DESTRI BUFALARI E SEMINATORI DI PAURE E ODIO

Sapete quali conseguenze avrà sull'Italia la proroga dello Stato d’Emergenza fino al 31 dicembre?

Siete pronti? Mantenetevi forte eh.
Nessuna.

Perché a questo serve lo Stato d’Emergenza.
A niente, se niente accade. E resta lì, chiuso in un cassetto, fino a scadenza.

Ma se qualcosa accade, se un’ondata di ritorno travolge l’Italia, allora lo “Stato di Emergenza” è quello strumento che permette alle Istituzioni di intervenire con una rapidità che le normali condizioni non consentirebbero. Permettendo così di salvare più vite, di prendere provvedimenti immediati, di scongiurare imprevisti.

Fine.
Nessun golpe, nessuna dittatura, nessun abuso.

Eppure a destra non riescono ad arrivarci.

O meglio, i leader sovranisti da Salvini a Meloni lo sanno bene che funziona così.
Ma le parole di Conte che annunciano la possibilità di una proroga allo Stato di emergenza fino al 31 dicembre è per loro materia buona da odio e da propaganda.

Così, certi che i propri elettori queste cose non le sappiano (perché i primi a considerare ignoranti i propri elettori sono loro), ne approfittano a fanno credere tutt'altro.

Fanno credere che lo Stato di Emergenza sia il Lock down.

Matteo Salvini su Facebook ha scritto: “Allungare lo Stato di Emergenza? No grazie. Gli italiani vogliono vivere, lavorare, amare. La libertà non si cancella per decreto”.

Il Lock down con la libertà, il vivere, il lavorare, l’amare, lo abbiamo visto, effettivamente  ha molto a che fare.
Lo Stato di Emergenza, che è altra cosa, no.

Però lui li confonde apposta. Per ingannare i propri fan.
Ma annotatele queste sue parole:

“Stato di emergenza? No grazie”. Perché se in autunno ci sarà un’ondata di ritorno, sarà bene ricordarsi di chi non voleva mettere l’Italia in condizioni di reagire con celerità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Leonardo Cecchi

“Orban ha rimesso i poteri speciali, Conte no”.

Dato che questo è lo slogan delle ultime ore, è meglio fare chiarezza.

Dunque, il buon Viktor Orbàn ha avuto poteri speciali con i quali, in due mesi, ha emanato la bellezza di 180 decreti (sic!) attraverso i quali tra le altre cose ha:

• vietato di registrare cambio di sesso sui documenti;

• represso le critiche dell’opposizione;

• intimidito il personale sanitario che lamentava o protestava per le scarse protezioni negli ospedali;

• tolta una parte dei finanziamenti ai partiti d’opposizione e dati al suo partito;

• emanato una particolare legge contro le “fake news” (con fake news loro intendono dire qualcosa contro Orbàn stesso: un ragazzo che aveva pubblicato un post critico sulla gestione dell’emergenza il giorno dopo si è ritrovato la polizia a perquisirgli casa, altri sono stati arrestati);

• buttato fuori dagli ospedali pazienti con gravi patologie per far posto a quelli malati di Covid-19 (fessi noi che ammattivamo per creare altri posti letto: loro facevano prima, no?);

• secretato per 10 anni i dettagli di alcuni progetti di opere pubbliche dal costo di quasi 2 miliardi di euro;

• altre varie e simpatiche iniziative sulla falsa riga delle precedenti.

E Conte?

Qui viene il bello: Conte non ha mai avuto quei poteri speciali. Conte ha fatto ricorso ai “dpcm”, cioè decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, attraverso i quali sono state determinate le misure di contenimento prima e apertura poi, ma anche fatto cose più semplici come stabilito i “Criteri di formazione e di riparto del Fondo di solidarietà comunale 2020” o “Istituzione del Comitato di esperti in materia economica e sociale”. E quei dpcm, comunque, sono stati e sono “parlamentarizzati”, cioè vanno in Parlamento (per capirci: non è che decide Conte da solo).

E la proroga dello “Stato d’emergenza”? Non cambierà nulla, sostanzialmente. L’unica cosa a cui realmente serve è tenersi pronti qualora il virus esplodesse di nuovo, consentendo allo Stato di dotarsi più rapidamente di materiale sanitario, allestire in maniera più celere (esempio) Covid Center o, com'è già accaduto, bloccare i voli da paesi più a rischio con il virus. Questo è dunque il “crimine” del governo: prorogare lo Stato d’emergenza per tenersi pronti ed evitare una catastrofe, dato che il vaccino ancora non c’è.

Dunque meglio Orbàn, no? Che dai, dopo 180 decreti in 2 mesi con i quali ha fatto arrestare gente, dato soldi al suo partito e secretato progetti per miliardi di euro, quei poteri speciali li ha rimessi.

È stato gentile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

magari   se    i sx più sx   leggessero  forse   qualcosa  servirebbe ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, pm610 ha scritto:

E la proroga dello “Stato d’emergenza”? Non cambierà nulla, sostanzialmente. L’unica cosa a cui realmente serve è tenersi pronti qualora il virus esplodesse di nuovo, consentendo allo Stato di dotarsi più rapidamente di materiale sanitario, allestire in maniera più celere (esempio) Covid Center o, com'è già accaduto, bloccare i voli da paesi più a rischio con il virus. Questo è dunque il “crimine” del governo: prorogare lo Stato d’emergenza per tenersi pronti ed evitare una catastrofe, dato che il vaccino ancora non c’è.

Il sito dagospia da una diversa interpretazione della cosa, (vede la cosa da una prospettiva diversa)  il coronavirus è la migliore assicurazione per Conte per restare al potere  https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/durante-crisi-39-italia-era-modello-seguire-falso-mentre-ora-241916.htm

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Il sito dagospia da una diversa interpretazione della cosa, (vede la cosa da una prospettiva diversa)  il coronavirus è la migliore assicurazione per Conte per restare al potere  https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/durante-crisi-39-italia-era-modello-seguire-falso-mentre-ora-241916.htm

 

supporto  ai  negazionisti ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963