DAVVERO LI VOLETE AL GOVERNO ? A PARTE IL DISASTRO 2011

Come soluzione ai problemi d’Italia, uno propone di “tassare il fatturato”, l’altra di fare “bot cinquantennali” a bassissimo interesse.

Il primo, senatore, non sa che si tassa l’utile e non il fatturato. La seconda, deputata, non sa che i bot sono annuali e che per questo hanno un basso interesse, e che farli a cinquantanni non sarebbe opportunità di investimento per nessuno.

Onde evitare che il Paese si ritrovi ad affrontare le sfide del futuro con iniziative come “tasse sul fatturato di bot cinquantennali a basso interesse”, scegliamo responsabilmente. Scegliamo l’alternativa a queste persone: scegliamo la serietà.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

naturalmente    diretoinreto    deve  postare  solo  su casi   di delinquenti  in  quanto  tali   e  non  perché  di  colore  sia    mai 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sbaglierò io, ma avverto una inusuale “sobrietà” da parte di Salvini (e Meloni) nel commentare il massacro inaudito e straziante di Willy Monteiro a Colleferro.

Strano, perché di solito sono politici che parlano molto.

Verrebbe quasi da pensare che, se la vittima non fosse stata di colore e gli assassini non fossero stati italiani (e fascisti), entrambi avrebbero parlato molto, ma molto di più.

E magari, se la vittima fosse stata italiana e i macellai extracomunitari, ci avrebbero marciato per anni con la propaganda.

Ma sicuramente sbaglio io.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, pm610 ha scritto:

E magari, se la vittima fosse stata italiana e i macellai extracomunitari, ci avrebbero marciato per anni con la propaganda.

Ma sicuramente sbaglio io.

No, no...sono loro proprio come dici....anzi se qualcuno di loro interviene lo fà per distrarre l'attenzione sul caso, magari affermando che questo Gov. non fà abbastanza contro gli immigrati....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Luisella Costamagna.

"Cara Meloni, tanto tengo a lei e alla sua (ir)resistibile ascesa (FdI oltre il 10% nei sondaggi), che non posso fare a meno di sopperire alla sua umiltà ricordando che lei di cose ne ha fatte eccome. Già, perché in questi 25 anni di carriera politica, in cui ha polverizzato tutti i record di ruoli ricoperti in giovane età, non è “sempre stata all’opposizione”, anzi, è stata a lungo al governo con Berlusconi e la Lega, votando le leggi ad personam (Lodo Alfano, legittimo impedimento…), le misure economiche e fiscali che ci rendono il “paradiso” che siamo oggi, su su fino all’epocale Ruby nipote di Mubarak.

Da donna avrà agito in buona fede: non in difesa di Berlusconi (certo che no!), bensì della giovane marocchina e del suo sogno di avere radici certe.

Era il 2011, di lì a poco – dopo un’estate più che sprint, spread – Berlusconi si dimise e nacque il governo Monti. E lei? Pancia a terra, da grande lavoratrice qual è, a sostenerlo e votare i provvedimenti Salva Italia cui il suo ex governo ci aveva costretti (e su cui ora lei dà battaglia): la legge Fornero, il ritorno della tassa sulla prima casa (Imu), l’abbassamento del tetto sull’uso del contante. Pure il Fondo Salva-Stati, che adesso la manda in “Bestia” sui social con Salvini, fu istituito dal governo in loden che lei (non la Lega) appoggiava. E pure sull’odiato Fiscal Compact, imposto dall’Europa matrigna, invece di dire no preferì non partecipare al voto.

Su una cosa, va riconosciuto, ha tenuto il punto: il taglio dei costi della politica. Almeno dei parlamentari, visto che ha votato sì e non ha firmato per il referendum. Non si può dire altrettanto, invece, dell’abolizione delle Province: la “nuova” Meloni oggi condivide l’insofferenza popolare verso i “carrozzoni”, ma la “vecchia” votò nel 2011 contro la soppressione delle Province in Costituzione.

Cara Meloni, per tornare alla mia domanda iniziale, lei sicuramente più che “stella nascente”, come l’ha definita il Times, è “già nata” parecchi anni fa (quelli so’ inglesi e nun ricordano).

Per farla brillare ancora di più in futuro, ci permettiamo solo due consigli:

1) faccia i conti col suo passato, invece di puntare sulle dimenticanze sue e degli italiani;

2) combatta anche doppi incarichi e assenteismo: c’è ad esempio una deputata, leader di partito, che non lascia la poltrona di consigliere comunale a Roma, anche se va poco sia all’Assemblea Capitolina (solo 6 sedute su 60 nel 2019) sia alla Camera (assente al 71% delle votazioni in questa legislatura, sestultima in classifica).

In compenso impazza in tv. La conosce?

Un cordiale saluto.”.

https://www.google.com/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/01/18/cara-meloni-cosa-ha-fatto-per-litalia/5677689/amp/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963