Dap e giustizia

Non si capisce con quale criterio il capo del dap(dipartimento amministrativo penitenziario) sia stato rimosso e invece il ministro della giustizia no..è la logica perversa ..diremmo marcia.. della scena politica attuale ..dove i due organi competenti in sede di grazia e giustizia sono correlati...lavorano in simbiosi ..potrebbe essere alla lunga una scelta controproducente  quella di salvare il ministro della giustizia ..di perdita di credibilità dell'intero governo..la tattica difensivista adottata potrebbe portare ad un calo di consensi del M5s che ha gridato sempre onestà..ma anche degli alleati che tengono un fardello scomodo...in un ministero chiave..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Con la rivolta delle carceri..il Dap e il ministero di giustizia sono caduti nel ricatto dei malviventi..Non si tratta di un indulto..ma ha un'altro nome "resa dello stato " queste scarcerazioni metteno in dubbio la tenuta democratica del paese..e la mancanza di certezza della pena..un esempio che nessun altra nazione  segue..e infatti l'Italia è il paese della pizza..mandolino e 4 mafie

Modificato da marzianobravo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in dubbio la tenuta democratica? Io vedo dei dubbi sull'onesta! Se effettivamente la cosa era cristallina si sarebbe dovuto dimettere prima di arrivare al voto , ma così non è stato ... perchè quella poltrona fa comodo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963