Il New York Times rende onore e merito all'Italia e al presidente Conte

fosforo311
Da fosforo311 In Politica,
Ci consideravano l'epicentro di un incubo, i più sfortunati e derelitti, i "paria globali" della pandemia. Oggi l'Italia è un modello per tutto il resto del mondo. Tutti gli altri paesi devono prendere lezione dall'Italia. Questo memorabile articolo del prestigioso New York Times, giornale niente affatto tenero con noi in primavera, oggi è stato giustamente citato in diversi tg ed è un magnifico e meritato riconoscimento dei sacrifici del popolo italiano e delle scelte coraggiose del nostro governo. Secondo l'autore il punto di svolta fu quando il presidente Giuseppe Conte mise davanti a tutto, prima dell'economia, prima di tutto, la vita e la salute degli italiani:  ...at a certain point, as the virus threatened to spread uncontrollably, Italian officials decided to put lives ahead of the economy. “The health of the Italian *** comes and will always come first”, Mr. Conte said at the time. Che bella e meritata soddisfazione per il nostro presidente del Consiglio!  Che per fortuna non è uno che si adagia sugli allori. E che gran regalo ci ha fatto la Provvidenza (con la collaborazione di Luigi Di Maio) nel farci trovare un grande statista, un uomo umile e forte, prudente e coraggioso nel contempo, al posto di comando nel momento più difficile della nostra storia dalla fine della guerra.  https://www.nytimes.com/2020/07/31/world/europe/italy-coronavirus-reopening.html Ma le soddisfazioni non finiscono qui. Un grande economista, che è anche editorialista del New York Times, in un altro articolo, anch'esso oggi citato nei telegiornali, si pone fin dal titolo questa domanda:  Perché l'America di Trump non può essere come l'Italia?  Signori, non so voi, ma io ho la pelle d'oca! Erano molti decenni che non mi sentivo, non dico così orgoglioso (nonostante tutto lo sono sempre stato), ma così onorato di essere italiano. Signori, il grande Paul Krugman, un premio Nobel, uno dei più importanti intellettuali d'America e del mondo, CI AMMIRA E SOPRATTUTTO CI INVIDIA. Vorrebbe che il suo Paese oggi fosse come il nostro Paese. Il che, detto da un americano, per noi è una rarità e un onore incommensurabili!  Alla fine dell'articolo Krugman risponde alla domanda e dice che l'Italia è entrata nella pandemia con molti più svantaggi e problemi rispetto all'America, in primis quelli economici. Ma tutti gli svantaggi sono stati cancellati da un unico enorme vantaggio: l'Italia non ha avuto una leadership disastrosa come quella di Trump: "L'America sta facendo una patetica figuraccia mondiale e oggi possiamo solo invidiare il successo dell'Italia".    When it came to dealing with Covid-19, however, all these Italian disadvantages were outweighed by one huge advantage: Italy wasn’t burdened with America’s disastrous leadership. After a terrible start, Italy quickly moved to do what was necessary to deal with the coronavirus. It instituted a very severe lockdown, and kept to it. Government aid helped sustain workers and businesses through the lockdown. The safety net had holes in it, but top officials tried to make it work; in a supreme case of non-Trumpism, the prime minister even apologized for delays in aid. And, crucially, Italy crushed the curve: It kept the lockdown in place until cases were relatively few, and it was cautious about reopening. America could have followed the same path... But the Trump administration and its allies pushed for rapid reopening, ignoring warnings from epidemiologists. Because we didn’t do what Italy did, we didn’t crush the curve; quite the opposite.   After three and a half years of Making America Great Again, we’ve become a pathetic figure on the world stage, a cautionary tale about pride going before a fall. These days Americans can only envy Italy’s success in weathering the coronavirus, its rapid return to a kind of normalcy that is a distant dream in a nation that used to congratulate itself for its can-do culture. Italy is often referred to as “the sick man of Europe”; what does that make us? Signori, sono soddisfazioni! Per gli americani seri oggi l'Italia è distante come un sogno! Grazie, infinite grazie anche per queste piccole grandi soddisfazioni, presidente Conte.  https://www.nytimes.com/2020/07/23/opinion/us-italy-coronavirus.html   
  • 5 risposte