Pessimi esempi

Come ho più volte scritto e come ammoniscono il ministro Speranza e autorevoli scienziati come il prof. Locatelli, i giovani non si stanno comportando affatto bene questa estate. Vanno in giro, si divertono senza rinunciare a nulla, non rispettano le norme, o le rispettano molto meno degli adulti e degli anziani, quindi si contagiano più facilmente, ma poi, essendo per lo più asintomatici, trasmettono facilmente il contagio agli adulti e agli anziani, e questi rischiano la vita. I giovani avrebbero bisogno soprattutto di buoni esempi, ma purtroppo ne ricevono di pessimi. Anche dalla politica.

Prendiamo Matteo Salvini. Multarlo di 400 euro per ogni selfie che ha fatto da marzo a oggi con i suoi fan senza mascherina potrebbe essere un modo furbo ma anche esemplare, per lo Stato, di riprendersi buona parte dei 49 milioni fatti sparire dalla Lega. Ieri questo incivile è andato a Benevento. Solito comizio, soliti assembramenti, in più si è messo addosso pure la maglietta del Benevento in mezzo ai tifosi (alcuni dei quali lo hanno contestato). Per me è scandaloso e intollerabile che una campagna elettorale possa accendere dei focolai per l'irresponsabilità di uno sciagurato. Si è indignato perfino il vecchio sindaco, Clemente Mastella, che oggi annuncia all'incivile la multa di 400 euro da parte dei vigili urbani del Comune sannita.  Guardate il video:

https://infosannio.com/2020/08/28/mastella-non-e-per-niente-clemente-con-salvini/

Poteva l'altro Matteo, il Matteo minore, essere da meno? No che non poteva! D'altronde ho già più volte accennato alle indiscutibili affinità e somiglianze tra i due personaggetti, accomunati da ben più che il nome di battesimo. Due populisti della peggiore specie, due mestieranti assetati di voti e potere, due politicanti che basano tutto sulla comunicazione e sulla narrazione per compensare il vuoto spinto del loro bagaglio ideale. Il Matteo minore, incurante del riaccendersi della crisi pandemica, ha aperto alcune giornate di formazione politica per i giovani. Nel paese di Pulcinella anche i politucoli in declino pretendono di insegnare la politica. E non a distanza ma dal vivo. Ebbene, in una pausa delle lezioni il Matteo minore e i suoi allievi sono andati a fare una sgambata, una corsetta rilassante. È noto che durante la corsa l'emissione dei droplets si intensifica quindi è più che mai necessario il distanziamento, anche ben oltre il classico metro. Anzi credo che sia obbligatoria la distanza minima di 2 metri. Ma in questa foto non sembra rispettata da tutti, alcuni corrono gomito a gomito, solo due dei 16 soggetti inquadrati indossano la mascherina ma la indossano in modo scorretto. E il pifferaio in testa al gruppo non sembra minimamente curarsene. 

matteo-renzi-1355238.png?w=943

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963