amicizia
L'amicizia nell'era cybernetica

Parliamoci chiaro....Oggi non è come ieri, quando sentivi quel bisogno di uscire di casa e raggiungere un tuo amico, citofonarlo, aspettarlo sotto casa, oppure cercarlo nei luoghi dove di solito ci si recava per abitudine, sia per una partita di pallone o sia stata una semplice chiacchierata sui gradini di una scala; il guardarsi in faccia su ogni discussione e capire se davvero si era sinceri, in disaccordo o altro, ma comunque potersi confrontare li, al momento. 

Qualcuno dirà che i tempi sono cambiati , che l'era tecnologica di oggi non esisteva; è vero

Ma è pur vero che siamo cambiati troppo in fretta, cosi in fretta da dimenticarci in un nano secondo quanto di buono c'era in tutto quel passato ormai retrò ; quel passato che in molti ricordano, ma che ormai hanno chiuso in scatoloni da soffitta.

Voglio dire con questo, che l'amicizia , anch'essa è diventata uno scatolo di vecchie cose ormai in disuso.

e che avere mille amici sui social non è da considerarsi come averne 10 degli anni 90. 

Per fortuna qualche  briciolo d'amico ci resta, fortunato chi ne ha , ma il sapore è diverso.

colo79. 

images (1).jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Mai stretto amicizie sul web. Talora anch'io ab.uso di questa parola nei miei post, ma si tratta sempre di amicizie virtuali dietro le quali possono celarsi, come purtroppo mi è capitato, personaggi talmente infidi e squallidi che nella vita reale li eviteresti come gli escrementi di cane sul marciapiede. Non escludo tuttavia che sul web possano nascere vere e profonde amicizie, che però avranno sempre bisogno della conoscenza personale, diretta, fisica, per dirsi veramente tali. Siamo fatti di carne e ossa, non di transistor e bit. Abbiamo un cervello, non un microprocessore; un cuore, un carattere e uno stile di vita, non un sistema operativo. Internet è uno strumento potente, ma non va sopravvalutato. È solo l'ultima evoluzione del tam tam e dei corni di bue con i quali i nostri progenitori si scambiavano messaggi nella giungla o nella savana. Da quando imparai a leggere (avevo 4 anni) sono sempre stato un insaziabile lettore (oggi meno perché gli occhi e il cervello si affaticano). La mia cameretta era satura di libri, ma a volte mi chiedo, con un certo rammarico, cosa avrei potuto leggere e cosa sarei potuto diventare da grande se nella mia cameretta degli anni '60 e '70 ci fosse stato un pc, con i motori di ricerca, con Wiki, con una finestra aperta sul mondo, sul presente e sul passato, con Excel, Matlab e Simulink, con Mathematica e gli altri potentissimi software matematici, tecnici e scientifici a disposizione dei ragazzi e degli studenti di oggi. Ma poi un mio amico, anziano docente di matematica e fisica nei licei, mi dice che i ragazzi d'oggi non usano il computer e lo smartphone per leggere i classici né le enciclopedie on line (se non quando vi sono obbligati per svolgere i compiti a casa), e men che meno per fare simulazioni matematiche, ma lo usano soprattutto per chattare e cinguettare sui social e per farsi le seghe nei siti por.no. Cose che magari avrei fatto anch'io se fossi nato nella generazione digitale. E allora ringrazio il Padreterno di avermi fatto nascere nel '59, generazione analogica, e mi tengo stretti i miei vecchi libri ingialliti. Come diceva Wittgenstein, il progresso ci appare sempre molto  più grande di quello che è. 

Saluti

Modificato da fosforo31
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Mai stretto amicizie sul web. Talora anch'io ab.uso di questa parola nei miei post, ma si tratta sempre di amicizie virtuali dietro le quali possono celarsi, come purtroppo mi è capitato, personaggi talmente infidi e squallidi che nella vita reale li eviteresti come gli escrementi di cane sul marciapiede. Non escludo tuttavia che sul web possano nascere vere e profonde amicizie, che però avranno sempre bisogno della conoscenza personale, diretta, fisica, per dirsi veramente tali. Siamo fatti di carne e ossa, non di transistor e bit. Abbiamo un cervello, non un microprocessore; un cuore, un carattere e uno stile di vita, non un sistema operativo. Internet è uno strumento potente, ma non va sopravvalutato. È solo l'ultima evoluzione del tam tam e dei corni di bue con i quali i nostri progenitori si scambiavano messaggi nella giungla o nella savana. Da quando imparai a leggere (avevo 4 anni) sono sempre stato un insaziabile lettore (oggi meno perché gli occhi e il cervello si affaticano). La mia cameretta era satura di libri, ma a volte mi chiedo, con un certo rammarico, cosa avrei potuto leggere e cosa sarei potuto diventare da grande se nella mia cameretta degli anni '60 e '70 ci fosse stato un pc, con i motori di ricerca, con Wiki, con una finestra aperta sul mondo, sul presente e sul passato, con Excel, Matlab e Simulink, con Mathematica e gli altri potentissimi software matematici, tecnici e scientifici a disposizione dei ragazzi e degli studenti di oggi. Ma poi un mio amico, anziano docente di matematica e fisica nei licei, mi dice che i ragazzi d'oggi non usano il computer e lo smartphone per leggere i classici né le enciclopedie on line (se non quando vi sono obbligati per svolgere i compiti a casa), e men che meno per fare simulazioni matematiche, ma lo usano soprattutto per chattare e cinguettare sui social e per farsi le seghe nei siti por.no. Cose che magari avrei fatto anch'io se fossi nato nella generazione digitale. E allora ringrazio il Padreterno di avermi fatto nascere nel '59, generazione analogica, e mi tengo stretti i miei vecchi libri ingialliti. Come diceva Wittgenstein, il progresso ci appare sempre molto  più grande di quello che è. 

Saluti

Te lo dico io cosa saresti diventato : Un co@lione come lo sei adesso. Un co@lione perdipiu' presuntuoso che ci tiene a farci sapere che sapeva già leggere e scrivere a 4 anni, che magari a 6 anni sapeva già fare le equazioni e che a 9 anni aveva già letto il Manzoni ed il Capitale di Marx . Il Web, certo non esisteva ( ma vah), ma ti sei rifatto in seguito dimostrando quanto sei imbattibile nei copiainvolla aggiungendoci , ad arte , qualche tua considerazione . Dammi retta , chi ha capito veramente chi sei e chi ti utilizza per quel che sei diventato , sono le donne della tua famiglia che ti utilizzano per quelle che sono le tue naturali capacità : quelle di adibirti alle faccende domestiche mentre vanno a fare shopping . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ohibò, il maleducato del forum interviene. Avevo parlato genericamente di escrementi e lui si è sentito chiamato in causa. La cosa non mi sorprende, mi sorprendo però del molto tempo libero a disposizione dell'incivile, il quale lo spreca per indirizzarmi post che non leggo (come nessun altro forumista a quanto pare) se non, talora e con molta pazienza, fino al primo insulto. Ma questo compare per lo più già nel titolo, o alla prima o seconda riga, e allora buonanotte. Non ricordo bene chi fosse quello che definiva il web "la discarica del pensiero". Visti certi soggetti, come non dargli ragione?

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Ohibò, il maleducato del forum interviene. Avevo parlato genericamente di escrementi e lui si è sentito chiamato in causa. La cosa non mi sorprende, mi sorprendo però del molto tempo libero a disposizione dell'incivile, il quale lo spreca per indirizzarmi post che non leggo (come nessun altro forumista a quanto pare) se non, talora e con molta pazienza, fino al primo insulto. Ma questo compare per lo più già nel titolo, o alla prima o seconda riga, e allora buonanotte. Non ricordo bene chi fosse quello che definiva il web "la discarica del pensiero". Visti certi soggetti, come non dargli ragione?

Naturalmente oltre che Cazzaro , presuntuoso sei pure bugiardo . Affermi che non mi leggi e poi rispondi ad un mio post . Allora, visto che ti dai pure la zappa sui piedi , oltre che Cazzaro , presuntuoso e bugiardo  , sei pure ridicolo !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963