zitta e subisci tu sei la mia asina.assolto.perchè??

In pratica si applicano le leggi straniere. In Italia le leggi marocchine hanno la prevalenza su quelle italiane

«Stai zitta, tu non sei la mia donna, sei la mia asina: devi subire in silenzio». Così il Marocchino si rivolgeva alla moglie, insultandola e maltrattandola.

«In Marocco quando si litiga si usa così – hanno spiegato i testi nel processo -: la donna viene chiamata asina e lei a sua volta si rivolge all’uomo dandogli dell’omosexxuale». Al che non si capisce perché non rimangano in Marocco.

A.L., marocchino 48enne residente a Feltre, alla sbarra per maltrattamenti e lesioni alla fine è stato assolto. La sentenza è arrivata ieri in Tribunale a Belluno. Il pm aveva chiesto 3 anni di reclusione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

c'é poco da porsi domande: ki ha giudicato ed assolto il marokkino é della sua stessa pasta ed é della stessa pasta ogni tipo di magistrato ke assolve TUTTI gli altri uomini (kiarisco x la buona pace dei soliti buonisti) ke mancano di rispetto a TUTTE le donne.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, uvabianca111 ha scritto:

c'é poco da porsi domande: ki ha giudicato ed assolto il marokkino é della sua stessa pasta ed é della stessa pasta ogni tipo di magistrato ke assolve TUTTI gli altri uomini (kiarisco x la buona pace dei soliti buonisti) ke mancano di rispetto a TUTTE le donne.

Non è esatto.Se la parte lesa ha ritirato la denuncia e nega l'accusa e dice che tutto va bene,il giudice NON può fare nulla.Assolve il caprone in attesa della prossima tornata di sberle.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, virus128 ha scritto:

Non è esatto.Se la parte lesa ha ritirato la denuncia e nega l'accusa e dice che tutto va bene,il giudice NON può fare nulla.Assolve il caprone in attesa della prossima tornata di sberle.

ma x forza: se la parte lesa ritira la denuncia,  finisce a tarallucci e vino e, appena a casa, altri ceffoni xké la vittima ha osato denunciare.

il caos nasce da leggi farlokke e magistrati ke le vogliono "interpretare" quasi sempre a favore del maskio, così ci si sentiamo raccontare come le 40 coltellate inferte alla fù povera Melania, nn furono crudeltà ma carezze post mortem o ke l'assassino, proprio nel momento ke uccideva, era preda di un raptus altrimenti é tanto una brava persona ed altre assurde barzellette del genere...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963