Foto Navigli a Milano:qualcosa non torna

Non s' allinea all' indignazione generale per la troppa gente a passeggio sui Navigli milanesi il giornalista e scrittore Toni Capuozzo. Che, in un post su Facebook, definisce il caso «un osso gettato da mordicchiare a un' opinione pubblica nervosa». Provocatoriamente, Capuozzo si chiede se sia colpa di questi se le mascherine non si trovano, l' app di tracciamento non si è vista, i tamponi sono pochi, le banche non erogano prestiti alle imprese in difficoltà. Domanda retorica: no, con tutte queste questioni - le vere questioni - i Navigli non c' entrano. Ma così la gente ha qualcuno con cui prendersela.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Capuozzo delira, come delira Farina su Libero (anzi Occupato) cercando addirittura di far passare la disobbedienza incivile e sciagurata delle capre dei Navigli per disobbedienza civile. Roba da matti! Questi decerebrati, Capuozzo, Farina e le capre, dopo 3 mesi di pandemia non hanno ancora capito che la condotta sciagurata di un SINGOLO  mette a rischio la vita di 7 miliardi di persone. Farina e Capuozzo andrebbero espulsi a calci  dall'Ordine dei giornalisti. Se poi i singoli sono un branco di capre che scorrazzano beotamente in uno dei peggiori focolai della pandemia, allora Capuozzo e Farina farebbero molto meglio a spararsi un colpo di testa piuttosto che minimizzare o addirittura giustificare simili sciagurati comportamenti. Idem  per le capre. Minacciare la vita delle persone per andarsi a fare un aperitivo di gruppo è cosa totalmente al di fuori della mia comprensione e della mia tolleranza. Qui non ci sono se e non ci sono ma: se quelle bestie inutili, dopo l'aperitivo di gruppo, avessero eseguito un suicidio di gruppo nel canale, avrebbero dato una parvenza di giustificazione alla loro ultima bevuta, e l'umanità, con un branco di capre in meno, non ci avrebbe perso nulla, anzi ci avrebbe guadagnato in sicurezza. Figuraccia anche per il sindaco Sala, che si è confermato debole e inadeguato. Ha mandato i vigili in plateale ritardo e ha lasciato tutti impuniti. Il minimo che avrebbe potuto e dovuto fare era la chiusura almeno per tutto il fine settimana di tutti i bar della zona. I milanesi seri hanno già pianto troppi morti, dovrebbero chiedere le dimissioni di questo incapace. Per non parlare di Fontana e Gallera. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Capuozzo delira, come delira Farina su Libero (anzi Occupato) cercando addirittura di far passare la disobbedienza incivile e sciagurata delle capre dei Navigli per disobbedienza civile. Roba da matti! Questi decerebrati, Capuozzo, Farina e le capre, dopo 3 mesi di pandemia non hanno ancora capito che la condotta sciagurata di un SINGOLO  mette a rischio la vita di 7 miliardi di persone. Farina e Capuozzo andrebbero espulsi a calci  dall'Ordine dei giornalisti. Se poi i singoli sono un branco di capre che scorrazzano beotamente in uno dei peggiori focolai della pandemia, allora Capuozzo e Farina farebbero molto meglio a spararsi un colpo di testa piuttosto che minimizzare o addirittura giustificare simili sciagurati comportamenti. Idem  per le capre. Minacciare la vita delle persone per andarsi a fare un aperitivo di gruppo è cosa totalmente al di fuori della mia comprensione e della mia tolleranza. Qui non ci sono se e non ci sono ma: se quelle bestie inutili, dopo l'aperitivo di gruppo, avessero eseguito un suicidio di gruppo nel canale, avrebbero dato una parvenza di giustificazione alla loro ultima bevuta, e l'umanità, con un branco di capre in meno, non ci avrebbe perso nulla, anzi ci avrebbe guadagnato in sicurezza. Figuraccia anche per il sindaco Sala, che si è confermato debole e inadeguato. Ha mandato i vigili in plateale ritardo e ha lasciato tutti impuniti. Il minimo che avrebbe potuto e dovuto fare era la chiusura almeno per tutto il fine settimana di tutti i bar della zona. I milanesi seri hanno già pianto troppi morti, dovrebbero chiedere le dimissioni di questo incapace. Per non parlare di Fontana e Gallera. 

Non voglio entrare in sterili polemiche, mi limito solo a leggere le cronache dei giornali,come questa per l'appunto:

Aosta entra  in un bar,ordina un caffè,lo beve davanti all'entrata.Si prende 280,00 euro di multa.Ai navigli neppure un agente.Concordo con il Capuozzo che qualcosa non torna

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

È vero c'è qualcosa che non torna. Il caffè era in tazzina o bicchiere da asporto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

È vero c'è qualcosa che non torna. Il caffè era in tazzina o bicchiere da asporto?

Ottima osservazione, egregio. Se era in tazzina, andava multato anche il barista. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963