rigidi protocolli per "ospitare" i clandestini a carico nostro.tassativo un tre stelle

Come si richiede esplicitamente sul documento in cui viene annunciata l'"indagine esplorativa volta all'acquisizione di manifestazioni d'interesse per il servizio di ospitalità ai migranti in quarantena", la sistemazione degli stessi deve rispondere ad una serie di rigidi requisiti. "L'oggetto dell'appalto", prosegue la nota, "è il servizio di ospitalità di un numero complessivo di 100 migranti presso idonee strutture alberghiere o altre strutture ricettive presenti sul territorio della provincia di Roma, con classificazione minima per le strutture alberghiere di tre stelle".

L'hotel tristellato dovrà inoltre essere dotato di almeno 50 camere, che potranno accogliere un solo extracomunitario. Quindi il"servizio di accoglienza riguarderà migranti, quali, per varie ragioni ed in osservanza delle misure governative di contenimento e contrasto alla diffusione di Covid-19, devono trascorrere il prescritto periodo di isolamento obbligatorio. Le strutture proposte dovranno consentire l'accoglienza in camere singole". All'interno di esse, almeno in teoria, dovrebbe trovare spazio solo lo straniero positivo al tampone, che non potrà ricevere visite. A tal proposito, l'albergatore che avanzerà la sua candidatura per ospitare gli extracomunitari, dovrà occuparsi anche di fornire una serie di servizi, vale a dire "manutenzione ordinaria delle stanze, reception/vigilanza H24 (per qualsiasi emergenza) 7 giorni su 7, e fornitura di saponi da bagno e carta igienica secondo le necessità".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

d'altronde,questi che arrivano "ospiti" degli italiani fe-ssi devono avere un trattamento equo..difatti nei loro amati paesi vivono in capanne fatte di str- co di elefante,tenute in piedi dal pis-scio di coccodrillo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

Come si richiede esplicitamente sul documento in cui viene annunciata l'"indagine esplorativa volta all'acquisizione di manifestazioni d'interesse per il servizio di ospitalità ai migranti in quarantena", la sistemazione degli stessi deve rispondere ad una serie di rigidi requisiti. "L'oggetto dell'appalto", prosegue la nota, "è il servizio di ospitalità di un numero complessivo di 100 migranti presso idonee strutture alberghiere o altre strutture ricettive presenti sul territorio della provincia di Roma, con classificazione minima per le strutture alberghiere di tre stelle".

L'hotel tristellato dovrà inoltre essere dotato di almeno 50 camere, che potranno accogliere un solo extracomunitario. Quindi il"servizio di accoglienza riguarderà migranti, quali, per varie ragioni ed in osservanza delle misure governative di contenimento e contrasto alla diffusione di Covid-19, devono trascorrere il prescritto periodo di isolamento obbligatorio. Le strutture proposte dovranno consentire l'accoglienza in camere singole". All'interno di esse, almeno in teoria, dovrebbe trovare spazio solo lo straniero positivo al tampone, che non potrà ricevere visite. A tal proposito, l'albergatore che avanzerà la sua candidatura per ospitare gli extracomunitari, dovrà occuparsi anche di fornire una serie di servizi, vale a dire "manutenzione ordinaria delle stanze, reception/vigilanza H24 (per qualsiasi emergenza) 7 giorni su 7, e fornitura di saponi da bagno e carta igienica secondo le necessità".

Sa quanti albergatori salveranno così una stagione disperata ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

3 ore fa, director12 ha scritto:

d'altronde,questi che arrivano "ospiti" degli italiani fe-ssi devono avere un trattamento equo..difatti nei loro amati paesi vivono in capanne fatte di str- co di elefante,tenute in piedi dal pis-scio di coccodrillo...

ster-co  come questo sig Frizz?

 

La città

dolisie-bacongo-cite_large.jpg

Brazzaville, come la maggior parte delle città africane, è divisa tra un centro ricco costruito secondo un modello occidentale e una serie di quartieri periferici dove vivono i ceti popolari.

Gli edifici più noti della parete centrale sono la torre Nabemba e la chiesa di S. Anna. I quartieri popolari più noti, invece sono Bacongo (foto) e Poto Poto: entrambi fondati in epoca coloniale dai francesi per ospitare i lavoratori immigrati, per anni sono stati il simbolo della discriminazione nei confronti della popolazione africana. Nel corso dei decenni tuttavia i due quartieri si sono sviluppati fino a diventare due luoghi simbolo della vita sociale e culturale della città.

I quartieri periferici delle città africane sono spesso costruiti con materiali di recupero dagli stessi abitanti. Il quartiere di Poto Poto prende il nome proprio dalla tecnica tradizionale che viene utilizzata nei villaggi e nelle periferie urbane per costruire le case in argilla cruda.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

 

ster-co  come questo sig Frizz?

 

La città

dolisie-bacongo-cite_large.jpg

Brazzaville, come la maggior parte delle città africane, è divisa tra un centro ricco costruito secondo un modello occidentale e una serie di quartieri periferici dove vivono i ceti popolari.

Gli edifici più noti della parete centrale sono la torre Nabemba e la chiesa di S. Anna. I quartieri popolari più noti, invece sono Bacongo (foto) e Poto Poto: entrambi fondati in epoca coloniale dai francesi per ospitare i lavoratori immigrati, per anni sono stati il simbolo della discriminazione nei confronti della popolazione africana. Nel corso dei decenni tuttavia i due quartieri si sono sviluppati fino a diventare due luoghi simbolo della vita sociale e culturale della città.

I quartieri periferici delle città africane sono spesso costruiti con materiali di recupero dagli stessi abitanti. Il quartiere di Poto Poto prende il nome proprio dalla tecnica tradizionale che viene utilizzata nei villaggi e nelle periferie urbane per costruire le case in argilla cruda.

 

noooo come questa!! Ps:sei anche fotogenico....

Pianeta Gaia Viaggi Srl - Blog - Popoli: i Karo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, director12 ha scritto:

noooo come questa!! Ps:sei anche fotogenico....

Pianeta Gaia Viaggi Srl - Blog - Popoli: i Karo

E lei non sarebbe UN RAZZISTA ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963