Ahi ahi ahi, si mette male per il Delinquente

Ahi ahi, si mette male per Berlusconi (e dunque anche per Renzusconi che potrebbe veder svanire i nazareni e rosatelliani sogni d'inciucio).

Una vecchia, inquietante indagine sui mandanti occulti delle stragi mafiose del '93 viene riaperta a distanza di decenni: qualche motivo ci sarà. Chissà, forse il tempo è galantuomo, e forse il progresso non è pura illusione. Un superboss al 41 bis per strage chiacchiera con un detenuto nell'ora d'aria. Quel breve momento in cui anche un ergastolano si sente un po' libero,  la sua coscienza respira ed è tentata di liberarsi dalla tetra prigione dei segreti inconfessabili covati per decenni. Le parole sono sommesse, sussurri quasi indecifrabili, confuse nei rumori di fondo del cortile di un carcere, ma forse sono in grado di  cambiare la Storia, di far riemergere dal fiume Lete dell'oblio la Verità, nel senso profondo, greco, della parola: l'Aletheia. Ma è necessaria la tèchne, la figlia del progresso che è realmente tale solo quando è al servizio della Verità.

DSP (Digital Signal Processing), DSD (Digital Signal Deconvolution), DFT (Discrete Fourier Transform), FFT (Fast Fourier Transform), SNR (Signal to Noise Ratio) sono sigle del tutto vuote di significato per un vecchio puttaniere miliardario e per il suo vecchio braccio destro, associato esterno con Cosa Nostra. Ma potrebbero presto risuonare come le dolenti note di un de profundis nei loro incubi notturni. Sono i test del Dna della voce di uno stragista, sono i mezzi per depurare una parola dal rumore di fondo e capire, con ragionevole, quasi matematica certezza, se il boss aveva detto "bravissimo" o se aveva detto "Berlusconi".

http://www.repubblica.it/politica/2017/10/31/news/mafia_e_stragi_del_93_berlusconi_indagato-179825283/

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

15 messaggi in questa discussione

12 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

viene riaperta a distanza di decenni

Se hanno nuove prove fanno bene a riaprire; però una breve considerazione va fatta, certe cose "casualmente" vengono fuori quando ci sono le elezioni, poi se c'è chi parla di giustizia a orologeria c'è chi si arrabbia,  chi è che disse: a pensare male si va all'inferno però ci si indovina sempre?...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sarà quel che sarà....ma con tutte le leggine che si è fatto al massimo cade in prescrizione.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

... certe cose "casualmente" vengono fuori quando ci sono le elezioni...

Sono d'accordo, ma puoi anche togliere le virgolette. Quante volte gli italiani sono andati a votare negli ultimi tre anni? A lume di naso direi almeno una decina di volte, tra europee, regionali, comunali, ballottaggi e referendum (trivelle, riforma Renzi-Boschi e lombardo-veneto). Tra 4-6 mesi voteremo ancora. Mi dici tu come fa in Italia un povero magistrato ad aprire un fascicolo su un politico senza essere accusato di giustizia a orologeria? 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Sarà quel che sarà....ma con tutte le leggine che si è fatto al massimo cade in prescrizione.....

Se la giustizia italiana risponde ancora alla logica, credo che i reati di strage non vadano mai in prescrizione. 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chissà  perché  si  parla   di  giustizia  ad  orologeria   solo  quando  riguarda  la  destra  o  i grilli mentre  se  è  verso  la  sx è  cosa  buona  e  giusta...  certo  i  magistrati  sono tutti  rossi   solo  se  riguarda  loro...per  diventare  dei grandi   quando  indagano  la  sx   vedi  senza  andar  lontano Woodcock

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo  me   riuscirà ancora  una  volta  ad  insabbiare  tutto...  ci era   quasi  riuscito  anche  con  l'ultima e  purtroppo  unica  condanna , era  arrivato  sul  filo  di  lana per   la  ennesima  prescrizione ,  ma  ci  è cascato  dentro  solo  per   pochi anni  su tutti  quelli  che realmente  aveva   evaso ed erano  stati  accertati .

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, pm610 ha scritto:

Secondo  me   riuscirà ancora  una  volta  ad  insabbiare  tutto...  ci era   quasi  riuscito  anche  con  l'ultima e  purtroppo  unica  condanna , era  arrivato  sul  filo  di  lana per   la  ennesima  prescrizione ,  ma  ci  è cascato  dentro  solo  per   pochi anni  su tutti  quelli  che realmente  aveva   evaso ed erano  stati  accertati .

È vero, Los, dobbiamo ringraziare un integerrimo magistrato napoletano se  non abbiamo un altro impunito a vita, il quale senza quella condanna, chi lo sa, rischiavamo di ritrovarcelo pure senatore a vita (dopo quel che è accaduto in Italia in questa legislatura può accadere davvero di tutto). Certo che la "pena" effettivamente scontata dal Condannato fu a dir poco irrisoria, ma la decadenza da senatore e l'incandidabilità sono molto meglio di niente. E consoliamoci pure con il fatto che possiamo finalmente chiamarlo col suo nome: Delinquente. Il caso di oggi è un po' diverso, non si parla di frodi né di corruzione né di prostituzione, ma di stragi di mafia. Qui il Delinquente non potrà contare sulla prescrizione. Se è colpevole, potrà sperare solo nelle bocche cucite di quelli che sanno. Ed eventualmente non andrà ai servizi sociali ma in  carcere, come Riina, anche lui ultraottantenne. Sarebbe una degna conclusione dell'esistenza di questo lestofante, ma soprattutto un segno tangibile di speranza e di riscatto per gli italiani onesti. Un ex premier al 41 bis significherebbe che vale ancora il primato della Legge e che questo potrebbe tornare un giorno a essere un paese serio.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

È vero, Los, dobbiamo ringraziare un integerrimo magistrato napoletano se  non abbiamo un altro impunito a vita, il quale senza quella condanna, chi lo sa, rischiavamo di ritrovarcelo pure senatore a vita (dopo quel che è accaduto in Italia in questa legislatura può accadere davvero di tutto). Certo che la "pena" effettivamente scontata dal Condannato fu a dir poco irrisoria, ma la decadenza da senatore e l'incandidabilità sono molto meglio di niente. E consoliamoci pure con il fatto che possiamo finalmente chiamarlo col suo nome: Delinquente. Il caso di oggi è un po' diverso, non si parla di frodi né di corruzione né di prostituzione, ma di stragi di mafia. Qui il Delinquente non potrà contare sulla prescrizione. Se è colpevole, potrà sperare solo nelle bocche cucite di quelli che sanno. Ed eventualmente non andrà ai servizi sociali ma in  carcere, come Riina, anche lui ultraottantenne. Sarebbe una degna conclusione dell'esistenza di questo lestofante, ma soprattutto un segno tangibile di speranza e di riscatto per gli italiani onesti. Un ex premier al 41 bis significherebbe che vale ancora il primato della Legge e che questo potrebbe tornare un giorno a essere un paese serio.

Saluti

Ho  poche   speranze   che  questo  avvenga e  non per  i  governi  di  sinistra ,  ma  per la  sua  capacità ahinoi  di  celare e  insabbiare  le  sue  malefatte  già  oggi  il  suo  Avvocato  pagato  da  noi  Ghedini  ha  detto  che  non  è vero  nulla e  che  quelle  intercettazioni   nulla   centrano e  che   il  pregiudicato piduista  mai  ha   incontrato  o  conosciuto quel  mafioso..... tutto   dire

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ancora vibranti proteste!

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e vestito elegante
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Se la giustizia italiana risponde ancora alla logica, credo che i reati di strage non vadano mai in prescrizione. 

Saluti

I reati no...ma chi li commise o li ordino si....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo che un motivo ci sarà:

nella primavera del prossimo anno si terranno le elezioni politiche.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per  ora  all'opposizione   ci  sono  i  condannati  e  inquisiti della  destra ed  è  chiaro  che  il  dog  vuole  i  mafiosi a  comandarlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Ahi ahi, si mette male per Berlusconi (e dunque anche per Renzusconi che potrebbe veder svanire i nazareni e rosatelliani sogni d'inciucio).

Una vecchia, inquietante indagine sui mandanti occulti delle stragi mafiose del '93 viene riaperta a distanza di decenni: qualche motivo ci sarà. Chissà, forse il tempo è galantuomo, e forse il progresso non è pura illusione. Un superboss al 41 bis per strage chiacchiera con un detenuto nell'ora d'aria. Quel breve momento in cui anche un ergastolano si sente un po' libero,  la sua coscienza respira ed è tentata di liberarsi dalla tetra prigione dei segreti inconfessabili covati per decenni. Le parole sono sommesse, sussurri quasi indecifrabili, confuse nei rumori di fondo del cortile di un carcere, ma forse sono in grado di  cambiare la Storia, di far riemergere dal fiume Lete dell'oblio la Verità, nel senso profondo, greco, della parola: l'Aletheia. Ma è necessaria la tèchne, la figlia del progresso che è realmente tale solo quando è al servizio della Verità.

DSP (Digital Signal Processing), DSD (Digital Signal Deconvolution), DFT (Discrete Fourier Transform), FFT (Fast Fourier Transform), SNR (Signal to Noise Ratio) sono sigle del tutto vuote di significato per un vecchio puttaniere miliardario e per il suo vecchio braccio destro, associato esterno con Cosa Nostra. Ma potrebbero presto risuonare come le dolenti note di un de profundis nei loro incubi notturni. Sono i test del Dna della voce di uno stragista, sono i mezzi per depurare una parola dal rumore di fondo e capire, con ragionevole, quasi matematica certezza, se il boss aveva detto "bravissimo" o se aveva detto "Berlusconi".

http://www.repubblica.it/politica/2017/10/31/news/mafia_e_stragi_del_93_berlusconi_indagato-179825283/

Questa è una inchiesta chiusa e riaperta tre volte.A seconda dell'estro del giudice e del momento politico.Sembrerebbe che ogni qualvolta FI/Lega Nord/PdL sono in vantaggio partono le inchieste ad orologeria del PD.Questa dovrebbe essere la quarta se non sbaglio.E così dopo avere bloccato i fondi alla Lega Nord,re-inquisito Berlusconi in vista delle elezioni amministrative siciliane e delle prossime politiche che dire?Se gli italiani sono sce mi che continuino a votare Pd.

Modificato da virus128
Arditi!! Au.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, virus128 ha scritto:

Questa è una inchiesta chiusa e riaperta tre volte.A seconda dell'estro del giudice e del momento politico.Sembrerebbe che ogni qualvolta FI/Lega Nord/PdL sono in vantaggio partono le inchieste ad orologeria del PD.Questa dovrebbe essere la quarta se non sbaglio.E così dopo avere bloccato i fondi alla Lega Nord,re-inquisito Berlusconi in vista delle elezioni amministrative siciliane e delle prossime politiche che dire?Se gli italiani sono sce mi che continuino a votare Pd.

Sul presunto carattere "a orologeria" delle inchieste sui politici ho già risposto in un post precedente. Ma tu le attribuisci addirittura al Pd, il quale ha tante colpe ma non quella di manovrare magistrati per eliminare avversari politici.  Qualche magistrato, se non ricordo male, lo corruppe l'ex cavaliere tramite il suo amico Previti. Le mele marce ci sono, specie in un certo "porto delle nebbie", ma la magistratura resta tuttora la parte più sana, o se preferisci meno bacata, delle istituzioni. Sarebbe paradossale se fosse al servizio della parte più corrotta, cioè dei partiti. In questo caso specifico, poi, non so fino a che punto convenga al Pd un'altra scoppola giudiziaria su Berlusconi. Non so cosa darebbero i 5stelle  per poter rinfacciare a Renzi di avere approvato la legge elettorale e di avere stretto a suo tempo un patto costituente con il mandante delle stragi di mafia. Ora io penso tutto il male possibile del Caimano, ma francamente mi risulta difficile se non impossibile pensare che sia uno stragista, una belva sanguinaria. A meno che Falcone e Borsellino non avessero scoperto su di lui qualcosa di molto grosso che non sappiamo. D'altra parte sappiamo che Berlusconi  intrattenne "rapporti non meramente episodici"con esponenti di Cosa Nostra. Non dimentichiamo che il suo braccio destro e amico di una vita, Marcello Dell'Utri, sta scontando 7 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. Non credo che il Puttaniere abbia ordinato stragi, ma una qualche forma di "concorso esterno" la riterrei per lui abbastanza plausibile. Se alla mafia faceva comodo un certo tipo di rapporto con Andreotti, poteva farle comodo anche con Berlusconi. Anzi forse perfino di più in un periodo di scontro frontale con lo Stato. E la cosa poteva tornare utile anche al leader di quel centrodestra che alle politiche del 2001 conquistò tutti i collegi uninominali della Sicilia: 61 su 61. Come minimo si potrebbe ipotizzare un reato di voto di scambio. Ovviamente eventuali reati del genere  sarebbero cancellati dalla prescrizione, ma gli italiani hanno diritto di sapere.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Sul presunto carattere "a orologeria" delle inchieste sui politici ho già risposto in un post precedente. Ma tu le attribuisci addirittura al Pd, il quale ha tante colpe ma non quella di manovrare magistrati per eliminare avversari politici.  Qualche magistrato, se non ricordo male, lo corruppe l'ex cavaliere tramite il suo amico Previti. Le mele marce ci sono, specie in un certo "porto delle nebbie", ma la magistratura resta tuttora la parte più sana, o se preferisci meno bacata, delle istituzioni. Sarebbe paradossale se fosse al servizio della parte più corrotta, cioè dei partiti. In questo caso specifico, poi, non so fino a che punto convenga al Pd un'altra scoppola giudiziaria su Berlusconi. Non so cosa darebbero i 5stelle  per poter rinfacciare a Renzi di avere approvato la legge elettorale e di avere stretto a suo tempo un patto costituente con il mandante delle stragi di mafia. Ora io penso tutto il male possibile del Caimano, ma francamente mi risulta difficile se non impossibile pensare che sia uno stragista, una belva sanguinaria. A meno che Falcone e Borsellino non avessero scoperto su di lui qualcosa di molto grosso che non sappiamo. D'altra parte sappiamo che Berlusconi  intrattenne "rapporti non meramente episodici"con esponenti di Cosa Nostra. Non dimentichiamo che il suo braccio destro e amico di una vita, Marcello Dell'Utri, sta scontando 7 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. Non credo che il Puttaniere abbia ordinato stragi, ma una qualche forma di "concorso esterno" la riterrei per lui abbastanza plausibile. Se alla mafia faceva comodo un certo tipo di rapporto con Andreotti, poteva farle comodo anche con Berlusconi. Anzi forse perfino di più in un periodo di scontro frontale con lo Stato. E la cosa poteva tornare utile anche al leader di quel centrodestra che alle politiche del 2001 conquistò tutti i collegi uninominali della Sicilia: 61 su 61. Come minimo si potrebbe ipotizzare un reato di voto di scambio. Ovviamente eventuali reati del genere  sarebbero cancellati dalla prescrizione, ma gli italiani hanno diritto di sapere.

Saluti

Uno  dei  PM  che  seguono  questa  inchiesta   è  un  certo  Di  Matteo che     direi   che  è tutto  fuorchè  comunista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963