Primo bilancio della pandemia

Siamo quasi in autunno, non sappiamo a cosa andremo incontro, ma voltandoci indietro cosa possiamo dire?? Le previsioni di Zangrillo e Bassetti sul fatto che il Covid fosse un influenza con buona probabilità si sono avverate altrimenti la terapia intensiva non sarebbe quasi un deserto, adesso 8settembre si intravede un minimo rialzo e le previsioni future sono in mano al Signore, ma in altrettanto modo o maniera possiamo affermare che le televisioni di Berlusconi e anche quelle di stato,per non parlare dei giornali e delle radio di regime hanno privilegiato i gufi allarmisti e la loro tesi drammatica, x spingere i cittadini al consumo e cosi fare grossi affari a virologi improvvisati con studi privati ,ricordatevi Zangrillo lavora al San Raffaele di Milano e si può accedere con la mutua e non solo per il business ..motivo il quale della sua nomina a Negazionista e eventuali sberleffi, prese in giro,noi siamo qua a ricordare l'errore sopratutto di Mediaset che fa il gioco catastrofista, ma poi il suo capo Silvio va da Zangrillo a farsi curare,mica sc&mo lo sa che e' competente e invece gli altri sono ciarlatani pronti solo a speculare e far soldi sul virus,e dopo questa canzonata che abbiamo fatto,andate in pace

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

1 ora fa, marzianobravo ha scritto:

Siamo quasi in autunno, non sappiamo a cosa andremo incontro, ma voltandoci indietro cosa possiamo dire?? Le previsioni di Zangrillo e Bassetti sul fatto che il Covid fosse un influenza con buona probabilità si sono avverate altrimenti la terapia intensiva non sarebbe quasi un deserto, adesso 8settembre si intravede un minimo rialzo e le previsioni future sono in mano al Signore, ma in altrettanto modo o maniera possiamo affermare che le televisioni di Berlusconi e anche quelle di stato,per non parlare dei giornali e delle radio di regime hanno privilegiato i gufi allarmisti e la loro tesi drammatica, x spingere i cittadini al consumo e cosi fare grossi affari a virologi improvvisati con studi privati ,ricordatevi Zangrillo lavora al San Raffaele di Milano e si può accedere con la mutua e non solo per il business ..motivo il quale della sua nomina a Negazionista e eventuali sberleffi, prese in giro,noi siamo qua a ricordare l'errore sopratutto di Mediaset che fa il gioco catastrofista, ma poi il suo capo Silvio va da Zangrillo a farsi curare,mica sc&mo lo sa che e' competente e invece gli altri sono ciarlatani pronti solo a speculare e far soldi sul virus,e dopo questa canzonata che abbiamo fatto,andate in pace

Berlusconi può farsi curare dove vuole..perché va da Zangrillo a farsi curare e non da retta alle sue televisioni?? Briatore idem con patate,loro possono scegliere, xché affidarsi ad un cosidetto negazionista?? Con tutti i Virologi gufi allarmisti pronti ad approfittarne, é un vero peccato, del resto noi se x iella capitasse ...andremmo con la mutua, voi forumisti catastrofisti  invece fedeli alla vostra linea andate pure in studi privati dai vostri paladini 

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, marzianobravo ha scritto:

Berlusconi può farsi curare dove vuole..perché va da Zangrillo a farsi curare e non da retta alle sue televisioni?? Briatore idem con patate,loro possono scegliere, xché affidarsi ad un cosidetto negazionista?? Con tutti i Virologi gufi allarmisti pronti ad approfittarne, é un vero peccato, del resto noi se x iella capitasse ...andremmo con la mutua, voi forumisti catastrofisti  invece fedeli alla vostra linea andate pure in studi privati dai vostri paladini 

Da un pericoloso bufalaro come Zangrillo ci si può aspettare di tutto. Ultimamente è stato sbugiardato su tutta la linea dal presidente della sua stessa Associazione, quella dei medici anestesisti e rianimatori ospedalieri (AAROI-EMAC), il quale in un'intervista a Repubblica ha dichiarato che non solo il Covid non è affatto clinicamente morto ma oggi è virulento e aggressivo esattamente quanto a marzo e aprile (anche se abbiamo assai meno casi gravi, ma solo grazie alle misure di profilassi attuate):

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/09/06/news/l_associazione_anestesisti_i_casi_di_covid_gravi_come_a_marzo_il_virus_non_e_meno_aggressivo_-266395144/

Tra l'altro lo stesso Zangrillo non sembra più del tutto convinto della "inesistenza clinica del Covid", se è vero che sul suo paziente Berlusconi sta addirittura tentando una cura sperimentale con il Remdesivir, costoso farmaco antivirale usato sui malati di EBOLA (!) ma la cui efficacia sul Covid è tuttora controversa. Un trattamento completo (6 fiale) costa circa 2400 dollari, il farmaco non è ancora approvato dall'AIFA per la vendita in Italia. 

Quanto a Bassetti, lui si è limitato a dire che il Covid è più simile a un'influenza che alla peste bubbonica. Probabilmente si riferiva alla sintomatologia più che alla letalità. Oggi la peste bubbonica (trattata con antibiotici) ha una letalità del 10% circa e fa poche centinaia di vittime l'anno nel mondo. In effetti, se assumiamo per la comune influenza una letalità dello 0,1%, essa risulta più vicina a quella del Covid la cui letalità effettiva oggi è probabilmente inferiore all'1%. Tuttavia, alla fine ciò che conta non è la letalità ma la mortalità ed è allora opportuno sgomberare il campo da un grosso equivoco nel quale inizialmente ero caduto anch'io. Spesso si legge che la normale influenza stagionale causa 6-8mila decessi l'anno in Italia. Quindi il rapporto tra le vittime del Covid finora accertate (oltre 35.500) e le vittime dell'influenza sarebbe pari a circa 5 a 1. In realtà noi dobbiamo confrontare le cifre uffi.ciali, e il bilancio uffi.ciale della stagione influenzale 2018-19 parla di un totale di 198 decessi accertati per influenza. Attenzione: la grande maggioranza di queste 198 vittime presentava una o più comorbità gravi, esattamente come si verifica tra le vittime accertate del Covid.

https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/08/22/andata-la-stagione-influenzale-tutti-numeri-italia/

Quindi il rapporto tra la mortalità confermata del Covid e quella della comune influenza sale a ben 180 a 1.

Ma allora da dove saltano fuori le 6-8mila vittime annue dell'influenza di cui si legge? Per quanto ho potuto capire, si tratta di una stima molto grossolana che tiene conto della grande diffusione dei virus influenzali (che colpiscono ogni anno circa il 9% della popolazione italiana) e che ipotizza una qualche correlazione, anche molto debole, di questa infezione diffusa con la mortalità generale. Teniamo anche conto che per arginare l'influenza non si ricorre alle misure profilattiche draconiane e senza precedenti messe in campo contro il Covid. Quest'ultimo, in assenza di profilassi, ha un Ro ben maggiore di quello dell'influenza (all'incirca il doppio) quindi in assenza di misure il Covid avrebbe infettato ben più del 9% della popolazione e avrebbe fatto ben più che 35.000 vittime. In definitiva è assurdo paragonare, sul piano della mortalità, questo coronavirus ai comuni virus influenzali.

ll Covid-19 è intrinsecamente molto più contagioso e terribilmente più letale della comune influenza.  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Da un pericoloso bufalaro come Zangrillo ci si può aspettare di tutto. Ultimamente è stato sbugiardato su tutta la linea dal presidente della sua stessa Associazione, quella dei medici anestesisti e rianimatori ospedalieri (AAROI-EMAC), il quale in un'intervista a Repubblica ha dichiarato che non solo il Covid non è affatto clinicamente morto ma oggi è virulento e aggressivo esattamente quanto a marzo e aprile (anche se abbiamo assai meno casi gravi, ma solo grazie alle misure di profilassi attuate):

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/09/06/news/l_associazione_anestesisti_i_casi_di_covid_gravi_come_a_marzo_il_virus_non_e_meno_aggressivo_-266395144/

Tra l'altro lo stesso Zangrillo non sembra più del tutto convinto della "inesistenza clinica del Covid", se è vero che sul suo paziente Berlusconi sta addirittura tentando una cura sperimentale con il Remdesivir, costoso farmaco antivirale usato sui malati di EBOLA (!) ma la cui efficacia sul Covid è tuttora controversa. Un trattamento completo (6 fiale) costa circa 2400 dollari, il farmaco non è ancora approvato dall'AIFA per la vendita in Italia. 

Quanto a Bassetti, lui si è limitato a dire che il Covid è più simile a un'influenza che alla peste bubbonica. Probabilmente si riferiva alla sintomatologia più che alla letalità. Oggi la peste bubbonica (trattata con antibiotici) ha una letalità del 10% circa e fa poche centinaia di vittime l'anno nel mondo. In effetti, se assumiamo per la comune influenza una letalità dello 0,1%, essa risulta più vicina a quella del Covid la cui letalità effettiva oggi è probabilmente inferiore all'1%. Tuttavia, alla fine ciò che conta non è la letalità ma la mortalità ed è allora opportuno sgomberare il campo da un grosso equivoco nel quale inizialmente ero caduto anch'io. Spesso si legge che la normale influenza stagionale causa 6-8mila decessi l'anno in Italia. Quindi il rapporto tra le vittime del Covid finora accertate (oltre 35.500) e le vittime dell'influenza sarebbe pari a circa 5 a 1. In realtà noi dobbiamo confrontare le cifre uffi.ciali, e il bilancio uffi.ciale della stagione influenzale 2018-19 parla di un totale di 198 decessi accertati per influenza. Attenzione: la grande maggioranza di queste 198 vittime presentava una o più comorbità gravi, esattamente come si verifica tra le vittime accertate del Covid.

https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/08/22/andata-la-stagione-influenzale-tutti-numeri-italia/

Quindi il rapporto tra la mortalità confermata del Covid e quella della comune influenza sale a ben 180 a 1.

Ma allora da dove saltano fuori le 6-8mila vittime annue dell'influenza di cui si legge? Per quanto ho potuto capire, si tratta di una stima molto grossolana che tiene conto della grande diffusione dei virus influenzali (che colpiscono ogni anno circa il 9% della popolazione italiana) e che ipotizza una qualche correlazione, anche molto debole, di questa infezione diffusa con la mortalità generale. Teniamo anche conto che per arginare l'influenza non si ricorre alle misure profilattiche draconiane e senza precedenti messe in campo contro il Covid. Quest'ultimo, in assenza di profilassi, ha un Ro ben maggiore di quello dell'influenza (all'incirca il doppio) quindi in assenza di misure il Covid avrebbe infettato ben più del 9% della popolazione e avrebbe fatto ben più che 35.000 vittime. In definitiva è assurdo paragonare, sul piano della mortalità, questo coronavirus ai comuni virus influenzali.

ll Covid-19 è intrinsecamente molto più contagioso e terribilmente più letale della comune influenza.  

Quando un individuo senza arte né parte e senza nessuna competenza da del pericoloso Bufalaro a il Prof Zangrillo e lo fa solo perché quest’ultimo e’ il medico personale di Berlusconi, vuol dire che siamo di fronte ad un idio ta allo stadio terminale . Per chi non lo sapesse il Prof Zangrillo e’ un illustre scienziato primario del San Raffaele che , sempre per chi non lo sapesse , e’ un importante ospedale non solo italiano bensi europeo . Mi sembra più che normale affermare con forza , che siamo di fronte ad un individuo ributtante che approfitta dei social per sfogare la sua enorme quantità di odio che si porta appresso da semplice nullità qual E’ e che di volta in volta si spende per apparire illustre virologo , grande economista , formidabile politologo , elevato commentatore sportivo , linguista di fama mondiale etc etc !! In realtà sto personaggetto e’ un frustrato . Una frustrazione che si porta dietro dall’infanzia e che deve per forza di cose scaricare . E’ lapalissiano che il Barber Shop di Carmine non gli basta più e deve allargare il fronte affinché non gli manchi l’elemento per lui indispensabile affinché la sua triste vita passata al sesto piano di un fatiscente condominio senza ascensore di Napoli gli possa migliorare la qualità della vita . E così facendo scrive putta na te su put ta nate , tutto ed il contrario di tutto . Incensa personaggi che poi , dimenticandosi di averne detto bene , caccia nel cestino perché non più funzionali alla sua miserabile strategia . Penoso !! Nel post sopra dice che 6/8 mila decessi per influenza e’ un equivoco !! Un equivoco in cui era cascato anche lui .  Il Cazzaro ci ha frantumato i testicoli per 3 mesi giurando su quella idea. Ha scritto decine di post su quello che ora smentisce autoassolvendosi con un “equivoco “ . Testadiminkia , ma chi eri te a cercare di imbonire gli storioni con le tue caz.z.ate ?? Da che mondo e mondo le teorie medico scientifiche le trattano i medici e chi ha competenze . E te , poco più che posteggiatore abusivo , tutti i giorni tenevi una “rubrica “ sul forum ed hai scritto 100.000 caz za te e migliaia e migliaia di pagine . Razza di inbexxille !! Bassetti dice l’opposto di te !! E’ d’accordo con Zangrillo ed e’ inutile che tu cerchi di annettertelo. Primo perché non si capisce cosa caz.z.o c’entri te con un primario dell’Ospedale di Genova , secondo perché Bassetti appartiene alla schiera dei medici non allarmisti , non negazionisti , ma te , idio ta devi smettere di considerarlo un allarmista come te . Sei un Bufalaro professionista nel copiaincolla abbeverandoti ai siti che sono al momento funzionali a quel che vuoi far apparire . E’ inutile che tu presenti conti , conteggi e conticini fatti da altri che possono essere smentiti domani o dopodomani . Ma a te , Cazzaro , non ti interessa . A te interessa apparire come conviene a tutti i palloni gonfiati !!

 
“Insieme ad Alberto Zangrillo, Matteo Bassetti è uno di quei medici che hanno affrontato il coronavirus sul campo e che quindi cercano di rassicurare i cittadini sui dati in crescita dei contagi giornalieri. Direttore della clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, Bassetti da tempo dichiara che i nuovi casi non possono essere paragonati a quelli di marzo e aprile, dato che rispetto ad allora il Covid ha perso carica virale. Per spiegare la nuova evoluzione dell’epidemia, Bassetti ha elaborato alcune tabelle: “Ho analizzato i dati mondiali ufficiali dell’Oms per vedere come l’aumento dei contagi nei vari Stati abbia influenzato le ospedalizzazioni e i decessi di questo paese”. 

 


 

 
  •  
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963