In un Paese serio e non in quello di Pulcinella dovrebbe essere già a casa a pedate nel Kulo ...

 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council...
FRANCISCO SECO VIA GETTY IMAGES
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council in Brussels on July 17, 2020, as the leaders of the European Union hold their first face-to-face summit over a post-virus economic rescue plan. - The EU has been plunged into a historic economic crunch by the coronavirus crisis, and EU officials have drawn up plans for a huge stimulus package to lead their countries out of lockdown. (Photo by Francisco Seco / POOL / AFP) (Photo by FRANCISCO SECO/POOL/AFP via Getty Images)

Qualcosa non quadra nella ricostruzione del presidente del Consiglio sulla mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana. C’è un verbale pubblicato oggi dall’Eco di Bergamo ed è quello in cui il Comitato tecnico scientifico, il 3 marzo, consiglia al governo di istituire la zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro. Il premier – in conferenza stampa dopo il Cdm che ha approvato il Decreto Agosto - sostiene di essere venuto a conoscenza di questo verbale due giorni dopo, solo il 5 marzo. Il 2 aprile scorso però, in un’intervista al Fatto Quotidiano, Conte dice invece qualcosa di diverso, e cioè che “la sera del 3 marzo il Cts propone per la prima volta la possibilità di una zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro”. Parole precise, dalle quali traspare che dell’esigenza di cinturare la Val Seriana Conte ne era venuto a conoscenza il giorno stesso della redazione del verbale. Perché questa incongruenza? Qual è la versione corretta? Non è questione di lana caprina: in un’emergenza tale, come quella del Coronavirus, quarantotto ore possono cambiare il corso della storia e soprattutto la conta dei morti.

Basta confrontare l’intervista con le dichiarazioni di stasera per rendersi conto che le date non tornano. Ecco il passaggio dato al Fatto:

“Mi permetta di ricostruire cronologicamente i passaggi. La sera del 3 marzo il Comitato tecnico scientifico propone per la prima volta la possibilità di una nuova zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro. Ormai vi erano chiari segnali di un contagio diffuso in vari altri comuni lombardi, anche a Bergamo, a Cremona, a Brescia. Una situazione ben diversa da quella che ci aveva portato a cinturare i comuni della Bassa Lodigiana e Vo’ Euganeo. Chiedo così agli esperti di formulare un parere più articolato: mi arriva la sera del 5 marzo e conferma l’opportunità di una cintura rossa per Alzano e Nembro. Il 6 marzo, con la Protezione civile, decidiamo di imporre la zona rossa a tutta la Lombardia. Il 7 marzo arriva il decreto”. 

Invece durante la conferenza stampa di stasera Conte dice chiaramente: 

“Del verbale del 3 marzo ne sono venuto a conoscenza il giorno 5”

Insomma, ballano due giorni, e non sono pochi.

Ma c’è dell’altro in questa storia che ha diversi lati ancora oscuri. Sulla mancata istituzione della zona rossa nei due comuni della Bergamasca, diventati simboli dell’emergenza Coronavirus in Italia, sta indagando la Procura di Bergamo. E c’è uno stralcio di interrogatorio pubblicato nel libro “Come nasce un’epidemia” scritto da tre giornalisti del Corriere della Sera durante il quale il premier avrebbe detto ai pm di non aver “mai visto” quel documento del Cts.

Sta di fatto che il governo, con una “scelta politica” rivendicata a più riprese dal premier, l′8 marzo decide di chiudere l’intera Lombardia. La distanza tra la data del 3 marzo e quella del’effettivo lockdown lombardo porta la Lega oggi a chiedere le dimissioni di Conte. Salvini però non si limita ad attaccare Conte solo sulle zone rosse. In un altro verbale, del 7 marzo, per esempio emerge che il Cts aveva consigliato chiusure differenziate e invece l’esecutivo optò per il lockdown totale.  “Se io vado a processo il 3 ottobre per avere trattenuto poche decine di immigranti per qualche giorno su una barca, allora portiamo Conte e i suoi al Tribunale internazionale perché hanno sequestrato mezza Italia”, dice Salvini. Le opposizioni sostengono che aver chiuso tutta l’Italia abbia penalizzato economicamente le regioni meridionali meno colpite dal virus. Non è un caso se nell’illustrare il decreto Agosto il governo si sia concentrato sulle misure per il Sud di cui il premier si è detto “particolarmente orgoglioso”.

Tornando ad Alzano e Nembro, la domanda per ora resta inevasa: quale delle due versioni fornite da Conte corrisponde a verità?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

in u n paese serio,qualche carica costituzionale dei luoghi,perchè non è intervenuto spontaneamente? poteva farlo,altrimenti che amministratore sarebbe? invece preferisce andare al tempo che fa a predicare inutilita',senza che nessuno paossa fare domande scomode..e alla fine,una bella vacanza all'estero basucchiando la mogliettina. di questo ovviamente,te ne sei dimenticato la menzione

sempre rimani uno di sx....al peggio non cè mai fine

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, mark222220 ha scritto:
 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council...
FRANCISCO SECO VIA GETTY IMAGES
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council in Brussels on July 17, 2020, as the leaders of the European Union hold their first face-to-face summit over a post-virus economic rescue plan. - The EU has been plunged into a historic economic crunch by the coronavirus crisis, and EU officials have drawn up plans for a huge stimulus package to lead their countries out of lockdown. (Photo by Francisco Seco / POOL / AFP) (Photo by FRANCISCO SECO/POOL/AFP via Getty Images)

Qualcosa non quadra nella ricostruzione del presidente del Consiglio sulla mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana. C’è un verbale pubblicato oggi dall’Eco di Bergamo ed è quello in cui il Comitato tecnico scientifico, il 3 marzo, consiglia al governo di istituire la zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro. Il premier – in conferenza stampa dopo il Cdm che ha approvato il Decreto Agosto - sostiene di essere venuto a conoscenza di questo verbale due giorni dopo, solo il 5 marzo. Il 2 aprile scorso però, in un’intervista al Fatto Quotidiano, Conte dice invece qualcosa di diverso, e cioè che “la sera del 3 marzo il Cts propone per la prima volta la possibilità di una zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro”. Parole precise, dalle quali traspare che dell’esigenza di cinturare la Val Seriana Conte ne era venuto a conoscenza il giorno stesso della redazione del verbale. Perché questa incongruenza? Qual è la versione corretta? Non è questione di lana caprina: in un’emergenza tale, come quella del Coronavirus, quarantotto ore possono cambiare il corso della storia e soprattutto la conta dei morti.

Basta confrontare l’intervista con le dichiarazioni di stasera per rendersi conto che le date non tornano. Ecco il passaggio dato al Fatto:

“Mi permetta di ricostruire cronologicamente i passaggi. La sera del 3 marzo il Comitato tecnico scientifico propone per la prima volta la possibilità di una nuova zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro. Ormai vi erano chiari segnali di un contagio diffuso in vari altri comuni lombardi, anche a Bergamo, a Cremona, a Brescia. Una situazione ben diversa da quella che ci aveva portato a cinturare i comuni della Bassa Lodigiana e Vo’ Euganeo. Chiedo così agli esperti di formulare un parere più articolato: mi arriva la sera del 5 marzo e conferma l’opportunità di una cintura rossa per Alzano e Nembro. Il 6 marzo, con la Protezione civile, decidiamo di imporre la zona rossa a tutta la Lombardia. Il 7 marzo arriva il decreto”. 

Invece durante la conferenza stampa di stasera Conte dice chiaramente: 

“Del verbale del 3 marzo ne sono venuto a conoscenza il giorno 5”

Insomma, ballano due giorni, e non sono pochi.

Ma c’è dell’altro in questa storia che ha diversi lati ancora oscuri. Sulla mancata istituzione della zona rossa nei due comuni della Bergamasca, diventati simboli dell’emergenza Coronavirus in Italia, sta indagando la Procura di Bergamo. E c’è uno stralcio di interrogatorio pubblicato nel libro “Come nasce un’epidemia” scritto da tre giornalisti del Corriere della Sera durante il quale il premier avrebbe detto ai pm di non aver “mai visto” quel documento del Cts.

Sta di fatto che il governo, con una “scelta politica” rivendicata a più riprese dal premier, l′8 marzo decide di chiudere l’intera Lombardia. La distanza tra la data del 3 marzo e quella del’effettivo lockdown lombardo porta la Lega oggi a chiedere le dimissioni di Conte. Salvini però non si limita ad attaccare Conte solo sulle zone rosse. In un altro verbale, del 7 marzo, per esempio emerge che il Cts aveva consigliato chiusure differenziate e invece l’esecutivo optò per il lockdown totale.  “Se io vado a processo il 3 ottobre per avere trattenuto poche decine di immigranti per qualche giorno su una barca, allora portiamo Conte e i suoi al Tribunale internazionale perché hanno sequestrato mezza Italia”, dice Salvini. Le opposizioni sostengono che aver chiuso tutta l’Italia abbia penalizzato economicamente le regioni meridionali meno colpite dal virus. Non è un caso se nell’illustrare il decreto Agosto il governo si sia concentrato sulle misure per il Sud di cui il premier si è detto “particolarmente orgoglioso”.

Tornando ad Alzano e Nembro, la domanda per ora resta inevasa: quale delle due versioni fornite da Conte corrisponde a verità?

Domandine:

A) due giorni o due minuti, è lei che può stabilire i tempi di reazione della politica ?

B) si è accorto che il Sig. Frizzantino la applaude ?

C) lo sa che durante la vicenda Covid Italia Viva ha votato sempre la fiducia a Conte in Parlamento ?

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:
 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council...
FRANCISCO SECO VIA GETTY IMAGES
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte release a steatment as he arrives at the European Union Council in Brussels on July 17, 2020, as the leaders of the European Union hold their first face-to-face summit over a post-virus economic rescue plan. - The EU has been plunged into a historic economic crunch by the coronavirus crisis, and EU officials have drawn up plans for a huge stimulus package to lead their countries out of lockdown. (Photo by Francisco Seco / POOL / AFP) (Photo by FRANCISCO SECO/POOL/AFP via Getty Images)

Qualcosa non quadra nella ricostruzione del presidente del Consiglio sulla mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana. C’è un verbale pubblicato oggi dall’Eco di Bergamo ed è quello in cui il Comitato tecnico scientifico, il 3 marzo, consiglia al governo di istituire la zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro. Il premier – in conferenza stampa dopo il Cdm che ha approvato il Decreto Agosto - sostiene di essere venuto a conoscenza di questo verbale due giorni dopo, solo il 5 marzo. Il 2 aprile scorso però, in un’intervista al Fatto Quotidiano, Conte dice invece qualcosa di diverso, e cioè che “la sera del 3 marzo il Cts propone per la prima volta la possibilità di una zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro”. Parole precise, dalle quali traspare che dell’esigenza di cinturare la Val Seriana Conte ne era venuto a conoscenza il giorno stesso della redazione del verbale. Perché questa incongruenza? Qual è la versione corretta? Non è questione di lana caprina: in un’emergenza tale, come quella del Coronavirus, quarantotto ore possono cambiare il corso della storia e soprattutto la conta dei morti.

Basta confrontare l’intervista con le dichiarazioni di stasera per rendersi conto che le date non tornano. Ecco il passaggio dato al Fatto:

“Mi permetta di ricostruire cronologicamente i passaggi. La sera del 3 marzo il Comitato tecnico scientifico propone per la prima volta la possibilità di una nuova zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro. Ormai vi erano chiari segnali di un contagio diffuso in vari altri comuni lombardi, anche a Bergamo, a Cremona, a Brescia. Una situazione ben diversa da quella che ci aveva portato a cinturare i comuni della Bassa Lodigiana e Vo’ Euganeo. Chiedo così agli esperti di formulare un parere più articolato: mi arriva la sera del 5 marzo e conferma l’opportunità di una cintura rossa per Alzano e Nembro. Il 6 marzo, con la Protezione civile, decidiamo di imporre la zona rossa a tutta la Lombardia. Il 7 marzo arriva il decreto”. 

Invece durante la conferenza stampa di stasera Conte dice chiaramente: 

“Del verbale del 3 marzo ne sono venuto a conoscenza il giorno 5”

Insomma, ballano due giorni, e non sono pochi.

Ma c’è dell’altro in questa storia che ha diversi lati ancora oscuri. Sulla mancata istituzione della zona rossa nei due comuni della Bergamasca, diventati simboli dell’emergenza Coronavirus in Italia, sta indagando la Procura di Bergamo. E c’è uno stralcio di interrogatorio pubblicato nel libro “Come nasce un’epidemia” scritto da tre giornalisti del Corriere della Sera durante il quale il premier avrebbe detto ai pm di non aver “mai visto” quel documento del Cts.

Sta di fatto che il governo, con una “scelta politica” rivendicata a più riprese dal premier, l′8 marzo decide di chiudere l’intera Lombardia. La distanza tra la data del 3 marzo e quella del’effettivo lockdown lombardo porta la Lega oggi a chiedere le dimissioni di Conte. Salvini però non si limita ad attaccare Conte solo sulle zone rosse. In un altro verbale, del 7 marzo, per esempio emerge che il Cts aveva consigliato chiusure differenziate e invece l’esecutivo optò per il lockdown totale.  “Se io vado a processo il 3 ottobre per avere trattenuto poche decine di immigranti per qualche giorno su una barca, allora portiamo Conte e i suoi al Tribunale internazionale perché hanno sequestrato mezza Italia”, dice Salvini. Le opposizioni sostengono che aver chiuso tutta l’Italia abbia penalizzato economicamente le regioni meridionali meno colpite dal virus. Non è un caso se nell’illustrare il decreto Agosto il governo si sia concentrato sulle misure per il Sud di cui il premier si è detto “particolarmente orgoglioso”.

Tornando ad Alzano e Nembro, la domanda per ora resta inevasa: quale delle due versioni fornite da Conte corrisponde a verità?

NE CONOSCO ALTRI CHE DOVREBBERO ESSERE A CASA  , DI PEDATE NEL KULO NE HA PRESE TANTE , MA CONTINUA A ROMPERE I CO . GLI , ONI ! ,  MATTEO RENZI .

hqdefault.jpg

intervista-di-renzi-alla-tv-cinese-832204.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alle sue 3 domande rispondo con un unico vocabolo : Quindi ??  Poi , volendo  , possiamo disquisire anche nel merito . Però le gsrantisco che calcerei un rigore a porta vuota 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Alle sue 3 domande rispondo con un unico vocabolo : Quindi ??  Poi , volendo  , possiamo disquisire anche nel merito . Però le gsrantisco che calcerei un rigore a porta vuota 

SCUSA MARK , TI SEI OFFESO ??? , ANCHE TUA HAI PRESO PEDATE NEL KULO , MA CONTINUI A ROMPERE I CO . GLI . ONI  ,  CON POST SU RENZI.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Alle sue 3 domande rispondo con un unico vocabolo : Quindi ??  Poi , volendo  , possiamo disquisire anche nel merito . Però le gsrantisco che calcerei un rigore a porta vuota 

Quindi per Matteo Renzi l'Avv. Giuseppi rimane il male minore. Come fu dall'inizio, allorché lo sdoganò.

Talvolta lei appare non tanto ultra-renziano quanto piuttosto anti-governativo.

Ed in ciò corre due rischi:

a) portare un po' di acqua anche al mulino del Kapitone;

b) prendersi una sgridata Leopoldina per il suo eccessivo zelo.

Il Granduca Leopoldo sa benissimo che l'alleanza con il M5S è un male necessario, poiché l'alternativa sarebbe il kaporale Rosario Mojito Lamadonna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, boxster1320 ha scritto:

SCUSA MARK , TI SEI OFFESO ??? , ANCHE TUA HAI PRESO PEDATE NEL KULO , MA CONTINUI A ROMPERE I CO . GLI . ONI  ,  CON POST SU RENZI.

Elettrauto , guarda che ha preso più volatili la tua slavo napoletana che pedate Renzi. Anzi , che dico. Sempre la slavo napoletana ha preso più schizzi in faccia dello scoglio della Meloria. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Domandine:

A) due giorni o due minuti, è lei che può stabilire i tempi di reazione della politica ?

B) si è accorto che il Sig. Frizzantino la applaude ?

C) lo sa che durante la vicenda Covid Italia Viva ha votato sempre la fiducia a Conte in Parlamento ?

Vabbene , allora rispondo : 1) in certi casi come questo i tempi di reazione sono fondamentali . Qui si sono persi dai 4 ai 5 giorni . Dopodiché Conte farebbe prima a chiarire perché ha mandato in zona 250 militari e poi gli ha fatti tornare indietro . Giuseppi lo spieghi e se la spiegazione e’ convincente ci alzeremo in piedi e canteremo l’inno di Mameli .  2) non mi sembra che Frizzantino applaude . Anzi , mi da del sinistro dicendo che al peggio non c’è fine . Io mi rallegro e sorrido anche perché , usualmente , non perdo tanto tempo a discutere con dei minorati . Quindi mi sembra che la sua sia una impressione sbagliata . Detto ciò , invece , noto che spesso molti forumisti chiaramente destrorsi e fascistoidi applaudono qualche forumista che si spaccia di sx .  3) sulla vicenda Alzano e Nembro non c’è stato nessun voto di fiducia ma solo decisioni del Pdc sulla scorta dei “pieni poteri” che antidemocraticamente Giuseppi si e’ arrogato con i Dpcm.  E cosi e’ stato per tutte le decisioni prese sul Covid che sarebbero dovute essere prese , invece e come più volte detto da Giuseppi stesso , in base alle indicazioni del CTS. Invece non e’ stato così ed ora mi auguro che siano desecretati pure gli “Omissis”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Elettrauto , guarda che ha preso più volatili la tua slavo napoletana che pedate Renzi. Anzi , che dico. Sempre la slavo napoletana ha preso più schizzi in faccia dello scoglio della Meloria. 

ANCHE OGGI NE HAI  "FATTA TANTA" DI KAC CA

PS. NON E' CHE , MI STAI DIVENTANDO LEGHISTA  ?  PCI , DEMOCRAZIA CRISTIANA ,  ITALIA VIVA  ,  CAMBI PARTITO SECONDO LE STAGIONI ?  ,  MI SEMBRI IL RENZIANO.

PS. SALUTI SEG . AIO . LO . 

tatimaxresdefault.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, mark222220 ha scritto:

Vabbene , allora rispondo : 1) in certi casi come questo i tempi di reazione sono fondamentali . Qui si sono persi dai 4 ai 5 giorni . Dopodiché Conte farebbe prima a chiarire perché ha mandato in zona 250 militari e poi gli ha fatti tornare indietro . Giuseppi lo spieghi e se la spiegazione e’ convincente ci alzeremo in piedi e canteremo l’inno di Mameli .  2) non mi sembra che Frizzantino applaude . Anzi , mi da del sinistro dicendo che al peggio non c’è fine . Io mi rallegro e sorrido anche perché , usualmente , non perdo tanto tempo a discutere con dei minorati . Quindi mi sembra che la sua sia una impressione sbagliata . Detto ciò , invece , noto che spesso molti forumisti chiaramente destrorsi e fascistoidi applaudono qualche forumista che si spaccia di sx .  3) sulla vicenda Alzano e Nembro non c’è stato nessun voto di fiducia ma solo decisioni del Pdc sulla scorta dei “pieni poteri” che antidemocraticamente Giuseppi si e’ arrogato con i Dpcm.  E cosi e’ stato per tutte le decisioni prese sul Covid che sarebbero dovute essere prese , invece e come più volte detto da Giuseppi stesso , in base alle indicazioni del CTS. Invece non e’ stato così ed ora mi auguro che siano desecretati pure gli “Omissis”. 

Il presidente della Regione Lombardia, sentito il ministro della Salute, può modificare le disposizioni di cui alla presente ordinanza in ragione dell'evoluzione epidemiologica". Si legge così nel documento pubblicato stamani da 'Il Fatto quotidiano' che sulla mancata istituzione delle zone rosse nella Val Seriana pubblica un'ordinanza datata 23 febbraio 2020 e firmata, oltre che dal ministro della Salute, Roberto Speranza, anche dal governatore lombardo, Attilio Fontana.

PARE QUINDI CHE LEI SIG. MARK DEBBA RETTIFICARE IL TIRO.

OPPURE SI DIA DA FARE PERCHÉ IL GOVERNO ATTIVI UNA ZONA ROSSA ALLA BASILICA DI ASSISI.

CI SONO OTTO FRATI POSITIVI !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Elettrauto , guarda che ha preso più volatili la tua slavo napoletana che pedate Renzi. Anzi , che dico. Sempre la slavo napoletana ha preso più schizzi in faccia dello scoglio della Meloria. 

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Queste due righe le ha scritte la ridicola marketta bocca d'oro da Pisa, dopo che le sue lauree si sono volatilizzate dalla vergogna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963