Un pensiero che mi frulla in testa da parecchio

Ma  voi  avete   notato  che  nessuno  dei  politici , in   specie   quelli    che  non  hanno  seguito le  regole  anticovid ,  è  stato  colpito  dal  virus    non  lo  trovate   strano  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Sì, lo trovo anch'io un po' strano. È possibile, anzi è probabile, che un 10% (come minimo) dei politici che hanno privilegiato la propaganda rispetto alla salute propria e a quella altrui (fatto di una gravità inaudita) si sia contagiato e che, a differenza di Zingaretti, sia rimasto asintomatico o con sintomi lievi (casistica in cui rientra almeno l'80% dei contagiati). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro napoletano ci metta immediatamente al corrente da dove evince che un 10% e più di politici che a detta sua “avrebbero privilegiato la propaganda alla salute propria ed a quella degli altri “ sia rimasto contagiato . Se non sarà in grado di farlo saremo di fronte all’ennesima bufala con l’aggiunta di conteggio farlocco che il Pulcinella partenopeo ci propina . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

pensi alle sue bufale sciocca e ridicola marketta pisana, e non si preoccupi di quelle degli altri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mentre  voi  litigate     altri    si fanno beffe   di  voi .... eppure   vi reputate  tutti   di sx    ....  mah  ?  Io credo   chi  gli  sforzi  dovrebbero essere  orientati  per   altri  versanti    capirvi  boh  !   Aveva  ragione   mio  padre   chi  è  al vertice  è  espressione  o  specchio  del popolino....ovvero   abbiamo  al  potere  chi  meritiamo

Fossero 100   o 10.000  quelli  che  ci rappresentano  sarebbero  sempre  e  comunque   quello  che  noi  siamo.....

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per me Zingaretti è stato l'unico che abbia avuto l'onestà di ammettere la cosa...non per questo posso dire che gli altri l'abbiano avuta, ma sicuramente la dx tutta non è nuova nel mascherare le cose, non con la mascherina ma con le bugie, basta pensare che la tipa santaNO ha affermato che briatore è stato ricoverato per la prostata...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

che gli abbia infilato il ditino nel..... Per saperlo?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio, io mi trascino dietro un vagone di difetti (che si appesantisce con l'età) ma tra questi non c'è lo scrivere bufale. Posso ovviamente fare valutazioni o previsioni errate - e sicuramente ne faccio anche perché mi cimento spesso - ma sono sempre frutto di un ragionamento e/o di un calcolo. I politici che platealmente non rispettano le norme anti-Covid, come notava, Los, sono soggetti particolarmente esposti al contagio, e lo sono per una loro scelta personale. La quale in questo caso va condannata senza appello perché rischiosa anche per la salute altrui. Un politico nazionale in campagna elettorale permanente e irrispettoso delle norme (superfluo fare nomi) viene in contatto ravvicinato con centinaia di persone al giorno, anche se per lo più si tratta di contatti brevi (un selfie, una stretta di mano, etc.). In ogni caso il suo tasso di contatto è molto più elevato della media dei comuni cittadini (grossolanamente stimato dal presidente dell'ISTAT in circa 20 al giorno). Orbene, nella popolazione nazionale l'ISTAT ha stimato una sieroprevalenza degli anticorpi al Covid (su dati rilevati tra fine maggio e metà luglio) pari al 2,5%. Una stima sicuramente errata per difetto e molto inferiore al dato stimato in paesi come Spagna e UK. In alcuni stati degli USA la frazione dei soli contagiati accertati al tampone è già maggiore del 2,5% della popolazione, in Qatar è superiore al 4%. Ipotizzando una sieroprevalenza reale a fine agosto pari al doppio di quella stimata (per difetto) a giugno-luglio, cioè il 5% (ma il prof. Bassetti stima un 7-8%), e raddoppiando ancora il valore per una categoria particolarmente esposta come quella dei politici imprudenti e irresponsabili in campagna elettorale permanente, si perviene al 10% che è la mia stima grossolana. E che, guarda caso, è vicina alla sieroprevalenza stimata nei britannici under 30 (10,8%). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Egregio, io mi trascino dietro un vagone di difetti (che si appesantisce con l'età) ma tra questi non c'è lo scrivere bufale. Posso ovviamente fare valutazioni o previsioni errate - e sicuramente ne faccio anche perché mi cimento spesso - ma sono sempre frutto di un ragionamento e/o di un calcolo. I politici che platealmente non rispettano le norme anti-Covid, come notava, Los, sono soggetti particolarmente esposti al contagio, e lo sono per una loro scelta personale. La quale in questo caso va condannata senza appello perché rischiosa anche per la salute altrui. Un politico nazionale in campagna elettorale permanente e irrispettoso delle norme (superfluo fare nomi) viene in contatto ravvicinato con centinaia di persone al giorno, anche se per lo più si tratta di contatti brevi (un selfie, una stretta di mano, etc.). In ogni caso il suo tasso di contatto è molto più elevato della media dei comuni cittadini (grossolanamente stimato dal presidente dell'ISTAT in circa 20 al giorno). Orbene, nella popolazione nazionale l'ISTAT ha stimato una sieroprevalenza degli anticorpi al Covid (su dati rilevati tra fine maggio e metà luglio) pari al 2,5%. Una stima sicuramente errata per difetto e molto inferiore al dato stimato in paesi come Spagna e UK. In alcuni stati degli USA la frazione dei soli contagiati accertati al tampone è già maggiore del 2,5% della popolazione, in Qatar è superiore al 4%. Ipotizzando una sieroprevalenza reale a fine agosto pari al doppio di quella stimata (per difetto) a giugno-luglio, cioè il 5% (ma il prof. Bassetti stima un 7-8%), e raddoppiando ancora il valore per una categoria particolarmente esposta come quella dei politici imprudenti e irresponsabili in campagna elettorale permanente, si perviene al 10% che è la mia stima grossolana. E che, guarda caso, è vicina alla sieroprevalenza stimata nei britannici under 30 (10,8%). 

Brutto svergognato e bugiardo !! Ancora parli ?? Lo vuoi capire che le tue sono teorie farlocche che non interessano a nessuno a parte te che sei convinto di essere un esperto invece sei una formidabile fetecchia che si nutre di strompiaggine . Devi pure smetterla di considerare il Prof Bassetti come un tuo “allievo “ . Il Prof Bassetti dice ed afferma cose diametralmente opposte a quelle che spari te nella convinzione che il forum ti consideri un fenomeno mentre la pratica in cui eccelli  davvero e’ la cura maniacale con cui copincolli seppur in una grafica eccellente . Insomma sei quello che in Toscana definiamo un “ Bischerone” . Guarda cosa dice il Prof Bassetti , idio ta :

Dopo  un incontro d'urgenza tra i ministri e i presidenti delle regioni, il governo ieri ha emanato un nuovo decreto valido da oggi che chiude le discoteche e impone nuovamente l'utilizzo delle mascherine anche all'aperto. Una stretta che arriva dopo il (previdibile) aumento dei contagi dei giorni scorsi ma che non trova tutti d'accordo. Tra chi non condivide queste nuove cautele c'è il professor Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova. L'infettivologo, che da marzo è stato uno degli esperti maggiormente presenti sui media per dare risposte alle domande degli italiani, questa mattina è intervenuto in diretta nel programma Agorà Estate su Rai3 per commentare l'ordinanza firmata ieri.

 

"Non è con la politica del terrore come quella che stiamo facendo in queste ultime due settimane che faremo cambiare la percezione che i giovani hanno del virus", ha sostenuto Bassetti. Il medico del San Martino da sempre è contro qualunque allarmismo. Sostiene che in questo momento il Covid abbia perso carica virale, come ha dimostrato con uno studio sui dati pubblicato sul suo profilo Facebook, ma non ha mai smesso di chiedere di tenere alta l'attenzione. Invoca da sempre l'uso delle mascherine, della distanza e l'utilizzo dei disinfettanti per le mani. Quando Matteo Bassetti parla di "politica del terrore", il riferimento è in gran parte alle strategie di comunicazione dei dati del contagio. "Dire ogni sera 'abbiamo 500-600 contagiatì senza dire quanti sono asintomatici, quanti hanno veri problemi, quanti finiscono in terapia intensiva, è un errore. Crea inevitabilmente nell'opinione pubblica un concetto sbagliato del Covid, 'se me lo prendo sono fritto, moriremo tuttì", ha spiegato il medico.

 

 

Secondo lui, il report come viene fornito ogni giorno è anacronistico e probabilmente fuorviante per la formazione della consapevolezza nella popolazione in merito al Covid. "Dobbiamo spiegare alla gente che dovremo convivere con il virus ancora per molto, molto tempo", afferma il direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova. Matteo Bassetti anche ad Agorà Estate torna sui numeri incidenti, inopinabili nella loro oggettività: "Ci dicono che uno dei problemi piu grossi che abbiamo avuto è che dal 20 al 30% di tutti i nuovi contagi riguardano persone provenienti dall'estero".

 

Questo è il vero problema per l'infettivologo, che durante l'intervista non manca di stuzzicare il ministro Roberto Speranza. "Aveva annunciato giustamente un mese e mezzo fa che sarebbero stati fatti controlli sulle persone provenienti da alcune aree ma a me risulta che le cosiddette 'triangolazioni' da Paesi ad alto rischio come Perù e Brasile non siano mai state intercettate". Una negligenza che, stanto alle parole di Matteo Bassetti, sarebbe stata fatta anche sulla rotta balcanica, ossia sui lavoratori regolari provenieni da Croazia, Romania, Serbia e Bulgaria.

Oltre al mancato tracciamento, Matteo Bassetti critica l'attuale sistema di controllo per chi viene dall'estero: "Non dobbiamo dare false ***: il tampone negativo non è un 'liberi tutti', perché oggi il tampone può essere negativo ed essere positivo tra due giorni". Il suo ragionamento è coerente con quanto è stato detto da tutti gli esperti negli ultimi mesi: "Se io torno dalla Grecia, mi sono contagiato ieri, arrivo in Italia oggi e sono così bravo da fare il tampone domani, potrebbe essere positivo due giorni dopo". Per l'infettivologo la risposta valida a questo problema è solo una: "Se un viaggiatore viene da un'area epidemica l'unico strumento efficace è la quarantena".

Dopo la diretta, Matteo Bassetti ha rafforzato il suo pensiero con un post su Facebook: "Si continua nella strategia del terrore e dell'allarmismosenza pensare alle conseguenze di tutto questo. La cosa che più̀ colpisce è che a farlo non siano i medici, che hanno curato e curano questa infezione, ma tutti quelli che si sono autoproclamati esperti o i miracolati dal Covid, tra cui molti medici". L'infettivologo è tra queli che negli mesi ha combattuto gli allarmismi con il buon senso, senza mai dare false speranze ma con logica: "A questo gioco al massacro io non ci sto". Bassetti chiude il suo intervento social con una battuta sulle nuove disposizioni in fatto di mascherine, obbligatorie all'aperto dalle 18 alle 6: "appiate che in Italia il virus lavora e contagia solo di sera e notte. Di giorno invece si riposa. Sarà mica un virus fornaio? Rido per non piangere".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il decerebrato pisano ignora che secondo il prof. Bassetti (e secondo dati preliminari a sua disposizione) i contagi in Italia sono 4 o 5 milioni, cioè il 7-8% della popolazione. Quindi dov'è lo scandalo nella mia stima di un 10% di contagiati tra i politicanti del selfie e dell'assembramento? Ecco le parole testuali di Bassetti:

 E' probabile che ci sia più del 2,5% degli italiani venuti a contatto del virus. Dai dati che abbiamo a disposizione su Liguria, Lombardia e altre regioni siamo più vicini al 7-8%, questo porterebbe il numero dei contagiati intorno ai 4-5 milioni in Italia",

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque sig fosforo i suoi dati non interessano alla ridicola marketta pisana, quindi deve tenere conto delle esigenze di bocca d'oro, altrimenti non la legge più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Il decerebrato pisano ignora che secondo il prof. Bassetti (e secondo dati preliminari a sua disposizione) i contagi in Italia sono 4 o 5 milioni, cioè il 7-8% della popolazione. Quindi dov'è lo scandalo nella mia stima di un 10% di contagiati tra i politicanti del selfie e dell'assembramento? Ecco le parole testuali di Bassetti:

 E' probabile che ci sia più del 2,5% degli italiani venuti a contatto del virus. Dai dati che abbiamo a disposizione su Liguria, Lombardia e altre regioni siamo più vicini al 7-8%, questo porterebbe il numero dei contagiati intorno ai 4-5 milioni in Italia",

Faccio non sommessamente ma sputando sul volto del Cazzaro napoletano visto che continua a dire che il Prof Bassetti e’ schierati sulla stessa sua linea da Prof Nobel che proprio il Cazzaro napoletano parla di un 10,8 che e’ la sua stima definita grossolana . Non so se per il Cazzaro la matematica sia una opinione o meno , ma a me hanno insegnato che 7/8 e’ inferiore a 10,8.  E nemmeno di poco !! 

 

Egregio, io mi trascino dietro un vagone di difetti (che si appesantisce con l'età) ma tra questi non c'è lo scrivere bufale. Posso ovviamente fare valutazioni o previsioni errate - e sicuramente ne faccio anche perché mi cimento spesso - ma sono sempre frutto di un ragionamento e/o di un calcolo. I politici che platealmente non rispettano le norme anti-Covid, come notava, Los, sono soggetti particolarmente esposti al Orbene, nella popolazione nazionale l'ISTAT ha stimato una sieroprevalenza degli anticorpi al Covid (su dati rilevati tra fine maggio e metà luglio) pari al 2,5%. Una stima sicuramente errata per difetto e molto inferiore al dato stimato in paesi come Spagna e UK. In alcuni stati degli USA la frazione dei soli contagiati accertati al tampone è già maggiore del 2,5% della popolazione, in Qatar è superiore al 4%. Ipotizzando una sieroprevalenza reale a fine agosto pari al doppio di quella stimata (per difetto) a giugno-luglio, cioè il 5% (ma il prof. Bassetti stima un 7-8%), e raddoppiando ancora il valore per una categoria particolarmente esposta come quella dei politici imprudenti e irresponsabili in campagna elettorale permanente, si perviene al 10% che è la mia stima grossolana. E che, guarda caso, è vicina alla sieroprevalenza stimata nei britannici under 30 (10,8%). 

 
  •  
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963