decreto rilancio
Decreto rilancio

Avete letto il testo del decreto rilancio?  se non l'avete letto lo potete scaricare in PDF  dal giornale Repubblica 

a parte la considerazione che sono inserite misure che non hanno carattere di urgenza , che non sono direttamente   collegate al coronavirus  e che come tali non dovevano essere inserite in un decreto ma seguire altre vie legislative, andate a leggere tanto per esempio quanto è previsto  all'articolo 229 .. in un momento dove ci sono attività commerciali al fallimento, negozi che non possono riaprire, turismo affossato, distanziamenti sulle spiagge impossibili d realizzare gente che non ha riscosso un centesimo di cassa integrazione  loro si preoccupano delle biciclette a pedalata assistita.........

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Ma vedi il decreto rilancio è solo e solamente il pretesto per simulare una crisi e spremere altre tasse come vuole la società neoliberista si fa credere di elargire soldi , si fa credere che questi soldi sono un regalo dell'Europa, che ci vengono dati gratuitamente , dopo che siamo stati noi a costituire il capitale , ed in sostanza per ripagare un debito inesistente si aumenta la pressione fiscale ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Avete letto il testo del decreto rilancio?  se non l'avete letto lo potete scaricare in PDF  dal giornale Repubblica 

a parte la considerazione che sono inserite misure che non hanno carattere di urgenza , che non sono direttamente   collegate al coronavirus  e che come tali non dovevano essere inserite in un decreto ma seguire altre vie legislative, andate a leggere tanto per esempio quanto è previsto  all'articolo 229 .. in un momento dove ci sono attività commerciali al fallimento, negozi che non possono riaprire, turismo affossato, distanziamenti sulle spiagge impossibili d realizzare gente che non ha riscosso un centesimo di cassa integrazione  loro si preoccupano delle biciclette a pedalata assistita.........

Non ho letto il decreto ma la micromobilità urbana (leggasi spostamenti individuali in città) è un problema di strettissima attualità. Non so dove risiedi ma qui a Napoli avevamo fatto il callo, in tempi normali, agli autobus sovraccarichi di passeggeri nelle ore di punta. Scatole di sardine dove l'autista aveva difficoltà financo a chiudere le porte. Anni fa ero su uno di questi bus, un anziano accusò un malore e fu fortunato perché a bordo c'era un medico che gli praticò il massaggio cardiaco. I bus molto affollati sono anche territorio di caccia dei professionisti del furto con destrezza. Questo non è in nessun caso un modo civile di viaggiare, ma con la pandemia sarebbe addirittura un modo suicida. Dato che questi autobus più che da anziani erano affollati da studenti e da giovani lavoratori che non hanno o non possono permettersi l'auto, per loro la bicicletta (classica per brevi tragitti in pianura, o elettrica a pedalata assistita) e il monopattino elettrico sarebbero ideali. Quindi è giusto che lo Stato intervenga con incentivi alla produzione e all'acquisto di questi mezzi, pratici, economici ed ecologici. Mentre i comuni devono provvedere alla realizzazione e all'incremento delle corsie ciclabili. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con i monopattini non si risolve il problema sono solo e solamente soldi sprecati ! un vecchietto di 70/80 anni magari con problemi circolatori alle gambe che cosa se ne fa del monopattino elettrico? ( ricordo che la legge è uguale per tutti , quindi "tutti" hanno gli stessi diritti/doveri) che cavolo se ne fa della pista ciclabile un paesino / città di montagna? ma L'unione europea da anche i contributi per pedalare in salita? sono cose che vanno bene nelle pianure del Belgio o dell' Olanda , sugli appennini italiani la vedo dura!! basta spreco di soldi , ridurre le tasse forse è più utile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Non ho letto il decreto

Mi dispiace che tu non lo abbia letto anche se mi rendo conto che per leggerlo tutto attentamente occorrono ore; diciamo che le leggi le fa il parlamento dove vengono discusse e approvate, il decreto legge è o dovrebbe essere una cosa che riguarda provvedimenti urgenti che non possono essere demandati alla normale attività legislativa; nel decreto in oggetto si parla  anche di ferrovie,  interventi magari necessari  ma che con l'urgenza non hanno niente a che vedere visto che per fare un raccordo ferroviario occorrono mesi e anni; che senso ha inserirlo in un decreto legge? ma questo è un vizio antico e mi sembra che nel tempo i vari presidenti della repubblica abbiano posto l'accento sull' a bu so  del decreto legge e sul fatto che spesso nei decreti legge (fatti da tutti i governi del passato) vengono inserite (di soppiatto) cose che con l'argomento di  quel decreto non hanno niente a che vedere. 

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Etrusco quando te lo mettono nel sedere mica e necessario leggerlo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mylord611 ha scritto:

Con i monopattini non si risolve il problema sono solo e solamente soldi sprecati ! un vecchietto di 70/80 anni magari con problemi circolatori alle gambe che cosa se ne fa del monopattino elettrico? ( ricordo che la legge è uguale per tutti , quindi "tutti" hanno gli stessi diritti/doveri) che cavolo se ne fa della pista ciclabile un paesino / città di montagna? ma L'unione europea da anche i contributi per pedalare in salita? sono cose che vanno bene nelle pianure del Belgio o dell' Olanda , sugli appennini italiani la vedo dura!! basta spreco di soldi , ridurre le tasse forse è più utile.

Ti informo che dopo i 60 anni e dopo tre interventi chirurgici ho rottamato la moto (ordine tassativo di mia moglie) e ho ripreso ad andare in bicicletta (non assistita, ma in salita il cambio aiuta molto). Nel periodo del lockdown si passeggiava un amore e mi sono imbattuto pure in qualche ciclista 80enne che in salita era più veloce di me. Non c'è nulla di meglio della bicicletta per prevenire i problemi vascolari alle gambe (e molti altri problemi). É vero che da un anziano di solito non puoi pretendere che scorrazzi in bici sui saliscendi di Napoli, ma, come scrivevo, la bici (assistita e non ) e il pattino vanno benissimo per i giovani e per liberare posti e spazio sui mezzi pubblici frequentati dai meno giovani. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Mi dispiace che tu non lo abbia letto anche se mi rendo conto che per leggerlo tutto attentamente occorrono ore; diciamo che le leggi le fa il parlamento dove vengono discusse e approvate, il decreto legge è o dovrebbe essere una cosa che riguarda provvedimenti urgenti che non possono essere demandati alla normale attività legislativa; nel decreto in oggetto si parla  anche di ferrovie,  interventi magari necessari  ma che con l'urgenza non hanno niente a che vedere visto che per fare un raccordo ferroviario occorrono mesi e anni; che senso ha inserirlo in un decreto legge? ma questo è un vizio antico e mi sembra che nel tempo i vari presidenti della repubblica abbiano posto l'accento sull' a bu so  del decreto legge e sul fatto che spesso nei decreti legge (fatti da tutti i governi del passato) vengono inserite (di soppiatto) cose che con l'argomento di  quel decreto non hanno niente a che vedere. 

Dei decreti legge si è sempre largamente abusato in questa seconda Repubblica, e con motivazioni spesso assai meno serie delle attuali.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963