imparano in fretta come scroccare soldi agli italiani

Finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza hanno eseguito il sequestro preventivo per equivalente di beni fino a concorrenza di 87.583,90 euro nei confronti di un cittadino sudanese (B.S., 1977) residente a Schio, oggi indagato in concorso con la moglie cittadina ghanese (B.E., 1981) per truffa aggravata ai danni dello Stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

A seguito di attività di analisi di rischio condotta dal Nucleo Speciale Spesa Pubblica Repressione Frodi del Corpo, il soggetto citato era risultato beneficiario, dal dicembre 2013, di pensione di invalidità nonché di indennità speciale di accompagnamento in qualità di “cieco assoluto”.

Le indagini, avviate nel 2019 dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Schio, hanno invece permesso di scoprire come lo stesso fosse a tutti gli effetti vedente, e svolgesse quotidiane attività del tutto incompatibili con la patologia riscontrata.

Nello specifico, all’esito di appostamenti e pedinamenti eseguiti per mesi, nonché dell’acquisizione di riprese di video-sorveglianza, l’indagato è stato colto alla guida della autovettura di sua proprietà, nonché a deambulare nei pressi della sua abitazione senza alcuna ***, e a recarsi presso l’ATM per prelevare le citate indennità. Ha persino rinnovato per ben due volte la patente di guida, nel 2014 e 2017, in pendenza dello status riconosciuto di “cieco assoluto”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963