ringraziando le sinistre....

Un Paese allo sbando. Una legislazione che garantisce i criminali di importazione invece dei cittadini italiani onesti. E’ evidente come non si possa riformare questo Stato.

L’ultimo caso è esemplificativo.

E’ un criminale ma ha famiglia in Italia, quindi non possiamo espellerlo. La Questura di Perugia gli aveva revocato il permesso di soggiorno per la quantità di reati commessi e le condanne subite. Il Tribunale amministrativo conferma tutto, ma gli viene riconosciuto il permesso di soggiorno per motivi familiari.

Il criminale, difeso dall’avvocato (pagato da chi???), si è visto negare “il rinnovo del permesso di soggiorno dell’odierno ricorrente, alla luce delle plurime condanne da quest’ultimo riportate per i reati di furto aggravato, guida in stato di ebrezza, furto con recidiva, nonché dei procedimenti penali per i quali il medesimo risulta imputato per i reati di tentata estorsione, violenza privata e danneggiamento”. Il Tribunale amministrativo e il Consiglio di Stato avevano respinto la richiesta di sospensione del provvedimento, “risultando il giudizio prognostico di pericolosità sociale effettuato dall’amministrazione adeguatamente motivato alla luce delle succitate condanne penali”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963