Ho deciso

19 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Le è andata bene sig cortomaltese, la ridicola marketta si è un po' trattenuta ma mancava poco che chiamasse *** anche lei.

Guardi, c'è una cosa che io posso perdonare a un seguace del Leopoldino. È che perda tempo a polemizzare con lei, invece di sfankulare come meglio sa i maldestri del forum, dai Frizzantini agli Automobilisti Alcolisti per finire con i Viscidosauri.

Le confesso che mi risulta più difficile perdonare la stessa cosa a lei, che renziano non mi pare.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

34 messaggi in questa discussione

23 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ti ripeto, puoi verificarlo anche da altre fonti (serie), ma resta il fatto oggettivo che

il parlamento italiano è oggi, in assoluto, il parlamento (elettivo) più numeroso e più costoso al mondo.

Se ci tieni a conservare questo bel primato, vota NO.   

Ti informo poi che non è il governo ma l'opposizione a strumentalizzare politicamente il referendum. Leghisti e berlusconiani, dopo avere votato in aula per la riforma, hanno raccolto le firme per cancellarla tramite referendum. Ultimamente perfino la Meloni ha dichiarato che il NO potrebbe servire a dare la spallata al governo Conte. Ma un elettore serio guarda solo al merito della questione. Che non riguarda solo questo parlamento ma tutti quelli che avremo nei prossimi decenni.

Ci va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti, che lavora dal martedì al giovedì e che costa ai contribuenti oltre un miliardo e mezzo l'anno? 

"......va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti....."

E allora perché non ridurli a 35 ?Oppure 6 ? O uno solo ? Anche uno solo basta che il popolo lo voti liberamente,  sarebbe sempre un regime democratico......o no ?

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 16/9/2020 in 19:15 , cortomaltese-*** ha scritto:

Ammetto l'errore. Non mi costa fatica. La mia fonte era un sito di boxe.

Infatti , pur in  una visuale politica diversa dalla mia , le ho sempre riconosciuto una elevata dose di lealtà ed una discreta onesta’ intellettuale . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Infatti , pur in  una visuale politica diversa dalla mia , le ho sempre riconosciuto una elevata dose di lealtà ed una discreta onesta’ intellettuale . 

Mentre lei è di una disonestà intellettuale unita ad una slealtà assoluta, ridicola ed immonda marketta pisana.

Questa è la differenza tra lei e il sif cortomaltese.

PS: cosa significa "discreta" onestà intellettuale, ridicola marketta pisana? Che quando il sig cortomaltese la contesta, la sua onestà intellettuale sparisce?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, cortomaltese-*** ha scritto:

"......va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti....."

E allora perché non ridurli a 35 ?Oppure 6 ? O uno solo ? Anche uno solo basta che il popolo lo voti liberamente,  sarebbe sempre un regime democratico......o no ?

 

 

 

io torno a ripetere che dobbiamo pensare in grande: un parlamentare (non importa se deputato o senatore) per ogni famiglia italiana, così nessuno metterà più in discussione se i parlamentari siano troppi o troppo pochi. Ekkekaxzo! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

io torno a ripetere che dobbiamo pensare in grande: un parlamentare (non importa se deputato o senatore) per ogni famiglia italiana, così nessuno metterà più in discussione se i parlamentari siano troppi o troppo pochi. Ekkekaxzo! 

È un po' più spessa.

Il mondo viaggia verso forme ibride di democrazia autoritaria, da Putin a Trump, da Erdogan a Orban: il popolo vota, e il votato fa il kazzo che vuole dicendo: "il popolo mi ha votato".

La chiamano "democratura", e il pensiero sottostante è lo stesso di chi, ebbro di mojito, invocava i pieni poteri.

Ma anche quello di chi considera i Parlamentari una casta di fannulloni, assenteisti, inutili parassiti da abbattere.

Ho visto abbastanza cose da preferire Pierferdinando Casini a Flavio Briatore, nella consapevolezza che il primo sia assai meno "casta" del secondo.

Meglio un Casini in più, ma un Briatore in meno.......

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Meglio un Casini in più, ma un Briatore in meno.......

Xxxxxxxxxxxxx

Anche questa è una opinione, sig cortomaltese, secondo me il sig Frizz preferisce Briatore.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 16/9/2020 in 19:55 , fosforo311 ha scritto:

Ti ripeto, puoi verificarlo anche da altre fonti (serie), ma resta il fatto oggettivo che

il parlamento italiano è oggi, in assoluto, il parlamento (elettivo) più numeroso e più costoso al mondo.

Se ci tieni a conservare questo bel primato, vota NO.   

 

Ci va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti, che lavora dal martedì al giovedì e che costa ai contribuenti oltre un miliardo e mezzo l'anno? 

Ma vai a caga re ,  bugiardo matricolato ....https://www.facebook.com/dino.angelotti/videos/377151796640199/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

29 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ma vai a caga re ,  bugiardo matricolato ....https://www.facebook.com/dino.angelotti/videos/377151796640199/

I pentastellati ormai ne fanno una questione d'onore,un punto fermo il referendum, ma non si sono accorti che ci sono pure le Regionali ..??.oppure sapendo già di perdere spostano l'ago della bilancia?? Anche i mass media danno risalto solo  alle ragioni del Si e del No,un accanimento come se fosse il numero di parlamentari,il nostro problema , e non i furbetti  come Salvini, Berlusconi, Renzi che resterebbero al loro posto , oppure Bonafede, tanto x citarne alcuni, si parte dal presupposto di tagliare una parte disonesta di onorevoli, guardate che non cambia un c@*zz*o ..anzi ci saranno per i sopracitati leader e ministri,ministeri,molti meno ostacoli, invece noi vogliamo proprio metterli fuori gioco ,esempio, il dibattito nel Pd non fa altro che mettere sulla graticola Zingaretti, anche se segretario, non vuol dire che deve stare in sella a vita,(non siamo la Lega coi suoi picciotti coi paraocchi ),anzi la sua linea degli ultimi tempi ripiegata sui 5s,(alcune cose come il Rdc sono condivisibili) comincia a piacere poco,ci sembra chiaro che non siamo alla frutta come i nostri alleati ,attaccati alle braghe del Si, e quindi ci piacerebbe anche ascoltare un progetto del Pd x la Toscana 

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

21 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

"......va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti....."

E allora perché non ridurli a 35 ?Oppure 6 ? O uno solo ? Anche uno solo basta che il popolo lo voti liberamente,  sarebbe sempre un regime democratico......o no ?

Perdonami Corto, ma a quanto pare ti fa difetto proprio il senso numerico, il senso delle proporzioni. Ma forse non mi sono spiegato bene e allora ripeto: il parlamento italiano oggi è il parlamento elettivo più numeroso e più costoso AL MONDO! Potrei capire il tuo "ragionamento" se partissimo da un'assemblea elettiva di 300 membri come quella della Corea del Sud (52 milioni di abitanti) per ridurli a 200. Invece partiamo da 945 per ridurli a 600 e avvicinarci (avvicinarci, non raggiungere) alla media delle grandi democrazie. E poi non dimenticare che non è il numero che fa la rappresentanza. Io potrei seguire il tuo "ragionamento" e dire: ma allora perché non incrementare i parlamentari a 10.000? Magari "nominati" dai capipartito al modo della Boschi, paracadutata da Arezzo nel collegio sicuro di Bolzano. Per non parlare del fatto che, in base alla Costituzione, i senatori e deputati non rappresentano i territori bensì la Nazione. Ti ricordo anche le parole di Luigi Einaudi durante i lavori dell'Assemblea Costituente. Nel dichiararsi d'accordo con la proposta dell'on.Conti (un deputato ogni 150.000 abitanti, ovvero proprio i 400 che avremmo dopo il taglio) Einaudi disse:

 "Difatti, quanto più è grande il numero dei componenti un'Assemblea, tanto più essa diventa incapace ad attendere all'opera legislativa che le è demandata".

https://www.studiocataldi.it/articoli/39634-le-ragioni-storiche-del-numero-dei-parlamentari-italiani.asp

Questo taglio risponde a esigenze di natura pratica ma è anche l'occasione più unica che rara per costringere il parlamento a riscrivere la legge elettorale (se vince il Sì sarà necessario farlo perché andranno come minimo ridisegnati i collegi). E a riscriverla finalmente privilegiando quella rappresentanza democratica ripetutamente calpestata nei vari sistemi maggioritari che si sono succeduti dopo l'abolizione del proporzionale con le preferenze (che anche per me è il sistema elettorale di gran lunga migliore). 

 

 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora