Silvia Romano dice della sua conversione."forse Dio mi ha punito"

Silvia Romano in una intervista ieri ha parlato del suo rapimento e della sua conversione e la ha spiegata così: 

''Più mi facevo domande e più piangevo e stavo male. Mi arrabbiavo perché non trovavo la risposta e andavo in ansia. Non avevo la risposta ma sapevo che c’era e ci dovevo arrivare. Capivo che c’era qualcosa di potente ma non l’avevo ancora individuato, però capivo che si trattava di un disegno, qualcuno lassù lo aveva deciso. Il passaggio successivo è avvenuto dopo quella lunga marcia, quando già ero nella mia prigione; lì ho iniziato a pensare: forse Dio mi ha punito. Forse Dio mi stava punendo per i miei peccati, perché non credevo in Lui, perché ero anni luce lontana da Lui. A un certo punto ho iniziato a pensare che Dio, attraverso questa esperienza, mi stesse mostrando una guida di vita, che ero libera di accettare o meno. Prima di essere rapita ero completamente indifferente a Dio, anzi potevo definirmi una persona non credente."

Quindi si diventa credenti dopo una punizione di Dio? E' questo che Silvia ha letto nel Corano? E' questo il dogmatismo aberrante dell'Islam... chi non crede in Allah sarà punito e soffrirà tutta la vita

Altro concetto che esprime Silvia nella sua intervista è quello sul velo come simbolo di libertà:  

C’è qualcosa di molto sbagliato se l’unico ambito di libertà della donna sta nello scoprire il proprio corpo. Per me il mio velo è un simbolo di libertà, perché sento dentro che Dio mi chiede di indossare il velo per elevare la mia dignità e il mio onore, perché coprendo il mio corpo so che una persona potrà vedere la mia anima. Per me la libertà è non venire mercificata, non venire considerata un oggetto sessuale”.


E no cara Silvia, una donna è libera quando decide di vestirsi come vuole, quando il velo può toglierlo senza finire frustata, reclusa in casa, picchiata dal padre o dal marito, portata in prigione, torturata perchè desidera vestirsi come vuole.
Che ne pensate?

Silvia Romano, la verità su rapimento e conversione: il velo è ...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

3 ore fa, senzalenza ha scritto:

Che ne pensate?

penso che visto quello che ha detto:  "    Prima di essere rapita ero completamente indifferente a Dio, anzi potevo definirmi una persona non credente."        evidentemente lei del cristianesimo e di quello che i cristiani credono non sa  assolutamente niente, è come quei figli dei fiori che negli anni 60 andavano in India, partivano atei e tornavano buddisti;  se anziché andare dove è andata fosse andata in India probabilmente sarebbe tornata buddista, ci sono genitori che si rifiutano di dare una istruzione religiosa ai propri figli e poi i risultati sono questi.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutti dicono dio qua, dio là, dio questo, dio quello, soprattutto dio vuole, dio dice, dio ordina, comanda ma a essere sincero, io non ho mai sentito parlare questo dio, forse sono sordo ma le parole delle persone che parlano in nome di dio le sento eccome. Quindi mi chiedo, se sono capace di ascoltare la parola di questo presunto dio in terze parti, per quale motivo non la ascolto direttamente dal dio? ma solo da coloro che pretendono di sentire e vedere?

Non vorrei essere irrispettoso ma mi sa che che a parlare alla fine non sono altro che esseri umani che vogliono avere notorietà, e per farlo, dato che non sono capaci esserlo in prima persona, si avvalgono del dio supremo, che è onnisciente e onnipotente per essere in prima persona, quindi non essere smentiti e tanto meno messi in discussioni di quello che voglio rifilare per verità assoluta ai loro simili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, vincent29264 ha scritto:

mi sa che che a parlare alla fine non sono altro che esseri umani che vogliono avere notorietà,

Vedi che le cose non si possono essere fatte da sole è ovvio;  pensare che il DNA nelle cellule viventi dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione della varie cellule fra di loro si sia scritto da solo senza un progettista è come pensare che il programma sul computer su cui stai lavorando di sia scritto da solo, quindi un creatore esiste

tu parli di esseri umani in cerca di notorietà; vedi è sbagliato credere  come certi vorrebbero fare che tutte le religioni siano uguali, ci sono quelle che predicano amore e quelle che predicano violenza; quanto alla ricerca della notorietà ci sono persone che nell'ombra, nell'anonimato,  fanno il bene; un vecchio proverbio dice che l'albero che crolla fa tanto rumore ma che la foresta cresce in silenzio; tu ti chiedi perché Dio non ti parla direttamente, forse Dio ti sta parlando attraverso la vita di  quelle persone che fanno il bene senza ostentarlo,  fanno il bene nel silenzio e non sono alla ricerca dei primi posti o  della notorietà nei vari  salotti dei programmi televisivi .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, senzalenza ha scritto:

Che ne pensate?

Che si prende a prestito Dio troppe volte, e quasi sempre per un proprio tornaconto, non esiste essere che sia abbandonato da Dio, più tosto l'essere abbandona...ci diamo ragioni per forza là dove non riusciamo a capire, anche se la verità è vicina a noi, la sua è stata una scelta voluta dalla situazione, cosi come lo era prima, è sbagliato per me voler per forza che la ragione o il buono sia dà una parte sola...le religioni del mondo sono le prime che fomentano l'odio per uno o per l'altro, un esatto estratto di quello che è il tornaconto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/7/2020 in 09:35 , senzalenza ha scritto:


E no cara Silvia, una donna è libera quando decide di vestirsi come vuole, quando il velo può toglierlo senza finire frustata, reclusa in casa, picchiata dal padre o dal marito, portata in prigione, torturata perchè desidera vestirsi come vuole.
Che ne pensate?

 

Alcune domande sorgono spontanee. Queste sorridenti ragazze partono per i viaggi esteri. Vengono informate che andranno in zone a rischio. Viene fatta una attività preventiva anti rapimenti. Viene stipulata una adeguata assicurazione affinché non siano gli italiani (rinci trulliti) a pagare il riscatto (logica vuole siano loro stesse). Queste sorridenti ragazze si fanno sposare da tre o quattro foresti in modo tale che costoro divengano cittadini italiani. Così al rientro della moglie in comune (comune, non municipio, ma del gruppo) possono rientrare essi stessi a spese di noi italiani (rinci trulliti), ottenendo abitazione e reddito di cittadinanza. Ipotizzare (solo ipotizzare) che sia programmato dall'inizio rimane solamente una ipotesi oppure potrebbe tramutarsi in realtà. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/7/2020 in 22:26 , etrusco1900 ha scritto:

Vedi che le cose non si possono essere fatte da sole è ovvio;  pensare che il DNA nelle cellule viventi dove è scritto tutto dal colore degli occhi all'interazione della varie cellule fra di loro si sia scritto da solo senza un progettista è come pensare che il programma sul computer su cui stai lavorando di sia scritto da solo, quindi un creatore esiste

Si chiama Natura, qualcosa che l'Uomo non potrà mai decifrare, di certo non uno a nostra immagine e somiglianza...

quelle sono favole per beoti.

Il 7/7/2020 in 22:26 , etrusco1900 ha scritto:

tu parli di esseri umani in cerca di notorietà; vedi è sbagliato credere  come certi vorrebbero fare che tutte le religioni siano uguali, ci sono quelle che predicano amore e quelle che predicano violenza

E' vero, ad esempio la pena di morte in Vaticano é stata tolta solo nel 1969, mezzo secolo fa.

Per non parlare della santa inquisizione, delle crociate, etc.

Mettiamoci pure le alleanze e concordati con gli Hitler, Mussolini, Franco e altri despoti vari (per parlare solo del XX secolo). Sempre nel nome del Signore, ovvio.

Invece di religioni che predicano amore non ne conosco.

tu ti chiedi perché Dio non ti parla direttamente, forse Dio ti sta parlando attraverso la vita di  quelle persone che fanno il bene senza ostentarlo,  fanno il bene nel silenzio e non sono alla ricerca dei primi posti o  della notorietà nei vari  salotti dei programmi televisivi .

Ha fatto bene a scrivere ''forse''.

Non c'é nessun dio che parla direttamente o indirettamente, lo stesso Wojtila glielo lo diceva sovente; ''il regno dei cieli é dentro di noi''.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Si chiama Natura,

Si chiamano  programmi quell'insieme di istruzioni che fanno funzionare qualsiasi computer ; però i programmi non si scrivono da soli, occorrono programmatori che quei programmi li scrivono, li testano, li correggono; chi ha scritto i programmi che fanno marciare la natura e la vita sulla terra?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Si chiamano  programmi quell'insieme di istruzioni che fanno funzionare qualsiasi computer ; però i programmi non si scrivono da soli, occorrono programmatori che quei programmi li scrivono, li testano, li correggono; chi ha scritto i programmi che fanno marciare la natura e la vita sulla terra?

 

Nessuno può saperlo, probabilmente non lo sapremo mai.

Di certo non un triangolino che ha mandato il figlio sulla Terra. Quelle sono scemenze date in pasto ai beoti e sulle quali il clero ci campa. E bene, grazie al Concordato.

Tra l'altro ci sono molte religioni, forse centinaia, difficile pensare che il ''programmatore'' sia proprio quello a cui crede lei. Noi siamo una porzione infinitesimale nell'universo, se ne faccia una ragione.

Solo il raggio dell'universo conosciuto (quindi una porzione infima) misura 14 MILIARDI di anni-luce.

E però su questo granello di sabbia nel deserto sarebbe arrivato il figlio di dio per salvarci...

Comunque lei continui pure ad adorare i totem, non c'é problema.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lelotto2 ha scritto:

Solo il raggio dell'universo conosciuto (quindi una porzione infima) misura 14 MILIARDI di anni-luce.

Diciamo che in base alle recenti stime ci sono duemila miliardi di galassie; pensiamo a quanto è grande chi ha fatto tutto questo; una volta nel 1800 gli atei di quei tempi dicevano che tutto quello che i nostri sensi non erano in grado di percepire non esisteva... quanta acqua è passata da quei tempi,  con il ragionamento l'uomo è riuscito a costruire macchine in grado di vedere quelle cose ,con il ragionamento l'uomo o meglio miliardi di uomini sul pianeta terra, compresi migliaia di scienziati,  credono all'esistenza di un creatore; ci sono atei rimasti alle teorie del secolo scorso  quando in Unione Sovietica si diceva che gli scienziati erano  tutti atei; sarebbe più giusto dire che chi si mostrava credente non faceva carriera e per convenienza molti si facevano battezzare di nascosto e ufficialmente si dichiaravano atei   lei dice: .." E però su questo granello di sabbia nel deserto sarebbe arrivato il figlio di dio per salvarci... ".. ha perfettamente ragione, di fronte all'universo gli abitanti del pianeta terra è un granello di sabbia, pensi a quanto è grande un creatore che di fronte a duemila miliardi di galassie si preoccupa anche di quel piccolo granello di sabbia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/7/2020 in 13:10 , etrusco1900 ha scritto:

 

con il ragionamento l'uomo è riuscito a costruire macchine in grado di vedere quelle cose

E' vero. Si tratta perlopiu' di scienziati non credenti. Gli atei di cui parla non mi risulta siano mai esistiti, lei sente troppe omelie.

 

con il ragionamento l'uomo o meglio miliardi di uomini sul pianeta terra, compresi migliaia di scienziati,  credono all'esistenza di un creatore

Gli scienziati che credono a un creatore o alle apparizioni dell'arcangelo Gabriele sono una percentuale bassissima, che si alza se si sposta nella teologia e nella letteratura.

 

ci sono atei rimasti alle teorie del secolo scorso

i credenti sono rimasti alle favole di migliaia di anni fa, tra loro si rifiuta ancora la teoria dell'evoluzione e molti pensano addirittura che siano esistiti Eva e Adamo.

 

ha perfettamente ragione, di fronte all'universo gli abitanti del pianeta terra è un granello di sabbia, pensi a quanto è grande un creatore che di fronte a duemila miliardi di galassie si preoccupa anche di quel piccolo granello di sabbia

grandissimo, ma si chiama Natura. Non possiamo sapere con certezza come sia andata, di certo la resurrezione, Lazzaro, la Madonna vergine, la Trinità, lo Spirito Santo...sono solo fantasie neanche documentate, neanche da un un punto di vista storico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, lelotto2 ha scritto:

sono solo fantasie

sono solo fantasie o meglio erano solo fantasie quelle degli atei del 1800 che non credevano che potessero esistere cose che i loro sensi non fossero in gradi di percepire; sono solo fantasie quelle degli atei di ogni  tempo che credono o credevano  che le cose si siano o si fossero fatte  fatte da sole.

https://www.riflessioni.it/testi/zichichi.htm  ( mi auguro che non sia come un altro utente del forum che non riusciva a leggere i link che postavo)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963