Decreto Rilancio

Finalmente è arrivato con un po' di ritardo il decreto del governo per aiutare lavoratori e imprese..il premier dice che non e stato perso un minuto di più per effettuarlo..che è costato notti e giorni di fatica..arriverà i 600 euro....più il fondo perduto ..tutto è in mano all'Inps e alle banche..ma si pensa che sia stata messa una toppa ad una voragine..con molti cittadini e imprenditori che non pensano più di riaprire..anzi qualcuno ha pure pensato di togliersi la vita..Non c'è altro da aggiungere ...ma la fiducia verso l'esecutivo Si sta limando...continuano le promesse...sarà la volta buona??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

Questo decreto mi convince poco. Molto poco. Gli aiuti a pioggia sono un regalo per i furbi e un'elemosina o poco più per chi è davvero in seria difficoltà. Gridano vendetta gli ulteriori denari regalati a notai, avvocati, commercialisti, amministratori di condominio, e simili. Perché non vincolare il sussidio all'Isee familiare? Ci sarebbero state belle sorprese. Gentaglia che ha conti in banca a 5 o 6 o 7 cifre, e che oggi piange miseria (vergogna!), percepirà soldi che prima o poi saranno pagati dalla povera gente. Se c'era un'occasione imperdibile per abbattere la disuguaglianza (che non è solo ingiustizia sociale, ma un grosso freno all'economia nazionale) era proprio questa. Ma cosa ci ha perso un amministratore di condominio in due mesi di lockdown? Nulla, anzi ci ha guadagnato tenendo chiuso l'ufficio ma continuando a percepire le bollette. E presto si arricchirà, lui e i suoi amici impresari e direttori dei lavori, con la mangiatoia bassa dei lavori con l'ecobonus al 110%. Per carità, l'edilizia ecologica e antisismica sono priorità assolute, ma senza regole sarà un assalto alla diligenza. Servirebbero ispettori qualificati e incorruttibili di nomina pubblica per controllare, una per una, la qualità e i costi di queste opere, coordinati con appositi nuclei della GdF o dei Carabinieri. E pene severissime per chi bara. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se non sbaglio, sig fosforo, l'assalto alla diligenza ha dei limiti. Per esempio un condominio che prevede di eseguire un cappotto termico, la spesa prevista da portare in detrazione è di 60 Mila euro, altri lavori mi sembra 30 Mila.

Comunque è da leggere il decreto, che a mio avviso metterà in moto l'edilizia e con essa l'Italia.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

....Servirebbero ispettori qualificati e incorruttibili di nomina pubblica per controllare, una per una, la qualità e i costi di queste opere, coordinati con appositi nuclei della GdF o dei Carabinieri. E pene severissime per chi bara. 

Io , Cazzaro , manderei pure l’esercito ed i paracadutisti della Folgore tante volte un imprenditore tentasse di scappare via cielo. Volevate una idiozia giustizialista sfornata di prima mattina dal re degli idio ti ?? Eccola qua !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Se non sbaglio, sig fosforo, l'assalto alla diligenza ha dei limiti. Per esempio un condominio che prevede di eseguire un cappotto termico, la spesa prevista da portare in detrazione è di 60 Mila euro, altri lavori mi sembra 30 Mila.

Comunque è da leggere il decreto, che a mio avviso metterà in moto l'edilizia e con essa l'Italia.

Egregio, io non ho letto (e non leggerò) le oltre 400 pagine del decreto, ho letto velocemente qualche sintesi quindi potrei avere capito male. Premesso ciò, partiamo dall'ecobonus. Che succede ai meno abbienti? Cioè a chi non ha una capacità contributiva tale da assorbire la detrazione fiscale? A occhio, stando alle cifre, molti potrebbero essere tagliati fuori. Potrebbe verificarsi, se non ho capito male, perfino il paradosso per cui in un condominio di benestanti si approva a maggioranza qualificata la ristrutturazione ecologica o antisismica. I benestanti faranno i lavori gratis, ma se in quel condominio c'è qualche pensionato o qualche disoccupato che non paga le tasse, questo sfortunato sarà costretto ad accollarsi il 100% o quasi della spesa. In ogni caso, per questo come per il bonus Renzi e per tutti gli altri bonus fiscali che non prevedono un preciso criterio di progressività, io vedo una palese anzi plateale violazione dell'art. 53 della Costituzione e, più in generale, del principio di uguaglianza. Dare il 110% di ecobonus a chi ha un ISEE familiare di 20.000 euro e a chi ce l'ha di 200.000 è una profonda ingiustizia, una cosa da governo Berlusconi (o Renzi). Come pure regalare altri 800 o 1000 euro (600 non bastavano?) a un notaio o a un commercialista che avrà pure avuto un calo del fatturato ma che ha la Porsche in garage. Per non parlare poi dell'abbuono dell'acconto IRAP che, se ho ben capito, viene cancellato a prescindere dal fatturato. Cioè a un'azienda che con il Covid ha fatto affari d'oro (qualcuna c'è) gli si abbuona pure l'IRAP. Tutto questo io lo chiamo populismo, ma populismo della peggiore specie: quello che per aiutare i poveri finisce per aiutare di più i ricchi. Al contrario, per aiutare i poveri è necessario togliere ai ricchi. Conte ha detto che il decreto è migliorabile: ha ragione.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno animato da sincero spirito di carità cristiana faccia sommessamente presente al cialtronissimo cazzaro seriale fosforo31:

1 ) che esiste la possibilità, ricorrendo i presupposti di legge, di avvantaggiarsi di un istituto che si chiama cessione del credito di imposta;

2 ) che di Porsche, nel garage di notai e commercialisti che dichiarano non più di 35.000 euro l'anno, ne troviamo esattamente quante ne troviamo nel garage del medesimo cialtronissimo cazzaro seriale fosforo31.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Io , Cazzaro , manderei pure l’esercito ed i paracadutisti della Folgore tante volte un imprenditore tentasse di scappare via cielo. Volevate una idiozia giustizialista sfornata di prima mattina dal re degli idio ti ?? Eccola qua !! 

Mi perdoni torsolo di maggiordomo, perché vuol abdicare dal trono degli idio ti prima del tempo.

Ma chi può essere più idio ta di quel tale che copiò di sana pianta un articolo di un giornale spacciandolo per farina del suo sacco?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Qualcuno animato da sincero spirito di carità cristiana faccia sommessamente presente al cialtronissimo cazzaro seriale fosforo31:

1 ) che esiste la possibilità, ricorrendo i presupposti di legge,  di avvantaggiarsi di una cosa che si chiama cessione del credito di imposta;

2 ) che di Porsche, nel garage di notai e commercialisti che dichiarano non più di 35.000 euro l'anno, ne troviamo esattamente quante ne troviamo nel garage del medesimo cialtronissimo cazzaro seriale fosforo31.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Legga, legga....sig. Viscidosauro, pare che i poveracci con BMW esistano...

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.ilgiornaledivicenza.it/territori/schio/con-la-bmw-a-chiedere-i-buoni-spesa-1.8037480/amp&ved=2ahUKEwjh9vm0rrPpAhUpQxUIHdTxDUkQFjAAegQIAxAB&usg=AOvVaw3FS6ydyqXv0nRIUsEnRi82&ampcf=1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Noto che il cortodicervello maltese non ha ancora imparato a leggere.

Stiamo parlando di notai e commercialisti che non dichiarano più di 35.000 euro ed hanno la Porsche nel garage, secondo l'ennesima boutade firmata dal cialtronissimo cazzaro seriale fosforo31.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cessione del credito d'imposta? Già, ma intanto l'incapiente dovrà versare le sue rate durante l'esecuzione dei lavori, e se trova, se la trova, una banca o una finanziaria che gli anticipa i soldi, questa pretenderà il suo bel margine di guadagno. Stendiamo un velo pietoso sui notai,  sui commercialisti e sugli avvocati che dichiarano meno di 35.000 euro e chiedono sussidi allo Stato. Se mi metto a parlare del nero e dell'evasione (fiscale e contributiva) in queste categorie apro un vespaio che non finisce più. Mi limito ricordare il caso di una mia vicina, moglie di un ragioniere che lavorò una ventina d'anni come semplice dipendente di un famoso studio notarile. Era un amico di mio padre, persona amabile nella vita quanto spregiudicata nel lavoro. Morì giovanissimo, ma lasciò alla vedova la più grande casa del condominio, mobili antichi e quadri d'autore alle pareti, tre o quattro auto nel garage più una villetta al mare e un altro paio di case, più una casa a ciascuno dei 4 figli. Tutti laureati e tutti con assegni, borse di studio ed esenzione dalle tasse universitarie. Poveracci! E figuriamoci i figli del notaio!

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Stendiamo un velo pietoso sui notai,  sui commercialisti e sugli avvocati che dichiarano meno di 35.000 euro e chiedono sussidi allo Stato.

Stiamo parlando di notai e commercialisti che hanno la Porsche in garage e dichiarano meno di 35.000 euro l'anno.

Se ne conosci qualcuno, non esitare ulteriormente e denunciali alla Guardia di Finanza.

Diversamente TEST TEST TEST LA PIZZA DI MICHELE

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Mi perdoni torsolo di maggiordomo, perché vuol abdicare dal trono degli idio ti prima del tempo.

Ma chi può essere più idio ta di quel tale che copiò di sana pianta un articolo di un giornale spacciandolo per farina del suo sacco?

 

Lei Sanchino deve solo attenersi allo spirito della discussione che tanto che e’ un creti no l’hanno capito tutti. Oltre tutto vedo che da qualche giorno non riesce più manco ad esibire quella riottosità degli ungulati a sangue che poi non e’ altro che la tipica conseguenza di essere diventato ...eunuco. Si alleni per il nuovo ruolo . Se tanto mi da tanto ne vedremo delle belle e sarà un piacere “giocherellare “ con i garzoni di stalla . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono stato allo spirito della sua discussione, torsolo di ladro di articoli altrui per poi spacciarli per suoi e fare lo sborone col "caro" pm.

Ma non si vergogna ad apparire ancora nel forum dove ormai tutti sanno che lei è un ladro e spacciatore di pensieri altrui?

Mi permetta di regalarle ancora un consiglio: si limiti a vuotare i pitali e a richiesta lekkare il Q.lo di Leopoldino.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poco fa Maurizio Landini, segretario della CGIL, in tv a Piazza Pulita.

"Il giudizio complessivo sul decreto del governo è più che positivo, ma alcune cose non vanno bene. Tra queste, il taglio dell'IRAP anche alle aziende che hanno incrementato il fatturato. Come pure la cassa integrazione a quelle che hanno fatto utili e che in questa emergenza potevano e dovevano garantire almeno una parte della copertura".

Che Maurizio sia un grande sindacalista l'ho sempre scritto. Anzi, ho sempre scritto che è sprecato per il sindacato e a mio avviso dovrebbe impegnarsi attivamente in politica per la rifondazione della Sinistra e per le grandi riforme del lavoro (in primis la riduzione dell'orario). Mi ha fatto piacere sentirgli dire stasera una cosa che avevo scritto in questa discussione (IRAP) e un'altra che avevo scritto poco tempo fa (Cassa integrazione).

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963