La TV è ora un mezzo migliore dei film?

 

Con i servizi di streaming, ora mi trovo esclusivamente attratto dalle serie TV e raramente dai film. Per quest'ultimo, solo artisti del calibro di Paul Thomas Anderson, Wes Anderson, Tarantino, i fratelli Coen e pochi altri preziosi possono solleticare il mio interesse a premere "guarda ora" su Netflix. Anche se raramente mi manca il lavoro di quei signori sopra menzionati a teatro perché i grandi film dovrebbero essere guardati in un cinema buio, e preferibilmente la sera dell'inaugurazione - c'è qualcosa di speciale nel condividere un'esperienza con persone che la pensano allo stesso modo.

L'analogia più vicina che riesco a trovare è quella di Charles Dickens. Credo che ogni "romanzo" che ha scritto sia stato originariamente pubblicato in un formato seriale settimanale. Il seriale dà tempo al lettore. Tempo per riflettere e digerire, tempo per discutere con la famiglia e i colleghi. Ha anche dato tempo all'editore per contare i propri soldi, poiché gli abbonamenti in serie erano una macchina da profitto rispetto alle vendite a volume singolo. A differenza della maggior parte degli altri servizi di streaming, Hulu ha deciso di pubblicare The Handmaid’s Tale in una serie settimanale invece che in un formato bingable dump, quindi sono curioso di sapere quante persone si sono iscritte e hanno cancellato Hulu solo per questo titolo.

Sembra solo che ora, nell'età d'oro della televisione, la TV abbia diversi vantaggi rispetto alla sua cugina sul grande schermo. L'unico vantaggio che posso vedere è che un film ha un unico regista che è in grado di imprimere la sua visione sul prodotto finale, poiché sarebbe quasi impossibile per un singolo regista farlo in episodi di oltre 10 ore. Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

12 ore fa, challa12 ha scritto:

Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri.

Viviamo in un mondo in continua evoluzione; una volta quando esistevano solo le sale cinematografiche c'erano film e registi che non venivano distribuiti  e che quindi il pubblico non poteva vedere; poi arrivarono le videocassette e i negozi  che le noleggiavano, poi arrivarono i dvd , poi è arrivata la "rivoluzione" di internet  con lo steaming e la conseguente chiusura dei negozi che noleggiavano i film,

Tanti anni fa quando arrivò la televisione in bianco e nero il cinema reagì adottando il colore e il cinemascope; quando la televisione divenne a colori il cinema reagì con il dolby sorround; poi anche il cinema ha finito con l'abbandonare la vecchia pellicola e i film adesso sono tutti su supporto digitale.

Cosa è preferibile vedere un film al cinema o  comodamente a casa?  faccio l'esempio del mangiare una pizza, si può mangiare comodamente a casa oppure andare in pizzeria; se si va in pizzeria quella è una occasione per socializzare, per incontrare gente, lo stesso discorso si può fare quando si va in un cinema per guardare un film, è una occasione per  uscire di casa, incontrare gente, discutere, parlare del regista e del film che si è visto. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/9/2020 in 23:49 , challa12 ha scritto:

 

With streaming services, I now find myself exclusively drawn to TV series and rarely to movies. For the latter, only the likes of Paul Thomas Anderson, Wes Anderson, Tarantino, the Coen brothers and a few other precious ones can tickle my interest in pressing "watch now" on Netflix. Although I rarely miss the work of those aforementioned gentlemen in the theater because great movies should be watched in a dark cinema, and preferably on opening night - there is something special about sharing an experience with like-minded ***. 

The closest analogy I can find is that of Charles Dickens. I believe that every "novel" he wrote was originally published in a weekly serial format. The serial gives the reader time. Time to reflect and digest, time to discuss with family and colleagues. It also gave the publisher time to count their money, as bulk subscriptions were a profit machine compared to single-volume sales. Unlike most other streaming services, Hulu has decided to release The Handmaid's Tale in a weekly series instead of a bingable dump format, so I'm curious   how many *** have signed up and canceled Hulu for this title alone 

It just seems that now, in the golden age of television, TV has several advantages over its big screen cousin. The only benefit I can see is that a film has a single director who is able to imprint his vision on the final product, as it would be next to impossible for a single director to do it in episodes of over 10 hours. I'd love to hear your thoughts.

 

I like movies better. I don't have too invest too much time in it. Plus I can watch many different movies to satisfy my urge for entertainment. TV shows need to be consistently followed to know the plot inside out. However, that's not to say TV shows in general are bad. Just that I prefer movies, that's all.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La tv è uno strumento di potere la tv è il potere assoluto  attraverso la tv  si possono controllare gli usi ed i costumi delle persone , si possono imporre modelli comportamentali con la tv si può esaltare la verità, si può anche  diffondere la menzogna con la tv sei obbligato ad ascoltare ed obbedire senza poter ribattere la tv ti fa credere che il tuo pensiero sia libero ma in realtà lo rende condizionato alla volontà di chi controlla l'informazione e spettacolo chi controlla la tv può controllare tutto può imporre la propria volontà senza alcuno sforzo ... il cinema dovrebbe offrire spettacolo, calore, cultura , socialità tante persone vanno a vedere quel film perchè cercano di avere un idea , una passione, una cultura in comune , ma oggi è in affanno ... il cinema è meno manipolabile che la tv  con il cinema e più difficile  creare programmi- spazzatura per cui tendenzialmente viene abbandonato ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/9/2020 in 12:10 , mylord611 ha scritto:

il cinema è meno manipolabile che la tv

su questo ho dei dubbi; basti pensare all'ingerenza della politica in tanti festival cinematografici,  critici che osannano o denigrano un film a seconda dell'appartenenza politica del regista, premi talvolta assegnati in modo clientelare, quest'anno sono in giuria io e premio te, il  prossimo anno sarai in giuria te e premierai me; talvolta ci capita di vedere vecchi film che a suo tempo vinsero questo o quel premio e riguardandoli a mente fredda viene spontaneo dire: ma cosa aveva questo film di così  tanto  bello da essere a suo tempo  premiato? anche il cinema è uno strumento di potere per condizionare il modo di sentire o di pensare della gente, semplicemente il cinema è meno immediato e più lento nel condizionamento di quanto non lo sia la televisione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963