Luigino preparati meglio

Colta al volo stasera a "Di martedì". Il candidato premier Di Maio, interrogato sui problemi di bilancio del comune di Roma, butta la palla nel campo avverso (pessima abitudine del 99% degli attuali politici italiani quando ricevono domande scomode) e dice che il governo Renzi ci ha lasciato 130 miliardi in più di debito pubblico. La cifra è probabilmente arrotondata per eccesso ma sostanzialmente corretta. Al che Floris, che non è un servo del potere ma non è ancora del tutto immune da soggezioni inconsce, scatta come una molla in soccorso del potente: "Sì però in rapporto al Pil il debito è diminuito". Qui Luigino non replica e perde la ghiotta occasione per mostrarsi ben preparato e per demolire una delle frequenti balle della propaganda renziana, infelicemente ripresa e purtroppo avvalorata da Floris, considerato dai più giornalista serio e neutrale. In realtà nei quasi tre anni di governo Renzi non è cresciuto solo il debito pubblico ma anche il rapporto debito/Pil. Vi basta cercare la voce su Google e trovate subito il grafico storico basato sui dati Eurostat. A fine 2013 il debito era il 129% del Pil. A fine 2014 saliva al 131,8% e al 132,1 nel 2015. Nel 2016 nonostante la ripresina economica il rapporto saliva ancora al 132,6% (e per il 2017 si stima che raggiungerà il 133%). Dunque con il governo Renzi il rapporto debito/Pil è cresciuto di circa 3 punti e mezzo. Un candidato premier questi dati macroeconomici li dovrebbe memorizzare, e in generale dovrebbe prepararsi a puntino per i confronti televisivi della campagna elettorale, specie se si chiama Di Maio e se, a differenza di altri, non troverà mai giornalisti servi o compiacenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

7 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Colta al volo stasera a "Di martedì". Il candidato premier Di Maio, interrogato sui problemi di bilancio del comune di Roma, butta la palla nel campo avverso (pessima abitudine del 99% degli attuali politici italiani quando ricevono domande scomode) e dice che il governo Renzi ci ha lasciato 130 miliardi in più di debito pubblico. La cifra è probabilmente arrotondata per eccesso ma sostanzialmente corretta. Al che Floris, che non è un servo del potere ma non è ancora del tutto immune da soggezioni inconsce, scatta come una molla in soccorso del potente: "Sì però in rapporto al Pil il debito è diminuito". Qui Luigino non replica e perde la ghiotta occasione per mostrarsi ben preparato e per demolire una delle frequenti balle della propaganda renziana, infelicemente ripresa e purtroppo avvalorata da Floris, considerato dai più giornalista serio e neutrale. In realtà nei quasi tre anni di governo Renzi non è cresciuto solo il debito pubblico ma anche il rapporto debito/Pil. Vi basta cercare la voce su Google e trovate subito il grafico storico basato sui dati Eurostat. A fine 2013 il debito era il 129% del Pil. A fine 2014 saliva al 131,8% e al 132,1 nel 2015. Nel 2016 nonostante la ripresina economica il rapporto saliva ancora al 132,6% (e per il 2017 si stima che raggiungerà il 133%). Dunque con il governo Renzi il rapporto debito/Pil è cresciuto di circa 3 punti e mezzo. Un candidato premier questi dati macroeconomici li dovrebbe memorizzare, e in generale dovrebbe prepararsi a puntino per i confronti televisivi della campagna elettorale, specie se si chiama Di Maio e se, a differenza di altri, non troverà mai giornalisti servi o compiacenti.

Caro ragazzo  !! Si sì , dico a te che ti candidi ( Dio ce ne scampi e liberi ) a governare l’Italia. Dammi retta , non assumere mai il Cazzaro Fosforo  come tuo portavoce . Non solo : diffida sempre di quel che ti dice . La sua naturale predisposizione alla bufala unità al suo rancore ed all’odio verso Renzi , ti farebbero fare figure ancora più meschine di quel che già fai . Nonostante che il Cazzaro già sin dall’eta Di anni 2 sapesse già leggere, ad anni 3 acquistasse già i quotidiani ed ad anni 4 parlasse già il latino ( fluente ), ho qualche dubbio che le cose stiano veramente così . Ed allora , ieri sera , hai fatto bene a perdere la “ghiotta “ occasione che ti era stata offerta . Se tu avessi seguito il consiglio del Cazzaro Fosforo, l’occasione, da ghiotta , si sarebbe trasformata in ...”mer.da”. 22Settembre 2017Migliora il rapporto pil-debito. A rilevarlo è l'Istat che sottolinea come nel 2016 il rapporto debito-pil è infatti arrivato al 132%Franco Grilli

Migliora il rapporto pil-debito. A rilevarlo è l'Istat che sottolinea come nel 2016 il rapporto debito-pil è infatti arrivato al 132%. In discesa rispetto al 132,6 per cento registrato invece nel 2015. L'Istituto di statistica inoltre ha riportato le stime per il Pil. Nel 2016 è cresciuto dello 0,9 per cento posizionandosi appena sopra i livelli del 2000. Nel 2016, spiega l’Istat, "il Pil ai prezzi di mercato risulta pari a 1.680.523 milioni di euro correnti, con una revisione al rialzo di 8.085 milioni rispetto alla stima precedente. Per il 2015 il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 6.714 milioni di euro". Nel 2016 l’incremento del Pil in volume è pari a 0,9%, con un risultato invariato rispetto alla stima preliminare di marzo. Sulla base dei nuovi dati, il Pil in volume è cresciuto nel 2015 dell’1,0%, con una revisione al rialzo di 0,2 punti percentuali rispetto alla stima di marzo (+0,8%). Inoltre va sottolineato che nel 2016 gli investimenti fissi lordi hanno registrato una crescita di volume del 2,8 per cento, mentre i consumi finali sono cresciuti dell'1,3 per cento e le importazioni. 

 
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah, dimenticavo : Il Cazzaro Fosforo e’ smerda.to pure dal suo giornaletto di riferimento. Il Falso Quotidiano ...!! 

Istat, rapporto deficit/Pil 2016 al 2,4%: dato annuo si conferma anche come il migliore dal 2007

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una piccola ma doverosa precisazione. Nell'ultima revisione dei dati del settembre scorso l'Istat ha corretto al rialzo la sua precedente stima sul Pil del 2016, con il che si riduce il rapporto debito/Pil per lo stesso anno dal 132,6% (dato Eurostat da me riportato nel precedente post) al 132,0%. Resta il fatto incontrovertibile che nel triennio renziano il nostro debito pubblico è  notevolmente cresciuto non solo in assoluto (di quasi 130 miliardi) ma anche in rapporto al Pil (di circa 3 punti percentuali). È opportuno ricordare, per inciso, che ciò è avvenuto in quadro macroeconomico internazionale assai più favorevole per la nostra economia e per le nostre finanze di quello in cui si erano mossi i precedenti governi. Confermo, in definitiva, che il conduttore Floris ha detto in diretta una ENORME BALLA, immediatamente rilevata dal sottoscritto e da tutti quelli che hanno un minimo di familiarità con i dati macroeconomici italiani. Infatti, a fronte di una crescita del debito di circa 130 miliardi, che sono oltre il 6% del debito iniziale trovato da Renzi, il rapporto debito/Pil poteva migliorare, tra la fine del 2013 e la fine del 2016, se e solo se il Pil fosse nel frattempo cresciuto di oltre 6 punti, cosa palesemente non accaduta o accaduta solo nella fantasia dei  lekkaculi dell'incapace di Rignano. Confermo anche che Di Maio ha perso l'occasione di demolire questa enorme balla e di mostrarsi bene informato e preparato come si conviene a un candidato premier.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Una piccola ma doverosa precisazione. Nell'ultima revisione dei dati del settembre scorso l'Istat ha corretto al rialzo la sua precedente stima sul Pil del 2016, con il che si riduce il rapporto debito/Pil per lo stesso anno dal 132,6% (dato Eurostat da me riportato nel precedente post) al 132,0%. Resta il fatto incontrovertibile che nel triennio renziano il nostro debito pubblico è  notevolmente cresciuto non solo in assoluto (di quasi 130 miliardi) ma anche in rapporto al Pil (di circa 3 punti percentuali). È opportuno ricordare, per inciso, che ciò è avvenuto in quadro macroeconomico internazionale assai più favorevole per la nostra economia e per le nostre finanze di quello in cui si erano mossi i precedenti governi. Confermo, in definitiva, che il conduttore Floris ha detto in diretta una ENORME BALLA, immediatamente rilevata dal sottoscritto e da tutti quelli che hanno un minimo di familiarità con i dati macroeconomici italiani. Infatti, a fronte di una crescita del debito di circa 130 miliardi, che sono oltre il 6% del debito iniziale trovato da Renzi, il rapporto debito/Pil poteva migliorare, tra la fine del 2013 e la fine del 2016, se e solo se il Pil fosse nel frattempo cresciuto di oltre 6 punti, cosa palesemente non accaduta o accaduta solo nella fantasia dei  lekkaculi dell'incapace di Rignano. Confermo anche che Di Maio ha perso l'occasione di demolire questa enorme balla e di mostrarsi bene informato e preparato come si conviene a un candidato premier.

Ahahahaha, intanto anche io ,  una doverosa precisazione : Il Cazzaro Fosforo mente quando dice che non mi legge..!! Invece legge , accidenti se legge !! Dopodiché consiglio a Floris che da oggi avrà un agguerrito avversario: Il Cazzaro Fosforo , sgambato con l’ultima bufala con il rapporto Deficit/PIL che ha dovuto correggere , senza scusarsi , attaccandosi alla “doverosa precisazione “. Diffidate compagni , diffidate !! Chissà se andrà dal barbiere di fiducia e dal suo pizzaiolo a comunicargli la sua “tempestiva” precisazione . Ahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Il rapporto debito pubblico /PIL migliora, sostiene l'asino pisano mark525 .

Diamo la parola all'ISTAT .

La recentissima pubblicazione del 22 settembre 2017

http://www.istat.it/it/files/2017/09/CS_ContiEconNaz_sett2017.pdf?title=Conti+economici+nazionali+-+22%2Fset%2F2017+-+Testo+integrale+e+nota+metodologica.pdf

a pagina 6 riporta questi dati:

debito/PIL 2013 % 129,0

debito/PIL 2014 % 131,8

debito/PIL 2015 % 131,5

debito/PIL 2016 % 132,0

Cosa ha scritto l'asino pisano mark525 ?

IL RAPPORTO DEBITO/PIL MIGLIORA !

AMBECILLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

chiama con urgenza il numero 050  99 26 47

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Credo , sono certo , che la testadiminkia Docgalileo faccia “discreta”confusione tra la parola debito e la parola deficit . Cade miseramente il tentativo della testadiminkia Docgalileo di correre in soccorso del Cazzaro Napoletano con il quale , da un po’ di tempo, possiamo ritrovarli su di uno stesso ed identico piano . Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Faccio sommessamente presente al somaro pisano mark525 che il post di fosfy riguarda

il rapporto debito pubblico / PIL .

Lo stesso somaro pisano mark525 blatera di rapporto debito pubblico / PIL nel suo post di otto ore fa.

Repetita iuvant :

AMBECILLEEEEEEEEEEEEEEEEE

chiama con urgenza il numero 050  99 26 47

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, docgalileo ha scritto:

Faccio sommessamente presente al somaro pisano mark525 che il post di fosfy riguarda

il rapporto debito pubblico / PIL .

Lo stesso somaro pisano mark525 blatera di rapporto debito pubblico / PIL nel suo post di otto ore fa.

Repetita iuvant :

AMBECILLEEEEEEEEEEEEEEEEE

chiama con urgenza il numero 050  99 26 47

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Faccio sommessamente presente alla testadiminkia Docgalileo che il Cazzaro Fosfy ha già provveduto , autonomamente , a rettificare la prima iniziale bufala . Conoscendo quanto la testadiminkia Docgalileo sia anche un formidabile ed inutile leguleio , termino qui la conversazione avendo già raggiunto il mio originario scopo prefissomi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/10/2017 in 08:00 , mark20172 ha scritto:

Ah, dimenticavo : Il Cazzaro Fosforo e’ smerda.to pure dal suo giornaletto di riferimento. Il Falso Quotidiano ...!! 

Istat, rapporto deficit/Pil 2016 al 2,4%: dato annuo si conferma anche come il migliore dal 2007

 

 

L'istat quella che dice che gli italiani mangiano un pollo a testa ?

Stanlio E Ollio Che Ridono

Modificato da monello.07

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963