L'intelligenza artificiale cambia il modo di lavorare

L'intelligenza artificiale cambierà il modo di lavoro, non toglierà posti di lavoro, ma eseguirà quei compiti più noiosi e ripetitivi che molti lavoratori oggi sono costretti a fare, cambieranno attività e competenze richieste, che ne pensate?

http://www.lastampa.it/2017/09/21/tecnologia/idee/cos-lintelligenza-artificiale-cambier-il-modo-in-cui-funziona-internet-5VbmjABPF1PBYA41MBXlIP/pagina.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

a me invece fa un pò paura temo per molti posti di lavoro persi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono dei paradossi; una volta si diceva che grazie ai computer ci sarebbe stato un decentramento, nel senso che si sarebbe potuto fare  a " Rocca Cannuccia "  quello che prima si faceva a New York; in realtà si assiste all'opposto cioè a un accentramento nel senso che si fa a New York quello che prima si faceva a " Rocca Cannuccia";   

 gli esempi non mancano, pensiamo alle varie aziende di servizi, come ENEL e altre,    una volta anche nei piccoli centri c'era un loro ufficio per il disbrigo delle pratiche,    oggi si può fare tutto tramite Internet e questi piccoli uffici non esistono più, sono stati chiusi e il personale che ci lavorava trasferito.

  Queste tecnologie creano posti di lavoro dove si fanno i programmi  (India e altre nazioni a basso costo di manodopera)   dove si costruiscono computer ( Korea e altre nazioni del sud Est Asiatico)   ma distruggono posti di lavoro nel resto del mondo; pensiamo al commercio elettronico, si ordina una cosa su internet e il giorno dopo è a casa nostra, questo ha creato posti di lavoro ( precari) per i corrieri e dipendenti delle varie agenzie di spedizione, ma ha fatto chiudere una miriade di piccoli negozi, senza contare le condizioni di lavoro dei precari che lavorano in questi magazzini del commercio elettronico da dove partono le spedizioni, posti di lavoro precario che comunque presto spariranno perché sostituiti da robot e automazioni nelle spedizioni.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

vero però si creano in altri settori, quelli appunto dell'informatica e dell'ingegneria per esempio, bisogna stare attenti a cosa si studia, per chi deve decidere cosa fare all'università e tenere conto di questi cambaimenti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Ci sono dei paradossi; una volta si diceva che grazie ai computer ci sarebbe stato un decentramento, nel senso che si sarebbe potuto fare  a " Rocca Cannuccia "  quello che prima si faceva a New York; in realtà si assiste all'opposto cioè a un accentramento nel senso che si fa a New York quello che prima si faceva a " Rocca Cannuccia";   

 gli esempi non mancano, pensiamo alle varie aziende di servizi, come ENEL e altre,    una volta anche nei piccoli centri c'era un loro ufficio per il disbrigo delle pratiche,    oggi si può fare tutto tramite Internet e questi piccoli uffici non esistono più, sono stati chiusi e il personale che ci lavorava trasferito.

  Queste tecnologie creano posti di lavoro dove si fanno i programmi  (India e altre nazioni a basso costo di manodopera)   dove si costruiscono computer ( Korea e altre nazioni del sud Est Asiatico)   ma distruggono posti di lavoro nel resto del mondo; pensiamo al commercio elettronico, si ordina una cosa su internet e il giorno dopo è a casa nostra, questo ha creato posti di lavoro ( precari) per i corrieri e dipendenti delle varie agenzie di spedizione, ma ha fatto chiudere una miriade di piccoli negozi, senza contare le condizioni di lavoro dei precari che lavorano in questi magazzini del commercio elettronico da dove partono le spedizioni, posti di lavoro precario che comunque presto spariranno perché sostituiti da robot e automazioni nelle spedizioni.

Stanno gia sperimentando i droni per la consegna della merce ordinata..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In un lontano futuro, quando robot e computer faranno tutto, sia in campo industriale  dove i robot progetteranno e costruiranno altri robot , sia  in tutte le attività anche intellettuali dove  non ci sarà più bisogno di traduttori, non ci sarà più bisogno di attori perché tutte i film e le immagini verranno generati da computer, non ci sarà  più bisogno di medici e infermieri  sostituiti da robot, a quel punto  non ci sarà più bisogno degli umani che saranno tutti disoccupati e senza stipendio... voglio vedere a chi venderanno le merci e i servizi, visto che nessuno avrà i soldi per acquistarli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/9/2017 in 19:19 , etrusco1900 ha scritto:

In un lontano futuro, quando robot e computer faranno tutto, sia in campo industriale  dove i robot progetteranno e costruiranno altri robot , sia  in tutte le attività anche intellettuali dove  non ci sarà più bisogno di traduttori, non ci sarà più bisogno di attori perché tutte i film e le immagini verranno generati da computer, non ci sarà  più bisogno di medici e infermieri  sostituiti da robot, a quel punto  non ci sarà più bisogno degli umani che saranno tutti disoccupati e senza stipendio... voglio vedere a chi venderanno le merci e i servizi, visto che nessuno avrà i soldi per acquistarli.

Scenario apocalittico... basta non cedere il controllo, dei robot... il lavoro sarà quello

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963