60 euro lordi agli infermieri..75 ai clandestini netti

È accaduto all’ospedale San Matteo di Pavia dove gli infermieri che hanno curato il “Paziente 1” di Codogno si sono visti arrivare la “paghetta settimanale”


Una mancetta che il governo ha deciso di far arrivare agli operatori in busta paga. “Doveva esserci un riconoscimento straordinario di 100 euro, cifra già irrisoria, invece ad alcuni sono arrivati 60 euro lordi”, denunciano gli infermieri. Per non parlare di chi si è ammalato, per cui il premio è ancora meno corposo.

 

Pensate che ad ogni immigrato, lo stesso governo regala 35 euro al giorno in vitto, alloggio e paghetta per gli stravizi. Addirittura, la sola paghetta per gli stravizi è di 75 euro nette al mese.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

la procedura mi proibisce di assegnare il voto positivo. (solo i rossi possono votare).

 

Modificato da dune-buggi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lor signori mi spiegano che stravizi riescono a fare con 2,5 euro al giorno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Lor signori mi spiegano che stravizi riescono a fare con 2,5 euro al giorno?

Dato il cancherone in cartone da 10 litri col quale si sbronzano questi due maldestri, forse 2,5€ bastano.....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma perché non chiudi la cloaca Sanchino e ti limiti a commentare quella che e’ la vera e sola notizia di questo post , purtroppo vera , che a fronte dei 100 euro netti , agli infermieri che hanno prestato la loro opera anche 12/13 ore consecutive sono stato dati 60 euro lordi. Hai capiti perché sei un idio ta ?? Perché ti attacchi ad una caga ta di Direttoretto pur di vomitare qualcosa che non c’entra niente con il succo del discorso . Sei il massimo degli imbexxilli. Perdipiu’ inutile 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono contento che sia intervenuto lei, torsolo di cazzaro pisano, in quanto bi- laureato lei ha saputo cogliere esattamente l'anima del post del sig Frizz.

Io, da i-diota, applaudo calorosamente la sua perspicacia.

Se lei non ci fosse, avremmo dovuto cercarla tra i geni di ultima generazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, director12 ha scritto:

È accaduto all’ospedale San Matteo di Pavia dove gli infermieri che hanno curato il “Paziente 1” di Codogno si sono visti arrivare la “paghetta settimanale”


Una mancetta che il governo ha deciso di far arrivare agli operatori in busta paga. “Doveva esserci un riconoscimento straordinario di 100 euro, cifra già irrisoria, invece ad alcuni sono arrivati 60 euro lordi”, denunciano gli infermieri. Per non parlare di chi si è ammalato, per cui il premio è ancora meno corposo.

 

Pensate che ad ogni immigrato, lo stesso governo regala 35 euro al giorno in vitto, alloggio e paghetta per gli stravizi. Addirittura, la sola paghetta per gli stravizi è di 75 euro nette al mese.

Troppi  sprizz  diretoinreto.... AAAAMMMMMMMBBBEECCCIIILLLLE   BUFALARO  . LA  SANITA'  E' A  CARICO DELLE  REGIONI   E PAVIA  IN  CHE REGIONE   E'  ?

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pian piano viene fuori tutto. Ma tutto eh.

Perché sapete cosa salta fuori oggi grazie ad un’inchiesta dell’Espresso a firma Fabrizio Gatti? Che quando è scoppiata la pandemia, la Lombardia non aveva sufficienti scorte sanitarie per un motivo: perché una delibera della giunta regionale aveva aumentato gli incentivi economici ai manager affinché tagliassero le scorte negli ospedali. Per questo motivo all'inizio non si è riusciti ad avviare uno screening di massa come in Veneto: le risorse erano state destinate ad altro. Agli stipendi dei manager.

Per esser più precisi, parliamo della delibera numero XI/1681, votata il 27 maggio 2019 su proposta di Gallera da tutta la giunta (tutta!). Che indicavi ai manager sanitari gli obiettivi di “tenere sotto controllo le richieste di ordinativi da parte dei laboratori”, ossia tagliare centinaia di migliaia di euro ai laboratori degli ospedali di Lodi, Brescia, Milano. Quelli che poi si sarebbero ritrovati qualche mese dopo in guerra con le “scarpe di cartone”. In cambio di questo? Incentivi economici. Perché giustamente andavano premiati.

Ecco. Ben oltre ogni retorica, stavolta si rimane davvero basiti.
Ma poi la sorpresa scompare, e sale la rabbia. Ma tanta, tanta rabbia.

Perché l'emergenza in Lombardia non è stata uno scherzo. E i soldi dati ai direttori generali nominati dalla politica locale potevano consentire di gestire meglio tutto. Potevano aiutare quella terra a non ottenere l’osceno primato di regione più colpita al mondo dal covid.

E invece sono andati in busta paga ai manager. Mentre negli ospedali e nelle case a patire l'emergenza c’erano quelli che con le loro tasse avevano pagato quegli “incentivi”.

E tutto questo fa incazzare, perdonateci il termine. Al di là dei colori politici, fa incazzare. Come bestie. E fa chiedere, davvero dal cuore, dallo stomaco e dalla testa una sola cosa.

Che si è reso responsabile di questo ne risponda politicamente. E che lo faccia fino all’ultimo.

Una delibera del governo regionale ha tagliato i rifornimenti a Lodi e previsto meno spese per 300mila euro a Brescia. Così Fontana e Gallera hanno tolto risorse alla sanità per pagare gli incentivi ai direttori. E la Regione è rimasta senza reagenti contro il coronavirussafe_image.php?d=AQCimsYovrdDvpo_&w=540&

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rispondere politicamente?

Una parola! Anzi, due parole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, mark222220 ha scritto:

Ma perché non chiudi la cloaca Sanchino e ti limiti a commentare quella che e’ la vera e sola notizia di questo post , purtroppo vera , che a fronte dei 100 euro netti , agli infermieri che hanno prestato la loro opera anche 12/13 ore consecutive sono stato dati 60 euro lordi. Hai capiti perché sei un idio ta ?? Perché ti attacchi ad una caga ta di Direttoretto pur di vomitare qualcosa che non c’entra niente con il succo del discorso . Sei il massimo degli imbexxilli. Perdipiu’ inutile 

Il ROSSO Rossi, in Toscana:

Emergenza Covid, un premio ai sanitari: arrivano tra i 20 e i 45 euro per ogni turno lavorato.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la differenza e’ sostanziale . In Toscana le cifre sono al giorno. A Pavia la cifra e’ alla settimana . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, mark222220 ha scritto:

la differenza e’ sostanziale . In Toscana le cifre sono al giorno. A Pavia la cifra e’ alla settimana . 

Appunto.

In ciò si vede la differenza tra REGIONE TOSCANA ROSSA e REGIONE LOMBARDIA VERDE. 

Nella Regione Verde, di solito, i soldi vanno al manager......

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963