quelli del pappaladro

GRATTI ARANCIONE E TROVI IL FASCISTA
Compare di ventura del Generale Aperol. Eccolo, Manfredo Bianchi qualche giorno fa, mentre sventola la bandiera della Repubblica di Salò alle pendici del Monte Sagro, per celebrare quello che la gente normale ricorda invece con un groppo in gola: il rastrellamento di 173 civili da parte dei nazifascisti. La strage di Vinca, per l’appunto, il paesino ai piedi del Monte Sagro.
Le 173 persone rastrellate e uccise dai nazifascisti furono soprattutto donne e bambini. I pochi uomini furono impalati. A un partigiano, qualche giorno dopo, fu dato fuoco, da vivo. I bambini, si diceva, uccisi. Le donne incinte, uccise pure loro. Si racconta che qualcuna fu sventrata con un pugnale, e con il feto giocarono a tiro al piattello”.safe_image.php?d=AQDSj_mtbouGn3yW&w=540&
 
*** su questo sito web
 
FORTEBRACCIONEWS.WORDPRESS.COM
 
 
Da tre giorni i gilet arancioni fanno “caciara”. E in aperta violazione delle 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

58 minuti fa, pm610 ha scritto:
GRATTI ARANCIONE E TROVI IL FASCISTA
Compare di ventura del Generale Aperol. Eccolo, Manfredo Bianchi qualche giorno fa, mentre sventola la bandiera della Repubblica di Salò alle pendici del Monte Sagro, per celebrare quello che la gente normale ricorda invece con un groppo in gola: il rastrellamento di 173 civili da parte dei nazifascisti. La strage di Vinca, per l’appunto, il paesino ai piedi del Monte Sagro.
Le 173 persone rastrellate e uccise dai nazifascisti furono soprattutto donne e bambini. I pochi uomini furono impalati. A un partigiano, qualche giorno dopo, fu dato fuoco, da vivo. I bambini, si diceva, uccisi. Le donne incinte, uccise pure loro. Si racconta che qualcuna fu sventrata con un pugnale, e con il feto giocarono a tiro al piattello”.safe_image.php?d=AQDSj_mtbouGn3yW&w=540&
 
*** su questo sito web
 
FORTEBRACCIONEWS.WORDPRESS.COM
 
 
Da tre giorni i gilet arancioni fanno “caciara”. E in aperta violazione delle 

Bisogna nel rispetto delle regole far manifestare qualsiasi associazione..gilet..sardine..società civile..Non c'è altra ragione di vita che esprimere le proprie idee..opinioni..tappare la bocca a qualcuno..Non solo è antidemocratico..ma anche disumano.."noi non siamo come loro" dicevano..i magistrati del pool palermitano..che davano la caccia ai mafiosi..è ora di dimostrarlo..la civiltà..il progresso..hanno sempre avuto la meglio..sui destabilizzatori..prevaricatori..arroganti...Non per il fatto che si è buonisti..la giustizia fa il suo corso..e alla fine il giusto tra i giusti ha la meglio 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, marzianobravo ha scritto:

Bisogna nel rispetto delle regole far manifestare qualsiasi associazione..gilet..sardine..società civile..Non c'è altra ragione di vita che esprimere le proprie idee..opinioni..tappare la bocca a qualcuno..Non solo è antidemocratico..ma anche disumano.."noi non siamo come loro" dicevano..i magistrati del pool palermitano..che davano la caccia ai mafiosi..è ora di dimostrarlo..la civiltà..il progresso..hanno sempre avuto la meglio..sui destabilizzatori..prevaricatori..arroganti...Non per il fatto che si è buonisti..la giustizia fa il suo corso..e alla fine il giusto tra i giusti ha la meglio 

Caro Marziano, dimentichi che in Italia (e non solo) l'apologia del fascismo è un reato punibile con il carcere. Vediamo cosa dice la legge:

La legge n. 645/1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

Nel caso in oggetto c'è per l'appunto e con tutta evidenza una esaltazione di fatti e metodi del fascismo. È vero che quell'esaltato era quasi solo e in cima a una montagna, ma la foto non andava pubblicata sui social. Pensa che in Germania, paese serio e democratico, l'apologia del nazismo è punita con il carcere anche quando avviene tra le mura domestiche. Se saluti abitualmente dal balcone i tuoi vicini di casa con un heil Hitler o con il saluto romano, e uno di questi ti denuncia e fornisce le prove, finisci dritto in galera.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963