Viaggiare in tutto il mondo per un anno per lavoro, che sogno!

3 messaggi in questa discussione

Il ‎31‎/‎10‎/‎2017 in 15:43 , bollaciao ha scritto:

E' li lavoro dei sogni per chi ama viaggiare e scrivere, si deve impegnare un anno della propria vita a viaggiare, ma che meraviglia! E' il New York Times che cerca un giornalista così
http://www.repubblica.it/economia/2017/10/23/news/il_new_york_times_cerca_un_giornalista_che_viaggi_per_un_anno_in_giro_per_il_mondo-179119235/

Il New York Times cerca un giornalista che viaggi per un anno in giro per il mondo

certamente l'opportunità di lavoro come offerta non è male.....per chi possiede le capacità-innanzitutto quella di adattarsi ad un anno di viaggi non per diletto ma per lavoro - l'impegno di scrivere durante /dopo i viaggi a seconda delle situazioni-comporta molto spirito d'osservazione e nell'esprimere un giudizio/osservazione essere oggettivi al massimo-  ottima conoscenza dell'inglese ? penso sia un dato scontato- auguri 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎31‎/‎10‎/‎2017 in 15:43 , bollaciao ha scritto:

E' li lavoro dei sogni per chi ama viaggiare e scrivere, si deve impegnare un anno della propria vita a viaggiare, ma che meraviglia! E' il New York Times che cerca un giornalista così
http://www.repubblica.it/economia/2017/10/23/news/il_new_york_times_cerca_un_giornalista_che_viaggi_per_un_anno_in_giro_per_il_mondo-179119235/

Il New York Times cerca un giornalista che viaggi per un anno in giro per il mondo

Non direi tanto meraviglia....Io ho iniziato a viaggiare nel 1974 ad oggi,2017 sono sempre in giro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A volte penso anche io che una scelta di vita del genere potrebbe essere interessante... 

Ricordo le mie strane avventure, quando sospinto dal vento andavo alla deriva nel mio kayak. Quando, credendomi in pericolo, ero invaso dai timori, quelli che erano così piccoli e mi sembravano così grandi per tutte le cose necessarie che dovevo trovare e raggiungere. Invece non esiste che una cosa importante, la sola cosa: vivere e vedere il grande giorno che spunta e la luce che riempie il mondo.

Fonte poesia (eschimese!): http://www.infonotizia.it/ricordo-le-mie-strane-avventure-poesia-inuit-sul-kayak/

 

Ma questo significa non fare viaggi piacevoli per forza: sicuramente sarebbe un lavoro comunque faticoso e complicato, non vediamoci solo l'aspetto positivo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963