Incredibile: con il Truffaldellum del Pd voti Tizio ed eleggi Caio

Il giurista Gianluigi Pellegrino, noto paladino del diritto in tante battaglie civili contro i furbetti al potere, mette a nudo uno dei più vergognosi imbrogli nascosti nella legge truffa con la quale Renzusconi, Alfano e Salvini vorrebbero farci votare nel 2018. Questi giocatori delle tre carte prestati alla politica avevano previsto per i loro scopi una quota di uninominale a coalizioni variabili da collegio a collegio (roba da matti!) senza nemmeno dare al cittadino la possibilità di un voto disgiunto nel proporzionale. Ciò è già un pacchiano tradimento dello spirito dell'uninominale, per giunta i truffatori associati consentono al politicante di Belluno, magari ben noto ai bellunesi per le sue malefatte, di candidarsi nell'uninominale a Canicattì, e viceversa. Ma c'è di più. Come spiega l'avvocato Pellegrino, i voti andati a un non eletto nell'uninominale vengono ripartiti tra le liste bloccate a lui collegate nel proporzionale, perfino nel caso in cui l'elettore non esprime nessuna scelta in queste liste. In altri termini, votate per Tizio del partito X nell'uninominale, candidato che conoscete e che stimate, ma finite per eleggere al parlamento con il vostro voto non Tizio bensì lo sconosciuto Caio (cioè di fatto un nominato, il quale potrebbe anche appartenere a un altro partito Y della coalizione variabile). Un meccanismo perverso, "l'imbroglio degli imbrogli", "l'apoteosi dei nominati" lo definisce Pellegrino, una cosa "che non accade in nessun paese del mondo" (per esempio non può accadere in Germania, dove pure c'è un sistema misto ma con la possibilità del voto disgiunto, nda). Una norma truffaldina ai danni del popolo sovrano, molto probabilmente destinata a essere bocciata dalla Corte Costituzionale, secondo Pellegrino. Con il che avremo un altro parlamento abusivo, basato non sul principio di rappresentanza democratica ma sul principio, assai più debole, di continuità dello Stato (che in Italia viene poi col tempo a identificarsi con il principio di incollamento alla poltrona del kulo dei nominati).  Leggetevi attentamente l'intervista:

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/siamo-allapoteosi-dei-nominati-voti-uno-e-eleggi-un-altro/

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Mi sorge un dubbio. Vuoi vedere che in questa leggiaccia renzusconiana, oltre alle mani (anzi i piedi) dei piddini Rosato e Fiano, ci sia pure lo zampino di Scajola! Il ministro berlusconiano che abitava in una casa di lusso con vista sul Colosseo, di sua proprietà ma pagata da altri a sua insaputa. Perché con il Truffaldellum bis può facilmente capitare che voti nell'uninominale il candidato Tizio, da te ben conosciuto e stimato, ma poi finisci per eleggere con il tuo voto, ma a tua insaputa, il nominato e sconosciuto Caio di un listino bloccato del proporzionale. Il quale Caio finirà in parlamento grazie a un gran numero di elettori che non lo hanno mai votato e che mai avrebbero immaginato di votarlo, né nell'uninominale né nel proporzionale. Non bastavano i nominati dai capipartito, dal 2018 avremo anche gli eletti all'insaputa degli elettori. Un'altra interessante novità introdotta nel paese di Pulcinella dai "creativi" del Partito Disastro.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Mi sorge un dubbio. Vuoi vedere che in questa leggiaccia renzusconiana, oltre alle mani (anzi i piedi) dei piddini Rosato e Fiano, ci sia pure lo zampino di Scajola! Il ministro berlusconiano che abitava in una casa di lusso con vista sul Colosseo, di sua proprietà ma pagata da altri a sua insaputa. Perché con il Truffaldellum bis può facilmente capitare che voti nell'uninominale il candidato Tizio, da te ben conosciuto e stimato, ma poi finisci per eleggere con il tuo voto, ma a tua insaputa, il nominato e sconosciuto Caio di un listino bloccato del proporzionale. Il quale Caio finirà in parlamento grazie a un gran numero di elettori che non lo hanno mai votato e che mai avrebbero immaginato di votarlo, né nell'uninominale né nel proporzionale. Non bastavano i nominati dai capipartito, dal 2018 avremo anche gli eletti all'insaputa degli elettori. Un'altra interessante novità introdotta nel paese di Pulcinella dai "creativi" del Partito Disastro.

La casa a scajola ce l abbiamo co prata noi, io Mark e Renzi xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, wronschi ha scritto:

La casa a scajola ce l abbiamo co prata noi, io Mark e Renzi xD

Quale sarebbe il nesso della tua risposta  qua-bong-chuyen-da-pu-ebete-de-240m3.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Il giurista Gianluigi Pellegrino, noto paladino del diritto in tante battaglie civili contro i furbetti al potere, mette a nudo uno dei più vergognosi imbrogli nascosti nella legge truffa con la quale Renzusconi, Alfano e Salvini vorrebbero farci votare nel 2018. Questi giocatori delle tre carte prestati alla politica avevano previsto per i loro scopi una quota di uninominale a coalizioni variabili da collegio a collegio (roba da matti!) senza nemmeno dare al cittadino la possibilità di un voto disgiunto nel proporzionale. Ciò è già un pacchiano tradimento dello spirito dell'uninominale, per giunta i truffatori associati consentono al politicante di Belluno, magari ben noto ai bellunesi per le sue malefatte, di candidarsi nell'uninominale a Canicattì, e viceversa. Ma c'è di più. Come spiega l'avvocato Pellegrino, i voti andati a un non eletto nell'uninominale vengono ripartiti tra le liste bloccate a lui collegate nel proporzionale, perfino nel caso in cui l'elettore non esprime nessuna scelta in queste liste. In altri termini, votate per Tizio del partito X nell'uninominale, candidato che conoscete e che stimate, ma finite per eleggere al parlamento con il vostro voto non Tizio bensì lo sconosciuto Caio (cioè di fatto un nominato, il quale potrebbe anche appartenere a un altro partito Y della coalizione variabile). Un meccanismo perverso, "l'imbroglio degli imbrogli", "l'apoteosi dei nominati" lo definisce Pellegrino, una cosa "che non accade in nessun paese del mondo" (per esempio non può accadere in Germania, dove pure c'è un sistema misto ma con la possibilità del voto disgiunto, nda). Una norma truffaldina ai danni del popolo sovrano, molto probabilmente destinata a essere bocciata dalla Corte Costituzionale, secondo Pellegrino. Con il che avremo un altro parlamento abusivo, basato non sul principio di rappresentanza democratica ma sul principio, assai più debole, di continuità dello Stato (che in Italia viene poi col tempo a identificarsi con il principio di incollamento alla poltrona del kulo dei nominati).  Leggetevi attentamente l'intervista:

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/siamo-allapoteosi-dei-nominati-voti-uno-e-eleggi-un-altro/

 

Un impostore !! Ecco cosa e’ il Cazzaro Fosforo . Un luri.do impostore !! Con il Rosatellum, i pregi maggiori, rispetto al Consultellum attualmente vigente, sono due: migliora la rappresentatività reintroducendo i collegi uninominali e quindi uno stretto rapporto tra eletti e elettori,  gli elettori sanno per chi votano perché i nomi dei candidati saranno sulle schede, garantisce un apprezzabile tasso di disproporzionalità nella conversione dei voti in seggi anche se la coalizione vincitrice sta sotto il 40% dei suffragi. Inoltre l'assenza dello scorporo è un notevole elemento di trasparenza. Per tutti questi motivi la legge Rosato è un passo avanti: favorisce la governabilità più del Consultellum, pur non potendola assicurare, ma va detto che nessuna legge a turno unico col tripolarismo può dare questa certezza. E in alcuni post di tempo fa , l’impostore e Cazzaro Napoletano , si era speso a favore dei collegi uninominali così come sono stati introdotti , ma siccome sono stati introdotti dal partito che odia , ora ne dice peste e corna . Che brutta persona ....., da vomi to !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il più sciocco dei servi sciocchi ci viene a raccontare che il rosatellum migliora la rappresentatività in quanto reintroduce i collegi uninominali.

Peccato che solo 1/3 dei parlamentari venga eletto con il sistema maggioritario

http://www.corriere.it/politica/17_ottobre_12/simulazione-ecfe46aa-af8a-11e7-be55-08dc7ea09b29.shtml?refresh_ce-cp

Come era ovvio, il Partito a Delinquere non ha chiesto il parere preventivo ai servi sciocchi che ne costituiscono la straordinaria base coprofaga, somari acciambellati che non hanno ancora capito che

con il Truffaldellum del Pd voti Tizio e viene eletto Caio

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Il più sciocco dei servi sciocchi ci viene a raccontare che il rosatellum migliora la rappresentatività in quanto reintroduce i collegi uninominali.

Peccato che solo 1/3 dei parlamentari venga eletto con il sistema maggioritario

http://www.corriere.it/politica/17_ottobre_12/simulazione-ecfe46aa-af8a-11e7-be55-08dc7ea09b29.shtml?refresh_ce-cp

Come era ovvio, il Partito a Delinquere non ha chiesto il parere preventivo ai servi sciocchi che ne costituiscono la straordinaria base coprofaga, somari acciambellati che non hanno ancora capito che

con il Truffaldellum del Pd voti Tizio e viene eletto Caio

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ahahahaha, poteva o non poteva intervenire , a capocchia, anche la testadiminkia Docgalileo?? Certo che no !! Debbo dire che in questo caso, oltre che a testadiminkia , appare pure come Paralipomeno della Batriacomiomachia ( Leopardi , Giacomo di Recanati ), che , da un rapido consulto da quel che ha sempre scritto in ordine alle varie leggi elettorali via via discusse , se ne deduce che la testadiminkia forzanovista Docgalileo e’ un profondo sostenitore e rigido tifoso del sistema Gattocratico alla Tibetana . Poveraccio (come lo e’ anche Fosforuccio ). Da sempre tifosi del sistema proporzionale , ora , solo perché la legge e’ stata ideata , discusa ed approvata grazie al PD, la abiurano,  dimenticandosi , da perfetti imbexxilli oltre che semianalfabeti sulla questione, che sono proprio i listini bloccati l’essenza del proporzionale e che se si fosse scelto un proporzionale puro , senza collegi uninominali, ci saremmo trovati , non in percentuale , ma al 100% nella situazione che , ora , da perfetti idio ti , disprezzano. Ahahahaha, una prece !! Sentita e sincera !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora