Meno semo e mejo stamo ...!!

Se vuoi ridurre il peso del tuo voto dando più potere alla partitocrazia e meno agli elettori. Se preferisci che contino in pochi e obbediscano in tanti. Se non ti importa che tanti territori restino senza rappresentanti. Se ti sembra che il costo di un caffè l’anno sia troppo alto per la democrazia. Se pensi questo allora vota sì.
Io credo che al M5S non importi minimamente il numero dei parlamentari, ma che il loro obiettivo sia quello di inceppare il Parlamento a favore del loro modello di, così detta, democrazia diretta. Cioè il caos che c’è nel loro movimento promosso a sistema istituzionale.
Se avessero voluto davvero dare maggiore efficienza al Parlamento avrebbero dovuto abolire il Senato. Se avessero davvero voluto ridurre i costi sarebbe bastato dimezzare i compensi dei parlamentari. Invece niente di tutto questo è stato fatto.
Il patto per digerire il governo antisovranista era votare il taglio ma riformare il contesto (legge elettorale e regolamenti parlamentari) prima della sua entrata in vigore. Questo non si è realizzato, nulla è cambiato da prima e restano valide le motivazioni che portarono il PD a votare tre volte contro il taglio. Quindi ora non solo è legittimo votare NO con le stesse, identiche motivazioni, ma il voto contrario è diventato ancora più coerente di prima.
Invece il calcolo politico strumentale che il M5S ha fatto è l’esempio della loro doppiezza. Da un lato fomentare l’odio antipolitico, che coi loro comportamenti dissennati e le loro incapacità alimentano da anni. Dall’altro rovesciare il senso di un vecchio detto romanesco: da “più semo e mejo stamo” a “meno semo e mejo stamo”, dando per scontato che il calo di deputati che avranno metterà in condizione l’establishment grillino di controllare meglio il loro bizzosissimo gruppo.
Il punto non è, dunque, votare sì per mantenere la parola data, né perché, comunque, la riduzione porterebbe maggiore efficienza. A sostegno del sì da parte del PD non c’è niente di tutto questo, ma solo la paura di mettere in crisi il rapporto col M5S.
La domanda da porsi, allora, è se valga di più l’affermazione, tutta teorica, di un principio di riduzione, che diventa del tutto astratto non essendosi realizzato il contesto che lo renderebbe efficace, o se sia preminente la difesa dell’integrità della massima istituzione della democrazia rappresentativa, che andrebbe, viceversa, rafforzata e resa più efficiente, ma non a danno della rappresentatività del popolo italiano.
Il resto sono solo chiacchiere astratte.             M.U. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

azzzz.......zero risposte anche quà, ridicola marketta pisana dalla boccuccia d'oro.

10rih6x.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Amore mio bellissimo , io ti amo tanto però devi smettere di essere un po’ sbadata . Se tu facessi un po’ di più attenzione , ti saresti accorta , luce dei miei occhi , che nel post originario , ho indicato le iniziali , nome e cognome , dell’autore dell’articolo . Ora ti mostro il post originario . Vedrai una M puntata ed una U puntata . Beh , sia come sia , Trottolina , ti desidero sempre di più’. 

 

mark222220     848

  • mark222220
  • 8558 messaggi

Se vuoi ridurre il peso del tuo voto dando più potere alla partitocrazia e meno agli elettori. Se preferisci che contino in pochi e obbediscano in tanti. Se non ti importa che tanti territori restino senza rappresentanti. Se ti sembra che il costo di un caffè l’anno sia troppo alto per la democrazia. Se pensi questo allora vota sì.
Io credo che al M5S non importi minimamente il numero dei parlamentari, ma che il loro obiettivo sia quello di inceppare il Parlamento a favore del loro modello di, così detta, democrazia diretta. Cioè il caos che c’è nel loro movimento promosso a sistema istituzionale.
Se avessero voluto davvero dare maggiore efficienza al Parlamento avrebbero dovuto abolire il Senato. Se avessero davvero voluto ridurre i costi sarebbe bastato dimezzare i compensi dei parlamentari. Invece niente di tutto questo è stato fatto.
Il patto per digerire il governo antisovranista era votare il taglio ma riformare il contesto (legge elettorale e regolamenti parlamentari) prima della sua entrata in vigore. Questo non si è realizzato, nulla è cambiato da prima e restano valide le motivazioni che portarono il PD a votare tre volte contro il taglio. Quindi ora non solo è legittimo votare NO con le stesse, identiche motivazioni, ma il voto contrario è diventato ancora più coerente di prima.
Invece il calcolo politico strumentale che il M5S ha fatto è l’esempio della loro doppiezza. Da un lato fomentare l’odio antipolitico, che coi loro comportamenti dissennati e le loro incapacità alimentano da anni. Dall’altro rovesciare il senso di un vecchio detto romanesco: da “più semo e mejo stamo” a “meno semo e mejo stamo”, dando per scontato che il calo di deputati che avranno metterà in condizione l’establishment grillino di controllare meglio il loro bizzosissimo gruppo.
Il punto non è, dunque, votare sì per mantenere la parola data, né perché, comunque, la riduzione porterebbe maggiore efficienza. A sostegno del sì da parte del PD non c’è niente di tutto questo, ma solo la paura di mettere in crisi il rapporto col M5S.
La domanda da porsi, allora, è se valga di più l’affermazione, tutta teorica, di un principio di riduzione, che diventa del tutto astratto non essendosi realizzato il contesto che lo renderebbe efficace, o se sia preminente la difesa dell’integrità della massima istituzione della democrazia rappresentativa, che andrebbe, viceversa, rafforzata e resa più efficiente, ma non a danno della rappresentatività del popolo italiano.
Il resto sono solo chiacchiere astratte.             M.U. 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ridicola marketta pisana, con l'istinto del falsario, le iniziali dell'estensore dell'articolo si mettono sempre. Ogni volta che si copia quell'articolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trottolina , dai su, calmati . Capita di cagarsi addosso . Oggi il tuo amore ti compra 10 paia di mutan di ne .  Mi accompagni ?? 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi sembra che cominci a kakarsi addosso un pò troppo spesso ultimamente, ridicola marketta dalla boccuccia d'oro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963