identikit delle belve

L'identikit delle belve

Secondo quanto riportato da Libero, grazie alle preziosissime *** fornite dalla vittima peruviana si ha un identikit degli aggressori: sarebbero 4 giovani nordafricani tra i 20 e i 30 anni. Come si legge sul quotidiano diretto da Vittorio Feltri gli stupratori di Rimini sarebbero immigrati regolari, non clandestini. Inoltre comeviene  precisato  nell'articolo "si tratterebbe di ragazzi ben integrati e con piccoli precedenti di spaccio alle spalle".

Un identikit che è confermato dalle telecamere di sicurezza che hanno ripreso l'aggressione. Come riporta Il Messaggero, le vittime hanno riconosciuto gli aggressori dalle foto segnaletiche. I ragazzi ripresi nei filmati sono tutti ben vestiti, alla moda e con abiti firmati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

La giovane più volte ha chiesto ai medici e ai poliziotti che l’hanno sentita: “Per favore, non fate il mio nome, non voglio essere riconosciuta”. Dopo averla brutalmente stuprata su un pattino l’hanno gettata in mare: “Ridevano e si davano grandi pacche sulle spalle. Quando finalmente se ne sono andati, il mio primo pensiero è stato vedere come stava il ragazzo che era con me. L’ho visto riverso a terra, con il volto dentro la sabbia. Data la furia con cui l’avevano picchiato davanti a me, ho tenuto che fosse morto”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963