crollo del ponte..perchè non dare un riconoscimento ai titolari??

Uno scoop, messo a segno da Il Tempo diretto da Franco Bechis, di quelli clamorosi. Soprattutto per il tempismo: piove nei giorni caldissimi dello scontro al governo per la proroga o revoca delle concessioni ad Autostrade. E così, in un articolo a firma di Alberto Di Majo, si scopre che “il primo governo guidato da Giuseppe Conte a quattro mesi dal crollo del ponte Morandi ha concesso alla famiglia Benetton un clamoroso affare immobiliare. Gli ha venduto un pezzo di Roma attraverso un fondo pubblico controllato dal ministero dell’ Economia rinunciando alla prelazione dei Beni culturali”.

Ora, largo alle date. Il Ponte Morandi crolla a Genova il 14 agosto. L’11 dicembre, mentre il governo giura di togliere le concessioni ad Aspi, ecco che la società Edizione Property, sempre dei Benetton, acquista in via preliminare un super immobile nel centro storico di Roma per 150 milioni. Dimensioni? 22mila metri quadrati, tra piazza Augusto Imperatore, via della Frezza, via di Ripetta, via del Corea e via Soderini. Si tratta di un palazzo costruito tra il 1936 e il 1938 ottenuto dai Benetton a un prezzo stracciato. Si pensi che secondo le valutazioni delle principali agenzie immobiliari capitoline, il prezzo di quell’immobile oggi fluttua tra 187 e 210 milioni di euro. Ma, sottolinea Il Tempo, all’epoca della transazione i valori erano ben più alti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

3 ore fa, director12 ha scritto:

Uno scoop, messo a segno da Il Tempo diretto da Franco Bechis, di quelli clamorosi. Soprattutto per il tempismo: piove nei giorni caldissimi dello scontro al governo per la proroga o revoca delle concessioni ad Autostrade. E così, in un articolo a firma di Alberto Di Majo, si scopre che “il primo governo guidato da Giuseppe Conte a quattro mesi dal crollo del ponte Morandi ha concesso alla famiglia Benetton un clamoroso affare immobiliare. Gli ha venduto un pezzo di Roma attraverso un fondo pubblico controllato dal ministero dell’ Economia rinunciando alla prelazione dei Beni culturali”.

Ora, largo alle date. Il Ponte Morandi crolla a Genova il 14 agosto. L’11 dicembre, mentre il governo giura di togliere le concessioni ad Aspi, ecco che la società Edizione Property, sempre dei Benetton, acquista in via preliminare un super immobile nel centro storico di Roma per 150 milioni. Dimensioni? 22mila metri quadrati, tra piazza Augusto Imperatore, via della Frezza, via di Ripetta, via del Corea e via Soderini. Si tratta di un palazzo costruito tra il 1936 e il 1938 ottenuto dai Benetton a un prezzo stracciato. Si pensi che secondo le valutazioni delle principali agenzie immobiliari capitoline, il prezzo di quell’immobile oggi fluttua tra 187 e 210 milioni di euro. Ma, sottolinea Il Tempo, all’epoca della transazione i valori erano ben più alti.

Il giorno 11 dicembre 2018, giorno del Business Immobiliare Benetton, chi era il Ministro dell'Interno che vigilava sulla legalità ??

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963