La storia di Hattie McDaniel, avrebbero dovuto censurare Hollywood non certo il film

La assurda censura di Via col Vento, mi ha portato a leggere la storia della sua attrice di colore, personaggio indimenticabile che interpretava la Mami di Rossella: Hattie McDaniel
Hattie nacque in una famiglia di ex schiavi, ultimogenita di 13 figli. Durante gli anni dieci fece parte di un gruppo vocale gospel, e negli anni venti intraprese una carriera radiofonica presso la stazione radio di Denver KOA. 

Nel 1931 raggiunse le sorelle Etta ed Orlena ed il fratello Sam a Los Angeles, dove, fintantoché non riuscì a trovare un'occupazione nella cinematografia, svolse lavori come cuoca e donna di servizio.

Il suo interesse per la recitazione le permise di debuttare al cinema nel 1932 ne L'occidente d'oro, diretta da Gordon Rigby.

Le sue caratteristiche fisiche la portarono ad interpretare ruoli relegati alla figura di matrona di colore, con la consacrazione nel ruolo di "Mami" in Via col vento del 1939 che le permise di vincere il premio Oscar quale miglior attrice non protagonista. 

Nel 1951 scoprì di essere affetta da un tumore al seno, morì il successivo 26 ottobre 1952, all'età di 57 anni,

La cosa che mi ha colpito a proposito del film e dell'oscar è come venne trattata in occasione della consegna del premio in quegli anni di segregazione razziale 

Ho scoperto che la parte le venne definitivamente assegnata per merito di Clark Gable, che avendo già lavorato due volte con lei e stimandola molto, insisté con il produttore Selznick affinché la scegliesse, e lo convinse. Questi non si pentì della scelta, perché uno dei nove Oscar ottenuti dal film, quello per la miglior attrice non protagonista, andò proprio ad Hattie, che fu la prima attrice afroamericana della storia del cinema a ottenerlo.

Selznick mostrò coraggio la sera del 29 febbraio 1940, alla cerimonia di premiazione degli Oscar, avvenuta presso il ristorante Coconut Grove dell’Hotel Ambassador di Los Angeles, impuntandosi affinché Hattie fosse presente, non volevano farla entrare perchè di colore.

Lei e il suo cavaliere, però, assieme al suo manager, il bianco William Meiklejohn, vennero fatti sedere a un tavolo separato, ben distante da quelli in cui trovavano posto il regista, Vivien Leigh, Olivia de Havilland, Leslie Howard, Clark Gable, Thomas Mitchell e gli altri protagonisti del film.
Il breve discorso che l'attrice  pronunciò per ringraziare del conferimento del premio fu giudicato il più bello della serata, e lei disse alla stampa: “Ho amato Mami. Penso d’averla compresa perché mia nonna lavorava in una piantagione non diversa da Tara”.
Via col Vento quindi le diede fama, rispetto, amicizie importanti che la difesero contro la segregazione razziale dell'epoca e ruppe un tabù con l'assegnazione dell'oscar a una persona di colore, poi non volevano che se lo venisse a prendere ma il suo produttore la difese e aiutò a salire su quel palco.
Tutto il contrario per il quale oggi alcuni cretini ne hanno voluto la censura. Che ne pensi?
hattie-mcddaniel-oscar-academy-fay-banter

Hattie McDaniel riceve l’Oscar dall’attrice Fay Banter (29-2-1940)

Modificato da mia-2017

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963