alla viglia delle elezioni,le fantasie si scatenano....a sx poi...

]Era il 2015 quando l’imprenditore e rappresentante Pd in Senato Raffaele Ranucci proponeva un ordine del giorno, accettato dal governo, con lo scopo di “prendere in considerazione l’opportunità di proporre attraverso una speciale procedura di revisione costituzionale la riduzione delle Regioni“. L’obiettivo era quello di modificare i confini italiani, passando da 20 regioni a 12: Toscana, Umbria e la provincia di Viterbo avrebbero così formato la Regione Appenninica, mentre Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria si sarebbero unite per creare la Regione Alpina. Trentino Alto-Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto avrebbero dato vita al Triveneto. Dall’unione di Abruzzo, Marche ed alcuni territori del Molise e Lazio sarebbe invece nata la Regione Adriatica. Uniche a salvarsi dai cambiamenti pensati dai rappresentanti dem Raffaele Ranucci e Roberto Morassut le Regioni Lombardia, Sicilia e Sardegna

nel corso del meeting di stamani, Bonaccini si è detto pronto a discutere di una possibile riduzione del numero delle Regioni.Come le province del renzetto?????? ahahahahahahahahahahahah

bonaccini_3_lapresse.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963