Paestum, Renzi diventa don Matteo. Ecco il video della predica-comizio dall’altare della basilica

Nelle immagini concesse da InfoCilento.it il comizio di Matteo Renzi nella basilica (attiva e consacrata) della Santissima Annunziata di Paestum. Una scelta, quella di tenere un comizio in chiesa che ha scatenato una ridda di polemiche, tanto che parroco e diocesi hanno preso le distanze, spiegando di non aver autorizzato il comizio.

                                   i  Gif Animata Tom Ride

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

35 messaggi in questa discussione

Nooooo, non è possibile, non credo ai miei occhi: siamo ai comizi in chiesa!!!! Il tappetaro che viene dalla Dc (facendo vergognare i veri democristiani che erano molto più seri, molto più a sinistra e molto più cristiani di lui) si è spinto dove non si era spinto neppure il pagliaccio di Arcore. Un comizio di propaganda politica dall'altare di una chiesa consacrata!!!! Da laico e da non credente mi viene (a dir poco) da vomitare! Questa è profanazione di luogo sacro, questo è vilipendio della religione! Quel parroco dei miei stivali, che non ha impugnato  la frusta per scacciare il mercante dal tempio, va immediatamente rimosso e ridotto allo stato laicale. Sono certo come della morte che un Giovanni XXIII l'avrebbe fatto. Il vescovo e il Vaticano stesso devono elevare una durissima protesta formale. Ma non capisco: oltre al codazzo di politicanti, oltre alla solita claque piddina, oltre ai clientes del ras locale De Luca, oltre ai parassiti e ai mangiatori a sbafo di fritture di pesce, ci sarà pur stato tra i banchi di quella chiesa di Paestum qualche fedele serio e autentico, entrato per pregare e non per ascoltare il comizio di un tappetaro? E che ha fatto? Perché non ha protestato? Mia moglie, cristiana un po' bigotta, donna dolce ma capace di trasformarsi in tigre, se fosse stata lì quei politicanti del kazzo giuro che se li sarebbe mangiati vivi! Un episodio incredibile, ingiustificabile, inammissibile, un antipasto di ciò che potrebbe fare, qualora vincesse le elezioni (il cielo ce ne scampi e liberi) questo irresponsabile bambinone viziato, questo serpente a sonagli assetato di potere, che persegue i suoi fini senza rispettare niente e nessuno. Ma forse qualche forumista magnanimo (vi ricordate le parole dell'avvocato Mills dopo la prescrizione? Siete un popolo cattolico, credete nel perdono) dirà che il tappetaro si era rifugiato in chiesa per mettersi al sicuro dalle uova e dai pomodori. Roba da matti! Ma provate a pensare che putiferio si sarebbe scatenato nel paese e sui media se fosse stato il delinquente di Arcore, a suo tempo, a tenere un comizio in chiesa! Non c'è niente da fare: ogni giorno che passa mi conferma che Renzi è peggio, molto, ma molto, ma moltoooo peggio di Berlusconi.  È un buono a nulla capace di tutto. È molto più pericoloso del piduista per la democrazia e per le istituzioni democratiche. Molto meglio un puttaniere conclamato, un peccatore confesso, che un fariseo ipocrita e bugiardo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Nooooo, non è possibile, non credo ai miei occhi: siamo ai comizi in chiesa!!!! Il tappetaro che viene dalla Dc (facendo vergognare i veri democristiani che erano molto più seri, molto più a sinistra e molto più cristiani di lui) si è spinto dove non si era spinto neppure il pagliaccio di Arcore. Un comizio di propaganda politica dall'altare di una chiesa consacrata!!!! Da laico e da non credente mi viene (a dir poco) da vomitare! Questa è profanazione di luogo sacro, questo è vilipendio della religione! Quel parroco dei miei stivali, che non ha impugnato  la frusta per scacciare il mercante dal tempio, va immediatamente rimosso e ridotto allo stato laicale. Sono certo come della morte che un Giovanni XXIII l'avrebbe fatto. Il vescovo e il Vaticano stesso devono elevare una durissima protesta formale. Ma non capisco: oltre al codazzo di politicanti, oltre alla solita claque piddina, oltre ai clientes del ras locale De Luca, oltre ai parassiti e ai mangiatori a sbafo di fritture di pesce, ci sarà pur stato tra i banchi di quella chiesa di Paestum qualche fedele serio e autentico, entrato per pregare e non per ascoltare il comizio di un tappetaro? E che ha fatto? Perché non ha protestato? Mia moglie, cristiana un po' bigotta, donna dolce ma capace di trasformarsi in tigre, se fosse stata lì quei politicanti del kazzo giuro che se li sarebbe mangiati vivi! Un episodio incredibile, ingiustificabile, inammissibile, un antipasto di ciò che potrebbe fare, qualora vincesse le elezioni (il cielo ce ne scampi e liberi) questo irresponsabile bambinone viziato, questo serpente a sonagli assetato di potere, che persegue i suoi fini senza rispettare niente e nessuno. Ma forse qualche forumista magnanimo (vi ricordate le parole dell'avvocato Mills dopo la prescrizione? Siete un popolo cattolico, credete nel perdono) dirà che il tappetaro si era rifugiato in chiesa per mettersi al sicuro dalle uova e dai pomodori. Roba da matti! Ma provate a pensare che putiferio si sarebbe scatenato nel paese e sui media se fosse stato il delinquente di Arcore, a suo tempo, a tenere un comizio in chiesa! Non c'è niente da fare: ogni giorno che passa mi conferma che Renzi è peggio, molto, ma molto, ma moltoooo peggio di Berlusconi.  È un buono a nulla capace di tutto. È molto più pericoloso del piduista per la democrazia e per le istituzioni democratiche. Molto meglio un puttaniere conclamato, un peccatore confesso, che un fariseo ipocrita e bugiardo.

c'era anche fritture di pesce forse volevano anche loro moltiplicare i pesci ?  Gif Animata Tom Ride

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non buttiamola troppo sul ridere, Monello. Anche se è sicuro che l'episodio darà la stura alla vis satirica di Maurizio Crozza. Mi aspetto una scenetta memorabile: il tappetaro in chiesa, sull'altare, il governatore De Luca e il sindaco delle fritture di pesce ad ascoltare l'omelia tra i banchi. Assolutamente imperdibile! Tuttavia dobbiamo ritornare seri e dire che il fatto di Paestum è di una gravità assoluta, inaudita. Prima facevo l'ipotesi di Berlusconi, ma proviamo anche a immaginare che putiferio si scatenerebbe se fosse Grillo a fare un comizio da un altare, magari lanciando qualche vaffa a mo' di benedizione. Renzi è un pericolo per la democrazia perché non è in grado di controllarsi ma ha il controllo totale della televisione pubblica.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo31 ha scritto:

Non buttiamola troppo sul ridere, Monello. Anche se è sicuro che l'episodio darà la stura alla vis satirica di Maurizio Crozza. Mi aspetto una scenetta memorabile: il tappetaro in chiesa, sull'altare, il governatore De Luca e il sindaco delle fritture di pesce ad ascoltare l'omelia tra i banchi. Assolutamente imperdibile! Tuttavia dobbiamo ritornare seri e dire che il fatto di Paestum è di una gravità assoluta, inaudita. Prima facevo l'ipotesi di Berlusconi, ma proviamo anche a immaginare che putiferio si scatenerebbe se fosse Grillo a fare un comizio da un altare, magari lanciando qualche vaffa a mo' di benedizione. Renzi è un pericolo per la democrazia perché non è in grado di controllarsi ma ha il controllo totale della televisione pubblica.

Saluti

meglio ridere tanto sino a quando in italia ci sono gli italiani non cambierà nulla, gente che vende il voto per qualche euro, altri che lo barattanoin cambio di promesse di un lavoro qualcuno lo cede per un favore o una raccomandazione etc etc.. Ormai per quelli che hanno una dignità e non si prostit.uiscono al potere c'è solo un modo per cambiare la situazione attuale votare il meno peggio sperando nel cambiamento,  in alternativa lasciare l'italia come stanno facendo sempre più giovani e anziani che sarebbe la cosa migliore come  !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il prete vestito di bianco, oltre far attenzione ai suoi amiketti islamici, x i quali predica accoglienza ma in casa d'altri, nn deve perder di vista il grande statista PiDdino il quale, visto il flop politico/ferroviario, vuole provare con quelli religiosi xtanto inizia ad allenarsi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 gentile Fosforo, da parte della kiesa nessuno troverà da ridire poiké, quando il prete ke veste bianco, dà quale esempio di rispetto x il nostro Credo nei riti pasquali, la lavanda dei piedi a degli islamici, tutto ciò ke arriva dopo, é una tollerata conseguenza...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, monello.07 ha scritto:

meglio ridere tanto sino a quando in italia ci sono gli italiani non cambierà nulla, gente che vende il voto per qualche euro, altri che lo barattanoin cambio di promesse di un lavoro qualcuno lo cede per un favore o una raccomandazione etc etc.. Ormai per quelli che hanno una dignità e non si prostit.uiscono al potere c'è solo un modo per cambiare la situazione attuale votare il meno peggio sperando nel cambiamento,  in alternativa lasciare l'italia come stanno facendo sempre più giovani e anziani che sarebbe la cosa migliore come  !

xké mai dovremmo esser noi itaGliani da generazioni lasciar il nostro paese solo xké quattro incapaci nn san governare l'ItaGlia ed oltrettutto, l'han venduta all'UE x tenerci,  nn senza interesse personale, tutta l'africa ke ci invade?  molto meglio se ne vadano loro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

xké mai dovremmo esser noi itaGliani da generazioni lasciar il nostro paese solo xké quattro incapaci nn san governare l'ItaGlia ed oltrettutto, l'han venduta all'UE x tenerci,  nn senza interesse personale, tutta l'africa ke ci invade?  molto meglio se ne vadano loro.

Perchè noi itagliani siamo capaci di mandarli via ? Non credo proprio considerato che sono oltre 25 anni che fanno quello che vogliono e la gente continua a votarli invece di mandarli a quel paese a calci nel sedere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, monello.07 ha scritto:

Perchè noi itagliani siamo capaci di mandarli via ? Non credo proprio considerato che sono oltre 25 anni che fanno quello che vogliono e la gente continua a votarli invece di mandarli a quel paese a calci nel sedere.

io vedo i fatti leggermente differenti. sarebbe facile mandarli via se, quando in aula viene proposto quello ke nn va, si votasse contro anziké alzar le terga ed andarsene x assicurarsi il quinquennio pensionabile e guarda, ke questo discorso é valido, come si suol dire,  x l'asino e x ki lo tira.

x il resto, potremmo scaricarli se tutti gli itaGliani, intendo quelli da generazioni, al momento di votare, anzikè far la gita fuori porta, andassero compatti alle urne: poi, quello ke viene, viene, ma almeno un governo eletto dal popolino ke, attualmente, di sovrano ha solo l'etiketta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se è per quello è dal dopo guerra che la chiesa fà apertamente politica in chiesa......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

Se è per quello è dal dopo guerra che la chiesa fà apertamente politica in chiesa......

... x l'appunto!  bastano ed avanzano già loro senza ke si mettano far concorrenza pure i politicanti di mestiere...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, sempre135 ha scritto:

Se è per quello è dal dopo guerra che la chiesa fà apertamente politica in chiesa......

Non ho mai sentito un prete che in chiesa cerca di far propaganda politica per la DX o la SX, per la povertà si !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

... x l'appunto!  bastano ed avanzano già loro senza ke si mettano far concorrenza pure i politicanti di mestiere...

Già...per l'appunto....la dx non fà propaganda.....persino la comunione al divorziato berlu non è propaganda.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, monello.07 ha scritto:

Non ho mai sentito un prete che in chiesa cerca di far propaganda politica per la DX o la SX, per la povertà si !

Persino il papa denigrò l'invasione della Russia alla finlandia, ma non condanno mai l'invasione della Germania all'Olanda, disse semplicemente che era vicino alla popolazione, per la loro povertà più della loro non c'è ne, difatti non condannarono mai il fascio proprio grazie a tutti i soldi che "lui" gli passo....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, non esageriamo. Lo so bene che la Chiesa ha fatto e fa politica. Ma è pieno diritto del papa e dei preti parlare di temi sociali, di solidarietà, di pace tra le nazioni, etc. cioè fare politica nel senso più nobile. Anzi è un loro dovere.  D'altra parte so bene che ci sono cattivi, pessimi sacerdoti che sotto elezioni o la domenica stessa del voto usano dall'altare furbi giri di parole (i preti, come i politici e gli avvocati, vivono di parole) per indurre i fedeli a votare per tale partito e/o a non votare per talaltro partito. Talora, specie nel segreto del confessionale, può capitare di ricevere un suggerimento esplicito. Per esempio, io so per certo, perché mi è stata riferita più di una testimonianza diretta, che in uno dei più grandi e famosi santuari italiani qualche miserabile confessore faceva esplicita e sistematica raccomandazione ai penitenti affinché votassero SI' al referendum costituzionale, prospettando scenari catastrofici se la riforma non fosse passata. E qui  confesso anch'io una cosa: fu proprio dopo che venni a conoscenza di questo andazzo vergognoso che persi quasi tutte le mie speranze in una vittoria del NO. Tra i tanti poteri forti schierati per il SI' c'era pure la Chiesa. Mi sbagliavo: per una volta avevo sottovalutato la laicità e l'autonomia di giudizio degli italiani, dimenticando che già nel secolo scorso essi si erano ribellati alla Chiesa e alla Dc nei referendum sul divorzio e sull'aborto.

Premesso ciò, il caso di cui stiamo parlando è ben diverso, e a mia memoria senza precedenti. Un politico impegnato in un tour elettorale occupa una chiesa consacrata, occupa le prime file dei banchi riservandole ai politici amici suoi (da De Luca e figlio al sindaco di Agropoli, il famoso friggitore di pesce) e ai loro portaborse, sale sull'altare e fa un comizio politico. Ora io penso che nemmeno i più viscerali odiatori di Renzi, nemmeno i più fanatici grillini potevano mai immaginare che un attacco esplicito al Movimento 5 Stelle sarebbe un giorno venuto da un altare, ma non da un prete bensì da un politico, da un ex presidente del Consiglio. Il quale con ciò ha profanato sia quel luogo sacro sia quel poco o nulla di nobile e di sacro che resta nella politica. Questo squallido personaggio ha toccato il fondo con questo vomitevole episodio, o ha in serbo  ancora di peggio? VERGOGNA!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Ragazzi, non esageriamo. Lo so bene che la Chiesa ha fatto e fa politica. Ma è pieno diritto del papa e dei preti parlare di temi sociali, di solidarietà, di pace tra le nazioni, etc. cioè fare politica nel senso più nobile. Anzi è un loro dovere.  D'altra parte so bene che ci sono cattivi, pessimi sacerdoti che sotto elezioni o la domenica stessa del voto usano dall'altare furbi giri di parole (i preti, come i politici e gli avvocati, vivono di parole) per indurre i fedeli a votare per tale partito e/o a non votare per talaltro partito. Talora, specie nel segreto del confessionale, può capitare di ricevere un suggerimento esplicito. Per esempio, io so per certo, perché mi è stata riferita più di una testimonianza diretta, che in uno dei più grandi e famosi santuari italiani qualche miserabile confessore faceva esplicita e sistematica raccomandazione ai penitenti affinché votassero SI' al referendum costituzionale, prospettando scenari catastrofici se la riforma non fosse passata. E qui  confesso anch'io una cosa: fu proprio dopo che venni a conoscenza di questo andazzo vergognoso che persi quasi tutte le mie speranze in una vittoria del NO. Tra i tanti poteri forti schierati per il SI' c'era pure la Chiesa. Mi sbagliavo: per una volta avevo sottovalutato la laicità e l'autonomia di giudizio degli italiani, dimenticando che già nel secolo scorso essi si erano ribellati alla Chiesa e alla Dc nei referendum sul divorzio e sull'aborto.

Premesso ciò, il caso di cui stiamo parlando è ben diverso, e a mia memoria senza precedenti. Un politico impegnato in un tour elettorale occupa una chiesa consacrata, occupa le prime file dei banchi riservandole ai politici amici suoi (da De Luca e figlio al sindaco di Agropoli, il famoso friggitore di pesce) e ai loro portaborse, sale sull'altare e fa un comizio politico. Ora io penso che nemmeno i più viscerali odiatori di Renzi, nemmeno i più fanatici grillini potevano mai immaginare che un attacco esplicito al Movimento 5 Stelle sarebbe un giorno venuto da un altare, ma non da un prete bensì da un politico, da un ex presidente del Consiglio. Il quale con ciò ha profanato sia quel luogo sacro sia quel poco o nulla di nobile e di sacro che resta nella politica. Questo squallido personaggio ha toccato il fondo con questo vomitevole episodio, o ha in serbo  ancora di peggio? VERGOGNA!

Caro fosforo al peggio non c'è mai fine e, mr-bean-renzie è la prova vivente riuscendo a scalzare anche il nanetto, a proposito quale è dei sette pisellino ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, sempre135 ha scritto:

Già...per l'appunto....la dx non fà propaganda.....persino la comunione al divorziato berlu non è propaganda.....

la comunione al Berlusca, divorziato, nn c'entra niente con la politica infatti molti sono i sacerdoti ke NON la negano ai separati e poi divorziati. Sai quanti altri politici, anke di Sx, o semplicemente banderuole x nn perdere la seggiolina, con situazioni meno pubblicizzate da certa stampa, ma simili nel contenuto, partecipano alla comunione e nn si scandalizza nessuno?

x le comunioni ai divorziati, ke tanto deplori, (o ti indigna solo quella del berlusca?), caso mai se la vedranno col loro Creatore i sacerdoti ke le impartiscono.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

(o ti indigna solo quella del berlusca?

Quella del berlu in modo particolare...come quasi tutte le sue azioni....sanno di ipocrisia....congenita....comunque altri ancora si ispirano a Francesco, non il papa eh,.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Quella del berlu in modo particolare...come quasi tutte le sue azioni....sanno di ipocrisia....congenita....comunque altri ancora si ispirano a Francesco, non il papa eh,.....

si é capito benissimo ke il nome berlusca ti va venire l'orticaria ma sulla religione lascerei perdere poiké se la sua comunione la ritieni un gesto deprecabile, di logica dovresti deprecare il predicozzo elettorale del renzi nella kiesa a Paestum, vero? 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
CONDIVIDI340
 

“In una chiesa dove si celebra regolarmente non si possono fare comizi dall’altare. Nemmeno la Democrazia Cristiana lo faceva, anche perché non ne aveva bisogno dato che a volte erano proprio i preti a dare chiare indicazioni di voto durante l’omelia”. Monsignor Antonino Raspanti, vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana per il Sud e vescovo di Acireale, a ilfattoquotidiano.it si dice molto “stupito” per il comizio che Matteo Renzi ha tenuto dall’altare della Basilica della SS. Annunziata di Paestum. Il parroco, don Johnny Kaitharath, e il vescovo di Vallo della Lucania, monsignor Ciro Miniero, hanno dichiarato di essere stati all’oscuro di tutto. Lo stesso presule, contattato da ilfattoquotidiano.it, si è limitato a ribadire di “non avere niente da aggiungere”.

E vai come posta pm71

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

si é capito benissimo ke il nome berlusca ti va venire l'orticaria ma sulla religione lascerei perdere poiké se la sua comunione la ritieni un gesto deprecabile, di logica dovresti deprecare il predicozzo elettorale del renzi nella kiesa a Paestum, vero? 

 

Più che orticaria...volta stomac.....il mio giudizio negativo su ciò è anche perchè come persona decantava ad ogni occasione quei valori di cristianità, alle volte come sua abitudine attaccava dell'umorismo alle cose anche di chiesa, mi riferisco alla barzelletta su suo figlio....quello che non andò giù è che nell suo giudizio negativo verso gli altri a lui permisero anche quello, ed in una occasione, per me di pubblicità per lui, al funerale di vianello mi pare...la sua è stata solo una forma di pubblicità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

Più che orticaria...volta stomac.....il mio giudizio negativo su ciò è anche perchè come persona decantava ad ogni occasione quei valori di cristianità, alle volte come sua abitudine attaccava dell'umorismo alle cose anche di chiesa, mi riferisco alla barzelletta su suo figlio....quello che non andò giù è che nell suo giudizio negativo verso gli altri a lui permisero anche quello, ed in una occasione, per me di pubblicità per lui, al funerale di vianello mi pare...la sua è stata solo una forma di pubblicità.

x pura democrazia rispetto il tuo pensiero xò, come sempre, ki é a SX, usa i soliti due pesi e due misure seconda si giudki uno di DX oppure si sorvola, minimizza, meglio ancora nn si parla, di uno di SX o + specificatam del PD.

la prova me la stai dando tu condannando l'eucarestia ricevuta dal divorziato berlusconi, dalla quale son passati diversi anni, ma riesumata ad hoc x controbattere il recentissimo  predicozzo politicizzato del renzi, tenutosi in kiesa a Paestum e, a detta  dei preti, sempre di Paestum, esser pienamente all'oscuro del nuovo vangelo, della nuova omelia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un tempo (nella Prima Repubblica, prima che degenerasse nel craxismo e nella corruzione) i confronti e i dibattiti politici erano interessanti. Non c'erano i talk show televisivi, c'era solo una storica trasmissione chiamata Tribuna Politica. Le polemiche personali erano rare, si parlava e ci si azzuffava soprattutto sui fatti, sulle idee e sulle ideologie; ma, se un politico veniva attaccato da un avversario, di solito replicava alle accuse nel merito. Oggi invece il 99% dei politici si difende (o viene difeso dal servo sciocco di turno) per lo più buttando la palla nel campo avverso. Più che della mancanza di argomenti seri ciò è conseguenza di seri difetti culturali. Così al fattaccio vergognoso e inaudito di Paestum si replica tirando in ballo Berlusconi, il quale va in chiesa pure lui ma ci va addirittura per farsi la comunione, cosa che, lungi dall'essere normale, viene considerata da certi bigotti e da certi faziosi peccato assai più grave (per un divorziato) dell'andare in chiesa per farci un comizio. Oppure si replica tirando in ballo Di Maio, reo di avere profanato il duomo di Napoli il giorno della festa e del miracolo (per chi ci crede) di San Gennaro, e per avere osato baciare l'ampolla del sangue del martire come migliaia di altri fedeli. Ma è appena ovvio, per chi non ha il cervello divorato dalla faziosità, che Berlusconi ha tutto il diritto di accostarsi ai sacramenti, ammesso che abbia trovato un confessore capace di assolverlo (e da ben più gravi peccati che il divorzio). Come pure Di Maio o qualsiasi altro politico (anche un peccatore incallito) ha tutto il diritto di mettersi in fila per baciare una reliquia. Mentre un politico che usa una chiesa consacrata  (per giunta senza l'autorizzazione del parroco, ma è un dettaglio inessenziale) per farci un comizio elettorale, per autocelebrarsi e per attaccare gli avversari, fa una cosa immorale, scandalosa e vergognosa sotto tutti i punti di vista. Per convincersene basta provare a immaginare il putiferio che si sarebbe scatenato sulle reti di Telerenzi (ex Rai) e sui giornaloni vicini al Pd, se il comizio in chiesa l'avesse fatto Berlusconi oppure Grillo o Di Maio, attaccando Renzi e il Pd dall'altare. Apriti cielo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963