nulla,prima di tutto è un leguleio nemmeno tanto bravo,e poi di virologia non sa un c@*z*zo,come i suoi prediletti esperti,del resto questo basso impatto del Covid lo dobbiamo ancora ad un agente esterno come il clima mite,e non alla bravura di qualche medicuccio, alle prime campane invernali si vedrà, ma intanto abbiamo quella precedente ed è stato un disastro, stai tranquillo fosforo se al posto di "Conticino" ci fosse Casanova o Garibaldi avremo fatto miglior figura,sicuramente non mischiando malati covid con degenti di altri reparti, facendo migliaia di morti..questo lo dobbiamo al premier e altri improvvisati statisti della mutua che tanto reclami,poi oltre alle pecche già diffuse nel post precedente,ci sarebbe anche la caccia all'introvabile mascherina e guanti,cosa possiamo aspettarci da un governo di novellini, che prima esercitavano come venditori di bibite?? Ricordati che il curriculum di "Conticino" era sconosciuta ai più prima di divenire premier,insomma lo hanno trovato nell" uovo di Pasqua e noi volentieri lo rimettiamo dentro e rispediamo al mittente,di santoni e maghi come già ribadito esercitano a sufficienza, difatti questo esecutivo non azzecca una legge,neppure a colpi di fiducia e la previsione sul paese è molto fosca, vogliamo proprio vedere cosa andranno a raccontare a Rutte e alla Merkel entro fine anno,altrimenti altro che 82 a fondo perduto..saranno meno, x non parlare dei 127di prestito ,e poi non x dire ,ma in un emergenza come questa, già che non è il contrario si potrebbe scrivere un enciclopedia..

Oh, questa è bella! Questa proprio ci mancava! Adesso accusi Conte e i suoi tecnici perfino di avere mandato gli infetti da Covid nelle RSA per anziani! Forse fai un pochino di confusione. Forse hai scambiato il presidente del Consiglio con il presidente della Regione Lombardia o con quell'intelligentone del suo assessore alla Sanità. Massì, proprio lui, quel gran fetente... pardon, volevo dire quel gran competente, che andava in tv a raccontare o a fare intendere ai lombardi che, essendo all'epoca Rt=0,5, potevano tranquillamente fare bocca a bocca con un infetto perché per infettarsi uno non bastava ma ne servivano almeno due. Roba da matti! Quanto ai tecnici della Regione Lombardia, che tu confondi con i luminari del presidente Conte, sono così bravi e preparati che i due intelligentoni di cui sopra scaricarono proprio su di loro il pesante barile del disastro che avevano innescato con una scellerata delibera regionale, un atto che in Cina avrebbe mandato i suoi autori dritti davanti a un plotone di esecuzione (non a caso in Cina, dal 17 maggio, non muore più nessuno di Covid):

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

Come vedi, i due intelligentoni lombardi sono anche un po' presuntuosetti e sostengono di non avere commesso neppure il più piccolo errore. Niente da fare, non sentono sulla coscienza il peso di nemmeno uno di quelle migliaia di anziani, vulnerabili e innocenti, morti (ma i loro parenti dicono "uccisi") nelle RSA lombarde. Ecco  cosa pensa, invece, un grande scrittore e poeta napoletano:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

A proposito poi di Giacomo Casanova, il poco di buono che tu vedresti volentieri come premier se potesse rinascere con una delle sue magie o alchimie. In effetti una analogia tra lui e Giuseppe Conte c'è. Anche il play boy veneziano fece l'avvocato, ma per poco tempo perché si spacciava per laureato senza essere mai riuscito a laurearsi. Insomma, una specie di Oscar Giannino del '700. Per molto tempo, invece, visse da mantenuto. Dalle donne che conquistava, ma più probabilmente da alcuni ricchi e aristocratici kulattoni che lui, giovane plebeo con gli attributi, riuscì a ingraziarsi. Poi, con l'età, si arrangiò con vari mestieri, come l'agente segreto (cioè la spia), il bibliotecario e lo scrittore. I suoi libri pruriginosi, ma privi di valore letterario, ebbero un certo successo commerciale. Probabilmente la sua attività preferita era quello del mago o dell'alchimista. Produceva unguenti e filtri magici, ma in privato si prendeva gioco dei polli che li compravano. Insomma, una sorta di mago Do Nascimento ante litteram. E tu uno così lo vorresti a palazzo Chigi a gestire l'emergenza Covid? Roba da matti! Quello si inventerebbe un vaccino mischiando la candeggina con il prosecco e aggiungendo un po' di cannella e caffé macinato. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Oh, questa è bella! Questa proprio ci mancava! Adesso accusi Conte e i suoi tecnici perfino di avere mandato gli infetti da Covid nelle RSA per anziani! Forse fai un pochino di confusione. Forse hai scambiato il presidente del Consiglio con il presidente della Regione Lombardia o con quell'intelligentone del suo assessore alla Sanità. Massì, proprio lui, quel gran fetente... pardon, volevo dire quel gran competente, che andava in tv a raccontare o a fare intendere ai lombardi che, essendo all'epoca Rt=0,5, potevano tranquillamente fare bocca a bocca con un infetto perché per infettarsi uno non bastava ma ne servivano almeno due. Roba da matti! Quanto ai tecnici della Regione Lombardia, che tu confondi con i luminari del presidente Conte, sono così bravi e preparati che i due intelligentoni di cui sopra scaricarono proprio su di loro il pesante barile del disastro che avevano innescato con una scellerata delibera regionale, un atto che in Cina avrebbe mandato i suoi autori dritti davanti a un plotone di esecuzione (non a caso in Cina, dal 17 maggio, non muore più nessuno di Covid):

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

Come vedi, i due intelligentoni lombardi sono anche un po' presuntuosetti e sostengono di non avere commesso neppure il più piccolo errore. Niente da fare, non sentono sulla coscienza il peso di nemmeno uno di quelle migliaia di anziani, vulnerabili e innocenti, morti (ma i loro parenti dicono "uccisi") nelle RSA lombarde. Ecco  cosa pensa, invece, un grande scrittore e poeta napoletano:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

A proposito poi di Giacomo Casanova, il poco di buono che tu vedresti volentieri come premier se potesse rinascere con una delle sue magie o alchimie. In effetti una analogia tra lui e Giuseppe Conte c'è. Anche il play boy veneziano fece l'avvocato, ma per poco tempo perché si spacciava per laureato senza essere mai riuscito a laurearsi. Insomma, una specie di Oscar Giannino del '700. Per molto tempo, invece, visse da mantenuto. Dalle donne che conquistava, ma più probabilmente da alcuni ricchi e aristocratici kulattoni che lui, giovane plebeo con gli attributi, riuscì a ingraziarsi. Poi, con l'età, si arrangiò con vari mestieri, come l'agente segreto (cioè la spia), il bibliotecario e lo scrittore. I suoi libri pruriginosi, ma privi di valore letterario, ebbero un certo successo commerciale. Probabilmente la sua attività preferita era quello del mago o dell'alchimista. Produceva unguenti e filtri magici, ma in privato si prendeva gioco dei polli che li compravano. Insomma, una sorta di mago Do Nascimento ante litteram. E tu uno così lo vorresti a palazzo Chigi a gestire l'emergenza Covid? Roba da matti! Quello si inventerebbe un vaccino mischiando la candeggina con il prosecco e aggiungendo un po' di cannella e caffé macinato. Saluti

Senti senti..secondo fosforo ,Conte è uno che non improvvisa Ahahah, ma se questo premier fa di tutto x restare in sella, prima fa il decreto razzista sicurezza con la Lega,adesso col Pd lo vuole smontare,prima con lo schieramento gialloverde vietava,l'ingresso ai migranti,adesso grazie alla Bellanova fa il contrario, ma allora da che parte sta Giuseppi  Conticino ??? Il paragone o la sostituzione con Casanova è molto azzeccata, il premier Pulcinella, e le sue trovate del momento fanno ridere, e poi la storia insegna, 80anni fa era normale essere fascisti,e sappiamo come è andata a finire...con la guerra..poi era logico essere democristiani..e sappiamo come è andata a finire...con Tangentopoli, adesso sono normali le str*onz@*t&..di questo esecutivo..condite con le b@*ll& dei giornalisti di regime...che fine faremo?? Si paventa come la Grecia, e i vostri risparmi basteranno a comprare 1 chilo di pane,del resto lo hanno capito tutti ,i sintomi del Covid, sono la febbre,lo starnuto, se va male la polmonite, insomma,come ,...anzi è un influenza,e se diamo retta, a questi mao mao,che ci impongono le abitudini dall'alto con ricatto e punizione, la fine sarà nefasta x il popolo,e loro ...i privilegiati  si riempono la pancia ,alla faccia nostra,già che i ricchi sono diventati più ricchi,dovrebbe essere un campanello d'allarme che questo governo ,giornalisti,,Oms e compagnia bella,fanno gli interessi dei poteri forti, quindi quando è  possibile meglio mandarli a c@g*@r&..

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Oh, questa è bella! Questa proprio ci mancava! Adesso accusi Conte e i suoi tecnici perfino di avere mandato gli infetti da Covid nelle RSA per anziani! Forse fai un pochino di confusione. Forse hai scambiato il presidente del Consiglio con il presidente della Regione Lombardia o con quell'intelligentone del suo assessore alla Sanità. Massì, proprio lui, quel gran fetente... pardon, volevo dire quel gran competente, che andava in tv a raccontare o a fare intendere ai lombardi che, essendo all'epoca Rt=0,5, potevano tranquillamente fare bocca a bocca con un infetto perché per infettarsi uno non bastava ma ne servivano almeno due. Roba da matti! Quanto ai tecnici della Regione Lombardia, che tu confondi con i luminari del presidente Conte, sono così bravi e preparati che i due intelligentoni di cui sopra scaricarono proprio su di loro il pesante barile del disastro che avevano innescato con una scellerata delibera regionale, un atto che in Cina avrebbe mandato i suoi autori dritti davanti a un plotone di esecuzione (non a caso in Cina, dal 17 maggio, non muore più nessuno di Covid):

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

Come vedi, i due intelligentoni lombardi sono anche un po' presuntuosetti e sostengono di non avere commesso neppure il più piccolo errore. Niente da fare, non sentono sulla coscienza il peso di nemmeno uno di quelle migliaia di anziani, vulnerabili e innocenti, morti (ma i loro parenti dicono "uccisi") nelle RSA lombarde. Ecco  cosa pensa, invece, un grande scrittore e poeta napoletano:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/17/coronavirus-fontana-pazienti-covid-in-rsa-e-stata-proposta-dei-tecnici-controllo-spettava-alle-aziende-sanitarie/5772988/

A proposito poi di Giacomo Casanova, il poco di buono che tu vedresti volentieri come premier se potesse rinascere con una delle sue magie o alchimie. In effetti una analogia tra lui e Giuseppe Conte c'è. Anche il play boy veneziano fece l'avvocato, ma per poco tempo perché si spacciava per laureato senza essere mai riuscito a laurearsi. Insomma, una specie di Oscar Giannino del '700. Per molto tempo, invece, visse da mantenuto. Dalle donne che conquistava, ma più probabilmente da alcuni ricchi e aristocratici kulattoni che lui, giovane plebeo con gli attributi, riuscì a ingraziarsi. Poi, con l'età, si arrangiò con vari mestieri, come l'agente segreto (cioè la spia), il bibliotecario e lo scrittore. I suoi libri pruriginosi, ma privi di valore letterario, ebbero un certo successo commerciale. Probabilmente la sua attività preferita era quello del mago o dell'alchimista. Produceva unguenti e filtri magici, ma in privato si prendeva gioco dei polli che li compravano. Insomma, una sorta di mago Do Nascimento ante litteram. E tu uno così lo vorresti a palazzo Chigi a gestire l'emergenza Covid? Roba da matti! Quello si inventerebbe un vaccino mischiando la candeggina con il prosecco e aggiungendo un po' di cannella e caffé macinato. Saluti

E poi ricordiamo...a fosforo..che Conte con le sue azioni adpersonam, e DPCM ha portato il panico nel paese ,i suoi esperti hanno fatto terrorismo psicologico nel nome del virus come gli islamici nel nome di Allah,il fenomeno di disagio e smarrimento di questo esecutivo  e lo stesso di Al Qaeda, difatti guanti,mascherine introvabili, super mercati presi d'assalto, ospedali al collasso, adesso farmacie sprovviste di vaccino antinfluenzale, secondo fosforo a chi dobbiamo dare la colpa di tutta questa impreparazione?? Come sempre...a chi da l'ordine, cioè a chi comanda,troppo comodo scaricare sui sottoposti..come Mussolini ci ha portato in guerra con quel discorso da deficiente, così Conte con i suoi proclami televisivi da i*dio*t@..e le sue dirette Facebook da imb&cill*& sta portando il paese nel baratro, caro fosforo si vede che sei come tutti i filogovernativi...tiri il sasso e nascondi la mano,ma noi sappiamo chi è il colpevole delle morti in Lombardia, sotto la camicia di Fontana e Gallera, che hanno seguito le norme( e fatto confusione)  governative, vi è la giacchetta di Conte,...cioè di colui che ha dato l'ordine..il via al putiferio dell'emergenza in atto ancora oggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, marzianobravo ha scritto:

E poi ricordiamo...a fosforo..che Conte con le sue azioni adpersonam, e DPCM ha portato il panico nel paese ,i suoi esperti hanno fatto terrorismo psicologico nel nome del virus come gli islamici nel nome di Allah,il fenomeno di disagio e smarrimento di questo esecutivo  e lo stesso di Al Qaeda, difatti guanti,mascherine introvabili, super mercati presi d'assalto, ospedali al collasso, adesso farmacie sprovviste di vaccino antinfluenzale, secondo fosforo a chi dobbiamo dare la colpa di tutta questa impreparazione?? Come sempre...a chi da l'ordine, cioè a chi comanda,troppo comodo scaricare sui sottoposti..come Mussolini ci ha portato in guerra con quel discorso da deficiente, così Conte con i suoi proclami televisivi da i*dio*t@..e le sue dirette Facebook da imb&cill*& sta portando il paese nel baratro, caro fosforo si vede che sei come tutti i filogovernativi...tiri il sasso e nascondi la mano,ma noi sappiamo chi è il colpevole delle morti in Lombardia, sotto la camicia di Fontana e Gallera, che hanno seguito le norme( e fatto confusione)  governative, vi è la giacchetta di Conte,...cioè di colui che ha dato l'ordine..il via al putiferio dell'emergenza in atto ancora oggi

Signori, quest'altra del nostro ineffabile Marziano è ancora più bella! Le "azioni ad personam" di Conte che, insieme ai famigerati DPCM avrebbero fatto piombare il paese nel panico. Roba da matti! Perdona, ma più che un marziano bravo mi sembri un marziano nel pallone. E quali sarebbero stati questi atti ad personam del presidente del Consiglio? Tipo: tu puoi uscire senza mascherina e quell'altro no, tizio può andare in discoteca quando vuole e caio no. Caro Marziano, ti do un consiglio spassionato: sta attento a quello che fumi e a quello che bevi. Non so dalle tue parti, lassù su Marte, ma se c'è una cosa che non ho proprio visto dalle mie durante i quasi due mesi di lockdown è stata il panico. Anzi mai avevo visto prima la gente comportarsi in modo così solidale, coeso e civile, mai così serenamente cosciente della responsabilità di difendere, tutti insieme, il bene comune. Fatte salve le immancabili vergognose eccezioni degli incivili irresponsabili e ignoranti. Il panico, se c'è stato, è stato causato dalla lettura dei tragici bollettini giornalieri: 700, 800, anche 900 morti al giorno. Ma senza quei DPCM sarebbero stati molti ma molti di più. E oggi staremmo peggio dell'Argentina che ieri ha contato in 24 ore ben 3352 morti. Ho letto il dato a notte fonda e non ho più ripreso sonno. L'Argentina è un paese che amo, un paese che tutti noi italiani dovremmo amare. Fino a fine giugno era uno dei paesi dell'America Latina che meglio avevano retto all'urto della pandemia. Nulla di paragonabile al Brasile o al Messico. Poi la curva si è impennata e in appena tre mesi la media settimanale dei decessi si è moltiplicata per 12. Solo all'alba ho potuto avere conferma che quei 3352 decessi sono dovuti prevalentemente a un riconteggio di dati pregressi, ma comunque negli ultimi giorni l'Argentina viaggiava intorno alle 400 vittime. Si conferma che questo virus è subdolo: se si allenta la guardia, ci mette poco a dilagare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, fosforo311 ha scritto:

L'ispirazione non di rado è una cosa privata, a volte occasionale o casuale, circoscritta tra l'ispiratore e l'ispirato. Il che non vuol dire che non sia importante e profonda, talora determinante. Anche se spesso l'ispirazione si correla in modo sottile e sfuggente con l'opera ispirata. Solo uno che usa la testa per separare le orecchie può pensare che per ispirare il New Deal fosse necessario fare parte del "Brain Trust a supporto di Roosevelt" . Roba da matti! 

Cosa si inventa il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

L'ispirazione non di rado è una cosa privata.

La massima che circola in ogni barbershop che si rispetti giustifica la panzana del millennio: ad Amintore Fanfani e al suo pensiero si ispirò Franklin Delano Roosevelt per il New Deal.

Trattasi di panzana del millennio in quanto IN NESSUN MANUALE DI STORIA ECONOMICA SI LEGGE UNA COSA DEL GENERE.

E ovviamente è il caso di ricordare al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 che sono gli storici dell'economia, e non l'umile docgalileo (ora denominato ilsauro24ore) a sostenere, SULLA BASE DELLA DOCUMENTAZIONE STORICA, che il New Deal fu ispirato dai Brain Trusters.

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha capito?

Nell'universo in cui viviamo esistono solide prove documentali che hanno permesso ad uno storico del calibro di Robert J. Barber di ricostruire la genesi del New Deal.

In base a tali prove documentali

Il New Deal non

ci azzecca

un azzoc con Amintore Fanfani

e Amintore Fanfani

non ci azzecca un

azzoc con il New Deal

Nel Final Fantasy Universe in cui vive il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 le cose sono andate diversamente: Amintore Fanfani ha ispirato il New Deal, Jorge Washington Caraballo è stato un centravanti più forte di Gerd Muller e *** Pozzi è morta ver_gi_ne.

Invito il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 a prendere imediatamente appuntamento con un bravo psichiatra.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963