potrebbe essere un idea...da fare dopo primavera 2018

“Controllo elettronico dei profughi per garantire più sicurezza e presidio del territorio”.

E’ questa la proposta lancia dal sindaco di Rovigo, Massimo Bergamin, dopo gli ultimi episodi che a Rovigo, come nel resto d’Italia hanno visto i richiedenti asilo finire al centro della cronaca mera.

“Le ultime vicende – ha spiegato Bergamin – dimostrano quanto sia disorganizzato il sistema politico-burocratico italiano per quanto riguarda la gestione dei clandestini-richiedenti asilo.
Si offrono vitto, alloggio, cure mediche, e quasi la cittadinanza, a persone che spesso non rispettano alcuna regola. E i dati definitivi ci dicono che a meno del 10% dei richiedenti asilo, viene riconosciuto la status di rifugiato”.

“Reputo quindi opportuno che, i richiedenti asilo, vengano costantemente monitorati in quello che fanno di giorno e di notte e nel contempo rimanga traccia dei loro spostamenti.
Se la sera devono essere all’alloggio che li ospita, non li si può trovare a gozzovigliare in giro per la città”.Un bravo al sindaco!!!dopo la vittoria delle elezioni politiche,si potrebbe applicare a livello nazionale!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

almeno si ammortizzerebbero quei oltre 5milioni di euro pagati a duna societa' di servizi per i braccialetti..MAI USATI!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963