nuove linee guida per contrasto virus

Guai a toccare il pallone senza le adeguate protezioni e soprattutto guai a «recuperare il possesso palla tramite il contrasto», considerato pericolosissimo in tempi di Covid non per un'eventuale lesione al menisco ma per i droplets che potrebbero liberarsi nell'aria. Meglio un sano e sicuro «intercetto». Vietatissime anche le «scivolate», per non parlare della «marcatura ad uomo». E se proprio scappa uno sputo o uno starnuto, bisogna stare attenti a non farlo a terra ma in un fazzoletto . La musica riparte anche in discoteca. Ma ballare non sarà un'impresa facile, perché bisognerà farlo a distanza di due metri e soltanto all'aperto. Senza toccarsi, strusciarsi e sussurrarsi nell'orecchio. Soltanto balli scatenati per i più giovani, senza contatto, urlando per farsi sentire. Guai seri per chi giovane non lo è più e preferisce un giro di valzer o un ballo di coppia: vietatissimi per il momento. C'è sempre la questione mascherina - indispensabile anche in discoteca negli ambienti chiusi e all'esterno ogni volta che non sarà possibile rispettare la distanza di un metro - che mal si concilia con lo «struscio» e la voglia di «abbordare». Mascherina che sarà necessario portare anche nei cinema durante la proiezione. Una prescrizione che ha provocato la protesta degli esercenti: «Impossibile riaprire così»Ovviamente i balli/canti afro sono consentiti a piena voce  e ballo..anche ravvicinati.,anche apiedi scalzi.non si vorrebbe mai offendere le loro culture!!.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

2 ore fa, director12 ha scritto:

Guai a toccare il pallone senza le adeguate protezioni e soprattutto guai a «recuperare il possesso palla tramite il contrasto», considerato pericolosissimo in tempi di Covid non per un'eventuale lesione al menisco ma per i droplets che potrebbero liberarsi nell'aria. Meglio un sano e sicuro «intercetto». Vietatissime anche le «scivolate», per non parlare della «marcatura ad uomo». E se proprio scappa uno sputo o uno starnuto, bisogna stare attenti a non farlo a terra ma in un fazzoletto . La musica riparte anche in discoteca. Ma ballare non sarà un'impresa facile, perché bisognerà farlo a distanza di due metri e soltanto all'aperto. Senza toccarsi, strusciarsi e sussurrarsi nell'orecchio. Soltanto balli scatenati per i più giovani, senza contatto, urlando per farsi sentire. Guai seri per chi giovane non lo è più e preferisce un giro di valzer o un ballo di coppia: vietatissimi per il momento. C'è sempre la questione mascherina - indispensabile anche in discoteca negli ambienti chiusi e all'esterno ogni volta che non sarà possibile rispettare la distanza di un metro - che mal si concilia con lo «struscio» e la voglia di «abbordare». Mascherina che sarà necessario portare anche nei cinema durante la proiezione. Una prescrizione che ha provocato la protesta degli esercenti: «Impossibile riaprire così»Ovviamente i balli/canti afro sono consentiti a piena voce  e ballo..anche ravvicinati.,anche apiedi scalzi.non si vorrebbe mai offendere le loro culture!!.

Non sia mai..ma i calciatori devono essere tutti negativi per entrare in campo..quindi i contrasti..le scivolate..il gioco maschio ..è ammesso..il rischio é azzerato..diverso stato può essere la disco..mica tutti hanno fanno il tampone..giusto ...mettere in pratica  le misure di protezione..per quanto riguarda gli extracomunitari..Non ghettizziamo..anche loro tengono alla pelle..e soprattutto non credo nella possibile eventualità che siano contenti di stare in quarantena...il ministro della salute Speranza ha parlato di rischio contagio ancora presente..è precauzione..accanimento..oppure come dobbiamo definirla??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963