mosca si ferma per gli orrori del comunismo

Mosca si ferma in ricordo delle vittime dello stalinismo. Nella celebra piazza Lubianka, di fronte alla pietra di Solovetsky, portata nella capitale nel 1990 dal luogo dove sorse il primo gulag, è stata celebrata anche quest’anno la cerimonia della “restituzione dei nomi”: per dodici ore consecutive sono stati letti ad alta voce i nomi dei compatrioti morti durante il periodo del terrore staliniano.

A organizzare l’evento, la Ong “Memorial”, fondata nel 1989 dal premio nobel e dissidente Andrej Sakharov.

Secondo la documentazione *** disponibile, tra il 21 e il 53, le esecuzioni capitali in Unione sovietica sono state 799 mila mentre quasi 3 milioni di persone sarebbero morte nei gulag e nei campi di lavoro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

non replicano i benpensanti marxisti....quindi,vera!!

19146079_1615679248504262_47200627610926

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che  vuoi  sono  comandati  da  ex  KGB  amico  del  pregiudicato   piduista ed  esempio  per  il celoduro  salviniiiii

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In sostanza fanno bene a commemorare certi orrori, come da noi si fà bene a commemorare la liberazione dalla tragedia fascista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora