UNA EPOCALE ASINATA ECONOMICA DEL PERACOTTARO FOSFORO31

"Come ben sanno gli economisti seri (specie in via di estinzione), il denaro non è ricchezza ma solo un mezzo di scambio. Quindi la quantità di moneta in circolazione deve essere proporzionata al PIL. Dunque, se il PIL diminuirà, bisognerà stampare meno moneta... Se invece inondiamo il mondo di liquidità, come nella Repubblica di Weimar, milioni di persone moriranno di fame".

Così scrive il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 nel post del 01 aprile 2020 (ore 12.10).

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 nel post del 01 aprile 2020 (ore 13.08) ribadisce il concetto e scrive "quindi ripeto: il forte calo del PIL dovrà rallentare le stampanti delle banche centrali". 

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 nel post del 01 aprile 2020 (ore 16.42) si produce in questa supercazzola economica: "...chiede a me dove ho letto che la quantità di moneta in circolazione deve essere proporzionata al PIL. Roba da matti! Non l'ho letto da nessuna parte, è un concetto ragionevole e ovvio, in condizioni normali, per una economia non gravemente bacata, sul medio e lungo periodo. Se il PIL non cresce ma cresce l'offerta di moneta (che è esattamente la quantità di moneta in circolazione nel sistema economico) vi possono essere effetti di breve periodo ma alla lunga, se l'offerta continua a essere sproporzionata rispetto al PIL (reale), non c'è niente da fare: si genera inflazione. E se si insiste si genera iperinflazione. Questo ci dice il ragionamento e questo ci dice la storia".

Nel post del 01 aprile (ore 18.07) il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 scrive:

" se la mia considerazione non è esplicitata è perché è del tutto ovvia. Se il PIL europeo nel biennio 2020-2021 sarà decisamente più basso di quello del 2019, come tutto (salvo miracoli) lascia pensare che sarà, calerà forse in misura minore, ma sempre in modo netto, anche lo stock di moneta circolante. E la stessa cosa accadrà a livello mondiale (eccetto economie drogate e in preda all'inflazione). Accettasi sco_mme_sse".

Accettiamo la sco_mme_ssa e vediamo cosa è successo negli Stati Uniti d'America.

Nel secondo trimestre 2020 l'economia statunitense ha registrato una contrazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente pari a -32,9%.

L'aggregato monetario M1 è variato da 3.833 miliardi di dollari (giugno 2019) a 5.210 miliardi di dollari (giugno 2020). Un incremento pari al 35,9%.

L'aggregato monetario M2 è variato da 14.783 miliardi di dollari (giugno 2019) a 18.167 miliardi di dollari (giugno 2020). Un incremento pari al 22,9%.

... la quantità di moneta in circolazione deve essere proporzionata al PIL. Dunque, se il PIL diminuirà, bisognerà stampare meno moneta

... se il PIL non cresce ma cresce l'offerta di moneta (che è esattamente la quantità di moneta in circolazione nel sistema economico) vi possono essere effetti di breve periodo ma alla lunga, se l'offerta continua a essere sproporzionata rispetto al PIL (reale), non c'è niente da fare: si genera inflazione. E se si insiste si genera iperinflazione

Trattasi di enunciati che il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non ha letto da nessuna parte, come da lui pacificamente ammesso.

Un motivo ci deve essere se il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non ha letto da nessuna parte quanto da lui affermato:

perché si tratta di una provolonata epocale.

Come tutte le provolonate epocali, anche questa viene sbugiardata dalla realtà: il tasso di inflazione statunitense registrato a giugno 2020 è

ZERO VIRGOLA ZERO

come si legge nelle statistiche OECD.

FOSFY FACCI LA PRESA

https://video.sky.it/sport/calcio/champions-league/video/video-barcellona-liverpool-600-gol-di-messi-507573

e aggiorna il contatore delle figure da peracottaro.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

L'ASINO RAGLIANTE e il PERACOTTARO SERIALE sei TU. Ma le due cose erano già arcinote ai forumisti seri. I quali oggi assodano un'altra indubitabile conclusione riguardo la tua asserita "laurea in Economia". E cioè che delle tre l'una: 

- O sei un raccomandato (e uno dei più ignoranti).

- O hai comprato una laurea on line.

- Oppure sei l'Oscar Giannino del forum.

Propendo per la terza ma non escludo affatto le altre due.  

Perché non dico un laureato (serio) in Economia, ma nemmeno un soggetto pensante con la terza media può credere che non ci sia, sul lungo periodo (che non è giugno2019/giugno2020, asino), una stretta correlazione tra il livello di reddito nazionale, la quantità di moneta e l'inflazione. Ovvero negare quanto sostenuto a suo tempo dal sottoscritto. Che non è dottore in Economia ma usa la testa per pensare e non per dividere le orecchie come fai TU. Come scrissi a suo tempo, se la crisi economica indotta dalla pandemia sarà di lungo periodo, le banche centrali potranno stampare tutta la moneta che vogliono, ma si ritroveranno con una massa monetaria circolante svalutata in termini reali. Perché, ficcatelo nella zucca vuota: 

LA MONETA NON E' RICCHEZZA!

Infatti, è stato osservato statisticamente che il tasso di crescita medio della moneta in circolazione e il tasso di inflazione sono correlati con valore pari a 1 se si considera un campione sufficientemente ampio di paesi, in un periodo sufficientemente lungo.  

Leggi e impara, maleducato e presuntuoso che non sei altro: 

http://www.ch.unich.it/~pandimiglio/documenti/La domanda di moneta le principali teorie.pdf  (pag.3)

E leggi e impara anche da quest'altro testo universitario:

V = (P Y) / M  dove:

V = velocità di circolazione

P = livello generale dei prezzi

Y = quantità di prodotto (PIL)

M = quantità di moneta

Moltiplicando entrambi i membri per M, dall’equazione precedente si ottiene:

M V = P Y

Equazione quantitativa della moneta perché mette in relazione la quantità di moneta con il valore nominale del prodotto (cioè con il PIL, nda). Nel lungo periodo, i dati statistici dimostrano che la velocità della moneta V è abbastanza stabile, sappiamo anche che il prodotto Y è dato dalla quantità di fattori della produzione e dalla tecnologia, quindi un aumento della offerta di moneta M provoca solo un aumento dei prezzi P ossia inflazione.

https://***.unica.it/massimocarboni/files/2018/11/7-Cause-e-costi-dellinflazione.pdf  (pag.15)

Corollario:

"L'INFLAZIONE E' SEMPRE UN FENOMENO MONETARIO" [Milton Friedman]

Hai letto e imparato, asino? Bene, spero che ora ti sia entrata in zucca la relazione tra la quantità di moneta, il PIL e l'inflazione sul lungo periodo.

E la prossima volta pesati meglio la palla prima di discutere di macroeconomia con me. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La moneta non è ricchezza.

John Maynard Keynes, il Caravaggio dell'economia, non la pensava in questi termini: oltre al motivo delle transazioni (che può essere a sua volta diviso in motivo del reddito e in motivo commerciale), il Caravaggio dell'economia sostiene che esiste un motivo precauzionale e un motivo speculativo (vedere capitolo 15 della Teoria Generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta).

FOSFY FACCI LA PRESA!

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

Detto questo, la realtà sbugiarda il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31.

Ripeto: a sbugiardare il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 è la realtà dei dati economici.

Negli USA il PIl è DIMINUITO del 32,9% su base annua, gli aggregati monetari sono AUMENTATI su base annua rispettivamente del 35,9% (M1) e del 22,9% (M2 che comprende M1) e di inflazione nemmeno l'ombra.

Cosa aveva ragliato il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ?

"se il PIL diminuirà, bisognerà stampare meno moneta... Se invece inondiamo il mondo di liquidità, come nella Repubblica di Weimar, milioni di persone moriranno di fame" (post del 01 aprile 2020, ore 12.10).  

FOSFY FACCI LA PRESA!

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

Passiamo adesso a vedere cosa è successo nell'eurozona.

Nel secondo trimestre 2020 l'economia dell'eurozona ha registrato una contrazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente pari a -12,1%.

L'aggregato monetario M1 è variato da 8.606 miliardi di euro (giugno 2019) a 9.704 miliardi di euro (giugno 2020). Un incremento pari al 12,76%.

L'aggregato monetario M2 è variato da 12.055 miliardi di euro (giugno 2019) a 13.182 miliardi di euro (giugno 2020). Un incremento pari al 9,35%.

A giugno 2020 il tasso di inflazione è stato pari a 0,3%.

ZERO VIRGOLA TRE PER CENTO CON BUONA PACE PER LA REPUBBLICA DI WEIMAR

FOSFY FACCI LA PRESA!

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

Ancora una volta il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 viene sbugiardato dalla realtà dei dati economici.

FOSFY FACCI LA PRESA

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

e aggiorna il contatore delle figure da peracottaro.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

PS: e in Italia cosa è successo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma hai ancora il coraggio di parlare? Ma non te ne vai a ragliare da qualche altra parte? Ma non ti rendi conto della figuraccia monumentale che hai fatto? Ah, dimenticavo, non puoi rendertene conto perché ti manca l'ABC dell'economia e ne hai dato l'ennesima e definitiva prova. Ma se ti manca una laurea non è quello il problema. Il problema è che ti mancano il senso del pudore, la serietà, la dignità. A parte ovviamente la capacità di pensare con la tua testa, che continui imperterrito a usare solo per separare le orecchie. 

La moneta non è ricchezza! Se lo fosse, i paesi con grandi foreste e grande produzione di carta sarebbero le maggiori potenze economiche. Qui trovi una discussione elementare:

The worst economic fallacy of all is the confusion of “wealth” and “money.” These are two very, very, very different concepts, and the confusion of the two cost the lives of hundreds of millions of *** in the last century, because of foolish political decisions.

https://medium.com/@greenslugg/the-biggest-economic-fallacy-of-all-money-vs-wealth-c152e8bce49a

Ma diamo una dimostrazione rigorosa.

 M V = P Y

In questa equazione, che nella tua crassa ignoranza hai conosciuto solo ieri (altrimenti non ti saresti mai avventurato in questa asinina e fantozziana negazione del legame tra quantità di moneta circolante e reddito aggregato), la ricchezza è Y, non M. M serve solo a misurare il suo valore tramite P e a permetterne la circolazione con velocità V. Ma se Y=0, allora anche M=0.  A meno che V=0, ma in questo caso la moneta non circola e possiede solo il valore intrinseco della carta.

In altri termini: se non produci ricchezza reale, la moneta ti serve solo per pulirti il kulo, c.v.d.

Inoltre:

sul lungo periodo, dato che V tende a essere costante, un aumento della offerta di moneta M provoca solo un aumento dei prezzi P, ossia INFLAZIONE.

Chiaro?

https://***.unica.it/massimocarboni/files/2018/11/7-Cause-e-costi-dellinflazione.pdf  (pag.15)

Hai perso solo tempo nel cercare dati a supporto dei tuoi ridicoli controesempi. Che non dicono assolutamente NULLA sul LUNGO PERIODO. Se la pandemia dura (come potrebbe durare) ancora diversi anni, anni di lockdown e frontiere chiuse, fabbriche e negozi che chiudono, lavoratori in mezzo alla strada, hai voglia di stampare moneta in quantità industriali! Il "vaccino" iniezione di liquidità sarà, alla lunga, un rimedio peggiore del male. Servirà solo ai ricchi per scaricare sui poveri, tramite l'inflazione, i costi maggiori della recessione.

E con questo chiudo qui questa sterile discussione, dal titolo insultante, con un maleducato che di macroeconomia non capisce e si ostina a non voler capire una mazza. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

54 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

La moneta non è ricchezza!

John Maynard Keynes la pensa diversamente dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 .

Come già detto, oltre al motivo delle transazioni (che può essere a sua volta diviso in motivo del reddito e in motivo commerciale), il Caravaggio dell'economia sostiene che esiste un motivo precauzionale e un motivo speculativo. In caso di dubbi, il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non deve fare altro che andare a leggere il capitolo 15 della Teoria Generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta.

Vale il caso di sottolineare che John Maynard Keynes, sempre nella Teoria Generale, al capitolo 13 afferma che il tasso di interesse

"è il prezzo che equilibra il desiderio di tenere la ricchezza in forma liquida con la quantità di denaro disponibile" .

John Maynard Keynes, sempre nel capitolo 13 della Teoria Generale, prosegue:

"la preferenza per la liquidità è una potenzialità, o una tendenza funzionale, che fissa la quantità di moneta che il pubblico deterrà, quando è dato il tasso di interesse...

Vi è però una condizione necessaria, mancando la quale non potrebbe esistere una preferenza per la moneta liquida come mezzo di conservare la ricchezza. Questa condizione necessaria è l'esistenza dell'incertezza circa il futuro del tasso di interesse... " .

Il Caravaggio dell'economia lo ha detto davvero: assumendo come condizione necessaria l'incertezza sul tasso di interesse futuro,

LA MONETA LIQUIDA è MEZZO DI CONSERVAZIONE DELLA RICCHEZZA

FOSFY FACCI LA PRESA!

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

Ricordo ancora una volta al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 che quanto da lui ragliato

"se il PIL diminuirà, bisognerà stampare meno moneta... Se invece inondiamo il mondo di liquidità, come nella Repubblica di Weimar, milioni di persone moriranno di fame" (post del 01 aprile 2020, ore 12.10)

viene sbugiardato senza possibilità di appello da quanto accade nella realtà economica degli Stati Uniti e dell'eurozona.

A lasciare la Repubblica di Weimar nei libri di storia e a consegnare il titolo di peracottaro al cialtronissimo pulcinella panzanaro fosforo31 è l'attuale realtà economica di Stati Uniti e eurozona.

FOSFY FACCI LA PRESA!

https://www.youtube.com/watch?v=lNW_NdA9YEI

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

PS: e in Italia cosa è successo? Scommettiamo che anche la realtà economica italiana sbugiarda quanto affermato dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963