Propaganda a costo zero per il SI'

Lo sapete chi sono i più efficaci, autorevoli e meritevoli collaboratori alla propaganda per il SÌ? Sono alcuni tra i più convinti e radicali sostenitori del NO. Per brevità ne cito solo quattro.  

Partiamo da Bobo Craxi:

Anche mio padre avrebbe votato NO (e ci credo: il corrotto campava di politica e campava bene, lui, i suoi amici e le sue amiche, nda). Quando la rappresentatività è amputata il popolo trova altre forme per esprimersi (per es. il lancio di monetine in testa ai tangentari, nda). 

Ed ecco l'immarcescibile Pier Ferdinando Casini:

La riforma serve solo a tagliare teste, alla Robespierre. Possiamo ben capire i timori dell'ex pupillo di Forlani. La povera Maria Antonietta, consorte di Luigi XVI, aveva 37 anni quando fu decapitata. E il nostro Piercasinando è da 37 anni consecutivi impoltronato in parlamento. Naturale che associ il "taglio" dei parlamentari alla ghigliottina.  

Passiamo a un'altra "veterana", Emma Bonino:

È come se un coinquilino del primo piano togliesse la trave portante senza occuparsi della stabilità del caseggiato. Possiamo capire anche Emma. Per lei il parlamento non è una seconda casa, ma una prima. Lo occupa dal 1976, cioè da 44 anni (non consecutivi) avendo fatto secondo Wiki (in vari partiti e schieramenti) sette legislature alla Camera, due al Senato e quattro al parlamento europeo. Che bel mestiere la politica, ci si affeziona! 

E concludiamo con il più affezionato di tutti, il "Celeste" Roberto Formigoni (4 mandati da governatore della Lombardia, tre da deputato, tre da senatore e due da europarlamentare) che dagli arresti domiciliari dà una grossa e inconsapevole mano alla causa del SÌ:

Non è una riforma a favore del popolo, del risparmio e della trasparenza Un corrotto di tre cotte che vota NO ergendosi a paladino del risparmio e della trasparenza fa indubbiamente risparmiare un sacco di soldi in propaganda al Comitato per il SÌ.  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Eh si , ebe te !! Pensa un po’ che propaganda per il No e’ quella che , per il Si , voteranno pure il Razzista Salvini , la fascista Meloni , il putta nie re Berlusconi , Casapound, Forza Nuova , i No vax e compagnia cantante . Questa volta , noto che non parli dell’Anpi . Perché ?? Non parli nemmeno dell’appello firmato dai 200 massimi costituzionalisti italiani ( escluso Zagrebelsky ovviamente ) . E perché non ne parli , idio ta ?? Ma vai a caga re , gnomo perdipiu bugiardo seriale !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Lo sapete chi sono i più efficaci, autorevoli e meritevoli collaboratori alla propaganda per il SÌ? Sono alcuni tra i più convinti e radicali sostenitori del NO. Per brevità ne cito solo quattro.  

Partiamo da Bobo Craxi:

Anche mio padre avrebbe votato NO (e ci credo: il corrotto campava di politica e campava bene, lui, i suoi amici e le sue amiche, nda). Quando la rappresentatività è amputata il popolo trova altre forme per esprimersi (per es. il lancio di monetine in testa ai tangentari, nda). 

Ed ecco l'immarcescibile Pier Ferdinando Casini:

La riforma serve solo a tagliare teste, alla Robespierre. Possiamo ben capire i timori dell'ex pupillo di Forlani. La povera Maria Antonietta, consorte di Luigi XVI, aveva 37 anni quando fu decapitata. E il nostro Piercasinando è da 37 anni consecutivi impoltronato in parlamento. Naturale che associ il "taglio" dei parlamentari alla ghigliottina.  

Passiamo a un'altra "veterana", Emma Bonino:

È come se un coinquilino del primo piano togliesse la trave portante senza occuparsi della stabilità del caseggiato. Possiamo capire anche Emma. Per lei il parlamento non è una seconda casa, ma una prima. Lo occupa dal 1976, cioè da 44 anni (non consecutivi) avendo fatto secondo Wiki (in vari partiti e schieramenti) sette legislature alla Camera, due al Senato e quattro al parlamento europeo. Che bel mestiere la politica, ci si affeziona! 

E concludiamo con il più affezionato di tutti, il "Celeste" Roberto Formigoni (4 mandati da governatore della Lombardia, tre da deputato, tre da senatore e due da europarlamentare) che dagli arresti domiciliari dà una grossa e inconsapevole mano alla causa del SÌ:

Non è una riforma a favore del popolo, del risparmio e della trasparenza Un corrotto di tre cotte che vota NO ergendosi a paladino del risparmio e della trasparenza fa indubbiamente risparmiare un sacco di soldi in propaganda al Comitato per il SÌ.  

Ogni esponente può avere la sua opinione, ma ribadiamo il taglio dei parlamentari senza un rinnovamento dello stato e partecipate a carico serve a poco, tanto da parlamentare passa a presidente dell'istituto di credito statale,oppure vicepresidente dell'Eni, quindi si crede di risparmiare, ma il paese non a nessun beneficio, la torta bella grossa la mangiano lo stesso,alla faccia di tutti gli italiani con o senza lavoro,ma che pagano le tasse

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, marzianobravo ha scritto:

Ogni esponente può avere la sua opinione, ma ribadiamo il taglio dei parlamentari senza un rinnovamento dello stato e partecipate a carico serve a poco, tanto da parlamentare passa a presidente dell'istituto di credito statale,oppure vicepresidente dell'Eni, quindi si crede di risparmiare, ma il paese non a nessun beneficio, la torta bella grossa la mangiano lo stesso,alla faccia di tutti gli italiani con o senza lavoro,ma che pagano le tasse

 Il taglio di 345 parlamentari è un primo passo per alleggerire la mangiatoia e ridurre il numero delle fameliche bocche. Forse anche per introdurre un po' di meritocrazia nella selezione dei candidati. Se invece vuoi introdurre la meritocrazia negli enti pubblici,  devi votare per il Movimento 5 Stelle. Perché tutti i partiti oggi presenti in parlamento sono accomunati dalla vecchia logica spartitoria: questa poltrona a te, questa a me...  

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

 Il taglio di 345 parlamentari è un primo passo per alleggerire la mangiatoia e ridurre il numero delle fameliche bocche. Forse anche per introdurre un po' di meritocrazia nella selezione dei candidati. Se invece vuoi introdurre la meritocrazia negli enti pubblici,  devi votare per il Movimento 5 Stelle. Perché tutti i partiti oggi presenti in parlamento sono accomunati dalla vecchia logica spartitoria: questa poltrona a te, questa a me...  

Da questo punto di vista ho qualche dubbio che i 5s siano x la meritocrazia, intanto Bonafede dal nostro punto di vista (Non da oggi) non doveva essere salvato sulla questione scarcerazioni dei boss, poi anche su Roma ,Virginia Raggi è impresentabile, ricandidarla è un grave errore, insomma certi nei grossi come un mappamondo non si possono  non vederli,il dubbio permane sul referendum decideremo negli ultimi giorni,speriamo in qualche consiglio divino dato che il rebus non é di poco conto ,non sappiamo se il buon senso,possa aiutare,xché le ragioni del Si è del No..sono entrambe fondate 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, marzianobravo ha scritto:

Da questo punto di vista ho qualche dubbio che i 5s siano x la meritocrazia, intanto Bonafede dal nostro punto di vista (Non da oggi) non doveva essere salvato sulla questione scarcerazioni dei boss, poi anche su Roma ,Virginia Raggi è impresentabile, ricandidarla è un grave errore, insomma certi nei grossi come un mappamondo non si possono  non vederli,il dubbio permane sul referendum decideremo negli ultimi giorni,speriamo in qualche consiglio divino dato che il rebus non é di poco conto ,non sappiamo se il buon senso,possa aiutare,xché le ragioni del Si è del No..sono entrambe fondate 

Caro Marziano, il dubbio è un connotato della saggezza, o se preferisci della prudenza (la phronesis dei Greci). Il mio illustre e compianto concittadino e collega, Luciano De Crescenzo, dedicò al dubbio un gustoso libretto. Diceva di avere ricevuto il dono del dubbio al posto del dono della fede. Tuttavia, da buon ingegnere, Luciano era un uomo razionale e pragmatico, e sapeva che i dubbi devono essere sciolti.  Portava infatti l'esempio di Cristoforo Colombo il quale, se avesse avuto il minimo dubbio sulla sfericità della Terra, probabilmente non si sarebbe avventurato nella rischiosa impresa (raggiungere le Indie dirigendosi a ovest) che gli fece scoprire l'America. La cosa tragicomica è che al giorno d'oggi c'è ancora chi crede che la Terra sia piatta.  Anche tu, come Colombo, non devi avere dubbi e devi votare convintamente SÌ. Una scelta di cambiamento, uno schiaffo alla Casta partitocratica! E a quei terrapiattisti della conservazione e dell'immobilismo che vorrebbero mantenere in Italia IL PARLAMENTO ELETTIVO PIÙ NUMEROSO E PIÙ COSTOSO DEL MONDO. 945 parlamentari eletti direttamente dal popolo ce li abbiamo solo noi, nessun'altra nazione ne elegge di più. Il parlamento della Cina, che ha oltre 1,4 miliardi di abitanti, conta quasi 3000 membri, ma questi non sono eletti direttamente dal popolo e non sono autonomi rispetto al partito comunista. Il parlamento britannico conta 1441 membri, ma la Camera Alta (791 membri) non è elettiva. Il Sansad, il parlamento dell'India, conta 790 membri a fronte di una popolazione che è 23 volte la nostra. Il Congresso degli USA conta 545 membri a fronte di una popolazione che è 5 volte e mezza la nostra. Non a caso siamo l'unico paese al mondo dove esiste IL MESTIERE DEL POLITICO e dove si può campare per tutta una vita, e campare bene, facendo il deputato o il senatore. Giorgio Napolitano è in parlamento dal 1953, vi entrò qualche mese dopo la morte di Stalin. Emma Bonino è parlamentare dal 1976. Casini è in parlamento da 37 anni consecutivi; Bossi da 28 anni consecutivi; Calderoli, Gasparri, La Russa e Vito da 26 anni consecutivi. È ora di dire BASTA!

La Raggi non è una impresentabile, impresentabili sono i ladri e gli incapaci che l'hanno preceduta e che le hanno lasciato le strade piene di buche e una voragine di oltre 10 miliardi di debiti. Virginia sta risanando tutto sotto la bandiera della legalità. Sono quasi certo che i romani la confermeranno. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Caro Marziano, il dubbio è un connotato della saggezza, o se preferisci della prudenza (la phronesis dei Greci). Il mio illustre e compianto concittadino e collega, Luciano De Crescenzo, dedicò al dubbio un gustoso libretto. Diceva di avere ricevuto il dono del dubbio al posto del dono della fede. Tuttavia, da buon ingegnere, Luciano era un uomo razionale e pragmatico, e sapeva che i dubbi devono essere sciolti.  Portava infatti l'esempio di Cristoforo Colombo il quale, se avesse avuto il minimo dubbio sulla sfericità della Terra, probabilmente non si sarebbe avventurato nella rischiosa impresa (raggiungere le Indie dirigendosi a ovest) che gli fece scoprire l'America. La cosa tragicomica è che al giorno d'oggi c'è ancora chi crede che la Terra sia piatta.  Anche tu, come Colombo, non devi avere dubbi e devi votare convintamente SÌ. Una scelta di cambiamento, uno schiaffo alla Casta partitocratica! E a quei terrapiattisti della conservazione e dell'immobilismo che vorrebbero mantenere in Italia IL PARLAMENTO ELETTIVO PIÙ NUMEROSO E PIÙ COSTOSO DEL MONDO. 945 parlamentari eletti direttamente dal popolo ce li abbiamo solo noi, nessun'altra nazione ne elegge di più. Il parlamento della Cina, che ha oltre 1,4 miliardi di abitanti, conta quasi 3000 membri, ma questi non sono eletti direttamente dal popolo e non sono autonomi rispetto al partito comunista. Il parlamento britannico conta 1441 membri, ma la Camera Alta (791 membri) non è elettiva. Il Sansad, il parlamento dell'India, conta 790 membri a fronte di una popolazione che è 23 volte la nostra. Il Congresso degli USA conta 545 membri a fronte di una popolazione che è 5 volte e mezza la nostra. Non a caso siamo l'unico paese al mondo dove esiste IL MESTIERE DEL POLITICO e dove si può campare per tutta una vita, e campare bene, facendo il deputato o il senatore. Giorgio Napolitano è in parlamento dal 1953, vi entrò qualche mese dopo la morte di Stalin. Emma Bonino è parlamentare dal 1976. Casini è in parlamento da 37 anni consecutivi; Bossi da 28 anni consecutivi; Calderoli, Gasparri, La Russa e Vito da 26 anni consecutivi. È ora di dire BASTA!

La Raggi non è una impresentabile, impresentabili sono i ladri e gli incapaci che l'hanno preceduta e che le hanno lasciato le strade piene di buche e una voragine di oltre 10 miliardi di debiti. Virginia sta risanando tutto sotto la bandiera della legalità. Sono quasi certo che i romani la confermeranno. 

Povera Virginia. 😥😥 Lei la destina a tragica sconfitta !!!

A dire il vero fu preceduta non solo da impresentabili, ma anche da un galantuomo.

Che venne massacrato ingiustamente ed al quale in molti dovrebbero chiedere scusa !

Napolitano è senatore a vita. Gli altri, da Casini a Vito, saranno certamente riconfermati in lista.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

 Il taglio di 345 parlamentari è un primo passo per alleggerire la mangiatoia e ridurre il numero delle fameliche bocche. Forse anche per introdurre un po' di meritocrazia nella selezione dei candidati. Se invece vuoi introdurre la meritocrazia negli enti pubblici,  devi votare per il Movimento 5 Stelle. 

Ahahahahaha !! Il Cazzaro ha fatto outing . Voterà per il M5S . Da da da dan !! Mhmhmhmhmhmhm , visto come ti “ingrufi “ di cibo te , non credo proprio che i grillini “alleggeriranno” il numero delle fameliche bocche . Anzi ...!!         
PS nella sede del M5S , apprese le parole del Cazzaro , sono riuniti per una “toccata di palle” comulativa. 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Povera Virginia. 😥😥 Lei la destina a tragica sconfitta !!!

A dire il vero fu preceduta non solo da impresentabili, ma anche da un galantuomo.

Che venne massacrato ingiustamente ed al quale in molti dovrebbero chiedere scusa !

Napolitano è senatore a vita. Gli altri, da Casini a Vito, saranno certamente riconfermati in lista.

Abbi fede, la Raggi vincerà, e con buon margine. Quel suo predecessore era un galantuomo, ma un po' debole di vista, e forse pure di udito. Ma soprattutto era debole di carattere. Doveva fare il sindaco di campagna. La Raggi hanno provato a massacrarla almeno 10 volte di più, ma non ci sono riusciti. È un osso duro e i romani veraci, da 27 secoli, apprezzano la resistenza e il coraggio.

Con 400 deputati eletti col proporzionale serviranno, a occhio e croce, non meno di 50-60mila preferenze per essere eletti. Il doppio al Senato. Non sono affatto sicuro che quei vecchi dinosauri riuscirebbero a raggranellarle nel 2023. Naturalmente oltre alla reintroduzione delle preferenze serve una legge durissima ed estesa contro il voto di scambio. Inoltre la par condicio televisiva non basta. Va estesa ai siti web e ai giornali che ricevono finanziamenti pubblici. Io introdurrei anche un tetto di spesa elettorale per i partiti e per i candidati. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963