19 anni fa veniva assassinato Carlo Giuliani ...

Non mi sembra che molti a sx di questo forum se lo siano ricordato . Beh , lo faccio io che sono Renziano e non prendo nessuna lezione di sx da nessuno . Carlo vive ed e’ in mezzo a noi . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

17 messaggi in questa discussione

Strano, sig.ra marketta, aveva cambiato idea su Bertolaso in seguito all'assoluzione dalle accuse subite. Ora prende le difese di Carlo Giuliani dicendo che è stato assassinato.

Se permette, vorrei ricordarle sig.ra marketta, che l'assassino di nome Mario Placanica, dopo essere stato indagato per omicidio, e stato poi prosciolto dalla giustizia europea ed italiana per aver agito per legittima difesa, in quanto I'eroico Giuliani, a volto coperto tentava di colpirlo con un estintore.

Quindi, secondo legge, l'eroico Giuliani si è comportato da bandito e non da bravo ragazzo.

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il tuo "eroe" in uno scatto,che vale piu' di 100 parole:

Al G8 non ci fu caccia all'uomo» . Corriere della Sera

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Strano, sig.ra marketta, aveva cambiato idea su Bertolaso in seguito all'assoluzione dalle accuse subite. Ora prende le difese di Carlo Giuliani dicendo che è stato assassinato.

Se permette, vorrei ricordarle sig.ra marketta, che l'assassino di nome Mario Placanica, dopo essere stato indagato per omicidio, e stato poi prosciolto dalla giustizia europea ed italiana per aver agito per legittima difesa, in quanto I'eroico Giuliani, a volto coperto tentava di colpirlo con un estintore.

Quindi, secondo legge, l'eroico Giuliani si è comportato da bandito e non da bravo ragazzo.

Te sei una imbexxille .  Non c’è niente di strano !! Bertolaso e’ stato assolto con formula piena in tutti e 4 i processi in cui era coinvolto . Di più !! In uno , con la prescrizione alle porte , vi ha rinunciato ed ha avuto l’assoluzione per non aver commesso il fatto .  Per Carlo Giuliani e’ tutto diverso e lo capirebbe chiunque non fosse in preda ai fumi dell’alcool. Era chiaro che per l’ordinamento Italiano stava commettendo un reato . Ma non fu arrestato e poi giudicato e condannato . Fu assassinato sul posto perché questo era voluto, quel giorno , dal governo e dalle forze dell’ordine . Fu una reazione spropositata e canagliesca verso chi con un estintore in mano , al massimo , poteva rompere un vetro senza mettere a repentaglio la vita di nessuno . Senti a me Sanchina del caz.z.o.  Su tutto il resto ti permetto e ti autorizzo di dire e fare quel che vuoi tanto sei una imbexxille, su queste cose no , invece . Ci siamo capiti testadikazzo . Sulla morte di un giovane di 20 anni chiudi quella boccaccia dimmerda , stronzola !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La bocca la deve chiuderla lei sig.ra marketta magari mettendosi un ciuccio in bocca.

Se fosse rimasto a casa, ma era sufficiente che non partecipasse alla guerriglia e non sollevasse pesi che gli sono stati fatali, non gli sarebbe successo nulla.

Secondo lei si può andare a fare guerriglia per le strade pensando che non ci succederà niente?

Sa che può essere pericoloso anche fare markette per strada, sig.ra marchetta?

PS: in stato di agitazione, un po' di valium non può che farle bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Facciamo così Sanchina . Dammi il tuo indirizzo così ti vengo a fare una visita . Con l’occasione ti faccio vedere la laurea e poi ti scoscio come i polli . Vedrai che la leoncina da tastiera la smetti di fare . Accetti Sanchina ?? Se invece vuoi venire te , ti mando il mio l’indirizzo : Viale delle Piagge 9 e basta che tu mi dica giorno e ora così ti aspetto . Su fammi vedere come sei coraggiosa facendo altrettanto . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Faccia vedere la monolaurea anche agli altri signora marketta, perché vuol farla vedere solo a me?

Facciamo così: incontriamoci in campo neutro, davanti alla porta della chiesa Madonna della salute di Venezia, così potrà usufruire fin da subito dei miracoli della Madonna.

Mi faccia sapere il giorno e l'ora in cui ci possiamo scontrare.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccola qua la stronxxetta !!  Ti sei caga ta addosso eh ? Su dammi l’indirizzo e poi sul posto la mandiamo a tutti . Fai vedere che c’hai le palline invece che il clitoride !! Fai vedere come sei coraggiosa idio ta !! Invece c’hai lo sticchio e pure avvizzito. Non vali una se ga niente. Sei brava solo acquattata dietro al video . Hai visto come si fa presto ?? Si fa come me e come usa tra gli uomini . Le cose si sistemano a 4 occhi . Ma te sei una femminuccia . Al massimo , ma proprio al massimo , un femminiello !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Eccola qua la stronxxetta !!  Ti sei caga ta addosso eh ? Su dammi l’indirizzo e poi sul posto la mandiamo a tutti . Fai vedere che c’hai le palline invece che il clitoride !! Fai vedere come sei coraggiosa idio ta !! Invece c’hai lo sticchio e pure avvizzito. Non vali una se ga niente. Sei brava solo acquattata dietro al video . Hai visto come si fa presto ?? Si fa come me e come usa tra gli uomini . Le cose si sistemano a 4 occhi . Ma te sei una femminuccia . Al massimo , ma proprio al massimo , un femminiello !! 

Poche chiacchiere sig.ra marketta pisana, giorno e ora che può trovarsi davanti al portone della chiesa della Madonna della salute così sistemiamo le cose a quattro occhi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Eccola qua la stronxxetta !!  Ti sei caga ta addosso eh ? Su dammi l’indirizzo e poi sul posto la mandiamo a tutti . Fai vedere che c’hai le palline invece che il clitoride !! Fai vedere come sei coraggiosa idio ta !! Invece c’hai lo sticchio e pure avvizzito. Non vali una se ga niente. Sei brava solo acquattata dietro al video . Hai visto come si fa presto ?? Si fa come me e come usa tra gli uomini . Le cose si sistemano a 4 occhi . Ma te sei una femminuccia . Al massimo , ma proprio al massimo , un femminiello !! 

per essere una signora pisana non le sembra di usare un linguaggio da scaricatore di porto o da postribolo, sig.ra marketta?

Comunque fissi lei l'ora e il giorno per l'incontro presso la Madonna della Salute di Venezia, me lo comunichi almeno una settimana prima in modo che possiamo organizzarci, e mi dica come sarà azzimata, con la gonna e boa piumato oppure con legins e camicetta bianca, in modo che la possa riconoscere subito. Io sarò vestito come sempre con tuta da contadino color nocciola, cappello di paglia e scarpe rigorosamente grosse per prenderla meglio a calci in Q.lo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sto aspettando sig.ra marketta pisana che stabilisca il giorno e l'ora, non mi dica che ci ha ripensato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sto aspettando sig.ra marketta pisana che stabilisca il giorno e l'ora, non mi dica che si sta già kagando addosso.

Faccia vedere torsolo di macaco pisano che c'ha le palle  e non ha paura di scontrarsi con la sanchina.

Se non ha il coraggio di affrontare la sanchina che si presenterà con le scarpe grosse per meglio prenderla a calci in Q.lo, lei vale meno di una pugnetta.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per Amnesty International fu la più grande violazione dei diritti umani da dopo la seconda guerra. Giudicate voi da questo racconto ora

Il 20 luglio è sempre quel giorno dell'anno in cui gente che vuole affondare i barconi e augura stupri e invoca bombardamenti viene a spiegarci che Carlo Giuliani era un violento.
Allora, come ogni anno, io ci riprovo: ecco come sono andate davvero le cose (piccolo reminder per coglionazzi: informarsi prima di parlare aiuta sempre).

Ogni anno è la stessa storia: mentre parenti e amici piangono Carlo Giuliani, un branco di idioti inizia a profanare ogni post in suo ricordo: "aveva un estintore in mano!", urlano. "Stava per uccidere un poliziotto". "Se l'è cercata!".
A parte il fatto che Carlo non stava per uccidere nessuno (tornerò su questo, promesso), ciò che forse sfugge a queste persone è che nel giorno della sua morte moltissima gente che manifestava a volto scoperto e disarmata (anzi, vorrei dirvi, SOPRATTUTTO la gente che manifestava a volto scoperto e disarmata) è stata massacrata a manganellate, calci e pugni, è stata pestata a sangue in strada e poi in una scuola, tirata fuori dagli ospedali, alcuni con fratture e ferite gravi, e pestata di nuovo, privata dei più elementari diritti umani, violata in ogni modo. E tutto questo mentre i Black Block distruggevano la città indisturbati, intoccati, mai caricati dalla polizia

Forse voi finti gandhiani che parlate della violenza di sollevare un estintore vuoto, per tirarlo contro una macchina che dieci secondi prima ha tentato di investirvi, non avete mai visto il ragazzino preso a calci in faccia da un gruppo di poliziotti capitanati da Perugini, numero due della Digos: un minorenne ridotto a una maschera di sangue, con un occhio che sembra esplodere.

Forse non sapete che tentarono di incriminarlo per "resistenza a pubblico ufficiale e lesioni". Forse non avete visto in mille video le donne in fuga dagli scontri accolte a manganellate dalle forze dell'ordine. Non avete visto, non avete sentito, la poliziotta che di fronte al cadavere di Giuliani esulta dicendo "uno a zero per noi" e "speriamo che muoiano tutti". Non avete visto la gente ferma, seduta in terra, le mani alzate, gente di ogni età, che viene picchiata per ore da gruppi di esaltati in divisa.

Forse non avete mai visto le immagini di quel padre che viene manganellato mentre tenta di proteggere suo figlio.
Forse ogni volta che parlate di quell'estintore pensate che Carlo Giuliani lo abbia preso così, uscendo dal salotto di casa sua già col passamontagna calato, per il gusto di andarlo a tirare a Placanica. Forse non avete visto tutto ciò che in quei giorni è accaduto PRIMA che Carlo prendesse in mano l'estintore, non avete visto ciò che avrebbe fatto sollevare quell'estintore a migliaia, milioni di persone, non avete visto i caroselli delle camionette che inseguivano la gente fin sui marciapiedi, che acceleravano per investire i manifestanti, non avete visto ragazzi e ragazze intrappolati in un imbuto, picchiati senza alcun motivo per due ore, senza alcuna via d’uscita.
Non sapete tutto questo, non conoscete tutto questo, e allora quel gesto di Giuliani vi pare così illegale, così forte da meritare - abbiate il coraggio di chiamarla col suo nome - un'esecuzione.
Perché certo, siete tutti molto bravi a parlare delle scelte di Carlo Giuliani mentre nessuno manganella i vostri amici o tenta di schiacciarli con un blindato. Tutti bravi coi vostri distinguo. Quando la rete chiama siete tutti Charlie, però incredibilmente fate una gran fatica a essere un ragazzo di 23 anni che reagisce alla mattanza dei suoi amici.

Non dico a essere proprio lui, col passamontagna e l'estintore, perché certo, voi siete tutti non violenti e pacifici e quindi ok, presumiamo che in quella situazione avreste reagito come un monaco tibetano in meditazione. Ma se provaste almeno a calarvi in quel contesto, allora capireste subito cosa porta Carlo davanti alla pistola di Placanica, e chi dei due è l'assassino.
Sarebbe il minimo che dovreste fare, per poter parlare di Piazza Alimonda. Ma no. Figuriamoci.

“Io non l’avrei mai fatto”, ripetete ogni anno, dal divano di casa o dal tavolino di un bar, sorseggiando un Campari. Ma ecco, se vi trovaste in una bolgia con le autoblindo che cercano di investire i vostri amici e le vostre amiche, tra le cariche indiscriminate, gli occhi e la gola in fiamme per i gas urticanti usati contro gente inerme, poliziotti che lanciano pietre contro il corteo rischiando di uccidere qualcuno, magari questo amabile distinguo pronunciato con 60 pulsazioni al minuto e tutta la sicumera del mondo potrebbe non essere la prima cosa che vi passa per la mente.

E poi c’è sempre quel piccolo particolare che vi sfugge: forse non vi siete mai accorti che l’estintore Carlo lo prende DOPO che Placanica ha già puntato la pistola contro un altro ragazzo. Dopo, non prima (vi aiuto con questa foto, finalmente dopo 18 anni potete farcela).
Carlo non “se l’è cercata”, come dite voi. Non ha avuto “quel che meritava”.
"Ma lo sta lanciando, sta per uccidere un poliziotto!" No, non è vero. Vi sbagliate di grosso. Vi aiuto di nuovo. Guardate qui: (http://www.avvelenata.it/g8/carlo4b.jpg).
Visto? Bene, adesso che avete la giusta prospettiva potete capire questo: Carlo sta lanciando l'estintore (vuoto, quindi del peso di 3-5 chili al massimo) da una certa distanza. Non ucciderebbe nemmeno un cane di piccola taglia, in quel modo, in venti tentativi.

Certo, voi non vi siete mai trovati in una situazione del genere, quindi avete diritto di non capire, ma avete mai visto, almeno, le cariche dei tifosi contro la polizia allo stadio? Perché lì, ogni domenica, ci sono cose dieci volte più violente e spaventose di quel singolo gesto di Carlo, eppure sono sicuro che se domani venti ultras venissero giustiziati con un colpo alla testa voi stessi non direste mai “se la sono cercata”.

Ma lo so, parlate così perché non conoscete la storia di quei giorni, perché non avete capito, nemmeno dopo 18 anni, cosa è successo durante quel G 8, quali orrori hanno spinto Amnesty International a definire gli abusi di Genova “la più grave violazione dei diritti umani in un paese democratico dal dopoguerra”.
Forse non avete visto, non sapete, che dopo averlo ucciso i carabinieri hanno "lavorato" il corpo di Carlo con una pietra, per dare la colpa della sua morte ai "comunisti" che manifestavano con lui. Forse non avete mai visto, non avete mai sentito, il poliziotto che urlava "sei stato tu" a un manifestante che passava di lì. Forse non l'avete mai sentito ruggire "sei stato tu, col tuo sasso!", e cercare di arrestarlo per dare a lui la colpa e insabbiare tutto (fortunatamente per lui, il ragazzo correva molto velocemente).

Forse non sapete cosa è successo alla Diaz, dove un reparto della polizia ha massacrato gente inerme che dormiva, sfigurato donne, anziani, e ha quasi ucciso Mark Covell, un giornalista inglese, fratturandogli sei costole, perforandogli un polmone, spaccandogli la mano sinistra, polverizzandogli i denti, e lasciandolo a terra senza battito cardiaco (Mark ha avuto bisogno di una trasfusione di un litro e mezzo di sangue e non ha mai recuperato del tutto). Forse non avete mai saputo di tutte le persone orrendamente torturate in quella scuola, non avete mai sentito della schiuma d'estintore spruzzata nelle ferite aperte di uno studente tedesco, non avete mai letto del poliziotto che ha strofinato il suo *** sul viso di una ragazza gravemente ferita. Forse non sapete, fingete di non aver mai saputo, delle due bottiglie molotov portate a posteriori nella scuola dalla polizia, prove artefatte che non hanno impedito a quegli agenti di fare brillanti carriere negli anni a venire.

Forse non sapete cosa è successo a Bolzaneto, a gente che non aveva con sé alcun estintore e nonostante questo è scomparsa per ore nel vuoto giuridico di una caserma, è stata seviziata, abusata. Non sapete di quella ragazza cui sono stati strappati i piercing, delle sigarette spente sui corpi degli arrestati, non avete sentito raccontare di quei ragazzi costretti a stare per ore e ore su un piede solo. Non sapete che uno di loro aveva una gamba artificiale e non riusciva a resistere, ed è svenuto. Non sapete che i poliziotti per punirlo gli hanno spruzzato spray al peperoncino direttamente negli occhi, e lo hanno picchiato ancor più ferocemente. Probabilmente non sapete di quei ragazzi costretti a cantare "faccetta nera", non sapete di quei ragazzi le cui teste venivano sbattute violentemente contro il muro, di quei ragazzi immobilizzati e presi a calci nei genitali, di quei ragazzi cui veniva vietato persino di andare in bagno, e finivano per defecarsi nei pantaloni. Voi non sapete del ragazzo a cui sono state divaricate le dita fino a romperle, scarnificarle strappando la pelle, che è stata poi ricucita senza anestesia. Non sapete della ragazza costretta a infilare la testa nel buco del cesso alla turca, mentre la minacciavano di stupro con un manganello. Voi non avete visto, non avete sentito gli agenti di Bolzaneto che cantavano: “uno, due, tre, evviva Pinochet, quattro, cinque, sei, a morte gli ebrei”.
E però, se non avete visto, se non avete sentito, se non sapete, uno si domanda pure: ma perché *** parlate, con che diritto parlate? Con che stomaco andate sulle bacheche di chi piange Carlo Giuliani, e gli rompete i ***?
Quale forza perversa vi spinge a venire a violare il nostro lutto, a profanarlo? Ma che razza di persone siete?

(P.S.: qua in inglese, per combattere zucconi anglofoni: https://www.versopolis.com/…/if-you-haven-t-heard-why-the-f…)

Preciso che il testo non è mio, l'ho trovato in rete e ringrazio chi lo ha scritto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://www.facebook.com/mito.blob/videos/2224030374574334/

C'E' UN UNICO MANDANTE PER LA CARNEFICINA DEL G8 DI GENOVA, OGGI NON FA PIU POLITICA E SI VOLLE VENDICARE DI TUTTI GLI ANNI PASSATI SUL FRONTE OPPOSTO DEL 68. HA UN NOME ED è IL RESPONSABILE UNICO. GUIDO' DA BOLZANETO LA CARNEFICINA. INDOVINATE CHI ERA?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quel giorno, i poliziotti si sono comportati peggio dei delinquenti ed io stesso, vedendo le immagini, sarei intervenuto a favore dei manifestanti.

Tuttavia bisogna comprendere anche il carabiniere Placanica, all'interno della jeep e attorniato da facinorosi ha avuto paura e ha sparato. Poteva uccidere qualcuno altro ma è capitato a Giuliani. Punto.

Per i massacri compiuti dalla polizia, mi sembra ci siano stati dei processi e delle condanne.

Il racconto da lei proposto, sig pm, fa pensare che il suo estensore abbia avuto il dono della bi- tri-quater locazione (passando indenne tra i manganelli) oppure abbia fatto un riassunto dei fatti ricavandoli da filmati o da giornali.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/7/2020 in 18:36 , mark222220 ha scritto:

Te sei una imbexxille .  Non c’è niente di strano !! Bertolaso e’ stato assolto con formula piena in tutti e 4 i processi in cui era coinvolto . Di più !! In uno , con la prescrizione alle porte , vi ha rinunciato ed ha avuto l’assoluzione per non aver commesso il fatto .  Per Carlo Giuliani e’ tutto diverso e lo capirebbe chiunque non fosse in preda ai fumi dell’alcool. Era chiaro che per l’ordinamento Italiano stava commettendo un reato . Ma non fu arrestato e poi giudicato e condannato . Fu assassinato sul posto perché questo era voluto, quel giorno , dal governo e dalle forze dell’ordine . Fu una reazione spropositata e canagliesca verso chi con un estintore in mano , al massimo , poteva rompere un vetro senza mettere a repentaglio la vita di nessuno . Senti a me Sanchina del caz.z.o.  Su tutto il resto ti permetto e ti autorizzo di dire e fare quel che vuoi tanto sei una imbexxille, su queste cose no , invece . Ci siamo capiti testadikazzo . Sulla morte di un giovane di 20 anni chiudi quella boccaccia dimmerda , stronzola !! 

In Piazza Alimonda spuntò un cartello. Diceva "Piazza Carlo Giuliani - ragazzo"

Non fu un eroe. Fu un ragazzo. Che si trovò nel momento sbagliato, nel posto sbagliato, a fare una cosa sbagliata.

Al G8 io c'ero, con tanta fifa ma senza estintori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, pm610 ha scritto:

https://www.facebook.com/mito.blob/videos/2224030374574334/

C'E' UN UNICO MANDANTE PER LA CARNEFICINA DEL G8 DI GENOVA, OGGI NON FA PIU POLITICA E SI VOLLE VENDICARE DI TUTTI GLI ANNI PASSATI SUL FRONTE OPPOSTO DEL 68. HA UN NOME ED è IL RESPONSABILE UNICO. GUIDO' DA BOLZANETO LA CARNEFICINA. INDOVINATE CHI ERA?

Il responsabile fu Claudio Scajola che abdicò al suo ruolo di Ministro dell'Interno per lasciare la gestione delle forze di polizia a Gianfranco Fini.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/7/2020 in 17:15 , director12 ha scritto:

il tuo "eroe" in uno scatto,che vale piu' di 100 parole:

Al G8 non ci fu caccia all'uomo» . Corriere della Sera

OTTIMA FOTO - i carabinieri erano contro un muro ed accerchiati da banditi veri

- potevano solo e solamente difendersi -

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963