Il governo non ha riaperto le discoteche, le hanno riaperte le Regioni

Ieri sera Salvini a In Onda e a ruota libera, da buon cazzaro (vado a memoria):

"Il governo non ha una linea, apre, chiude, apre, chiude. Ieri apre le discoteche oggi le richiude. Questo governo deve andare a casa".

Stasera, sempre a In Onda Daniela Santanché è ovviamente sulla stessa linea di Salvini (ovviamente anche perché è proprietaria di discoteca):

"Il governo è incoerente, prima riapre le discoteche e poi le richiude".

Meno ovvio che su questo specifico punto Carlo Calenda (che passava per uno serio e non per un cazzaro), anch'egli ospite a In Onda, si allinei con Salvini e Santanché:

 "Su questo punto sono d'accordo con Santanché, il governo non ha una linea". 

Il tutto senza che nessuno dei due pleonastici conduttori del programma abbia ricordato a Salvini, alla Santanché, a Calenda e soprattutto ai telespettatori che

il governo non ha mai riaperto le discoteche: le hanno riaperte le Regioni.

Confermando di essere enti inutili e dannosi. E il governo saggiamente le ha richiuse. 

Infatti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto si leggeva: 

Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. 

Nulla da dire sul pleonastico e patetico David Parenzo, dispiace invece per Luca Telese che a tratti si dimostra giornalista serio e obbiettivo. Ci stanno facendo rimpiangere Lilli Gruber che rispetto a loro è di un altro pianeta. Chi è serio e obbiettivo sempre, e non a tratti, è Andrea Scanzi (l'autore de IL CAZZARO VERDE). L'ottimo e puntuale giornalista del Fatto percula e sbugiarda quei poveracci dei gestori di discoteche che ricorrono al TAR e che piangono danni per 4 miliardi di euro dal provvedimento di richiusura del governo. Ecco cosa scrive Andrea sulla sua pagina FB (i grassetti sono miei)

“Dunque, in Italia ci sono circa 3500 discoteche il cui reddito medio d'impresa (Agenzia delle Entrate) è di circa 4600 euro all'anno.

Per cui 4600 euro moltiplicato per le 3500 discoteche farebbe circa 16 milioni di euro.

I proprietari di discoteche hanno dichiarato, tramite la propria associazione che avranno una perdita di 4 miliardi di euro.

Ora, quando si parla di numeri bisogna intendersi: se 4 miliardi fosse Il fatturato e se avessero un utile di 16 milioni, sarebbe un affare che nessuno intraprenderebbe.

Se invece dichiarano che avranno una perdita di reddito di 4 miliardi a fronte di 16 milioni denunciati ci sarebbe una lieve evasione fiscale di 3 miliardi e 984 milioni di euro

Così Coriolano Pallacci. Ecco: ora basta con le kazzate e parliamo di cose serie. Le discoteche sono chiuse? Perfetto. Durante una pandemia non si può fare altro. È l’ultimo dei problemi. Lo capirebbe anche un pinolo lesso. E se non altro ci sarà molta meno musica di Sgarbi in giro. Daje!

P.S. Stasera, sempre a In Onda l'infettivologo prof. Massimo Galli ha detto (vado a memoria): "Questo problema non si sarebbe nemmeno dovuto porre. Riaprire le discoteche con la curva di contagio in risalita è stata un'assurdità"

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

non mi sembra che Calenda  si sia allineato alle idee di Salvini e Santanchè. Anzi, anche per lui le discoteche dovevano rimanere chiuse, sostenendo economicamente  gestori e lavoratori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

non mi sembra che Calenda  si sia allineato alle idee di Salvini e Santanchè. Anzi, anche per lui le discoteche dovevano rimanere chiuse, sostenendo economicamente  gestori e lavoratori.

Ho seguito quel passaggio, egregio. Calenda si è detto d'accordo con la Santanché solo sullo specifico punto della presunta incoerenza del governo. E invece il governo è stato nello specifico coerentissimo. Aveva decretato che le attività delle discoteche e simili restavano sospese, molte Regioni le hanno riaperte di testa loro (poi alcune le hanno richiuse) infine il governo, coerentemente, le ha richiuse tutte. I lavoratori andranno sostenuti con la cassa integrazione, i gestori, a mio modesto avviso, almeno 9 su 10, dovrebbero essere loro a risarcire la collettività per i contagi che hanno causato facendo ballare i giovani senza mascherina e senza distanziamento. La pretesa poi dei 4 miliardi, come ha evidenziato Scanzi, dimostra che o sono furbetti o sono evasori (o ambedue le cose). Infine un commento personale sui giovani. Affollare le discoteche con la pandemia in piena risalita dimostra che molti, troppi di loro sono irresponsabili, viziati, immaturi. Per non parlare dei genitori che gli hanno dato i soldi per affollare le discoteche. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se il governo non è intervenuto subito a chiudere le discoteche aperte dalle regioni (non lo sapevo come tanti altri) vuol dire che approvava, quindi è come se le avesse aperte il governo.

Ma non si può dire che Calenda si sia allineato a Salvini e Santanchè solo per aver criticato il governo.

Calenda è un liberale, Salvini e Santanchè lo sono?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri sera Salvini a In Onda e a ruota libera, da buon cazzaro (vado a memoria):

"Il governo non ha una linea, apre, chiude, apre, chiude. Ieri apre le discoteche oggi le richiude. Questo governo deve andare a casa".

Stasera, sempre a In Onda Daniela Santanché è ovviamente sulla stessa linea di Salvini (ovviamente anche perché è proprietaria di discoteca):

"Il governo è incoerente, prima riapre le discoteche e poi le richiude".

Meno ovvio che su questo specifico punto Carlo Calenda (che passava per uno serio e non per un cazzaro), anch'egli ospite a In Onda, si allinei con Salvini e Santanché:

 "Su questo punto sono d'accordo con Santanché, il governo non ha una linea". 

Il tutto senza che nessuno dei due pleonastici conduttori del programma abbia ricordato a Salvini, alla Santanché, a Calenda e soprattutto ai telespettatori che

il governo non ha mai riaperto le discoteche: le hanno riaperte le Regioni.

Confermando di essere enti inutili e dannosi. E il governo saggiamente le ha richiuse. 

Infatti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto si leggeva: 

Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. 

Nulla da dire sul pleonastico e patetico David Parenzo, dispiace invece per Luca Telese che a tratti si dimostra giornalista serio e obbiettivo. Ci stanno facendo rimpiangere Lilli Gruber che rispetto a loro è di un altro pianeta. Chi è serio e obbiettivo sempre, e non a tratti, è Andrea Scanzi (l'autore de IL CAZZARO VERDE). L'ottimo e puntuale giornalista del Fatto percula e sbugiarda quei poveracci dei gestori di discoteche che ricorrono al TAR e che piangono danni per 4 miliardi di euro dal provvedimento di richiusura del governo. Ecco cosa scrive Andrea sulla sua pagina FB (i grassetti sono miei)

“Dunque, in Italia ci sono circa 3500 discoteche il cui reddito medio d'impresa (Agenzia delle Entrate) è di circa 4600 euro all'anno.

Per cui 4600 euro moltiplicato per le 3500 discoteche farebbe circa 16 milioni di euro.

I proprietari di discoteche hanno dichiarato, tramite la propria associazione che avranno una perdita di 4 miliardi di euro.

Ora, quando si parla di numeri bisogna intendersi: se 4 miliardi fosse Il fatturato e se avessero un utile di 16 milioni, sarebbe un affare che nessuno intraprenderebbe.

Se invece dichiarano che avranno una perdita di reddito di 4 miliardi a fronte di 16 milioni denunciati ci sarebbe una lieve evasione fiscale di 3 miliardi e 984 milioni di euro

Così Coriolano Pallacci. Ecco: ora basta con le kazzate e parliamo di cose serie. Le discoteche sono chiuse? Perfetto. Durante una pandemia non si può fare altro. È l’ultimo dei problemi. Lo capirebbe anche un pinolo lesso. E se non altro ci sarà molta meno musica di Sgarbi in giro. Daje!

P.S. Stasera, sempre a In Onda l'infettivologo prof. Massimo Galli ha detto (vado a memoria): "Questo problema non si sarebbe nemmeno dovuto porre. Riaprire le discoteche con la curva di contagio in risalita è stata un'assurdità"

 

Sei uno tra i più immondi Cazzari che abitano il Pianeta.  La decisione di riaprire le Discoteche fu presa dal Governo in un Consiglio dei Ministri. Le Regioni avevano solo la possibilità di posticipare la data . Sei un Cazzaro seriale senza soluzione di continuità. Fai skifo ...!! 

“La data ufficiale per la riapertura delle discoteche in Italia è fissata per il 14 luglio ma la situazione potrebbe cambiare da regione a regione.

Ecco poi le regole che il “popolo della notte” dovrà adottare per evitare la possibile diffusione del contagio.

Le date delle riaperture

Il Consiglio dei Ministri aveva inizialmente indicato la data del 15 giugno come giornata per la riapertura delle discoteche salvo poi posticipare al 14 luglio lasciando tuttavia margine d’azione alle singole regioni.

Al momento, perciò, alcune amministrazioni regionali “in relazione all’andamento della situazione epidemiologica, possono comunque decidere di stabilire una diversa data di riapertura delle attività del settore”.

Gli italiani potranno quindi tornare a ballare a seconda della regione in cui si trovano: le prime a riaprire sono state le discoteche toscane e quelle campane  seguite poi da: PugliaEmilia-Romagna, Liguria e Veneto.

Nelle altre regioni invece si attendono ancora eventuali anticipi rispetto alla data fissata dal Governo”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le chiacchiere e le fandonie dei cazzari e dei falsari stanno a zero:

il governo Conte non ha MAI autorizzato la riapertura delle discoteche. 

Subito dopo la saggia proroga dello stato di emergenza, il presidente del Consiglio a fine luglio decideva una ulteriore proroga del DPCM del 14 luglio, posticipando la riapertura delle discoteche:

 https://www.money.it/discoteche-slitta-riapertura-nuovo-dpcm

Successivamente, nel già citato DPCM del 7 agosto, si ribadiva:

Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. 

E stamane, intervistato dal Fatto Quotidiano, il presidente del Consiglio rade al suolo tutte le chiacchiere e le fandonie dei cazzari e dei falsari:

"Il governo non ha MAI autorizzato l’apertura delle discoteche. Abbiamo sempre ritenuto IMPENSABILE che in una discoteca si possano mantenere distanze e indossare le mascherine. È chiaro che sono luoghi privilegiati di diffusione del contagio. Alcune REGIONI, tuttavia, hanno voluto adottare protocolli sanitari ritenendoli compatibili con la riapertura delle discoteche. Abbiamo lasciato fare per alcuni giorni, ma quando abbiamo constatato che la curva epidemiologica rischiava di risalire siamo intervenuti e in Conferenza delle Regioni abbiamo, ancora una volta, dato tutti prova di grande collaborazione, convincendo anche i presidenti regionali più riluttanti a disporre la chiusura. Con l’occasione, abbiamo garantito un intervento di sostegno finanziario per tutti gli operatori del settore".

Ancora una volta le parole perentorie di Giuseppe Conte hanno, sui microbi che gli si oppongono con la slealtà e la menzogna, l'effetto di un'autocisterna di amuchina concentrata. 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Appurato che sei un bugiardo matricolato che continua a giurare di non leggermi mentre e’ del tutto evidente il contrario e già questo sarebbe sufficiente per sputarti in faccia , sei un gonzo ed uno dei personaggi più idio ti dello scibile umano . Se e’ vero come e’ vero che in questi giorni il Governo e’ intervenuto d’imperio ordinando la chiusura delle discoteche, mi sembra pacifico che poteva farlo anche quando , un mese fa , certe Regioni , ebbero il cattivo gusto di riaprirle . Poteva farlo ma non lo fece nonostante che ne avesse non solo la possibilità bensi tutti gli strumenti normativi per farlo. Quelli , pari pari , uguali identici a quelli messi in campo ora . All’epoca non impedi’ alcunché e si limitò, pilatamente , a sospendere il provvedimento convinto di farla franca nel caso di recrudescenza . Formidabile Cazzaro ed inarrivabile bugiardo , puoi scrivere tutto quel che ti pare ma basta non essere degli storioni per bastonarti come meriti. Te e tutti gli idio ti simili a te . Ora vatti a fare una seghina con la foto di Giuseppi che ha preso il posto di Giggino nelle tue dotte sebbene ammosciate palline. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri sera Salvini a In Onda e a ruota libera, da buon cazzaro (vado a memoria):

"Il governo non ha una linea, apre, chiude, apre, chiude. Ieri apre le discoteche oggi le richiude. Questo governo deve andare a casa".

Stasera, sempre a In Onda Daniela Santanché è ovviamente sulla stessa linea di Salvini (ovviamente anche perché è proprietaria di discoteca):

"Il governo è incoerente, prima riapre le discoteche e poi le richiude".

Meno ovvio che su questo specifico punto Carlo Calenda (che passava per uno serio e non per un cazzaro), anch'egli ospite a In Onda, si allinei con Salvini e Santanché:

 "Su questo punto sono d'accordo con Santanché, il governo non ha una linea". 

Il tutto senza che nessuno dei due pleonastici conduttori del programma abbia ricordato a Salvini, alla Santanché, a Calenda e soprattutto ai telespettatori che

il governo non ha mai riaperto le discoteche: le hanno riaperte le Regioni.

Confermando di essere enti inutili e dannosi. E il governo saggiamente le ha richiuse. 

Infatti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto si leggeva: 

Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. 

Nulla da dire sul pleonastico e patetico David Parenzo, dispiace invece per Luca Telese che a tratti si dimostra giornalista serio e obbiettivo. Ci stanno facendo rimpiangere Lilli Gruber che rispetto a loro è di un altro pianeta. Chi è serio e obbiettivo sempre, e non a tratti, è Andrea Scanzi (l'autore de IL CAZZARO VERDE). L'ottimo e puntuale giornalista del Fatto percula e sbugiarda quei poveracci dei gestori di discoteche che ricorrono al TAR e che piangono danni per 4 miliardi di euro dal provvedimento di richiusura del governo. Ecco cosa scrive Andrea sulla sua pagina FB (i grassetti sono miei)

“Dunque, in Italia ci sono circa 3500 discoteche il cui reddito medio d'impresa (Agenzia delle Entrate) è di circa 4600 euro all'anno.

Per cui 4600 euro moltiplicato per le 3500 discoteche farebbe circa 16 milioni di euro.

I proprietari di discoteche hanno dichiarato, tramite la propria associazione che avranno una perdita di 4 miliardi di euro.

Ora, quando si parla di numeri bisogna intendersi: se 4 miliardi fosse Il fatturato e se avessero un utile di 16 milioni, sarebbe un affare che nessuno intraprenderebbe.

Se invece dichiarano che avranno una perdita di reddito di 4 miliardi a fronte di 16 milioni denunciati ci sarebbe una lieve evasione fiscale di 3 miliardi e 984 milioni di euro

Così Coriolano Pallacci. Ecco: ora basta con le kazzate e parliamo di cose serie. Le discoteche sono chiuse? Perfetto. Durante una pandemia non si può fare altro. È l’ultimo dei problemi. Lo capirebbe anche un pinolo lesso. E se non altro ci sarà molta meno musica di Sgarbi in giro. Daje!

P.S. Stasera, sempre a In Onda l'infettivologo prof. Massimo Galli ha detto (vado a memoria): "Questo problema non si sarebbe nemmeno dovuto porre. Riaprire le discoteche con la curva di contagio in risalita è stata un'assurdità"

 

Si ma bisogna spiegare agli italiani xché le discoteche sono chiuse..??.ed invece i calciatori possono giocare..bisogna spiegare xché i centri estivi sono aperti..oppure le spiagge..vede non è serio...trattare in questo modo le sale da ballo..ribadiamo si tratta x la maggior parte di "asintomatici" ..che x precauzione vanno isolati..ma gli ospedali in questo momento sono vuoti..quindi il virus è sottocontrollo..bisogna ascoltare Zangrillo e Bassetti..e non i gufi allarmisti che sono dilettanti..e nemmeno i giornalisti di regime 

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

Si ma bisogna spiegare agli italiani xché le discoteche sono chiuse..??.ed invece i calciatori possono giocare..bisogna spiegare xché i centri estivi sono aperti..oppure le spiagge..vede non è serio...trattare in questo modo le sale da ballo..ribadiamo si tratta x la maggior parte di "asintomatici" ..che x precauzione vanno isolati..ma gli ospedali in questo momento sono vuoti..quindi il virus è sottocontrollo..bisogna ascoltare Zangrillo e Bassetti..e non i gufi allarmisti che sono dilettanti..e nemmeno i giornalisti di regime 

Come ribadiva per la 150sima volta ieri sera in tv il prof. Massimo Galli, gli asintomatici non sono affatto neutrali in questa pandemia. Possono contagiare altre persone e non è affatto detto che anche queste ultime risultino asintomatiche. Ci si può ammalare gravemente e si può morire dopo essere stati contagiati da un portatore sano. Inoltre Galli ha ribadito (anche questo l'aveva detto altre volte) che molti asintomatici, per ragioni tuttora non chiare, hanno un potenziale infettante particolarmente elevato. Non entro in questo fatto tecnico, quello che è certo è che la gran parte degli asintomatici non viene testata. Quindi sono portatori INCONSAPEVOLI dell'infezione e di conseguenza particolarmente pericolosi sotto l'aspetto statistico. 

Riporto anche le parole del direttore generale del Cotugno, il maggiore ospedale per malattie infettive di Napoli e del meridione, lodato sui media internazionali per i risultati ottenuti durante la pandemia (in particolare, ma non solo, grazie alle tecniche introdotte dall'ormai famoso prof. Paolo Ascierto, oncologo del Pascale): 

 Il tema è che il giovane di ritorno dalle vacanze seppur asintomatico può generare e sta generando contagi nell'ambito dei nuclei familiari e quindi i ricoveri di persone in età più avanzata sono diretta emanazione di un contagio avvenuto attraverso i giovani rientrati in massa dalle vacanze». Un quadro per cui Di Mauro esprime «forte preoccupazione» in vista dell'imminente avvio dell'anno scolastico. «Stiamo vivendo - ha affermato - una situazione assolutamente comparabile a quella della fase iniziale: il virus non si è attenuato, cosa che avevamo sempre detto. 

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/coronavirus_cotugno_contagi-5410807.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ancora parli Bugiardo e Cazzaro !! In un forum serio non dovrebbe essere permesso di parlare ai mentitori seriali . Il tuo posto dovrebbe essere solo il Barber Shop di Carmine Petruzziello . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Come ribadiva per la 150sima volta ieri sera in tv il prof. Massimo Galli, gli asintomatici non sono affatto neutrali in questa pandemia. Possono contagiare altre persone e non è affatto detto che anche queste ultime risultino asintomatiche. Ci si può ammalare gravemente e si può morire dopo essere stati contagiati da un portatore sano. Inoltre Galli ha ribadito (anche questo l'aveva detto altre volte) che molti asintomatici, per ragioni tuttora non chiare, hanno un potenziale infettante particolarmente elevato. Non entro in questo fatto tecnico, quello che è certo è che la gran parte degli asintomatici non viene testata. Quindi sono portatori INCONSAPEVOLI dell'infezione e di conseguenza particolarmente pericolosi sotto l'aspetto statistico. 

Riporto anche le parole del direttore generale del Cotugno, il maggiore ospedale per malattie infettive di Napoli e del meridione, lodato sui media internazionali per i risultati ottenuti durante la pandemia (in particolare, ma non solo, grazie alle tecniche introdotte dall'ormai famoso prof. Paolo Ascierto, oncologo del Pascale): 

 Il tema è che il giovane di ritorno dalle vacanze seppur asintomatico può generare e sta generando contagi nell'ambito dei nuclei familiari e quindi i ricoveri di persone in età più avanzata sono diretta emanazione di un contagio avvenuto attraverso i giovani rientrati in massa dalle vacanze». Un quadro per cui Di Mauro esprime «forte preoccupazione» in vista dell'imminente avvio dell'anno scolastico. «Stiamo vivendo - ha affermato - una situazione assolutamente comparabile a quella della fase iniziale: il virus non si è attenuato, cosa che avevamo sempre detto. 

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/coronavirus_cotugno_contagi-5410807.html

Il professore Galli è un gufo allarmista..sono mesi che gli ospedali sono vuoti..il virus è clinicamente morto( parola di Zangrillo e Bassetti ) poi in autunno si vedrà..le enunciazioni di questo virologo..galli  sono un processo alle intenzioni..una visione distorta..Non rappresentano la realtà ..una serie di congetture..nel dire..se questo attacca quello..beh cari gufi allarmisti se avevate i cingolati sareste carroarmati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Appurato che sei un bugiardo matricolato che continua a giurare di non leggermi mentre e’ del tutto evidente il contrario e già questo sarebbe sufficiente per sputarti in faccia , sei un gonzo ed uno dei personaggi più idio ti dello scibile umano . Se e’ vero come e’ vero che in questi giorni il Governo e’ intervenuto d’imperio ordinando la chiusura delle discoteche, mi sembra pacifico che poteva farlo anche quando , un mese fa , certe Regioni , ebbero il cattivo gusto di riaprirle . Poteva farlo ma non lo fece nonostante che ne avesse non solo la possibilità bensi tutti gli strumenti normativi per farlo. Quelli , pari pari , uguali identici a quelli messi in campo ora . All’epoca non impedi’ alcunché e si limitò, pilatamente , a sospendere il provvedimento convinto di farla franca nel caso di recrudescenza . Formidabile Cazzaro ed inarrivabile bugiardo , puoi scrivere tutto quel che ti pare ma basta non essere degli storioni per bastonarti come meriti. Te e tutti gli idio ti simili a te . Ora vatti a fare una seghina con la foto di Giuseppi che ha preso il posto di Giggino nelle tue dotte sebbene ammosciate palline. 

Veramente il bugiardo matricolato è lei ridicola marketta  oltre ad essere un misero personaggio borioso ed insolente, e lo ribadisco tutti i giorni sollevando quattro post.

Per di più, immonda marketta pisana, continua a scrivere meraviglie di Leopoldino che, secondo lei, costringe il governo a seguire le sue visioni avanzate, ma questa volta, in fatto di discoteche, non ha aperto bocca per bloccare sul nascere la loro apertura.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Veramente il bugiardo matricolato è lei ridicola marketta  oltre ad essere un misero personaggio borioso ed insolente, e lo ribadisco tutti i giorni sollevando quattro post.

Per di più, immonda marketta pisana, continua a scrivere meraviglie di Leopoldino che, secondo lei, costringe il governo a seguire le sue visioni avanzate, ma questa volta, in fatto di discoteche, non ha aperto bocca per bloccare sul nascere la loro apertura.

 

I positivi vanno messi in quarantena...punto...,i tamponi sono fatti apposta x scovarli..punto..,gli ospedali sono vuoti...punto,..i gufi allarmisti bufalari..vanno mandati a fa.ncu.lo....punto..,cosa altro dire...certo che di c.azz.ate ne sentiamo e vediamo.. tutti i giorni.. ma come quella di chiudere le discoteche..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Veramente il bugiardo matricolato è lei ridicola marketta  oltre ad essere un misero personaggio borioso ed insolente, e lo ribadisco tutti i giorni sollevando quattro post.

Per di più, immonda marketta pisana, continua a scrivere meraviglie di Leopoldino che, secondo lei, costringe il governo a seguire le sue visioni avanzate, ma questa volta, in fatto di discoteche, non ha aperto bocca per bloccare sul nascere la loro apertura.

 

Si , ho capito Trottolina .  Ma le discoteche ...??  Ahahahahaha . Culona mia !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lei è solo una misera marketta, e non occorre aggiungere altro.

Ma se le fa piacere ci parli pure di Leopoldino e le discoteche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Di nuovo : “ si vabbe” !!  Ma le discoteche ...!! Ahahahahahah

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Se il governo non è intervenuto subito a chiudere le discoteche aperte dalle regioni (non lo sapevo come tanti altri) vuol dire che approvava, quindi è come se le avesse aperte il governo.

Ma non si può dire che Calenda si sia allineato a Salvini e Santanchè solo per aver criticato il governo.

Calenda è un liberale, Salvini e Santanchè lo sono?

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963