tagliare l'Iva? dice i l sx che non è priorita'.. e non avevamo dubbi!!

“Il presidente del Consiglio ci deve fare proposte concrete e con un cronoprogramma preciso. Nel programma di Governo in agosto abbiamo scritto che vogliamo abbassare il costo de lavoro, questa è la priorità. Se adesso abbiamo cambiato priorità, serve che ci spieghino perché l’Iva è diventata la nuova priorità. Noi abbiamo costruito un programma di Governo su un’altra priorità. Bisogna capire come si fanno le cose e perché si cambiano le priorità”.

Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il capogruppo del PD alla Camera dei Deputati Graziano Delrio parlando della proposta di tagliare l’Iva.

delrio-carola.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

allora,facciamo due conti,.come la serva:se il taglio di un ..dicasi 1 punto dell'iva,lo stato perderebbe unmiliardo di euro..bene,allora il restante 21%...quanto rende?? e dove vanno?? loro ,i sx,l'iva la vogliono aumentare!! mettendo in ginocchi oi consumi!! andare a prendere  ipomodori...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, director12 ha scritto:

loro ,i sx,l'iva la vogliono aumentare!! mettendo in ginocchi oi consumi!! andare a prendere  ipomodori...

Scusa. potresti postare la fonte di questa affermazione?

Grazie.

Modificato da lelotto2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il taglio dell'IVA non piace ai poteri forti, quindi non piace a pidini come Delrio, per un motivo molto semplice. Questa imposta non progressiva è un generatore di disuguaglianza e un nastro trasportatore di ricchezza dai poveri ai ricchi. Analogo effetto avrebbe una flat tax sul reddito (l'IVA è una flat tax sui consumi). Abbassando le aliquote IVA lo Stato dovrebbe rifarsi da qualche altra parte. Per esempio introducendo una patrimoniale o stringendo la cinghia sulle grandi opere inutili. O alzando le aliquote per le fasce alte dell'IRPEF e inasprendo la lotta all'evasione. Detassare il lavoro è plausibile, ma fino a un certo punto. I consumi e gli investimenti oggi sono di gran lunga prioritari. Se calano di brutto i consumi e gli investimenti, puoi anche azzerare le tasse sul lavoro, l'occupazione calerà anch'essa. Abbassare le tasse sul lavoro può attirare imprenditori dall'estero. Ma il costo del lavoro non è solo tasse, è anche salari e contributi. E siamo alle solite: puoi anche azzerare le tasse sul lavoro in Italia, ci saranno sempre almeno 100 paesi nel mondo con un costo del lavoro più basso. Abbassare le tasse sul lavoro può indurre qualche imprenditore disonesto a regolarizzare i suoi dipendenti in nero. Ma uno Stato che viene incontro ai disonesti prima che agli onesti non è uno Stato, al massimo è una repubblica delle banane. In questa fase la disoccupazione si combatte sostenendo i consumi, rilanciando gli investimenti (specie quelli delle grandi imprese pubbliche) e riducendo gli orari di lavoro: LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poco fa l'economista Mariana Mazzuccato rispondendo a una domanda di Lilli Gruber sul taglio delle tasse sul lavoro (vado a memoria):

 "Queste defiscalizzazioni in Italia alla fine vanno solo a incrementare i profitti dell'impresa privata senza scuoterla dalla sua cronica inerzia sul fronte investimenti".

 Ben detto professoressa. Consiglio a tutti (anche a me stesso) questo libro che ci farà riscoprire il valore e la funzione insostituibile dello Stato imprenditore.  E innovatore!

https://marianamazzucato.com/entrepreneurial-state/es-it/

Date un'occhiata ai 6 "miti" sfatati nel cap. 2

https://books.google.it/books?id=KpFxDwAAQBAJ&pg=PT88&hl=it&source=gbs_selected_pages&cad=2#v=onepage&q&f=false

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963