LA RACCONTAN SEMPRE GIUSTA

Farne  un  caso  quando  non  ci  sono  loro  di  mezzo  è da  maldestri celoduri o grulli....

La povera Peppina.
Quanto ci hanno sfasciato il ca..o con la povera Peppina.
Lo stato cattivo e aguzzino che se la prende con la Povera Peppina.
Ma andate af...fancu  lo va. Sta storia puzzava di truffa ai danni dello stato lontano mille miglia.
Oggi si scopre che la famiglia della Povera Peppina, fuori dalla proroga collettiva, non ha accettato la trattativa ad personam: il Comune, con il supporto del governo, avrebbe lasciato l’anziana nella casa in legno fino alla fine dei suoi giorni purché, dopo la dipartita della capofamiglia, fosse stato chiaro che il bene abusivo sarebbe stato smontato.

Niente da fare. La famiglia voleva due immobili: un immobile dal valore pari al 100% di quello della casa lesionata e la nuova casa abusiva sanata.
Magari avrebbero gradito anche una fetta di cu    lo con i pinoli.

Andate affanc   ulo un'altra volta va.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Beppina   Beppina   sei  proprio  circondata  da  persone  perbene  ringraziali  per  il  loro   egoismo  ti  han  fatto  perdere  la  tua   casetta.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

FUFFA  PER  DEMENTI  ALLA  DIRETTORETTO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, pm610 ha scritto:

Farne  un  caso  quando  non  ci  sono  loro  di  mezzo  è da  maldestri celoduri o grulli....

La povera Peppina.
Quanto ci hanno sfasciato il ca..o con la povera Peppina.
Lo stato cattivo e aguzzino che se la prende con la Povera Peppina.
Ma andate af...fancu  lo va. Sta storia puzzava di truffa ai danni dello stato lontano mille miglia.
Oggi si scopre che la famiglia della Povera Peppina, fuori dalla proroga collettiva, non ha accettato la trattativa ad personam: il Comune, con il supporto del governo, avrebbe lasciato l’anziana nella casa in legno fino alla fine dei suoi giorni purché, dopo la dipartita della capofamiglia, fosse stato chiaro che il bene abusivo sarebbe stato smontato.

Niente da fare. La famiglia voleva due immobili: un immobile dal valore pari al 100% di quello della casa lesionata e la nuova casa abusiva sanata.
Magari avrebbero gradito anche una fetta di cu    lo con i pinoli.

Andate affanc   ulo un'altra volta va.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963