allarme TBC nelle carceri italiane

 

Nelle carceri italiane vi sono circa 20.000 i detenuti stranieri, che rappresentano il 34,5% di tutti i detenuti. Oltre il 50% di questi risultano positivi al test alla Tubercolina che indica un pregresso contatto con il bacillo Tubercolare. Queste persone non presentano una malattia attiva, ma sono a rischio di svilupparla in caso di forti stress in grado di ridurre l’efficienza del proprio sistema immunitario.

Molti casi di HIV

La sorveglianza sanitaria in Italia dell’infezione da HIV riesce a raggiungere una copertura nazionale nel 2008. Da allora al 2015 sono stati notificati 25.677 nuove infezioni. Le persone sottoposte a terapia antiretrovirale presso i Centri di Malattie Infettive erano nel 2014 91.945. Tra le malattie infettive tra i residenti, l’Epatite C riguarda il 54,6% delle diagnosi, l’Epatite B il 15%, l’HIV il 14,5%, la tubercolosi il 4,9%; la sifilide il 3,3%. Il tasso di trasmissione stimato dalle persone HIV+ consapevoli è 1.7/2.4%, mentre quello delle persone inconsapevoli è 8.8/10.8%.

Modificato da director12

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

che sia per quello che i sinistri,con la manina dei radicali (sic) vogliono liberare tutti i detenuti? ah si,meglio che girino per le strade,per i bar,nei cinema,nei locali chi ha la TBC.....no in carcere.....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

AAAAAMMMMBECCCIILLLLLE   ELEVATO  ALL'ENNESIMA  POTENZA 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora