"non ce n'è coviddi".

1 messaggio in questa discussione

In un paese normale, non completamente plagiato da una propaganda che porta i poveri a stracciarsi le vesti per tutelare i sontuosi guadagni di Brigatore e Santadeché, da oggi dovrebbero tacere da qui alla fine della Pandemia sia lui sia tutti quelli che da mesi attaccano Conte e il governo per misure che poi ogni volta, ogni santissima volta, si sono rivelate giuste per salvare migliaia di vite umane e tutto il sistema Paese.

In un Paese normale.

Ma qui siamo in Italia.

E qui …viene prima la discoteca, poi la vita. Prima gli interessi di Briatore, della Santanché, del Papeete e di tutti questi amici e alleati di Matteo Salvini, poi la sicurezza di lavoratori, giovani e del Paese.

 

Emilio Mola

C’è un nuovo, purtroppo ennesimo, focolaio di coronavirus in Sardegna.

Ed è il Billionaire di Flavio Briatore dove 6 dipendenti del personale sono risultati positivi al Covid-19. E ora tutti gli altri sono in isolamento.

Non voglio aggiungere molto a questa notizia che si commenta nella sua drammaticità da sola, se non augurare a tutti quei lavoratori di guarire il prima possibile.

Ma voglio ricordare alcune dichiarazioni che lo stesso Flavio Briatore che da mesi insulta il governo e che in questi giorni ha ironizzato contro Conte perché “colpevolizza i giovani” togliendo loro quel santuario sicurissimo dal Covid che sono le discoteche:

“Volevano trovare un capro espiatorio simbolico e l’hanno trovato nelle discoteche. Come la vedono loro, sembra che questo virus agisca solo di notte e non di giorno, potrebbero ribattezzarlo virus del panettiere: che si alza la notte per lavorare e dorme di giorno”.

"Il vero virus da cui difendersi - aggiunge ancora sui social - è quello di questo Governo”.

“Una discoteca con la capienza di mille persone - aggiunge parlando all'adnkronos - la portavi a 400 facendo anche i tamponi e i test sierologici ai dipendenti come abbiamo fatto noi al Billionaire".

In un paese normale, non completamente plagiato da una propaganda che porta i poveri a stracciarsi le vesti per tutelare i sontuosi guadagni di Briatore e Santanché, da oggi dovrebbero tacere da qui alla fine della Pandemia sia lui sia tutti quelli che da mesi attaccano Conte e il governo per misure che poi ogni volta, ogni santissima volta, si sono rivelate giuste per salvare migliaia di vite umane e tutto il sistema Paese.

In un Paese normale.

Ma qui siamo in Italia.

E qui viene prima la discoteca, poi la vita. Prima gli interessi di Briatore, della Santanché, del Papeete e di tutti questi amici e alleati di Matteo Salvini, poi la sicurezza di lavoratori, giovani e del Paese.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963