Ho deciso

Voterò Lega Ladrona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

34 messaggi in questa discussione

La avverto che per scrivere sta caz.z.ata ha picchiato per 2 volte le nocche delle zampe sulla tastiera ...!! Ahahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

La avverto che per scrivere sta caz.z.ata ha picchiato per 2 volte le nocche delle zampe sulla tastiera ...!! Ahahahahaha 

La avverto che per contestare la caxxata altrui ne ha scritta una sua.

Le nocche sono la parte terminale delle ossa metacarpali.

In quanto tali, sono proprie delle MANI e non esistono nelle ZAMPE.

Eviti quindi di scrivere con i PIEDI 😁

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

La avverto che per contestare la caxxata altrui ne ha scritta una sua.

Le nocche sono la parte terminale delle ossa metacarpali.

In quanto tali, sono proprie delle MANI e non esistono nelle ZAMPE.

Eviti quindi di scrivere con i PIEDI 😁

Mi ha anticipato sig cortomaltese, questo significa che la ridicola marketta pisana, al massimo, possiede la licenza di quinta elementare come me.

E non possiede nemmeno l' umorismo inglese, che diceva di avere in abbondanza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

18 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi ha anticipato sig cortomaltese, questo significa che la ridicola marketta pisana, al massimo, possiede la licenza di quinta elementare come me.

E non possiede nemmeno l' umorismo inglese, che diceva di avere in abbondanza.

Noi non possiamo dire di essere degli esperti a menadito della vita democratica..inglese oppure tedesca,xro'quando vengono fatte certe affermazioni, un occhio da quella parte lo buttiamo, ennesima riprova che il parlamento inglese almeno fino ad agosto '19.. aveva molti più membri di quello attuale italiano, e quindi,sempre con le dovute cautele..prima farci un pensierino  nell' addittare Montecitorio e Palazzo Madama come i più numerosi e costosi d'Europa 

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

La avverto che per contestare la caxxata altrui ne ha scritta una sua.

Le nocche sono la parte terminale delle ossa metacarpali.

In quanto tali, sono proprie delle MANI e non esistono nelle ZAMPE.

Eviti quindi di scrivere con i PIEDI 😁

Urka sig Corto !! E’ sicuro ?? Spesso per andare a rimediare una caxxata altrui se ne fanno 2. La prima per intervenire a sproposito in un argomento che non la riguardava proprio . La seconda perché ad una ne aggiunge un’altra . Io faro’ il possibile per non scrivere più con i PIEDI mentre lei eviti di scrivere con il KULO.   All’uopo allego una scioccgezxuola : il parere della Treccani ...!!

 

nòcca1 (tosc. nòccola) s. f. [dal longob. knohha] (pl. nòcche, ant. o raro le nòcca). – 1.Parte delle dita delle mani e dei piedi corrispondente a un’articolazione: battere con le nsul tavoloalla portalo percosse leggermente con le nocca [il fiasco] (Manzoni). 2. In zoologia, la regione della zampa dei quadrupedi che ha per base l’articolazione metacarpo-falangea (detta anche nodello).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi ha anticipato sig cortomaltese, questo significa che la ridicola marketta pisana, al massimo, possiede la licenza di quinta elementare come me.

E non possiede nemmeno l' umorismo inglese, che diceva di avere in abbondanza.

Era meglio se non ti anticipava , Trottolina . Ti avrebbe evitato una nuova ed imponente caga ta !!  Ahahahaha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedo ridicola marketta pisana che ha dovuto ricorrere al web per trovare qualcosa che le possa dare ragione.

Ebbene, le do ragione  anch'io,  anche se in veterinaria quella parte è chiamata proprio " nodello" invece che "nocca".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma quelli che hanno svenduto L'italia pensano di avere la coscienza pulita ? ex ilva di Taranto, fiat, iri, eni, enel, telecom, decine e decine di aziende chiuse e svendute i danni alle politiche agricole pensiamo al prezzo del latte, al latte in polvere importato come latte fresco , alla rai, a tutte quelle politiche fatte e volute solo e solamente per aumentare la pressione fiscale, arricchire le banche, l'industria , che con gli aiuti e i soldi italiani se ne va all'estero a casa basta emergenza l'informazione e gestita tutta dalla sx e per rimanere al potere e distruggere lo stato Italiano ha bisogno di questa emergenza 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, mylord611 ha scritto:

Ma quelli che hanno svenduto L'italia pensano di avere la coscienza pulita ? ex ilva di Taranto, fiat, iri, eni, enel, telecom, decine e decine di aziende chiuse e svendute i danni alle politiche agricole pensiamo al prezzo del latte, al latte in polvere importato come latte fresco , alla rai, a tutte quelle politiche fatte e volute solo e solamente per aumentare la pressione fiscale, arricchire le banche, l'industria , che con gli aiuti e i soldi italiani se ne va all'estero a casa basta emergenza l'informazione e gestita tutta dalla sx e per rimanere al potere e distruggere lo stato Italiano ha bisogno di questa emergenza 

Il bello che noi italiani siamo bravi e farci del male da soli,in questa emergenza abbiamo adottato il modello cinese per intero ,invece il bistrattato Zangrillo quanto considerato negazionista, afferma il dato che il modello cinese doveva essere mantenuto fino a che la popolazione non fosse dotata di sistemi di protezione come la mascherina, e poi passare subito al modello svedese col distanziamento, insomma un giusto promiscuo tra un modello da adottare quando non si è attrezzati e l'altro da adottare come del resto si sta facendo adesso.. ma eseguito troppo tardi...x lasciar posto ad uno stupido inutile quanto superfluo lockdown di 2mesi e mezzo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

comunicazione importante per Mr.ahahah.ah:

vista la sua richiesta,le comunichiamo che la commissione ha   respinto  a seduta stante la sua richiesta di iscrizione.la consigliamo di appoggiarsi alla vecchiaccia..in alternativa,a qualche sezione arcobaleno...con salto alla sardina

Ps:oggi al bar delle bocce del nonno rinco,è chiuso?

tanto le dovevo

ossequi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, marzianobravo ha scritto:

Noi non possiamo dire di essere degli esperti a menadito della vita democratica..inglese oppure tedesca,xro'quando vengono fatte certe affermazioni, un occhio da quella parte lo buttiamo, ennesima riprova che il parlamento inglese almeno fino ad agosto '19.. aveva molti più membri di quello attuale italiano, e quindi,sempre con le dovute cautele..prima farci un pensierino  nell' addittare Montecitorio e Palazzo Madama come i più numerosi e costosi d'Europa 

 

Caro Marziano, in questa recente discussione scrivevo che il nostro è il parlamento elettivo più numeroso e più costoso al mondo:

 

Quindi non puoi confrontarlo con il parlamento britannico. Questo è composto dalla Camera dei Comuni (650 membri eletti dai cittadini) e dalla Camera dei Lord che al momento conta 772 membri, nessuno dei quali viene eletto dai cittadini. Per la maggior parte sono membri a vita. Inoltre i Lord hanno poteri limitati, per esempio non possono sfiduciare il premier. La Camera dei Comuni, pur avendo 20 membri in più della nostra Camera dei deputati, costa molto meno ai contribuenti britannici: 443 milioni di sterline. Il dato è relativo all'anno fiscale 2018/19. Assumendo per quel periodo un cambio medio pari a 1,13 euro per sterlina, siamo a circa mezzo miliardo di euro contro quasi 1 miliardo della nostra Camera bassa (per l'esattezza 970 milioni nel 2019). La Camera dei Lord a sua volta costa molto meno della Camera bassa britannica: appena 117,4 milioni di sterline, cioè circa 133 milioni di euro. Che devi paragonare ai 550 milioni che sono il costo del nostro Senato. In pratica un Lord britannico costa ai contribuenti circa un decimo di un senatore italiano (ho incluso nel calcolo i senatori a vita). Questo non dipende solo dal fatto che i Lord sono persone benestanti che non ricevono stipendio ma solo un rimborso spese e un gettone di presenza. Incidono anche i costi del personale e i contributi ai gruppi parlamentari. Questi ultimi (pari a circa 53 milioni annui: 31 alla Camera, 22 al Senato) sono in buona sostanza la furbata che tiene tuttora in vita il finanziamento pubblico ai partiti, quello che il popolo sovrano credeva di avere abolito quasi 30 anni fa (referendum del 1993). Io spero che questi fondi vengano tagliati in misura proporzionale al taglio dei parlamentari (36,5%) con un risparmio aggiuntivo di quasi 100 milioni a legislatura (attualmente non inclusi nelle varie stime). Infine, rapportando i costi alla popolazione nazionale residente, l'intero parlamento britannico costa 9,50 euro per abitante, contro i 25,20 euro per abitante del parlamento italiano. In nessuna delle grandi democrazie europee e mondiali ci si avvicina a un costo simile. Il Congresso americano costa 3,4 dollari (meno di 3 euro) per abitante. Il parlamento cinese conta 2980 membri ma anche questi non sono eletti direttamente dal popolo (eccetto i delegati di Hong Kong e Macao). Inoltre è un parlamento pressoché privo di poteri (si limita a ratificare le decisioni del partito comunista). Il parlamento indiano ha 790 membri eletti dal popolo (contro i nostri 945) ma l'India ha una popolazione che è 23 volte la nostra. Saluti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

 

Caro Marziano, in questa recente discussione scrivevo che il nostro è il parlamento elettivo più numeroso del mondo 

Ammetterò che quando si parla con un penta demente , la sorpresa e’ dietro l’angolo . Quando poi ad intervenire non solo e’ un penta demente ma anche un Cazzaro della portata di Fosforuccio O’ Bugiardo , la reazione varia dal pianto a diritto alla crassa risata . Cari Forumisti , alzate gli occhi e leggete quel che ha scritto il patetico e ridicolo Fosforuccio . Ci siete , avere letto ?? Bene , Fosforuccio cita , pari pari , le parole che Renzi pronuncio’ nel 2016 e che lui derubrico come quelle di un Caudillo , di un dittatore , di un ladro di democrazia . Ora le cita lui e pretende di essere creduto sulla parola . Fosforuccio e’ un impostore !! Preciso che all’epoca Renzi non solo aboliva completamente il Senato , riordinava gì assetti dello stato , aboliva il CNEL , faceva una legge elettorale che consisteva nell’indicare la sera stessa dei risultati elettorali di stabilire chi avrebbe governato per 5 anni .  Vi vedo dubbiosi . Non credere che Renzi lo abbia detto ??  Vi mando uno stralcio di una intervista che Renzi rilascio’ al giornaletto di riferimento del Cazzaro : il Falso Quotidiano.      Scusare vado a ridere ...!! 
 

“Abbiamo 945 parlamentari, è ridicolo. È il numero più costoso e più grande del mondo. Non ce lo meritiamo”. Era il 31 maggio 2016 e davanti all’assemblea di Coldiretti, riunita a Milano in occasione della Giornata nazionale del latte, l’allora premier Matteo Renzi sosteneva l’urgenza di ridurre il numero di eletti in vista del Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. “La riduzione del numero dei politici è la priorità per essere credibili” 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

 

Caro Marziano, in questa recente discussione scrivevo che il nostro è il parlamento elettivo più numeroso e più costoso al mondo:

 

Quindi non puoi confrontarlo con il parlamento britannico. Questo è composto dalla Camera dei Comuni (650 membri eletti dai cittadini) e dalla Camera dei Lord che al momento conta 772 membri, nessuno dei quali viene eletto dai cittadini. Per la maggior parte sono membri a vita. Inoltre i Lord hanno poteri limitati, per esempio non possono sfiduciare il premier. La Camera dei Comuni, pur avendo 20 membri in più della nostra Camera dei deputati, costa molto meno ai contribuenti britannici: 443 milioni di sterline. Il dato è relativo all'anno fiscale 2018/19. Assumendo per quel periodo un cambio medio pari a 1,13 euro per sterlina, siamo a circa mezzo miliardo di euro contro quasi 1 miliardo della nostra Camera bassa (per l'esattezza 970 milioni nel 2019). La Camera dei Lord a sua volta costa molto meno della Camera bassa britannica: appena 117,4 milioni di sterline, cioè circa 133 milioni di euro. Che devi paragonare ai 550 milioni che sono il costo del nostro Senato. In pratica un Lord britannico costa ai contribuenti circa un decimo di un senatore italiano (ho incluso nel calcolo i senatori a vita). Questo non dipende solo dal fatto che i Lord sono persone benestanti che non ricevono stipendio ma solo un rimborso spese e un gettone di presenza. Incidono anche i costi del personale e i contributi ai gruppi parlamentari. Questi ultimi (pari a circa 53 milioni annui: 31 alla Camera, 22 al Senato) sono in buona sostanza la furbata che tiene tuttora in vita il finanziamento pubblico ai partiti, quello che il popolo sovrano credeva di avere abolito quasi 30 anni fa (referendum del 1993). Io spero che questi fondi vengano tagliati in misura proporzionale al taglio dei parlamentari (36,5%) con un risparmio aggiuntivo di quasi 100 milioni a legislatura (attualmente non inclusi nelle varie stime). Infine, rapportando i costi alla popolazione nazionale residente, l'intero parlamento britannico costa 9,50 euro per abitante, contro i 25,20 euro per abitante del parlamento italiano. In nessuna delle grandi democrazie europee e mondiali ci si avvicina a un costo simile. Il Congresso americano costa 3,4 dollari (meno di 3 euro) per abitante. Il parlamento cinese conta 2980 membri ma anche questi non sono eletti direttamente dal popolo (eccetto i delegati di Hong Kong e Macao). Inoltre è un parlamento pressoché privo di poteri (si limita a ratificare le decisioni del partito comunista). Il parlamento indiano ha 790 membri eletti dal popolo (contro i nostri 945) ma l'India ha una popolazione che è 23 volte la nostra. Saluti

Al sig.fosforo dobbiamo ricordare che il nostro parlamento è il più caro d'Europa non per il costo degli onorevoli,ma per la macchina burocratica..gli stenografi,commessi,portaborse che sia in fase iniziale prendono un ottimo stipendio ma in fase di anzianità  come le cariche più alte dello stato ,detto questo rimettiamo il focus sulla macchina arrugginita e moribonda delle istituzioni e non sugli eletti onorevoli che anche se tagĺiati si avrebbe un ridicolo risparmio,di contralto  invece un buco di rappresentanza grosso come una casa 

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

comunicazione importante per Mr.ahahah.ah:

vista la sua richiesta,le comunichiamo che la commissione ha   respinto  a seduta stante la sua richiesta di iscrizione.la consigliamo di appoggiarsi alla vecchiaccia..in alternativa,a qualche sezione arcobaleno...con salto alla sardina

Ps:oggi al bar delle bocce del nonno rinco,è chiuso?

tanto le dovevo

ossequi

mi perdoni sig Frizz, ma io ho detto che voterò per Lega Ladrona, mica ho chiesto di essere iscritto alla Lega Ladrona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dice la ridicola marketta pisana:

Era meglio se non ti anticipava , Trottolina . Ti avrebbe evitato una nuova ed imponente caga ta !!  Ahahahah

xxxxxxxxxxxxx

Urka ridicola marketta pisana !! E’ sicura ?? Spesso per andare a irridere una dichiarazione altrui si scrive un'altra kagata scrivendola col KULO.. 

Poiché da sola, ridicola marketta pisana, non ci arriverà mai le spiego il perché:

avrebbe dovuto scrivere,

era meglio se non ti anticipava, trottolina, così non ti avrebbe evitato una nuova imponente kagata.😂😂😂😂😂

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, fosforo311 ha scritto:

 

Caro Marziano, in questa recente discussione scrivevo che il nostro è il parlamento elettivo più numeroso e più costoso al mondo:

 

Quindi non puoi confrontarlo con il parlamento britannico. Questo è composto dalla Camera dei Comuni (650 membri eletti dai cittadini) e dalla Camera dei Lord che al momento conta 772 membri, nessuno dei quali viene eletto dai cittadini. Per la maggior parte sono membri a vita. Inoltre i Lord hanno poteri limitati, per esempio non possono sfiduciare il premier. La Camera dei Comuni, pur avendo 20 membri in più della nostra Camera dei deputati, costa molto meno ai contribuenti britannici: 443 milioni di sterline. Il dato è relativo all'anno fiscale 2018/19. Assumendo per quel periodo un cambio medio pari a 1,13 euro per sterlina, siamo a circa mezzo miliardo di euro contro quasi 1 miliardo della nostra Camera bassa (per l'esattezza 970 milioni nel 2019). La Camera dei Lord a sua volta costa molto meno della Camera bassa britannica: appena 117,4 milioni di sterline, cioè circa 133 milioni di euro. Che devi paragonare ai 550 milioni che sono il costo del nostro Senato. In pratica un Lord britannico costa ai contribuenti circa un decimo di un senatore italiano (ho incluso nel calcolo i senatori a vita). Questo non dipende solo dal fatto che i Lord sono persone benestanti che non ricevono stipendio ma solo un rimborso spese e un gettone di presenza. Incidono anche i costi del personale e i contributi ai gruppi parlamentari. Questi ultimi (pari a circa 53 milioni annui: 31 alla Camera, 22 al Senato) sono in buona sostanza la furbata che tiene tuttora in vita il finanziamento pubblico ai partiti, quello che il popolo sovrano credeva di avere abolito quasi 30 anni fa (referendum del 1993). Io spero che questi fondi vengano tagliati in misura proporzionale al taglio dei parlamentari (36,5%) con un risparmio aggiuntivo di quasi 100 milioni a legislatura (attualmente non inclusi nelle varie stime). Infine, rapportando i costi alla popolazione nazionale residente, l'intero parlamento britannico costa 9,50 euro per abitante, contro i 25,20 euro per abitante del parlamento italiano. In nessuna delle grandi democrazie europee e mondiali ci si avvicina a un costo simile. Il Congresso americano costa 3,4 dollari (meno di 3 euro) per abitante. Il parlamento cinese conta 2980 membri ma anche questi non sono eletti direttamente dal popolo (eccetto i delegati di Hong Kong e Macao). Inoltre è un parlamento pressoché privo di poteri (si limita a ratificare le decisioni del partito comunista). Il parlamento indiano ha 790 membri eletti dal popolo (contro i nostri 945) ma l'India ha una popolazione che è 23 volte la nostra. Saluti

Bravo Fosforo, - il nostro governo costa assai più dei governi di tutta Europa e di mezzo mondo. - Bisogna (si deve) rirurre il numero e le retribuzioni. Non è pensabile che un gruppo di parassiti prenda a vita una pensione di diecimila euro solo per avere fatto finta di lavorare un paio di anni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono dei lavoratori che fanno finta di lavorare e ci sono lavoratori più veloci della luce.

Questi ultimi lavoravano all'Enel.

Il loro turno di lavoro terminava alle ore 17 e alle ore 16 erano già a casa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Bravo Fosforo, - il nostro governo costa assai più dei governi di tutta Europa e di mezzo mondo. - Bisogna (si deve) rirurre il numero e le retribuzioni. Non è pensabile che un gruppo di parassiti prenda a vita una pensione di diecimila euro solo per avere fatto finta di lavorare un paio di anni.

Voi siete per Il luogo comune della casta politica da attaccare ,quando di privilegi e privilegiati questo paese è colmo,insomma la vostra è demagogia, come detto nel post di ieri,il carrozzone di chi lavora in parlamento è una zavorra che non viene intaccata minimamente dal referendum, e magari non venga fuori il sospetto di qualche forumista che appartiene a sua volta ad una casta, vi nascondete nell'ombra..e cospirate cospirate, ma non sarebbe una novità che a vostra volta siete dei malandrini furbetti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, marzianobravo ha scritto:

Al sig.fosforo dobbiamo ricordare che il nostro parlamento è il più caro d'Europa non per il costo degli onorevoli,ma per la macchina burocratica..gli stenografi,commessi,portaborse che sia in fase iniziale prendono un ottimo stipendio ma in fase di anzianità  come le cariche più alte dello stato ,detto questo rimettiamo il focus sulla macchina arrugginita e moribonda delle istituzioni e non sugli eletti onorevoli che anche se tagĺiati si avrebbe un ridicolo risparmio,di contralto  invece un buco di rappresentanza grosso come una casa 

Caro Marziano, ti devo ancora una volta correggere. Il nostro parlamento è il più costoso del mondo non solo a causa dei costi del personale. I costi (stipendi, rimborsi etc.) dei parlamentari italiani sono i più alti al mondo, almeno in termini lordi. Questo secondo uno studio inglese che ci vede in testa alla classifica mondiale davanti all'Australia, agli USA e al Canada. Peraltro questi tre parlamenti sono anche molto meno affollati del nostro: 226, 443 e 545 membri rispettivamente, contro i nostri 945 (esclusi i senatori a vita). Molto più staccati i parlamentari degli altri paesi europei. Un parlamentare francese ha entrate lorde pari a meno della metà di quelle degli italiani, uno spagnolo meno di un quarto. Secondo il Messaggero la sola Camera spende 81 milioni l'anno per gli stipendi dei deputati, più 63 milioni per i rimborsi e siamo a 144 milioni l'anno. Cui vanno aggiunti 155 milioni per i vitalizi. Un parlamentare italiano residente fuori Roma arriva a intascare fino a 13.000 euro netti al mese (per 12 mensilità). 

https://www.agi.it/fact-checking/stipendi_parlamentari_m5s-4799457/news/2019-01-05/

https://www.ilmessaggero.it/politica/quanto_guadagna_conte_stipendi_politici_oggi_coronavirus_tutte_le_cifre_19_aprile_2020-5180219.html

Premesso ciò, è anche vero che i costi del personale sono spropositati. Secondo il Messaggero, la Camera spende 173 milioni annui per gli stipendi dei dipendenti, senza considerare i pensionati. I dipendenti di Camera e Senato sono come quelli della Banca d'Italia: privilegiati con stipendi abnormi e ingiustificati.  La riforma costituzionale che andiamo confermare ovviamente non tocca il personale ma è logico che un taglio dei parlamentari comporterà presto o tardi un taglio anche ai dipendenti, e io spero soprattutto ai loro stipendi. E questa sarà (insieme all'auspicabile e logico taglio dei fondi ai gruppi parlamentari) un'ulteriore fonte di risparmio non considerata nelle attuali stime. Per quanto riguarda invece gli stipendi dei parlamentari io sarei anche per mantenerli intatti, a patto che lavorino di più e si assentino molto meno. Riducendoli da 945 a 600 dovranno necessariamente lavorare di più. Possibilmente dal lunedì al venerdì e non dal martedì al giovedì come generalmente fanno oggi. E andrà rigorosamente scoraggiato e punito l'assenteismo. Nei casi più gravi anche con la decadenza. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Caro Marziano, ti devo ancora una volta correggere. Il nostro parlamento è il più costoso del mondo non solo a causa dei costi del personale. I costi (stipendi, rimborsi etc.) dei parlamentari italiani sono i più alti al mondo, almeno in termini lordi. Questo secondo uno studio inglese che ci vede in testa alla classifica mondiale davanti all'Australia, agli USA e al Canada. Peraltro questi tre parlamenti sono anche molto meno affollati del nostro: 226, 443 e 545 membri rispettivamente, contro i nostri 945 (esclusi i senatori a vita). Molto più staccati i parlamentari degli altri paesi europei. Un parlamentare francese ha entrate lorde pari a meno della metà di quelle degli italiani, uno spagnolo meno di un quarto. Secondo il Messaggero la sola Camera spende 81 milioni l'anno per gli stipendi dei deputati, più 63 milioni per i rimborsi e siamo a 144 milioni l'anno. Cui vanno aggiunti 155 milioni per i vitalizi. Un parlamentare italiano residente fuori Roma arriva a intascare fino a 13.000 euro netti al mese (per 12 mensilità). 

https://www.agi.it/fact-checking/stipendi_parlamentari_m5s-4799457/news/2019-01-05/

https://www.ilmessaggero.it/politica/quanto_guadagna_conte_stipendi_politici_oggi_coronavirus_tutte_le_cifre_19_aprile_2020-5180219.html

Premesso ciò, è anche vero che i costi del personale sono spropositati. Secondo il Messaggero, la Camera spende 173 milioni annui per gli stipendi dei dipendenti, senza considerare i pensionati. I dipendenti di Camera e Senato sono come quelli della Banca d'Italia: privilegiati con stipendi abnormi e ingiustificati.  La riforma costituzionale che andiamo confermare ovviamente non tocca il personale ma è logico che un taglio dei parlamentari comporterà presto o tardi un taglio anche ai dipendenti, e io spero soprattutto ai loro stipendi. E questa sarà (insieme all'auspicabile e logico taglio dei fondi ai gruppi parlamentari) un'ulteriore fonte di risparmio non considerata nelle attuali stime. Per quanto riguarda invece gli stipendi dei parlamentari io sarei anche per mantenerli intatti, a patto che lavorino di più e si assentino molto meno. Riducendoli da 945 a 600 dovranno necessariamente lavorare di più. Possibilmente dal lunedì al venerdì e non dal martedì al giovedì come generalmente fanno oggi. E andrà rigorosamente scoraggiato e punito l'assenteismo. Nei casi più gravi anche con la decadenza. 

Secondo noi il messaggero come fonte è attendibile,fino ad un certo punto... asserire che il nostro parlamento è il più costoso al mondo sembra uno scoop mediatico x amplificare il problema, data certi paesi dove la corruzione e il malaffare politico dilagano pensiamo a quelli africani..detto questo..tagliare gli stipendi e i privilegi cosa mai fatta difatti sarebbe secondo logica la cosa giusta da fare,forse una scommessa persa,come il vincolo di mandato ,oppure la diminuzione  monte stupendi..quindi lei fosforo mette il dito nella piaga sbagliata,accecato..dal  fanatismo a cinque stelle,e le disattenzioni costano caro ,nn vorremmo che sbattesse a muso duro,contro il muro degli elettori,dato che ravvisiamo dall'enfasi mostrata che la maggioranza si sta giocando molto su questo referendum come Renzi 4anni fa,insomma un grave errore politicizzare il referendum che può dar senso a molti di fare il gioco pro-contro governo è c'è già chi si frega le mani sia a sx che a dx,uomo avvisato mezzo salvato??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/9/2020 in 13:17 , mark222220 ha scritto:

Urka sig Corto !! E’ sicuro ?? Spesso per andare a rimediare una caxxata altrui se ne fanno 2. La prima per intervenire a sproposito in un argomento che non la riguardava proprio . La seconda perché ad una ne aggiunge un’altra . Io faro’ il possibile per non scrivere più con i PIEDI mentre lei eviti di scrivere con il KULO.   All’uopo allego una scioccgezxuola : il parere della Treccani ...!!

 

nòcca1 (tosc. nòccola) s. f. [dal longob. knohha] (pl. nòcche, ant. o raro le nòcca). – 1.Parte delle dita delle mani e dei piedi corrispondente a un’articolazione: battere con le nsul tavoloalla portalo percosse leggermente con le nocca [il fiasco] (Manzoni). 2. In zoologia, la regione della zampa dei quadrupedi che ha per base l’articolazione metacarpo-falangea (detta anche nodello).

Ammetto l'errore. Non mi costa fatica. La mia fonte era un sito di boxe.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Ammetto l'errore. Non mi costa fatica. La mia fonte era un sito di boxe.

Le è andata bene sig cortomaltese, la ridicola marketta si è un po' trattenuta ma mancava poco che chiamasse *** anche lei.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

Secondo noi il messaggero come fonte è attendibile,fino ad un certo punto... asserire che il nostro parlamento è il più costoso al mondo sembra uno scoop mediatico x amplificare il problema, data certi paesi dove la corruzione e il malaffare politico dilagano pensiamo a quelli africani..detto questo..tagliare gli stipendi e i privilegi cosa mai fatta difatti sarebbe secondo logica la cosa giusta da fare,forse una scommessa persa,come il vincolo di mandato ,oppure la diminuzione  monte stupendi..quindi lei fosforo mette il dito nella piaga sbagliata,accecato..dal  fanatismo a cinque stelle,e le disattenzioni costano caro ,nn vorremmo che sbattesse a muso duro,contro il muro degli elettori,dato che ravvisiamo dall'enfasi mostrata che la maggioranza si sta giocando molto su questo referendum come Renzi 4anni fa,insomma un grave errore politicizzare il referendum che può dar senso a molti di fare il gioco pro-contro governo è c'è già chi si frega le mani sia a sx che a dx,uomo avvisato mezzo salvato??

Ti ripeto, puoi verificarlo anche da altre fonti (serie), ma resta il fatto oggettivo che

il parlamento italiano è oggi, in assoluto, il parlamento (elettivo) più numeroso e più costoso al mondo.

Se ci tieni a conservare questo bel primato, vota NO.   

Ti informo poi che non è il governo ma l'opposizione a strumentalizzare politicamente il referendum. Leghisti e berlusconiani, dopo avere votato in aula per la riforma, hanno raccolto le firme per cancellarla tramite referendum. Ultimamente perfino la Meloni ha dichiarato che il NO potrebbe servire a dare la spallata al governo Conte. Ma un elettore serio guarda solo al merito della questione. Che non riguarda solo questo parlamento ma tutti quelli che avremo nei prossimi decenni.

Ci va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti, che lavora dal martedì al giovedì e che costa ai contribuenti oltre un miliardo e mezzo l'anno? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Ti ripeto, puoi verificarlo anche da altre fonti (serie), ma resta il fatto oggettivo che

il parlamento italiano è oggi, in assoluto, il parlamento (elettivo) più numeroso e più costoso al mondo.

Se ci tieni a conservare questo bel primato, vota NO.   

Ti informo poi che non è il governo ma l'opposizione a strumentalizzare politicamente il referendum. Leghisti e berlusconiani, dopo avere votato in aula per la riforma, hanno raccolto le firme per cancellarla tramite referendum. Ultimamente perfino la Meloni ha dichiarato che il NO potrebbe servire a dare la spallata al governo Conte. Ma un elettore serio guarda solo al merito della questione. Che non riguarda solo questo parlamento ma tutti quelli che avremo nei prossimi decenni.

Ci va bene o no conservare un parlamento di 945 membri (più i senatori a vita) pieno di raccomandati, nominati, fannulloni e assenteisti, che lavora dal martedì al giovedì e che costa ai contribuenti oltre un miliardo e mezzo l'anno? 

Lei dice che è l'opposizione, a politicizzare..poi si ascolta esempio qualcuno della maggioranza  per il No.." il m5s sapendo di  un calo di consensi e la presunta sua sconfitta alle regionali devia il contenzioso e punta tutto sul referendum contando sul fatto che almeno in apparenza poi bisogna vedere in sostanza i leader di Pd e Lega si sono schierati e indirizzano il voto per il Si"  appunto vi é un po di confusione..quindi noi sentiamo voci discordanti e presunti attacchi reciproci, ma rimane il fatto che come i suoi paladini pentastellati anche lei fosforo sembra focalizzarsi sul referendum come se fosse una questione di principio vitale e invece non.una sola parola sulle regionali ..come tutte le.leggende.hanno un fondo di verità ,a pensar male direbbe da dire che vi state aggrappando con tutta la forza al  Si,insomma una campagna elettorale anomala e quindi dal verdetto finale non scontato dato che le apparenze possono ingannare, e qualche esponente del No..sente già il vostro sangue..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora