La crisi delle Banche

Tralasciando il passato..rimaniamo negli ultimi 20 anni...con la crisi del '01 delle torri gemelle..poi quella del '08 delle Banche.. e qui si vedeva uno scricchiolio..da cui non siamo mai pienamente usciti..adesso la pandemia la fiducia nei mercati e nell'economia sono a terra..ma non parliamo di macroeconomia..troppo distante dal nostro mondo..vediamo i piccoli risparmiatori..Non è da oggi..ma l'italiano medio crede ancora adesso che la banca sia un posto sicuro dove si deposita il denaro..invece dovrebbe aprire gli occhi e prima di tutto farsi delle domande: " Io metto i soldi..voi che mi date in cambio???" e qui vi è la guerra..costi 0..deposito 0...etc...ma a casa di zio Paperone.. i soldi portano soldi...e quindi come una volta..ai tempi lontani anni '60 si vorrebbero gli interessi sul denaro depositato..altrimenti fruttare per non fruttare meglio tenerli sotto il vano di una mattonella..dato che esperienza insegna dei risparmiatori derubati..un esempio su tutti MPS..che sono scappati con il malloppo dei risparmi di una vita

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

13 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

Tralasciando il passato..rimaniamo negli ultimi 20 anni...con la crisi del '01 delle torri gemelle..poi quella del '08 delle Banche.. e qui si vedeva uno scricchiolio..da cui non siamo mai pienamente usciti..adesso la pandemia la fiducia nei mercati e nell'economia sono a terra..ma non parliamo di macroeconomia..troppo distante dal nostro mondo..vediamo i piccoli risparmiatori..Non è da oggi..ma l'italiano medio crede ancora adesso che la banca sia un posto sicuro dove si deposita il denaro..invece dovrebbe aprire gli occhi e prima di tutto farsi delle domande: " Io metto i soldi..voi che mi date in cambio???" e qui vi è la guerra..costi 0..deposito 0...etc...ma a casa di zio Paperone.. i soldi portano soldi...e quindi come una volta..ai tempi lontani anni '60 si vorrebbero gli interessi sul denaro depositato..altrimenti fruttare per non fruttare meglio tenerli sotto il vano di una mattonella..dato che esperienza insegna dei risparmiatori derubati..un esempio su tutti MPS..che sono scappati con il malloppo dei risparmi di una vita

Vediamo di fare chiarezza: ci sono piccole banche che lavorano sul territorio e che prestano i loro soldi ai negozianti, ai piccoli imprenditori, banche che non lavorano con i grandi colossi nazionali e che pertanto rischiano di essere colpite in prima persona dalla crisi che sta colpendo i loro piccoli  cl i e nt i  per quanto riguarda il mettere i soldi in contanti sotto il materasso, a parte il rischio dei furti, le banconote non sono certo al riparo dall'inflazione, prima della seconda guerra mondiale con trecentomila lire si comperava in contanti una fattoria, dopo la guerra con la stessa somma si comperava in contanti un appartamento, si chiama inflazione e colpisce tutto  dai contanti  tenuti sotto il materasso , ai libretti di risparmio dei bambini,  ai conti corrente,  agli spiccioli tenuti nei salvadanaio; per quanto riguarda il MPS nessun cliente di quella banca  ci ha rimesso un centesimo, a parte ovviamente quelli che detenevano le azioni della banca; ma le azioni di qualunque banca o società, come tutti sanno o dovrebbero sapere,  sono titoli ad altissimo rischio e chi le acquista sa il rischio che corre.

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono convinto che con il capitalismo..e nn che Io sia contrario..ma hanno creato un sistema tale di complessità che rendono le banche necessarie..ma poco utili..dato che al risparmiatore oppure al piccolo esercente chiedono garanzie prima di aprire un mutuo..o dare un fido..a costo di enormi sacrifici... se non viene concesso finire nelle mani dello strozzinaggio invece è un guadagno  per gli speculatori e le royalties..i grandi *** a cui tutto è concesso.La crisi porta ad una ridotta capacità di acquisto..da questo la preferenza ai circuiti elettronici perché visti più sicuri ..ma nessuno ha la certezza che il "banco" non salti e che le frodi non arrivino dai piani più alti..dal motto di  Si salvi chi può 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, marzianobravo ha scritto:

Sono convinto che con il capitalismo..e nn che Io sia contrario..ma hanno creato un sistema tale di complessità che rendono le banche necessarie..ma poco utili..dato che al risparmiatore oppure al piccolo esercente chiedono garanzie prima di aprire un mutuo..o dare un fido..a costo di enormi sacrifici... se non viene concesso finire nelle mani dello strozzinaggio invece è un guadagno  per gli speculatori e le royalties..i grandi *** a cui tutto è concesso.La crisi porta ad una ridotta capacità di acquisto..da questo la preferenza ai circuiti elettronici perché visti più sicuri ..ma nessuno ha la certezza che il "banco" non salti e che le frodi non arrivino dai piani più alti..dal motto di  Si salvi chi può 

Ci siamo dimenticati quello che è una grandissima differenza fra le banche e gli usurai; a parte la diversità del tasso praticato dalle banche rispetto agli  usurai,  gli usurai prestano soldi propri mente le banche prestano i soldi degli altri  cioè dei cli e n t i e dovendo rendere conto ai cli e n ti delle somme che ricevono è ovvio che chiedano garanzie quando fanno un prestito o erogano un mutuo; il problema caso mai è diverso, una volta le banche raccoglievano i risparmi e li investivano ed il sistema era sano, i guai sono iniziati quando sono arrivati prodotti tossici vale a dire prodotti a termine che erano e sono sco mme s s e pure sull'andamento di questa o quella valuta di questo o quella merce rivendendo queste  sco mme ss e     ai loro  cl i e n ti; leggevo tempo fa che i contratti a termine  di vendita e acquisto sull'oro erano superiori a tutto l'oro fisicamente presente sul pianeta terra e questo la dice lunga su certi prodotti...

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963